1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. Viper79

    Viper79 Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Buongiorno a tutti,

    avrei bisogno di aiuto....

    Nell'aprile 2012 ho acquistato da un costruttore un immobile allo stato grezzo avanzato (ivolucri esterni,tetto e rifiniture esterne terminate).
    Inizio subito i lavori di ristrutturazione , presento la domanda di agibilità, sposto la residenza ecc... e mi accingo al trasloco tutto contento.
    Nel frattempo avevo chiesto ad un architetto di fare una perizia sugli involucri esterni e tutto ciò che riguardava la coibentazione di quello che avevo comprato dal costruttore, il professionista mi chiede una serie di documenti tra cui la relazione ai sensi della 10/91 che ovviamente non sapevo neanche cosa fosse.
    Il giorno dopo mi reco in comune per reperire i documenti richiesti e scopro che la 10/91 di quell' immobile non era stata mai redatta e come se non bastasse a 150 giorni dalla presentazione della domanda non mi era stata concessa ancora l'agibilità, proprio per la mancanza della relazione stessa.

    Faccio redigere la 10/91 con i parametri del periodo in cui il costruttore aveva avviato i lavori e scopro che oltre a non essere stata presentata non era neanche stata rispettata (coibentazione del tetto e sottotetto completamente inesistente , travi e pilastri in cemento armato non coibentati adeguatamente ecc...)

    Vorrei che qualcuno mi potesse aiutare a capire come potermi rifare sul costruttore/venditore visti i problemi riscontrati.
    Premetto che si tratta di una persona presuntuosa e non disponibile al dialogo.


    Grazie!!!!!!!!!!!!!!!!!!
     
  2. studiopci

    studiopci Membro Storico

    Agente Immobiliare
    Salve, prima di tutto è necessario vedere nell'atto di vendita cosa è stato venduto e come, questo per capire nel dettaglio cosa hai acquistato e se quello che tu riscontri non essere a norma era di competenza del venditore, e non è stato fatto, oppure dovevi farlo tu, appurato questo devi rivolgerti ad un ingegnere il quale deve redigere una relazione tecnica in merito alle mancanze che dovrai far pervenire al costruttore insieme ad una lettera dell'avvocato nel quale richiedi di intervenire nei lavori ( ove e se possibile ) oppure di rimborsare i danni, qualora il costruttore faccia orecchie da mercante, presunzione o meno, lo citerai in giudizio. Saluti Fabrizio
     
    Ultima modifica: 30 Aprile 2014
    A cafelab, Bagudi, Viper79 e 1 altro utente piace questo messaggio.
  3. Viper79

    Viper79 Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Grazie Fabrizio,

    l' immobile è stato venduto rifinito esternamente ma senza la pittura, per quanto riguarda la legge 10/91 so che doveva essere consegnata al comune allegata al progetto al momento dell'inizio dei lavori (non esisteva), inoltre so che il costruttore e il direttore lavori dovrebbero attenersi a tale legge.

    L'architetto ,da me incaricato, ha redatto la suddetta relazione indicando all' interno della stessa come gli involucri esterni e il tetto dovevano essere coibentati al momento della costruzione,riscontrando enormi difformità con le opere esistenti.

    Mi è stato consigliato di far fare anche l' APE dopodiché , lo stesso Architetto procederà alla quantificazione dei danni, come tu accennavi nella tua risposta, che successivamente verrà passata nelle mani del mio legale.

    Per finire in bellezza ti dico anche che il costruttore prima di vendermi la casa ha dato il fine lavori e accatastato l' immobile in F3 senza fare il collaudo statico del cemento, consegnatomi quasi due anni dopo.

    Cosa devo vedere nell'atto per capire se queste mancanze sono imputabili al costruttore/venditore?

    Grazie ........................!!!!!!!!!!!!
     
  4. brina82

    brina82 Membro Assiduo

    Altro Professionista
    Fatto il fine lavori? Il Direttore dei Lavori si è preso una responsabilità più grande di lui...

    Se c'è il fine lavori interpella tutti, costruttore e direttore dei lavori, e sicuramente ti dovranno risarcire...
     
    A Viper79 piace questo elemento.
  5. Viper79

    Viper79 Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Grazie Brina82,
    Potresti spiegarmi meglio?
     
  6. brina82

    brina82 Membro Assiduo

    Altro Professionista
    Se c'è il cosidetto fine lavori vuol dire che il Direttore dei Lavori (un tecnico abilitato: Ingegnere o Architetto o Perito Industriale Edile o Geometra) ha avallato i lavori, nel senso che di fatto è responsabile di quanto messo in opera rispetto al progetto (sia impianti, sia strutture, tramezzi, tamponatura...): tutto ciò che era stato fatto sino ad allora. Se la relazione relativa alla legge 10/91 di quell'edificio prevede doppia tamponatura più ecc., obbligo del direttore dei lavori sarebbe stato quello di vigilare affinchè di fatto la tamponatura venisse eseguita dall'impresa come da progetto. Nel tuo caso se addirittura non è stata redatta la relazione secondo la 10/91, vuol dire che la tamponatura è stata fatta a "casaccio"? Credo che sia l'impresa (e il proprietario), sia il direttore dei lavori abbiano delle grosse responsabilità...
     
    A Viper79 piace questo elemento.
  7. Viper79

    Viper79 Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Grazie Brina ora è tutto chiaro, sei stata molto gentile e soprattutto di gran conforto!
     
  8. brina82

    brina82 Membro Assiduo

    Altro Professionista
    Sì, comunque occorrerebbe di fatto vedere questo documento di fine lavori, cosa c'è scritto e da chi è stato firmato...

    In ogni caso prima di procedere in via giudiziaria forse conviene fare una stima del danno (o dei lavori da fare per riportare la situazione in forma regolare), e provare a contattare il vecchio proprietario (ed eventualmente anche il direttore dei lavori) cercando di invitarlo a collaborare...
     
    A Viper79 piace questo elemento.
  9. Viper79

    Viper79 Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino

    Io ho comprato casa grezza (rifinita esternamente) accatastata F3, per vendere ed accatastare per forza dovrebbero aver dato il fine lavori.

    Lo stesso tecnico ha diretto i lavori di ristrutturazione sotto mia commissione, lui ha accatastato la mia casa ,lui mi ha compilato la domanda di agibilità, lui mi ha confermato che era tutto OK... Poi dopo 150 gg. dalla presentazione della domanda di agibilità scopro per caso di non averla, per la mancata consegna della 10/91 che ho fatto redigere da un architetto ecc.... la storia la sai tutta!!!

    Comunque dopo tante parole quello di cui ho paura è che al momento in cui gli farò scrivere dall' avvocato per il risarcimento dei danni, il costruttore mi risponderà dicendo: "io casa l'ho venduta grezza quindi non pago nulla!!!!".

    Grazie del tuo supporto!!!!
     
  10. brina82

    brina82 Membro Assiduo

    Altro Professionista
    Se il direttore dei lavori ha sbagliato, anche lui paga...
     
    A Viper79 piace questo elemento.
  11. Viper79

    Viper79 Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Quindi non si possono attaccare al fatto di aver venduto casa grezza nel suo interno, la coibentazione del tetto e delle pareti spettava a loro...
    non mi verranno a dire potevi coibentarla dall' interno...
    Vero??
     
  12. cafelab

    cafelab Membro Assiduo

    Altro Professionista
    Le cose non sono così semplici
    Il DL è un tecnico di supporto al committente la cui figura è "in contrasto" all'impresa. Nel momento in cui è stata realizzato il grezzo, il committente coincideva anche con l'impresa, quindi il DL, anche volendo, avrebeb avuto poco da contrastare,che ne sai di quello che è successo fra i due? sono quelle odiose situazioni in cui l'unica arma che ha il tecnico è dimettersi.
     
    A Viper79 piace questo elemento.
  13. Viper79

    Viper79 Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Si ma... Ha comunque le sue responabilità!!!

    Nel mio caso chi ha sbagliato di più, il costruttore/venditore in malafede o il DL incurante delle sue responsabilità?
     
  14. cafelab

    cafelab Membro Assiduo

    Altro Professionista
    Non si tratta di chi ha sbagliato di più, in breve, Le responsabilità del DL sono di controllare che l'appaltatore segua il contratto con il committente ecc (è lunga la cosa) e nel caso riferire alla committenza.
    Le responsabilità del costruttore sono di fare le cose a regola d'arte.
    Anche se il DL non s'è accorto di nulla è sempre il costruttore che avrebbe dovuto realizzare i pacchetti isolanti a dovere.
     
    A Viper79 piace questo elemento.
  15. Viper79

    Viper79 Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Comunque io dovrò , con lettera del legale , chiedere i danni al Costruttore/Venditore che successivamente in qualità di committente potrà citare il DL o meno.

    Secondo te, la coibentazione di una casa venduta al grezzo di chi è a carico?

    possono dirmi : "te la potevi isolare da solo dall'interno?"

    Il fatto che non abbiano redatto e quindi non seguito la relazione ai sensi della 10/91 è una cosa normale?????

    Scusate ma ho troppi dubbi e sono anche molto arrabbiato!!!!!!
     
  16. brina82

    brina82 Membro Assiduo

    Altro Professionista
    No. Anche il DL è responsabile, qualora i lavori non fossero fatti a regola d'arte...

    Non ci può mica essere scritto in un contratto di appalto che le opere non vengano eseguite secondo la regola dell'arte scusa? Semmai il contrario, e se così non è, è responsabile pure il DL.

    Poi, dal momento che c'è un fine lavori, il DL non può essersi dimesso...
     
    A Viper79 piace questo elemento.
  17. Viper79

    Viper79 Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Quindi nel mio caso???
     
  18. cafelab

    cafelab Membro Assiduo

    Altro Professionista
    La legislazione è vastissima, ci sarà senz'altro un sentenza che dice una cosa e una che dice il contrario;
    ma il DL è responsabile verso il committente solo se si è accorto che i lavori non sono stati fatti a regola d'arte e non ha mosso un dito o peggio si è messo d'accordo con l'impresa per fare un cattivo servizio al committente.
    (o verso la PA se sono stati commessi abusi edilizi sotto la sua sorveglianza)

    Visto che questo è il classico caso in cui committente=costruttore e che @Viper79 non ha avuto alcun rapporto con il DL credo difficile che lo possa chiamare a rispondere in solido delle spese extra.

    No, non è normale, l'isolamento dall'interno è solo un ripiego.
    Ma non è che andava fatto un rivestimento a cappotto?
    Per il tetto, siete sicuri che non c'è isolamento?

    Ci avrete già pensato ma visto l'andazzo se l'edificio ha parti seminterrate o controterra ti consiglierei anche di far controllare la corretta realizzazione del pacchetto isolante e drenante controterra
     
    A Viper79 piace questo elemento.
  19. Viper79

    Viper79 Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Nel sottotetto non c'è nulla, sul tetto soltanto un esiguo strato di carta catramata e ti dirò di più, sui travi e pilastri in cemento c'è soltanto un laterizio da 4 cm appoggiato e poi l'intonaco.

    Grazie per il consiglio sulle pareti interrate, ma il discorso vale anche per la categoria catastale C6?
     
  20. cafelab

    cafelab Membro Assiduo

    Altro Professionista
    In che senso categoria catastale? Qui stiamo parlando di terra e acqua e.... muffa.
    A meno che tu nn abbia comperato una catacomba penso che la muffa non ce la vuoi...
     
    A Viper79 piace questo elemento.

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina