1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. Frank1628

    Frank1628 Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Buongiorno, avrei bisogno di un vs. gentile consiglio. A fine gennaio ho stipulato una proposta di acquisto, tramite agenzia, per un appartamentino in un residence del 2004 in una località di mare. Piccola caparra, metà provvigione pagata all'agenzia, mio impegno a stipulare il rogito entro marzo scorso. Nel contempo l'agenzia mi fa avere i documenti necessari per l'atto: manca però il certificato di abitabilità. L'agenzia, dopo aver provato a convincermi della non necessità dello stesso perché basterebbe la "conformità" del residence, di fronte alla mia insistenza, prima dice che probabilmente il certificato è ancora al Comune e non ritirato, poi mi fa sapere che ancora il costruttore doveva adempiere alcune formalità presso il Comune per la cessione di un'area, condizione per il rilascio del documento, ma che tutto a suo dire si sta risolvendo. Oggi è il 6 aprile ed ancora attendo notizie. Vorrei un consiglio su come tutelarmi: vorrei mandare una raccomandata, quale diffida ad adempiere, all'agenzia e al venditore ponendo una data ultima, anche 30 gg., per farmi avere il suddetto certificato, documento essenziale anche e soprattutto per la mia tranquillità. Faccio bene? In caso negativo, quale passo fare: chiedere il doppio della caparra versata e la restituzione della provvigione dell'agenzia che avrebbe dovuto conoscere all'origine tale circostanza? Grazie a coloro che mi risponderanno!
     
  2. Rosa1968

    Rosa1968 Membro Storico

    Agente Immobiliare
    Ciao,
    l'agenzia sta tergiversando sul problema. Se il Comune ha interrotto i termini per il rilascio, bisogna capire le motivazioni, che non sono legate sicuramente alla cessione dell'area, sono atti che vengono stipulati prima del rilascio della concessione e sopratutto capire se ha fornito la documentazione macante per il rilascio del certificato. Leggi cosa c'è scrittto nell'atto di provenienza. Inizia a mandargli la richiesta di questo certificato all'agenzia e al proprietario, facendo presente che detto documento è necessario al notaio per poter rogitare. In base a quello che ti rispondono sempre per iscritto valuterai il da farsi. Può succedere che il certificato non sia stato richiesto dal proprietario successivamente al rogito, quindi è sufficiente recarsi in Comune e farne richiesta. Ma l'agenzia sa qualcosa di più. Inizia a scrivere.
     
  3. Frank1628

    Frank1628 Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Ciao, grazie anzitutto della risposta. Guardando l'atto di vendita, dal costruttore all'attuale proprietario, risulta che il costruttore si obbligava, nel 2004, a conseguire il certificato di abitabilità e a consegnarne copia alla parte acquirente entro il termine di un anno. Sono trascorsi ben 9 anni... Mi è stato consegnato anche il certificato di conformità dell'intero residence del 2003. Sicuramente scriverò all'agenzia ed al proprietario: faccio bene a porre un termine perentorio per ottenere il certificato, specificando che in mancanza la proposta di acquisto si intenderà risoluta di pieno diritto e che entrambi dovranno restituirmi quanto loro versato (doppia caparra e provvigione parziale?)?
     
  4. SALVES

    SALVES Membro Senior

    Altro Professionista
    Verifica tramite un tuo tecnico il perche del mancato rilasci dell'agibilità, poi trai le conclusioni e le azioni da intraprendere in conformità a quanto stipulato nel preliminare.
     
  5. Rosa1968

    Rosa1968 Membro Storico

    Agente Immobiliare
    Non ha sottoscritto il preliminare ma la proposta. Si anche il mio consiglio è quello di verificare i motivi per il non rilascio da parte del comune.
     
  6. SALVES

    SALVES Membro Senior

    Altro Professionista
    Ho usato questo vocabolo a solo fine di far capire di agire in conformità a quanto concordato sia esso preliminare, proposta oppure altro.
     
  7. Rosa1968

    Rosa1968 Membro Storico

    Agente Immobiliare
    Purtroppo da questo lato la proposta è carente ........
     
  8. Frank1628

    Frank1628 Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Credo comunque che porre un termine temporale sia importante per capire meglio se e che tipo di problema ci sia, d'altronde come promittente acquirente ho dovuto dare una data!Ciao
     
  9. Rosa1968

    Rosa1968 Membro Storico

    Agente Immobiliare
    Tu hai fatto benissimo ma ci vorrebbe qualcosa di più. È stata spostata la data che avevate fissato per il rogito. Motiva che è dipeso dalla richiesta del certificato di agibilità che ad oggi non hai avuto. A questo punto è necessario un incontro chiarificatore con agente venditore dove si inserirà la postilla in proposta che controfirmerete con il termine entro il quale stabilire il documento dovrà essere consegnato.
     
  10. Frank1628

    Frank1628 Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Sicuramente l'incontro con l'agente avverrà a breve, ma quello che mi chiedo è: ho stipulato una proposta impegnandomi per tempi abbastanza stretti nella convinzione che la documentazione fosse tutta regolare (d'altronde, non essendoci alcuna postilla al riguardo, l'abitabilità è il documento essenziale per il trasferimento della proprietà ed è pacifico/obbligatorio che tale certificato debba essere consegnato per il rogito); il mio interesse scema man mano che il tempo passa e non per mia colpa ma per una omessa/incerta informazione ("forse il certificato sarà in Comune e si deve solo ritirare...") dell'agente immobiliare; insomma se mi propongono scadenze lunghe o indeterminate, per le quali non avrei più interesse ad acquistare, cosa devo fare per "uscirmene" a fronte di una inadempienza del venditore/agente?
     
  11. ccc1956

    ccc1956 Membro Senior

    Altro Professionista

    A parte che oggi una proposta si trasforma in preliminare quando viene accettata dal venditore...:occhi_al_cielo:
    il preliminare o meglio la scrittura integrativa che andrete a stipulare puo' essere il momento buono per pretendere scritto nero su bianco la consegna del certificato di agibilita' per la data del rogito.
    a costo di spostare la data del rogito pur di averlo.
    ritornando alla tua domanda e' cioe' che la proposta e' diventata gia' un preliminare, significa che entrambi vi siete gia' impegnati giuridicamente con quella proposta se e' stata gia' accettata.
    purtroppo e' cosi'.
    sperando che quando andrete a stipulare la scrittura integrativa (o preliminare nascosto) vi mettiate d'accordo.
    se cosi' non fosse....:shock:
     
  12. Frank1628

    Frank1628 Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Solitamente mi preparo mentalmente alla "peggiore" delle ipotesi: diamo per assurdo che il venditore non è in grado di dirmi una data certa per la consegna del certificato: si resta allora indefinitamente nel "limbo" della proposta/preliminare a suo tempo accettata?!? Non credo che a fronte di una palese inadempienza del venditore relativa alla consegna di un documento essenziale per la stipula del rogito non possa l'acquirente, già pronto per l'atto, far valere le proprie ragioni cioè un tempo ben preciso entro il quale trasferire la proprietà...
     
  13. ccc1956

    ccc1956 Membro Senior

    Altro Professionista
    il problema e' che se non esiste il certificato di agibilita' l'acquirente deve esserne informato. e' una questione di correttezza.:occhi_al_cielo:
    si vende e si compra anche senza certificato, sia chiaro.
    si puo' richiedere sto' benedetto certificato, deve farlo il venditore a sue spese, si puo' spostare la data del rogito.
    se un acquirente non vuole comprare senza certificato puo' anche rifiutarsi di comprare...
    ma se la casa piace e basta andare in comune a richiederlo, non vedo il problema.:)
    sperando che non si tratti di problemi per cui non si puo' rilasciare il certificato...

    quando io dico che prima di firmare una proposta bisogna mettere una condizione per i controlli sull'immobile.:occhi_al_cielo:
    il tuo tecnico avrebbe scoperto il problema del certificato di agibilita' e tu avresti deciso cosa fare....senza questi patemi.:)
     
  14. Rosa1968

    Rosa1968 Membro Storico

    Agente Immobiliare
    Oggi è un pò difficile che il notaio rogiti senza tutte le certificazioni, anche se le parti sono d'accordo.

    se non esite certificato di agibilità uguale abuso edilizio. Brutale ma è così.

    Andranno direttamente al Rogito, non faranno il compromesso.
     
  15. Rosa1968

    Rosa1968 Membro Storico

    Agente Immobiliare
    Fai l'incontro, senti che passi stanno facendo per chiedere l'agibilità. Fatti seguire da un tecnico.
     
  16. Frank1628

    Frank1628 Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Cara Rosa1968 il mio prossimo passo sarà l'incontro con l'agente, ma ribadendo quello che ho detto in precedenza, e che cito per comodità, in quella situazione, posso, diciamo d'autorità, porre il "paletto" di una data esatta per la consegna del certificato? Credo inoltre che affidarmi ad un tecnico sia, oggi, superfluo perché il certificato o c'è o non c'è. Punto. E come dici giustamente la sua mancanza è un chiaro sintomo...
     
  17. Rosa1968

    Rosa1968 Membro Storico

    Agente Immobiliare
    Certo, devi farlo. Mi sembrava di avertelo già scritto in un post.
     
  18. ccc1956

    ccc1956 Membro Senior

    Altro Professionista
    se non esiste certificato di agibilita', o e' ancora nascosto in qualche cassetto del comune o e' un abuso, certo.
    il problema e' che il venditore dovrebbe dirlo subito.
    il problema e' che l'acquirente dovrebbe richiederlo gia' in proposta.:ok:
    condizionare la proposta ai controlli sull'immobile.... se non salta fuori il certificato,
    bye, bye.:)
     
  19. Frank1628

    Frank1628 Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Di certo farò inserire la postilla del termine ultimo ma se il venditore non dovesse accettarla quale strumento giuridico avrei a disposizione per la risoluzione della proposta? o dovrei formulare la postilla come un aut aut indipendentemente dalla sua sottoscrizione?
     
  20. ccc1956

    ccc1956 Membro Senior

    Altro Professionista

    difficile rispondere a questa domanda.
    nessuno ti costringe a comprare casa senza agibilita'.
    per questo devi scrivere,come ti e' stato suggerito una raccomandata o firmare una postilla sulla proposta d'accordo con l'altra parte del termine ultimo per procurarsi il certificato.
    se il venditore non dovesse accettare e non capisco il perche', si potrebbe pensare che sappia gia' che il certificato non ci sia...:shock:
    scrivi che in caso di non presentazione del certificato in tempo per la data del rogito, riterrai inadempiente il venditore.
    vedi che si sbrigano a darti una risposta.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina