1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. francesca7

    francesca7 Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    quando un venditore fa scadere il tempo disponibile per dare risposta ad una proposta di acquisto, non si fa sentire per dare una qualsiasi risposta, bisogna pretendere di ritirare ugualmente la proposta anche se scaduta con scritto rifiutata? Si puo chiedere di scrivere anche le motivazioni?

    Secondo me è troppo semplice la sola telefonata dove ti viene comunicato che ancora ha da pensarci!! Mi dite voi come vi comportate? Grazie delle risposte
     
  2. Umberto Granducato

    Umberto Granducato Fondatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    gliela consegni?
     
  3. francesca7

    francesca7 Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    Scusa Umberto non ho capito la tua domanda!! Io la proposta l'ho consegnata una settimana fa, è scaduto il tempo e quindi mi chiedevo se il venditore deve comunque consegnare a me la proposta con scritto rifiutato con eventuali motivazioni, da potere mostrare ai clienti proponenti.
     
  4. Rosa1968

    Rosa1968 Membro Storico

    Agente Immobiliare
    Ciao Francesca, come mai questa distanza con il cliente venditore?
     
  5. Umberto Granducato

    Umberto Granducato Fondatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    La proposta, una volta che ti incontri e gliela illustri dettagliatamente, io non la consegnerei materialmente: è un documento intestato con firme ect, che finchè non viene controfirmato terrei in ufficio.
    Faccio un esempio sciocco, il primo che mi viene in mente: il proprietario potrebbe controfirmarla, sostenere di avertene dato copia e ritenerti responsabile di non aver comunicato nei tempi l'accettazione e quindi di non aver concluso l'affare per tua negligenza.
    premesso questo direi di si anche se non c'è obbligo: magari meglio un incontro
     
    A samantafra, La Capanna, CheCasa! e ad altre 2 persone piace questo elemento.
  6. francesca7

    francesca7 Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    Perchè dovrebbe fare una cosa del genere? Se il cliente mi chiede di potere leggere e far vedere la proposta in tutto il suo contenuto per fare i conti e riffletere non gliela devo dare? Probabilmente hai ragione tu, io non avevo mai visto la cosa sotto questa luce.
    Per Rosa, questa sera ho il deficit di comprensione, distanza in che senso. Io l'ho rincorso tanto per potere fare vedere il bene a dei clienti abita lontano è una persona impegnata al quale non ti puoi rivolgere spesso ma con i suoi tempi.
     
  7. Umberto Granducato

    Umberto Granducato Fondatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    il mio era un esempio astratto, non sulla tua vicenda. Generalmente ti sconsiglierei di lasciare in mano ad altri un documento intestato con dati sensibili e firme (oltretutto non solo tue) finchè non è tutto definito. Puoi, al limite, fare una fotocopia togliendo intestazione e firme, anche se credo si ricordi molto bene l'offerta.
     
    A samantafra piace questo elemento.
  8. francesca7

    francesca7 Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    Ok premesso quanto mi hai consigliato, tanto più chiedo indietro la proposta con scritto quello che sara!!! Grazie
     
    A Umberto Granducato piace questo elemento.
  9. Rosa1968

    Rosa1968 Membro Storico

    Agente Immobiliare
    Francesca scusa ma l'impressione che ho avuto e in parte lo hai confermato, é che non abbia preso sul serio quella proposta. Ci stanno gli impegni. Ma dal momento che hai deciso di mettere in vendita hai una proposta con una scadenza come minimo qualche chiamata l'avrebbe dovuta fare. Io la penso come Umberto. Nessuna proposta con dati al venditore. Faccio vedere assegno condizioni al limite copia senza i dati sensibili. E il giorno prima della scadenza ultimo avviso che si fa?
     
    A francesca7 piace questo elemento.
  10. dormiente

    dormiente Membro Assiduo

    Agente Immobiliare
    Secondo me queste modalitá di accettazione della proposta bisognerebbe sottoscriverle quando si prende l'incarico. Ossia il proprietario si obbliga a motivare la non accettazione di una proposta.
    A me una volta é successo che avevo consegnato una proposta conforme alla richiesta, a un proprietario, il quale l'ha lasciata scadere.
    I proprietari erano due, l'altro, mai visto e conosciuto.
    Dopo qualche mese, ho scoperto che i miei proponenti erano nell'appartamento.
    Al mio legale hanno detto che avevano concluso con altra agenzia ma non si sa quale............:maligno::maligno::maligno:
     
  11. Giuseppe Di Massa

    Giuseppe Di Massa Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    Se nella proposta c'è un termine è relativo all'irrevocabilità, quindi se il proprietario non risponde entro quel termine la proposta diventa revocabile, io chiedo all'acquirente se vuole revocarla o meno e se la vuole revocare me lo scrive e la strappiamo. E' l'occasione per farlo sedere di nuovo e provare a prolungarla, magari alzarla. L'importante è avere una idea del perché il proprietario latiti
     
  12. dormiente

    dormiente Membro Assiduo

    Agente Immobiliare
    Il problema però rimane sempre, come fai a dimostrare al proponente che l'hai presentata al proprietario se quest'ultimo latita?
     
  13. CheCasa!

    CheCasa! Membro Senior

    Agente Immobiliare
    Concordo con @Umberto Granducato , una proposta firmata in originale non va consegnata mai ai proprietari con il rischio, tra le altre cose, che possa essere unilateralmente modificata prima dell'accettazione.

    Meglio fornirne una fotocopia barrata e/o annullata per la presa visione o una copia senza la firma del proponente.

    Naturalmente la mancata sottoscrizione della proposta è sufficiente a palesare la volontà del proprietario che non ha obbligo di motivazione.

    Certo, esprimendosi il venditore otterrebbe il risultato positivo di rendere edotto l'agente incaricato della vendita di importanti informazioni utili per concludere l'affare. Quindi ci potrebbe essere o una diffidenza di fondo nei confronti dell'agenzia, o un maturato disinteresse alla vendita o un problema delicato che il venditore non desideri rendere noto.
     
    A samantafra, Umberto Granducato, francesca7 e 1 altro utente piace questo messaggio.
  14. La Capanna

    La Capanna Membro Assiduo

    Agente Immobiliare
    Il proponente non dovrebbe dubitare, e questo dipende dalla fiducia che l'AI ha saputo suscitare, che è volontà ed interesse del mediatore a concludere il contratto di compravendita secondo i patti e le modalità riportate nella proposta d'acquisto, se il dubbio dovesse sorgere l'AI sta sbagliando qualcosa,
     
    A francesca7 piace questo elemento.
  15. dormiente

    dormiente Membro Assiduo

    Agente Immobiliare
    Mi sembra un po' troppo che io in quattro e quattr'otto :Dpossa suscitare da un perfetto sconosciuto fiducia, la fiducia la instauro solo quando riesco a concludere, di questo ne sono certo. Pensa che ci sono dei proponenti che più li metti al corrente delle normative e degli usi o cerchi di tutelarli, più sono diffidenti, come altri meno li informi e più ti seguono.
    Il mondo è variegato e per non saper ne leggere e ne scrivere, meglio tutelarsi prima.
     
    A ab.qualcosa piace questo elemento.
  16. ab.qualcosa

    ab.qualcosa Membro Senior

    Agente Immobiliare
    Oppure il cliente è paranoico.
     
    A La Capanna e Rosa1968 piace questo messaggio.

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina