1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. MOKI2507

    MOKI2507 Membro Junior

    Privato Cittadino
    Salve, sono qui per esporre il mio problema e magari qualcuno può aiutarmi!in data 23 novembre 2012 ho preso in locazione tramite agenzia immobiliare, un appartamento.- All'atto della stipula del contratto, ho versato il mese di pigione di dicembre al proprietario e il 10% dell'importo annuale della locazione, all'agenzia immobiliare.- Il martedì successivo, il proprietario tramite un suo uomo di fiducia, mi ha consegnato le chiavi dell'immobile stesso e SOLO in quel momento mi è stato detto che non erano stati posizionati i contatori di luce, acqua, gas ma che antro una settimana avrebbero provveduto.- Ebbene, a fine dicembre io non ero ancora riuscita a godere dell'immobile in quanto i contatori non erano ancora stati installati e a fine gennaio ho deciso per la risoluzione del contratto.- Ora sono a chiederVi come posso farmi restituire il mese di pigione?...è responsabile anche l'agenzia immobiliare di quanto accaduto?(nel senso che l'agenzia stessa è tenuta a restituirmi i soldi della mediazione che le ho dato, in quanto non ha svolto il suo dovere?) Grazie a tutti coloro che sapranno aiutarmi e consigliarmi!
     
  2. Kurt

    Kurt Membro Attivo

    Altro Professionista
    senza avere in mano gli atti dare consigli giuridici è sempre un terno al lotto ma posso anticipare che dipende da come è stato redatto il contratto, da come hai contestato la scoperta del vizio della cosa e hai effettuato la risoluzione del contratto di locazione.
    In ipotesi gli atti non consentano d'agire per vizio dell'oggetto in quanto inadatto allo scopo per il quale è stato stipulato il contratto si potrebbe ipotizzare, quale alternativa, una azione di risarcimento per arricchimento senza giusta causa.
     
  3. Sim

    Sim Membro Senior

    Agente Immobiliare
    Nella proposta di locazione e comunque sia nel contratto non si fa alcun riferimento all'assenza dei contatori?
     
  4. marcellogall

    marcellogall Membro Assiduo

    Agente Immobiliare
    La locazione di un appartamento ad uso residenziale presuppone che lo stesso appartamento sia dotato di quanto necessario per il suo godimento da parte dell'utilizzatore.
    Ovviamente devono essere presenti i contatori di luce acqua e gas se non sono stati esclusi da qualche regola contrattuale, cosa che non credo possibile; te ne saresti sicuramente accorto leggendo il contratto.
    Quindi c'è malafede sia da parte del locatore sia da parte dell'AI che non ha operato correttamente.
    Parla chiaramente all'AI e al locatore e fai valere le tue ragioni.
     
  5. Bastimento

    Bastimento Membro Storico

    Privato Cittadino
    Che ci sia stata mala fede è molto probabile, ma non voglio entrare nella disputa.

    Piuttosto mi interessa il problema in se: molte società erogatrici, installano i contatori solo a fronte di una richiesta di fornitura.
    Nel caso di una nuova costruzione o radicale ristrutturazione, potrebbero non essere ancora presenti i suddetti contatori. Ed in linea teorica non credo che il costruttore stipuli un contratto di fornitura e disdica il giorno successivo, non essendo utilizzatore del servizio, solo per avere i contatori, che dopo la prima fornitura non vengono rimossi salvo morosità dell'utenza.

    In questi casi come si procede? Credo che, correttamente avvisati, siano i candidati conduttori a dover formalizzare il contratto di fornitura: semmai dovrà opportunamente essere stabilita la decorrenza della pigione e concordata la ripartizione delle eventuali maggiori spese sostenute per l'attivazione della erogazione.
     
    A Kurt piace questo elemento.
  6. Manzoni Maurizio

    Manzoni Maurizio Membro Assiduo

    Agente Immobiliare
    L'agenzia immobiliare e il locatario hanno agito male, dovevano avvisarti della mancanza dei contatori di cui la spesa va ripartita per competenza tra il locatore e il conduttore.
     
  7. Kurt

    Kurt Membro Attivo

    Altro Professionista
    Quello che conta non sono le impressioni soggettive che ognuno di noi può ricevere dal realizzarsi di un evento ma ciò che può essere giuridicamente dimostrato che, nel caso in esame, è costituito sopratutto da documenti (contratti, disdetta, eventuali lettere ecc.) e norme civilistiche.

    Miki2507 mi scuserà ma per professione faccio sempre la verifica delle carte a mie mani prima di dire o fare qualcosa.

    Tornando alle sue domande su un punto mi sembra che la risposta non possa che essere negativa: l'AI ha fatto il suo lavoro e l'affare si è concluso quindi ha diritto alla provvigione, se successivamente le parti litigano e risolvono il contratto non è cosa che gli competa (a meno di non dimostrare che anteriormente alla stipula del contratto l'AI ha agito in mala fede).

    Miki2507 ha la possibilità, in ipotesi volesse agire legalmente nei confronti del proprietario e ottenesse soddisfazione alle sue richieste, di chiedere il ristorno del danno ex art. 2043 cod.civ.

    Ma ripeto si tratta di teoria in quanto non abbiamo le carte in mano
     
    A dormiente piace questo elemento.
  8. topcasa

    topcasa Membro Storico

    Agente Immobiliare
    io penso che il costo del contatore sia di competenza del proprietario, non è che un domani che se ne va si trasporta il contatore.
     
  9. Bastimento

    Bastimento Membro Storico

    Privato Cittadino

    Che l'extracosto per l'installazione del contatore non sia gradito al conduttore, me lo posso immaginare, ma non per la ragione su esposta: nessuno, nemmeno il locatore si può appropriare del contatore che rimane di proprietà dell'erogatore.

    E' vero che spesso si può procedere con un subentro, ma non direi che debba essere un prerequisito obbligatorio; l'importante che la situazione iniziale sia chiaramente descritta. Poi, l'ho anche premesso, mi sembrerebbe opportuno che il locatore si facesse carico della installazione del contatore.

    Diciamo anche che le società di servizi se ne approfittano abbastanza:
    - Pratiche, tempi e costi per chiedere l'allaccio (che significa solo la predisposizione a mettere il contatore.)
    - Pratiche tempi e costi per l'attivazione della fornitura (con installazione contatore)
    - Pratiche, tempi e costi per il subentro (inferiori all'attivazione), ma a patto di conoscere i dati del vecchio titolare dell'utenza, e che non sia stato sospeso per morosità.

    Basterebbe unificare la pratica di allaccio ed installazione contatore ( a carico del locatore), indipendente dalla domanda di fornitura.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina