1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. fullmail

    fullmail Membro Junior

    Privato Cittadino
    un saluto a tutti,sono nuovamente a chiedere aiuto sempre per lo stesso immobile dopo aver ormai firmato il preliminare.
    Pare che l'appartamento che ormai ho quasi comprato,situato in condominio ex edilizia popolare in roma anno 1951 circa non abbia ,penso come tutti gli altri appartamenti dello stesso condominio,l'agibilità ;secondo l'amministratore esiste invece la concessione edilizia.Pare che a roma ci siano problemi con il rilascio delle agibilità nuove come pure con le richieste di vecchie agibilità a causa di commissariamento di una agenzia deputata a queste questioni (ma non è il comune che rilascia l'agibilità ?).Per il notaio non ci sono problemi a fare il rogito non trattandosi di nuova costruzione;ovviamente l'appartamento è stato abitato dal '51 e lo è tuttora;l'unico problema sorgerebbe in caso di vendita nel qual caso l'acquirente dovrebbe essere informato della situazione.Nell'appartamento sono stati fatti dei lavori nel '90 regolarmente dichiarati al comune e la planimetria attuale e' rispondente alla situazione di fatto.Altri appartamenti nel condominio hanno fatto DIA senza che il comune sollevasse problemi.Posso in ogni caso chiedere da proprietario l'agibilità in futuro?
    grazie a tutti e soprattutto a qualcuno che operi a roma che mi possa chiarire la questione agibilità
     
  2. Il Mattone

    Il Mattone Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    Io credo che se la casa è in regola dal punto di vista urbanistico e catastale, non dovrebbe importarti dell'agibilità (abitabilità?) in quanto è una vecchia costruzione. A quei tempi, era la USL a rilasciarla e solo ogni tanto...
     
    A fullmail piace questo elemento.
  3. castronovo

    castronovo Nuovo Iscritto

    Mediatore Creditizio
    ciao, il notaio non ti fa problemi perchè la costruzione è antecedente al '67 e se la planimetria è l'esatta rappresentazione grafica non sussiste alcun problema in bocca al lupo!
     
    A fullmail piace questo elemento.
  4. Il Mattone

    Il Mattone Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    Giusto.
     
    A fullmail piace questo elemento.
  5. gennaro63

    gennaro63 Membro Attivo

    Mediatore Creditizio
    fullmail purtroppo euforicamente parlando a roma almeno un 35/40% devi sapere non ha l'agibilita' ha detto bene il notaio questo certificato non e' assolutamente ostativo al rogito..come forse tu saprai che nel caso si compri un villino ci sono i famosi locali cantina, gli stenditoi, i lavatoi i locali caldaie......che dopo il fine lavori vengono trasformati...in camere..cucine...e bagni...l'agibilita' nei villini si ottiene soltanto per il piano terra....il resto e'......questa e' roma.......per quanto riguarda l'USCE a via di decima sono sotto commissariamento..e' stato chiuso al pubblico per un anno.....per gravi irregolarita'......( storia terrazze del presidente ) se da un punto di vista catastale e urbanistico e' a posto...non avrai problemi....poi quando rivendereai tra 10/15/20 anni.....vedrai che tireranno fuori qualche altra piccola scappatoia...che risolvi il problema......vai sereno all'atto.......se poi vuoi sentire qualche altro notaio...vedrai che le considerazioni che ti faranno sono sempre in linea tra di loro......auguri
     
    A fullmail piace questo elemento.
  6. MaxMatteo

    MaxMatteo Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    Mi spiace colleghi ma non sono assolutamente d'accordo con voi!
    L'abitabilità -ora agibilità- è necessaria per poter fruire dei locali! Non vuol dire nulla che tanto il 30/40% delle altre case non la hanno... ma se l'immobile è antecedente al 1/09/1967 non sono problemi al patto che lo stesso non sia stato oggetto di opere edilizie: fulmail diche che sono stati eseguiti dei lavori all'appartamento nel 1990, quindi se questi riguardino una ridistribuzione degli spazi, sostituzione/modifica impianti etc. è necessario richiedere l'agibilità in base ai lavori eseguiti e autorizzati!
     
    A fullmail piace questo elemento.
  7. fullmail

    fullmail Membro Junior

    Privato Cittadino
    ti ringrazio maxmatteo,è proprio quello che io pensavo;purtroppo da più parti ho sentito che il rilascio della agibilità in questo momento a roma è praticamente impossibile.Se l'assenza di agibilità fosse ostativa al rogito significherebbe bloccare il mercato immobiliare romano per cui devo pensare che esista una soluzione e torno a chiedere se per caso non sia sufficiente fare richiesta di agibilità;nel mio caso specifico i lavori hanno riguardato la creazione di un divisorio in una stanza col risultato di due singole ognuna di 9 metri quadri;è una superficie sufficiente per una singola?devo precisare che per me non costituirebbe problema eliminare il tramezzo
    grazie a chi vorrà rispondere
     
  8. MaxMatteo

    MaxMatteo Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    Per fugare ogni dubbio contatta un tecnico di fiducia (geom. arch. ing. p.ed. etc...).
    Non so dirti se la sup. di 9 mq sia sufficiente: dorvei conosce il regolamento edilizio del tuo comune e un sacco di altri dettagli... tra cui il rapporti di illuminazione...
    Per l'agibilità puoi richiederla anche oggi: con le licenze apposto, la fine lavori e gli altri incartamenti il tecnico richiede il rilascio dell'agibilità: l'ente preposto al rilascio può fare 3 cose:
    1: concederla:
    2: negarla
    3: se entro 60 giorni dalla comunicazione non risponde il certificato si dà per rilasciato per silenzio/assenso.

    Aggiunto dopo 1 :

    ps: l'agibilità (ex abitabilità) non ostacola assolutamente la possibilità di vendere ma ne pregiudica la possibilità di utilizzo!
     
    A fullmail piace questo elemento.
  9. fullmail

    fullmail Membro Junior

    Privato Cittadino
    grazie ancora maxmatteo e scusami se abuso della tua pazienza;devo ritenere che la famiglia che abita la casa da 20 anni lo abbia fatto priva di autorizzazione senza che nessuno abbia detto nulla?la proprietaria mi ha consegnato,tramite AI,una planimetria conforme alla situazione di fatto e una visura di riclassificazione catastale del 2008 da cui la casa risulta A4 da A2 che era originariamente;questi atti formali non conferiscono ufficialità al fatto che la casa sia abitabile?Scusami se la domanda è sciocca ma ovviamente non ho competenza in materia
    grazie
     
  10. MaxMatteo

    MaxMatteo Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    La planimetria catastale serve solo ad attribuire all'immobile una rendita su cui poi pagherai tasse, ICI, detrazioni... e non ultimo è importantissimo che detta planimetria catastale coincida esattamente allo stato di fatto pena NULLITA' dell'atto (DL 78/2010): ma non è l'agibilità.

    Il certificato di agibilità (ex abitabilità) è un documento (rilasciato dal comune) il quale attesta che, in merito ai progetti di costruzione / ristrutturazione autorizzati, le opre, gli impianti realizzati etc etc siano conformi al progetto e quindi lo stesso sia dichiarato agibile: il fatto che non la si abbia è equivalente al fatto che l'immobile non sia conforme alle norme ebilizio/urbanistiche e quindi non agibile!
    Visto che di faciloni ce ne sono tanti ma quando ci sono problemi questi diventano guai ti consiglio di avere tutto a posto prima di procedere all'acquisto.
     
    A fullmail piace questo elemento.
  11. fullmail

    fullmail Membro Junior

    Privato Cittadino
    grazie ancora;un'ultima domanda già posta in precedenza;questo maledetto certificato posso chiederlo io a mie spese in un secondo momento visto che non prevedo di vendere la casa per qualche decennio almeno (spero !) ! quanto può mai costare la procedura che mi hai suggerito in precedenza ?e con i dati che ti ho fornito non pensi che non dovrebbero esserci problemi ? grazie
     
  12. MaxMatteo

    MaxMatteo Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    non posso dire che non ci saranno problemi, non ho la documentazione sott'occhio... ma segui il mio consiglio: contatta un tecnico e falla richiedere.
    La puoi far richiedere anche tu dopo l'acquisto (sempre a mezzo di un tecnico) ma verifica che tutta la documentazione in merito ai progetti e certificazioni varie sia esistente e in regola/conforme a quanto realizzato.
    Costo della mera agibilità 500/1000 € circa
     
    A fullmail piace questo elemento.
  13. fullmail

    fullmail Membro Junior

    Privato Cittadino
    veramente grazie maxmatteo;mi sono ricordato che ho anche la dichiarazione del tecnico relativa ai lavori del '90 inviata al comune e recepita con tanto di timbro del comune stesso;chissà se costituisce prova della richiesta di agibilità e forse dopo 20 anni può valere il silenzio-assenso???!!! Scherzo ! Chissà invece che non abbia ragione ?!! Credo che comunque valga qualcosa!
    ti ringrazio ancora e se quando hai tempo mi dai un parere mi fai un gran piaciere! ciao!
     
  14. MaxMatteo

    MaxMatteo Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    la dichiarazione a cosa si riferisce esattamente?

    Per la richiesta di agibilità non ti puoi sbagliare: riporta la dicitura "richiesta del certificato di abitabilità"!
     
    A fullmail piace questo elemento.
  15. fullmail

    fullmail Membro Junior

    Privato Cittadino
    ciao maxmatteo,come già detto prima scherzavo! si tratta della dichiarazione del tipo di lavoro effettuato e penso sia una specie di autocertificazione del tecnico che dichiara testualmente al comune (unità programmatoria tecnica)sotto personale responsabilità che i lavori "non sono in contrasto con gli strumenti urbanistici adottati e con il regolamento edilizio,non modificano la sagoma dell'edificio,non modificano la destinazione d'uso delle costruzioni e delle singole unità immobiliari,non recano pregiudizio alla statica dell'immobile,rispettano le originarie caratteristiche costruttive,rispettano le norme di sicurezza e le prescrizioni igienico-sanitarie"Posso pensare che queste modifiche non necessitassero di licenza e quindi nemmeno di nuova richiesta di agibilità permanendo quindi la situazione di ante 67 ? Qualora fosse stato necessario chiedere la agibilità perchè il tecnico non avrebbe dovuto farlo? ti ringrazio per la cortesia e disponibilità e se vorrai valutare queste ultime informazioni.In ogni caso seguirò il tuo consiglio di chiedere un parere tecnico.ciao
     
  16. Marco Giovannelli

    Marco Giovannelli Membro Attivo

    Altro Professionista
    quel "solo ogni tanto" fa capire al cittadino la difficoltà del tecnico a relazionarsi con la PA e a spiegare al cliente che l'agibilità a roma la davano a casaccio!!!

    saluti
     
    A fullmail piace questo elemento.
  17. fullmail

    fullmail Membro Junior

    Privato Cittadino
    ciao marco,grazie per l'intervento.Posso provare a chiedere anche a te che operi in provincia di roma come è la situazione del rilascio agibilità?Pensi anche tu che si possa ottenere in un secondo momento? Se hai la possibilità di leggere i post precedenti della discussione pensi che possa servire a qualcosa la relazione tecnica del '90 di cui ho scritto le note essenziali?
    grazie
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina