1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. simonpax

    simonpax Nuovo Iscritto

    Altro Professionista
    Salve a tutti, sono un neo iscritto e con la presente vorrei spiegarvi quanto segue: "Mio suocero è deceduto da poco ed, ovviamente, gli eredi leggittimi si sono posti il problema di presentare la denuncia di successione. Chiedo, nel caso in cui non presentassimo tale dichiarazione, a quale sanzioni andremmo incontro e, se esiste, una prescrizione in merito. Cordiali saluti Simone.
     
  2. studiopci

    studiopci Membro Storico

    Agente Immobiliare
    Salve
    il D.Lgs. 346/90; Legge 662/96, 383/01, 286/06
    recita, Chiunque non presenta o presenta in ritardo dichiarazione di successione: multa da 2 a 4 volte imposta dovuta

    per maggiore chiarimento ti allego il decreto che potrai leggere , comunque parlane anche con un notaio.
    Ciao Fabrizio Vedi l'allegato IMPOSTE SUCCESSIONE.doc
     
    A Avv Luigi Polidoro e Umberto Granducato piace questo messaggio.
  3. ccc1956

    ccc1956 Membro Senior

    Altro Professionista
    La dichiarazione di successione
    L’obbligo di presentare la dichiarazione di successione sussiste solo nel caso in cui nell'eredità vi siano beni immobili che si trovano sul territorio italiano o diritti reali immobiliari sugli stessi.
    La presentazione deve avvenire entro 12 mesi dalla data di apertura della successione, corrispondente, in genere, alla data di morte del contribuente, su apposito modulo (modello 4) reperibile presso ogni ufficio locale o sul sito internet dell'Agenzia (www.agenziaentrate.gov.it).
    Se la dichiarazione di successione e il relativo versamento delle imposte ipotecaria e catastale avvengono dopo il termine previsto di 12 mesi, occorre versare, oltre alle imposte autoliquidate, le sanzioni .
    pero'.....................Decorsi 5 anni dalla data di morte decade anche il diritto dell’Amministrazione Finanziaria a chiedere le sanzioni di legge previste per l’omissione della denuncia.
    o sei anni perche' la successione puo' essere presentata entro un anno dalla morte.

    Art.27. PROCEDIMENTO E TERMINI (Art. 33,34,41, D.P.R.637/72)
    4. Se la dichiarazione della successione è stata omessa, l'imposta è accertata e liquidata d'ufficio a norma dell'art.35. Se è stata omessa la dichiarazione sostitutiva o la dichiarazione integrativa di cui all'art.28, comma 6, si procede d'ufficio, rispettivamente, alla riliquidazione dell'imposta o alla liquidazione della maggiore imposta. L'avviso deve essere notificato entro il termine di decadenza di cinque anni dalla scadenza del termine per la presentazione della dichiarazione omessa.
     
    A H&F e simonpax piace questo messaggio.
  4. simonpax

    simonpax Nuovo Iscritto

    Altro Professionista
    Grazie per l'esauriente professionale risposta.
     
  5. simonpax

    simonpax Nuovo Iscritto

    Altro Professionista
    grazie mi sarà di grande utilità, ciao.
     
  6. etabeta

    etabeta Membro Ordinario

    Altro Professionista
    Grazie dell'informazione.
    Credo che dopo due anni di ritardo della presentazione della successione se l'imposta dovuta normale è 5000€ si rischia di pagare fino a 20000€ forse conviene ormai presentarla dopo sei anni sperando nella prescrizione. O no?
     
  7. H&F

    H&F Membro Assiduo

    Altro Professionista
    E' quello che fanno in moltissimi. Si corre il rischio della notifica prima dei 5 anni. E' da valutare il tutto.:ok:
     
  8. sidalpo

    sidalpo Membro Attivo

    Privato Cittadino
    Se di un immobile dopo 15/20 anni una parte degli eredi non hanno mai fatta la denuncia di successione e poi la trascrizione, cosa succede se si vuole vendere? Vale forse la prescrizione dopo i 5/6 anni prevista dal art. 27 comma 4 del Dlgs 346/1990?
     
  9. Bastimento

    Bastimento Membro Storico

    Privato Cittadino
    Non è un problema di una parte: uno qualsiasi degli eredi può presentare la dichiarazione, e vale per tutti.
    Si deve fare la dichiarazione, in ritardo: non ci sono sanzioni se sono passati più di 5 anni.
     
  10. sidalpo

    sidalpo Membro Attivo

    Privato Cittadino
    Rettifico: se i coeredi non hanno fatto la successione del compendio immobiliare dopo 15 anni, nella causa di divisione giudiziale il giudice può procedere all'assegnazione in natura? La regolarizzazione delle posizioni può essere fatta in un secondo momento?
     
  11. Bastimento

    Bastimento Membro Storico

    Privato Cittadino
    Mi sembra che la tua domanda sia di tipo procedurale, più che informativa sugli esiti.
    Mi pare opportuno quindi ti risponda un professionista, legale o tecnico.

    Io , se ho inteso la domanda ti risponderei solo secondo logica.
    1) Il giudice interpellato su una causa di divisione, se può dividere i cespiti procederà alla assegnazione dei lotti come individuati da un CTU : se questo lo chiami assegnazione in natura, la risposta è si.
    2) Ma quanto al resto credo chiederà probabilmente in via preliminare, una dichiarazione di successione con l'indicazione dei cespiti immobiliari e quant'altro lasciato dal soggetto defunto, ed i nominativi dei chiamati all'eredità.
    3) Probabile poi che ciò comporti una prima voltura in base agli aventi diritto alla successione indicati come eredi
    4) Conseguente alla decisione del giudice sulla divisione, temo questa vada formalizzata con atto di divisione e ulteriore voltura.
     
  12. sidalpo

    sidalpo Membro Attivo

    Privato Cittadino
    Grazie.
    Al momento nessuno ne legale ne tecnico sa dipanare la questione. Penso che il giudice possa comunque procedere alla divisione in natura in quanto il CTU ha indicato i lotti spettanti ai chiamati all'eredità. Solo in un secondo momento, per esempio se un erede vuole alienare la sua parte, provvederà a sanare la sua posizione (imposta di successione, ipotecaria, catastale, ICI e IMU) vista anche la avvenuta prescrizione delle sanzioni.
     
  13. Bastimento

    Bastimento Membro Storico

    Privato Cittadino
    Ma, resto alquanto perplesso.
    Questo succede perchè abbiamo una PA che non fa conoscere alla mano destra ciò che avviene alla sinistra.

    La magistratura (organo dello stato) ha emesso sentenza, che presumo sarà stata registrata? Si.
    Esiste l'obbligo della dichiarazione di successione? SI, condizionato alla accettazione dell'eredità.
    C'è un limite di tempo per esprimere l'accettazione o il rifiuto dell'eredità? Si (10 anni la prima, tre mesi la seconda)
    Sono passati 15 anni? Si
    Cosa aspetta lo stato a rivendicare, o sollecitare gli adempimenti?
    Chi ha pagato finora ICI/IMU ed imposte sul reddito fabbricati?
    Ammesso che certe sanzioni siano andate in prescrizione, non lo sono quelle sull'IMU per gli ultimi 5 anni.

    Amministrare uno stato, presume anche quello di esigere il rispetto delle norme, comprese quelle fiscali,
     
    A Bagudi piace questo elemento.
  14. sidalpo

    sidalpo Membro Attivo

    Privato Cittadino
    Grazie ancora della pazienza.
    Spiego, io e altri tre siamo i primi coeredi che hanno fatto regolare dichiarazione di successione etc. Gli eredi dei tre deceduti, l'ultimo 15 anni fa, non hanno fatto niente, ne successione ne tanto meno pagato ICI, IMU etc mentre io ho sempre pagato tutte le imposte nella percentuale di mia competenza. Il giudice non ha emesso sentenza perché non sa cosa fare, vorrebbe un accordo fra le parti che non può avvenire proprio per la mancanza delle successioni. Il mio avvocato non ha idee. A mio parere la divisione in natura è la soluzione. Cerco conforto in internet
     
  15. Bastimento

    Bastimento Membro Storico

    Privato Cittadino
    Purtroppo il giudice non lo puoi cambiare a tuo piacimento, ma l'avvocato tuo che non sa cosa fare e non ha idee, è piuttosto preoccupante.
    Ma anche la tua descrizione non è il massimo della chiarezza.
    Fin qui mi sembra chiaro: tu hai ereditato una quota in comunione con altri tre.
    Mi auguro che questi tre deceduti siano i tuoi coeredi citati prima.
    Se così stanno le cose,

    A te non vedo cosa si possa addebitare riguardo ad IMU degli altri: ognuno è responsabile di quanto di sua competenza.

    Se ho poi correttamente inteso la situazione, le divisioni sono due: la prima riguarda la tua quota rispetto agli altri tre: e tu dovresti pretendere lo scioglimento di questa comunione. Considerando che se non si trova un accordo il giudice metterà all'asta i beni, mi sembra opportuno tu cerchi di fare una proposta equa e trovare una soluzione, anche rinunciando a qualcosa.

    Poi c'è la divisione delle restanti quote dei tre coeredi originari fra i rispettivi eredi. Non ho idea di quanti "nipoti" saltino fuori, ma qui immagino possano adesso sorgere molte difficoltà e disaccordi nelle divisioni: questi rischiano veramente di arrivare ad un'asta giudiziaria. Raccoglieranno le briciole.

    opportuno quindi che il tuo avvocato si faccia venire al più presto nuove idee: se è il caso, cambia anche l'avvocato.
     
  16. sidalpo

    sidalpo Membro Attivo

    Privato Cittadino
    Grazie ancora per il l'interesse dimostrato. Magari potesse andare in asta, era quello che auspicavo, ma il notaio incaricato dal giudice ha scritto che, in mancanza delle dichiarazione di successione non è possibile come anche una transazione extragiudiziale perché sempre da un notaio bisogna andare. Ecco perché chiedo se sia possibile la divisione in natura che, secondo me, è l'unica strada percorribile.
     
  17. Bastimento

    Bastimento Membro Storico

    Privato Cittadino
    Cosa intendi con "divisione in natura"?
    Cosa intendi per "regolarizzazione delle posizioni"?
    La prima successione (quella dichiarata da te ed altri tre) è testamentaria o legittima?
    Quanti sono i chiamati all'eredità dei tre tuoi coeredi , ormai deceduti?.
     
  18. sidalpo

    sidalpo Membro Attivo

    Privato Cittadino
    Grazie.
    Ogni parte in causa prende una parte del compendio immobiliare, chi i fabbricati, chi i terreni.
    Fare le dichiarazione di successione, imposta ipotecaria e catastale, ICI e IMU
    Successione testamentaria: io erede universale, gli altri tre legittimari.
    Sono 17.
     
  19. Bastimento

    Bastimento Membro Storico

    Privato Cittadino
    E' una situazione piuttosto singolare: che lo stato pretenda che venga prima regolarizzata la situazione delle dichiarazioni, e imposte conseguenti, mi sembra ragionevole: peccato che per quel che ti riguarda mi sembra che tu a suo tempo abbia adempiuto a tutto visto che hai scritto
    Quindi la tua posizione rispetto agli altri aventi diritto è definita: stabiliti dal CTU i valori e la composizione dei lotti, non vedrei impedimenti ad assegnare a te la tua quota e gli immobili spettanti (terreni o fabbricati che siano), magari tramite sorteggio.
    Semmai potrebbe non essere definibile la assegnazione delle quote indivise tra i restanti 17 : ma non dovrebbero coinvolgerti nelle loro diatribe.

    Provo a vedere se qualche addetto ai lavori ha qualche suggerimento
    @Avv Luigi Polidoro , @un povero notaio
     
    A Avv Luigi Polidoro piace questo elemento.
  20. sidalpo

    sidalpo Membro Attivo

    Privato Cittadino
    Grazie, attendo fiducioso.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina