1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. andrea boschini

    andrea boschini Moderatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Finalmente...nei paesi nordici danno la Pec personale insieme al codice fiscale, tutte le comunicazioni avvengono via internet...basta file in posta per una raccomandata:disappunto::disappunto::disappunto:

    La posta elettronica certificata sarà presto obbligatoria per tutte le società. Si avvicina infatti la scadenza del 29 novembre 2011, entro cui tutte le società già esistenti devono attivare una casella di posta elettronica certificata (PEC) e comunicarla al registro delle imprese a cui sono iscritte.

    Già da tempo, invece, le società di nuova costituzione devono ottenere una casella PEC prima ancora dell'iscrizione al registro delle imprese, perchè deve essere indicato nella comunicazione che il notaio fa alla Camera di Commercio (legge 2/2009). Molti notai, dunque, forniscono ai clienti un indirizzo PEC per ogni società, quando viene stipulato l'atto costitutivo. Dallo scorso anno, anche tutti i professionisti iscritti a un albo o a un elenco istituito con legge dello Stato devono avere una casella di posta elettronica certificata, e l'ordine di appartenenza deve rendere disponibile on line gli indirizzi dei propri iscritti.
    La PEC, comunque, non è riservata a imprese e professionisti, ma può essere utilizzata da tutti. Ricordiamo infatti che ogni cittadino può ottenere una casella PEC, che consente di inviare e ricevere e-mail con valore legale equivalente alla lettera raccomandata.
    Ogni ufficio pubblico deve avere un proprio indirizzo PEC, a cui i cittadini possono scrivere. La PEC, infatti, nasce proprio con l'obiettivo di eliminare la carta nelle comunicazioni tra i cittadini, le imprese e la pubblica amministrazione, e quindi renderle più rapide e meno costose.
    La PEC si presenta come una e-mail, quindi il suo impiego è molto semplice. Rispetto al normale indirizzo e-mail, però, la posta elettronica certificata presenta una differenza importante: garantisce la consegna del messaggio e l'identità del destinatario, fornendo automaticamente una ricevuta (sempre tramite posta elettronica) dell'avvenuta ricezione. La PEC rappresenta dunque l'equivalente telematico della vecchia raccomandata su carta, con il relativo avviso di ricevimento.
    La posta elettronica certificata ha lo stesso valore legale della notifica a mezzo lettera raccomandata, perchè la ricevuta prodotta dal sistema certifica che il messaggio, con gli eventuali allegati, è stato consegnato nella casella postale del destinatario, che non può negare di averlo ricevuto. Il sistema richiede che il mittente e il destinatario abbiano entrambi un indirizzo di posta elettronica certificata. Ecco perchè la legge ha reso obbligatoria la dotazione di una casella PEC per professionisti e imprese, e per gli uffici della pubblica amministrazione. La posta elettronica certificata potrà entrare nell'uso quotidiano solo quando sarà sufficientemente diffusa.
    Attenzione, però, perchè una volta ottenuto un indirizzo PEC, i messaggi recapitati nella nostra casella si considerano da noi ricevuti, e quindi conosciuti, anche se non li abbiamo letti. E' quindi necessario verificare frequentemente se sono arrivati nuovi messaggi, in modo di poterne conoscere il contenuto. In caso contrario, sarebbe come se non leggessimo una raccomandata per la quale il postino ci ha fatto firmare la ricevuta.

    ERA ORA:affermazione::affermazione::affermazione:
     
    A maggie646 e maryber piace questo messaggio.
  2. Diego Antonello

    Diego Antonello Membro Attivo

    Agente Immobiliare
  3. Bastimento

    Bastimento Membro Storico

    Privato Cittadino
    Se ti riferisci specificatamente alla PEC assegnata gratuitamente dal Governo a tutti i cittadini, occorre aggiungere una precisazione non trascurabile:

    - essa funziona solo per invii ad enti della pubblica amministrazione (presenti nell'elenco interno)
    - funziona cioè solo verso gli enti pubblici inseriti nella lista/indirizzario del sito. Ad es. non funziona verso pec di comuni non ancora registrati nell'elenco.


    Spesso alcune pratiche, (esempio quelle verso CCIAA) richiedono oltre alla PEC anche la firma digitale.

    Anche in questo caso c'è un dettaglio poco noto. Esempio Lombardia:

    La Lombardia ha fornito una carta dei servizi, ad uso sanitario e C.F.; è dotata di chip e può servire per la firma .... "elettronica" CHE NON E' la stessa cosa della firma digitale.
    Anche qui viene fornito gratuitamente ... un sottoprodotto: la firma elettronica manca dell'algoritmo di controllo previsto con la firma digitale: il risultato è che in pratica dove è prevista la firma, la firma elettronica non è sufficiente.
     
  4. andrea boschini

    andrea boschini Moderatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    La Pec e' la Pec ( posta elettronica certificata ), tra un po' sara' obbligatoria per tutte le societa' e mi auguro,nell'immediato fututro, che lo sia per tutte le partite IVA;).
    Per il cittadino comune ( visto che hanno calcolato in 25.000.000 gli utenti che si collegano a internet ), mi auguro che lo sia quanto prima:disappunto:.
     
  5. Bastimento

    Bastimento Membro Storico

    Privato Cittadino
    La Pec è la Pec, e fin qui siamo d'accordo. Che diventi disponibile a tutti, pure.
    Che diventi obbligatoria, potrei dire di si, soprattutto se concessa gratuitamente.

    Il punto però era riferito alla tua frase:

    bene: ma non hai specificato se intendevi quella gratuita (quella messa a disposizione dal governo), oppure attraverso un contratto a pagamento.
    Perchè oggi per avere un'operatività completa della PEC occorre stipulare una sorta di abbonamento a pagamento. E questo non è un particolare trascurabile per decidere l'obbligatorietà di un canale di comunicazione.

    Tutto qui.
     
    A Limpida piace questo elemento.
  6. andrea boschini

    andrea boschini Moderatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    3 EURINI E 50 all'anno pec privata con mainteiner nazionale;)...ore di code in posta risparmiate...possibilita' di confermare appunatmenti in maniera ufficiale;);)

    a quelle statali, riferimento era nei paesi nordici..ma li' siamo su altro pianeta:disappunto::disappunto:
     
  7. Bastimento

    Bastimento Membro Storico

    Privato Cittadino
    Questo è interessante....

    Quanto alle ore in posta, l'alternativa sarebbe anche la raccomandata on line: ma a questo punto, ad un altro prezzo!
     
  8. maryber

    maryber Membro Ordinario

    Privato Cittadino
    Grazie! ma io che sono una ditta individuale, iscritta al Ruolo Mediatori, dovrei quindi già averla????
     
  9. euromaila

    euromaila Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    Scusate si parla di società quindi una ditta individuale non ha bisogno della PEC? giusto??? grazie per la risposta
     
  10. Bastimento

    Bastimento Membro Storico

    Privato Cittadino
    Una domanda: sarà obbligatoria anche per le società semplici, che non sono per definizione abilitate ad attività commerciali e non hanno partita IVA?
     
  11. andrea boschini

    andrea boschini Moderatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Non e' obbligatoria..ma sarebbe meglio averla;)
     
  12. Bastimento

    Bastimento Membro Storico

    Privato Cittadino
    Contrordine compagni !!!! :shock: :shock: :shock:

    La risposta esatta è : SI, anche per le s.s. è obbligatorio comunicare la PEC al R:I:

    vedi:
    Camera di commercio di Torino - Soggetti obbligati a comunicare la PEC al Registro Imprese

    Andrea, mi potresti gentilmente inviare un mp con i riferimenti di questo certificatore e confermare che è abilitato dalla Pubblica Amministrazione?
     
  13. mosca

    mosca Membro Assiduo

    Agente Immobiliare
    Andrea ....fai un favore a tutti..... e dicci pubblicamente chi è il certificatore.
    Grazie
     
  14. andrea boschini

    andrea boschini Moderatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    da quel che leggo...sapro' ancora leggere:domanda::^^::^^:...dice societa' di capitale e semplici...quindi visto che stragrande maggioranza di Agenti Immobiliari sono ditte ind.....nessun obbligo di PEC;)
     
    A maryber piace questo elemento.
  15. Maurizio Zucchetti

    Maurizio Zucchetti Fondatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Avendo già la PEC ho parlato con la CCIAA (oltre che con il commercialista) per sapere se ed a chi la dovevo comunicare: le ditte individuali sono escluse! :ok: :sorrisone:

    ;)
     
    A maryber piace questo elemento.
  16. Bastimento

    Bastimento Membro Storico

    Privato Cittadino
    Ritorno sull'argomento PEC non tanto in relazione all'obbligo prossimo venturo, che non riguarderà tutti gli Agenti Immobiliari che operano come impresa individuale, ma per segnalare due tra le opportunità che ho individuato in questi giorni.

    1) Aruba, che propone normalmente la PEC base a 5€/anno, sta facendo un'offerta di pec gratuita per 12 mesi, (per le aziende?) per adesioni entro il 29/11/2011.

    2) Poste italiane offre ai suoi correntisti abilitati a Bancopostaonline un pacchetto comprensivo di PEC, Firma digitale, ed archivio, gratuiti per 3 anni. Al di fuori dell'offerta speciale, propone un contratto triennale per la pec a € 10,50+IVA (credo siano i 3,50€ di andrea..)
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina