1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. giulianoma83

    giulianoma83 Membro Junior

    Privato Cittadino
    Buonasera, proseguo la strada verso il sogno dell'acquisto della prima casa.
    Mi avete già aiutato e consigliato nelle fasi di proposta/verifiche documentali.....ora mi servirebbe un altro consiglio.
    Dovremmo fare il preliminare a brevissimo, sono sempre stato tranquillo sul fatto che mi avrebbero aiutato i genitori per farlo, ora il fatto è questo: per vari motivi ho bisogno che i soldi che provengono dai miei genitori, passino direttamente ai futuri proprietari, parliamo di un piccola parte (8%) in confronto al prezzo della casa, chiaramente a mezzo bonifico. Ci tengo a sottolineare che parliamo di compromesso, aggiungo che, sempre al compromesso, un altro 8%, verrà versato dal conto mio e di mia moglie. Al rogito tutti i soldi che verranno versati a saldo staranno sul conto mio e di mia moglie.
    Ora, vorrei evitare che sul rogito figuri una qualsiasi sorta di donazione o balle varie, è possibile farlo?
    Mi spiego in modo più pratico, è possibile scrivere sul rogito che al compromesso sono stati versati n000 euro senza specificare nel dettaglio tutti i movimenti.
     
  2. Luna_

    Luna_ Moderatore Membro dello Staff

    Altro Professionista
    No. Per la tracciabilità del denaro non si può. Verranno indicati gli estremi dei bonifici effettuati. Comunque questo denaro é una donazione indiretta quindi nel caso di problemi un domani sarà la cifra di denaro ad essere contestata.
     
  3. giulianoma83

    giulianoma83 Membro Junior

    Privato Cittadino
  4. Bruno Sulis

    Bruno Sulis Membro Attivo

    Altro Professionista
    Nella causale del bonifico devi far scrivere la dicitura "prestito infruttifero"
     
  5. giulianoma83

    giulianoma83 Membro Junior

    Privato Cittadino
    ah, ottimo, infatti mi stavo informando proprio sulla causale!

    Grazie 1000
     
  6. Tobia

    Tobia Membro Senior

    Agente Immobiliare
    in caso i genitori "donanti" avessero altri figli sarebbe corretto indicare che le somme versate dai genitori sono da imputarsi come anticipo quota ereditaria del figlio/a qui "parte acquirente".

    Salvo patti diversi in famiglia.
     
  7. Manzoni Maurizio

    Manzoni Maurizio Membro Assiduo

    Agente Immobiliare
    In atto vengono riportati i n° degli assegni o bonifici eseguiti, non viene specificato intestati a o rilasciati da.
     
  8. Rosa1968

    Rosa1968 Membro Storico

    Agente Immobiliare
    Ma il giorno del rogito firmi antiriciclaggio dove indichi la provenienza del fondi per l'acquisto della casa. L'amministrazione finanziaria potrebbe fare dei controlli e in quella sede dovrai dimostrare. Quindi il mio consiglio è quello di mantenere le tracce anche per un domani per i fratelli .
     
    A francesca7, ludovica83 e Luna_ piace questo elemento.
  9. giulianoma83

    giulianoma83 Membro Junior

    Privato Cittadino
    ok, ragazzi abbiamo risolto diversamente, possiamo farci fare il bonifico sul conto di mia moglie, passaggio di soldi padre figlio, quindi fino ad 1 milione di euro dovremmo essere ok, almeno cosi ho letto........
     
  10. ludovica83

    ludovica83 Membro Vintage

    Privato Cittadino
    Non cambia il passaggio padre>figlio, per di + sul conto di tua moglie.
    Se il conto del papà fosse cointestato con te, la presunzione di base è che il conto è ipoteticamente tuo al 50% o meno a seconda di quanti altri contestatari (salvo prova contraria... prova esibita nelle divisioni delle comunioni). Le banche conservano 10 anni di storico... ma ti è assicuro che molto molto di +... Senza grossi problemi anche a fronte di fusioni etc etc... dal 1995 c'è quasi tutto. Essendo contestatari passi i soldi da un conto all'altro e vabbè (se non ci sono fratelli/sorelle nel mezzo). Per tutti gli altri casi... alla fine è una donazione / un prestito che può essere infruttifero / anticipi di eredità.... e dipende dall'entità di cui stiamo parlando.... perché quando fai il bonifico devi mettere una causale...
     
  11. giulianoma83

    giulianoma83 Membro Junior

    Privato Cittadino
    scusa ludovica non ti ho capito bene............la questione è questa, il papa di mia moglie gli fa un bonifico di n000 euro, vedi problemi? non ci sono conti cointestati o diavolerie del genere......chiedo scusa forse il primo post è un po fuorviante......
     
    A ludovica83 piace questo elemento.
  12. Luna_

    Luna_ Moderatore Membro dello Staff

    Altro Professionista
    Cosa cambia scusa? O li riceve in atto ed é una donazione indiretta,o direttamente le fa una donazione diretta del denaro da spendere come vuole. Sempre donazione é. Al massimo viene considerata come anticipo eredita tale somma.
     
    A ludovica83 piace questo elemento.
  13. Luna_

    Luna_ Moderatore Membro dello Staff

    Altro Professionista
    Ma cosa c'entra il milione di euro????????????
     
    A Rosa1968 piace questo elemento.
  14. ludovica83

    ludovica83 Membro Vintage

    Privato Cittadino
    Ah il papa di tua moglie...
    Ma tua moglie ha altri fratelli/sorelle? Quando fai il bonifico devi mettere una causale: anticipo eredità/ prestito infruttifero/donazione.. etc etc
     
  15. ludovica83

    ludovica83 Membro Vintage

    Privato Cittadino
    Io non lo so... penso parli dell'eredità per le imposte tasse.... la franchigia... (credo)
    Se no.... lo dica anche a me... perché 1.000.000 mi fa sempre comodo...
     
  16. Luna_

    Luna_ Moderatore Membro dello Staff

    Altro Professionista
    Ma li siamo appunto in materia successoria che nulla a che vedere con l'esistenza o meno di una donazione.....
     
    A Rosa1968 e ludovica83 piace questo messaggio.
  17. ludovica83

    ludovica83 Membro Vintage

    Privato Cittadino
    Si si assolutamente, mi viene in mente altro con quel tetto...
     
    A Luna_ piace questo elemento.
  18. Rosa1968

    Rosa1968 Membro Storico

    Agente Immobiliare
    Comunque dovrai dichiarare che quella somma è arrivata dal genitore.
     
    A Luna_ piace questo elemento.
  19. Luna_

    Luna_ Moderatore Membro dello Staff

    Altro Professionista
    Infatti.......
     
    A Rosa1968 piace questo elemento.
  20. ludovica83

    ludovica83 Membro Vintage

    Privato Cittadino
    Dipende da qual'è il suo obiettivo.
    Se transita soldi da conto Cointestato a conto della moglie.... dal conto della moglie poi si compra la casa. Il notaio non può attestare che il centesimo x è del papa. Soprattutto se il bonifico lo fa lei.
    Quindi se lei non vuole creare problemi futuri ad altri fratelli dichiara la provenienza nella causale. Ma non è un obbligo (perché salvo prova contraria... davanti al giudice, per la banca è al 50% nel caso di cointestazione padre/figlia).

    Stesa cosa se non cointestato... ma in questo caso la causale non sarà un semplice trasferimento su un altro conto ma appunto ad esempio "anticipo di eredità" (il papà da alla figlia). Se sul conto ci sono altri soldi, il notaio non attesta che quel centesimo è dei genitori a meno che non sia espressamente richiesto di attestarlo in atto.

    Se invece il suo problema è proiettato al futuro... se qualcuno un domani alla morte del padre gli potrà bussare alla porta... la risposta è SI perché è richiesta la collazione (gli eredi vanno in banca e possono chiedere la bella lista dei movimenti precedenti e quindi trovano questo...)
    Ma...se il papa, se vuole "agevolare la figlia" rispetto ad altri figli (e qui non entro nel merito del perché o cosa o altro), può sempre fare testamento dispondendo la quota disponibile alla figlia. Cioè quando lui muore... si dirà c'è X 15 a cui va aggiunto Y 5 che è già stato dato in precedenza = 20 di patrimonio (collazione)
    (consideriamo che la mamma non c'è). Se ci sono solo 2 figli invece di dividere il patrimonio 1/2 a testa, sarà devoluto 1/3 alla figlia e 1/3 al figlio + 1/3 ancora alla figlia. Quindi 2/3 alla figlia. Se Y di anticipo è inferiore ai 2/3 presi dalla figlia ecco che non avremo problemi di conguagli quindi è lei che dovrà ricevere. Altrimenti la figlia dovrà dare al fratello quanto di suo spettanza per il rispetto delle quote di legittima perché per legge vanno rispettate e anche se io scrivo un testamento a favore del mio figlio prediletto, la legge è sovrana.
     
    Ultima modifica: 5 Agosto 2015
    A Luna_ piace questo elemento.

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina