1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. giulianoma83

    giulianoma83 Membro Junior

    Privato Cittadino
    salve, sono un compratore, ho fatto una proposta di acquisto per un immobile che ho visionato, e per il quale ho ricevuto una planimetria catastale errata, praricamente la planimetria riporta un altezza di 3 metri mentre in realta l'altezza reale è di 2.30 m, mi era stato detto che il soffitto era un controsoffitto invece è un vero e proprio solaio purtroppo....ora, in virtu di questo, io non sono più disposto a comprare questo immobile, posso richiedere un annullamento della proposta di acquisto e la restituzione del mio assegno di 5000 euro!? rischio che mi vengano richiesti anche i diritti di agenzia anche se non procedo al compromesso? o addirittura che io venga obbligato all'acquisto? CIAO E GRAZIEEEEE!!!!!!!
     
  2. alessandro66

    alessandro66 Membro Senior

    Privato Cittadino
    Bisogna vedere se questo particolare dell'altezza è stato specificato in proposta...se non è indicato credo esistano i presupposti per la risoluzione con la parte venditrice senza pagare la provvigione in quanto ti è stato nascosto, oltretutto in malafede, un elemento essenziale (la difformità dell'altezza) per la tua valutazione sulla bontà dell'affare. Detto questo, sorge un forte dubbio sulla regolarità dell'immobile che, presumo, vista l'altezza reale, sia il classico lavatoio trasformato in appartamento...trasformazione possibile utilizzando gli adeguati strumenti urbanistici che, però, non prevedono la falsificazione dell'altezza. Immagino che abbiano fatto qualche magheggio al catasto, tipo un'esatta rappresentazione grafica, ma se non è supportata dalla giusta procedura urbanistica che ne giustifichi la variazione non vale nulla. L'immobile al momento non è conforme e nemmeno alienabile quindi, anche in questo caso puoi tirarti indietro senza penalità o provvigioni da pagare. Controlla bene sulla proposta se hanno menzionato l'altezza e/o hanno fatto riferimento alla regolarità/conformità urbanistica e catastale...non guardare solo ciò che è scritto a penna ma anche il pre-stampato.
     
    A d1ego, Silvio Luise e Rosa1968 piace questo elemento.
  3. giulianoma83

    giulianoma83 Membro Junior

    Privato Cittadino
    l'altezza non è menzionata da nessuna parte, quindi ho tutti i diritti di recedere...l'agenzia si è rifiutata di restituirmi l'assegno, ho gia fatto fare una raccomandata da un avvocato, posso fare altro secondo lei? grazie infinitamente, nella vita non si finisce mai di imparare è proprio vero....... :triste:
     
    A d1ego piace questo elemento.
  4. adimecasa

    adimecasa Membro Senior

    Agente Immobiliare
    prima di tutto ferma il pagamento dell'assegno da parte della tua banca, poi verifica cosa e come hai comprato un immobile solaio o una abitazione
     
    A enrikon, PROGETTO_CASA e alessandro66 piace questo elemento.
  5. alessandro66

    alessandro66 Membro Senior

    Privato Cittadino
    Visto che c'è l'avvocato direi di no, a parte bloccare l'assegno...ma la proposta è stata già accettata? Il rifiuto a restituire l'assegno come è stato motivato?
     
  6. smoker

    smoker Membro Senior

    Privato Cittadino
    x gli esperti: non c'è il rischio di essere protestato?

    Smoker
     
    A Sim piace questo elemento.
  7. alessandro66

    alessandro66 Membro Senior

    Privato Cittadino
    Se la proposta non è stata accettata e l'assegno non è stato nemmeno consegnato...e poi mica è a vuoto...in ogni caso basta chiedere alla banca quali sono i casi in cui si può bloccare.
     
  8. giulianoma83

    giulianoma83 Membro Junior

    Privato Cittadino
    dunque, la proposta è stata accettata con regolare telegramma, il rifiuto è stato motivato cosi: "se ci dobbiamo preoccupare delle planimetrie sbagliate non si venderebbe nessun immobile a Roma", ed anche "sulla richiesta di agibilità c'è scritto altezza minima 2.30m" ...peccato che la richiesta di agibilita è stata allegata con la planimetria falsa.......ora sento la banca!!!!!
     
  9. smoker

    smoker Membro Senior

    Privato Cittadino
    ripeto la domanda x chi si intenda della materia: qualora non riuscissi ad incassare l' assegno, poichè il traente ha "bloccato" l' assegno stesso, può levarsi il prostesto? ci sono altre sanzioni?

    Smoker
     
  10. alessandro66

    alessandro66 Membro Senior

    Privato Cittadino
    Mi auto-quoto...la revoca dell'ordine di pagamento è ammessa ma rimane il diritto del creditore...comunque rimane il fatto che l'agenzia, non essendo un giudice, non ha titolo per decidere autonomamente di consegnare l'assegno, vista la contestazione in corso....
     
    A francesca7 e barbie1982 piace questo messaggio.
  11. giulianoma83

    giulianoma83 Membro Junior

    Privato Cittadino
    la raccomandata dell'avvocato è sufficiente per dichiarare aperta una contestazione? l'abbiamo spedita ai propietari e p.c. all'agenzia....
     
  12. alessandro66

    alessandro66 Membro Senior

    Privato Cittadino
    Giuridicamente no....speravo almeno che non fosse stata ancora accettata la proposta....quindi l'assegno è stato consegnato?
     
  13. od1n0

    od1n0 Membro Senior

    Privato Cittadino
    Certo che non fa una piega la loro risposta eh..... :)))))
     
    A enrikon piace questo elemento.
  14. giulianoma83

    giulianoma83 Membro Junior

    Privato Cittadino
    si consegnato! ma a questo punto mi chiedo, come devo fare per comunicare all'agenzia che voglio recedere la proposta? pensavo che la lettera dell'avvocato fosse sufficiente?[DOUBLEPOST=1394621773,1394621671][/DOUBLEPOST]l'assegno no si può bloccare!!!! potrei farlo solo per smarrimento o furto.....questo per rispondere a smoker :triste:
     
  15. smoker

    smoker Membro Senior

    Privato Cittadino
    non penso che l' avvocato gli abbia mandato gli Auguri di Buona Pasqua.....

    Smoker
     
    A barbie1982 piace questo elemento.
  16. alessandro66

    alessandro66 Membro Senior

    Privato Cittadino
    In caso di errore effettivo....la risposta ci potrebbe anche stare...ma:
    1) se errore è, l'agente immobiliare lo deve comunicare perché è impossibile che non se ne accorga (sono cose che capitano spesso soprattutto a Roma, confermo e sottoscrivo, e proprio per questo un agente immobiliare ha la capacità di rendersene conto) e non capisca se è un errore risolvibile o, per lo meno, non abbia verificato se è risolvibile;
    2) appurato quanto sopra, va specificato in proposta e nel preliminare che tale errore sarà sistemato a cura e spesa del venditore, in quanto suo obbligo e dovere consegnare al rogito in regola dal punto di vista catastale ed urbanistico a pena della nullità dell'atto (ergo, atto nullo=preliminare nullo=nessun diritto alla provvigione);
    3) se invece non è un errore, come probabilmente non è, vuol dire che l'accatastamento è farlocco e non è stato richiesto con l'adeguato strumento urbanistico....sempre il proprietario ci deve pensare....se si può, altrimenti si tiene casa...e comunque, va sempre specificato!;
    3) ammesso e non concesso che l'irregolarità si possa sistemare...rimane il fatto che mi hai proposto casa dicendomi che era alta 3 metri e c'era un controsoffitto (alla faccia del controsoffitto....70 cm), invece mi stai appioppando un lavatoio di 2.30 mt che io non avrei mai comprato...de che stamo a parlà?!?
    4) che agibilità è stata chiesta, ma soprattutto, che procedura è stata adottata per richiedere il cambio di destinazione d'uso? E quando è stato fatto tutto ciò?
     
  17. Damiameda

    Damiameda Membro Assiduo

    Agente Immobiliare
    Più che una contestazione io direi una denuncia penale, cioè un proprietario richiede "l'agibilità" con la complicità di un tecnico per un immobile presentando documenti falsi, e una agenzia dice vabbuò ??? Il tuo avvocato cosa dice?
     
  18. giulianoma83

    giulianoma83 Membro Junior

    Privato Cittadino
    l'avvocato dice che abbiamo ragione al 100% ma non mi spiego come questo cacchio di agente non mi lascia in pace e mi restituisce i miei soldi...ma come è possibile una cosa del genere? è una cosa troppo evidente eppure fa lo str.....o
     
  19. alessandro66

    alessandro66 Membro Senior

    Privato Cittadino
    I soldi li deve restituire il proprietario se già incassati, altrimenti l'agente se non ha consegnato l'assegno ma, ovviamente, deve aspettare la conclusione della vicenda.[DOUBLEPOST=1394624014,1394623835][/DOUBLEPOST]E quindi...il proprietario deve accettare la risoluzione del contratto e l'agente deve rilasciare liberatoria a non aver più nulla a pretendere, ergo la provvigione.
     
  20. Damiameda

    Damiameda Membro Assiduo

    Agente Immobiliare
    Esatto ma si dovrebbe evitare che qualcun'altro acquisti .
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina