• immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Bruno2301

Membro Assiduo
Agente Immobiliare
Perché in una società non ti devi occupare della contabilità, non hai un'immobile... che sia un capannone o un ufficio, non tratti con i clienti, non fai appalti con penali a seguito nel caso in cui nn mantieni quanto stabilito, non sei costretto magari ad assumere un uomo che metta la sua faccia per parlare con certi clienti perché se sei donna (anche se siamo nel 2018) non va bene...

A chi acquista non è richiesto di saper leggere le visure ipotecarie e catastali? Di saper leggere quello chi si firma? Allora non si capisce lo scopo di questo forum non si dovrebbe iscrivere nessuno che ha problemi con la propria compravendita.

Nozioni di condominio... perché il privato cittadino non è tenuto a saperle? Sulla base di cosa rinnovi il mandato all'amministratore annualmente se non hai idea di cosa fa e se ti ha tutelato adeguatamente?

Io ho pieno rispetto del vostro lavoro ma a me non sembra che anche tutti gli altri fuori dal vostro lavoro debbano saper solo girare fogli... perché quando si mette una firma... quella è sotto la tua responsabilità.


Meno male che non incarto cioccolatini...
penso che ci sarebbero molte carte vuote...

Al giorno d'oggi è normale trovarsi davanti ad ATI o RTI (come le preferisci chiamare)... dove devi mettere assieme tante teste assieme... con le loro strutture a seguito... secondo te qual'è il grado di rischio in caso di errore? Qualche migliaia di euro soltanto?

Sbagliare la produzione di un articolo? che danno fai secondo te? Se è cioccolato lo rifondi... ma il resto?

Dei 6 mesi... guarda... che io mi rifaccio a post di AI che sono anche moderatori di questo forum... Non me la sono inventata io. Ho solo detto che lo trovo coerente dal mio punto di vista, nn che quella è legge. E ho anche precisato che non sono AI. Ma lo trovo coerente semplicemente perché arrivo da anni nel settore formazione e ricerca sw con premi e riconoscimenti internazionali.
Ma io ti dico, se mi vuoi insegnare la formazione... son qui ad imparare così ne discuto con l'amministratore delegato all'approvazione di bilancio. Invece di fare software per formare, li si manda da te.

Per la cioccolata, lo prendo come un complimento, in alto a destra trovi un form... cerca le mie discussione su Banca Etruria... molto tempo prima del suo fallimento... così ti fai un idea... della tipologia di cioccolato che io tratto. Però anche allora è intervenuto qualche AI dicendo che il soggetto sapeva il fatto suo (cioè non distingueva il netto dal lordo).


Ah scusa, mi spiace doverti informare che gli standard non si applicano solo alle aziende che fanno il cioccolato, ma anche a quelle di servizi. Settore maggiormente colpito dalla crisi e dove la concorrenza è sempre molto agguerrita.

Resta il fatto che io ho pieno rispetto anche di chi sta alla catena di montaggio, che si fa venire le ernie alla schiena e che mi fornisce i cioccolatini...
Stesso rispetto che ho per lo spazzino e l'operatore ecologico che alla 5 di mattina mi fa trovare pulito.


Torno a ripetere allora non si spiega come ha fatto chi qui dentro ha preso il patentino e il giorno dopo ha aperto. Se è collaboratore è impossibile che riesca a farlo... se è lui che lo fa direttamente allora è fattibile...

Sono anni che sono iscritta a questo forum... e sono abituata solo ad una cosa... che faccio tutti i giorni, tirar somme e guardare i TOTALI. Più delle parole son quelli che guardo.

Io metto assieme quello ce leggo e guardo Se sta ancora sul mercato. PUNTO. Non sono qua a contestarti cosa fai a casa tua. Dico non trovo il tuo punto di vista allineato al mio. Per fortuna mi trovo tra mediatori...


Io non ho rilevato quote. Ne ho rilevato il ramo d'azienda con dipendenti a seguito che non hanno perso 1 centesimo da questa operazione. Naturalmente sede nuova, società nuova e nuovi capitali... E non ci ho messo 2 cioccolatini di capitale per aprire la porta o l'1%. Perché nessuno apre le porte a qualcuno se non ha un'interesse su quella persona.

Sono costi di impresa che hanno tutte le aziende... se poi non vengono computate io credo sia un grosso problema... avrò dei costi fuori controllo.

Poi "tutto sto tempo" è un'affermazione priva di basi ma giusta se non fai:
- volantinaggio > da noi si chiama brochure... e si comprano spazi web e s riviste
- ricerca in zona (con relativi biglietti da visita etc etc, pubblicità gratis insomma) > il commerciale che propone anche ai rivenditori
- chiamata richieste a seguito di invio mail nuovi prodotti > gestione prodotto
- cartelli in vetrina (per quanto poco, se è un altro a farli al posto tuo, è comunque tempo che risparmi) > conferenze, cene, pranzi... con tanto di sponsor a seguito
- risposte alle mail di richiesta > gli altri solitamente non rispondo, la mail la tengono per la polvere
- inserimento richieste > devo trattare ogni singola non conformità di prodotto
- appuntamenti per locazioni > riunioni interne, con lo sviluppo, con il cliente
- copertura ufficio > = avere anche il tempo di seguire l'area sviluppo... si è sempre turnato... con anche reperibilità h24.

La stessa tua identica lista la potrei rigirare per tantissime realtà aziendali che vedo.

Resta il fatto che io ho gente che è durata 1 giorno solo in ufficio o una settimana... assunta a tempo indeterminato.

Ora capisco... il perché.

Quello che per me è la norma (e non dico che non è fatica... anzi che forse le ore sono anche di + di quelle che avete scritto)... mi sarà stato spiegato almeno 100 volte come se fosse l'acqua calda. Devo lavorare per portare a casa un risultato... o no? O mi sposto perché nn è la mia competenza fare il cartello?

Per me è + complicato il lavoro che fate di verifica con i tecnici degli immobili, l'acquisizione, tutte le norme che ci stanno dietro, la contrattualistica e il mettere d'accordo le parti... io mi aspetto una formazione su questo... perché capisco che sia importante sottolineare che si formano le persone anche per mettere il toner nella stampante... ma forse scusatemi se evito di scriverlo...

Ma quello che mi lascia perplessa... è che... non posto da ieri... e basterebbe ricercare tra le discussioni per trovare miei post dove appunto spiegavo che non c'è solo l'aprire la porta... ma ne + ne - la lista postata li sopra... (aggiungendo anche la questione costi annunci che il privato sui portali non ha...). Ora mi ritrovo a leggere le stesse cose...come se io non capisco (grazie per il ripasso... così tengo la mente allenata).

Io prima di rispondere ad una persona... guardo...?
Per quello mi permetto di dire... che magari il problema sta a monte su chi seleziono... e come lo seleziono...
Forse mi sono espresso male perchè in primo lugo ho messo frà parentesi il fatto che sapevo che fosse un duro lavoro quello delle catena di montaggio perchè lo ho fatto personalmente ed ho il massimo rispetto per chi lo fa o fa altri lavori usuranti, dico solo che sono lavori non paragonabili perchè a mio avviso il lavoro della catena di montaggio dopo 1/2 mesi di esperienza hai già raggiunto un buon livello, mentre per fare l'agente immobiliare non basta questo tempo ma è sotto gli occhi di tutti. Per quanto riguarda il fatto che tutti devono saper tutto non sono daccordo, perchè se esistono tanti mestieri è perchè ognuno sa fare il suo e presumibilmente bene, poi è normale che se uno firma un documento deve sapere cosa va a firmare ma questo vale per tutto. Prova a pensare al mestiere dell'avvocato, se tutti sapessimo come farlo non ci rivolgeremmo a lui invece siccome ognuno sa fare il proprio e gli altri no anche l'avvocato saprà indirizzarti, poi certo che la decisione resta tua sul da farsi ma l'imput o quanto meno l'informazione te la deve dare il professionista del settore il quale dopo averti informato ti farà firmare le carte le quali senza il professionista probabilmente non avresti firmato.......In ultimo ti dirò che io sono frà quelli che ha iniziato questo mestiere con in mano solo l'attestato del corso, quello che voglio però farti capire che mentre io ho investito il mio denaro e anche tanto per avviare l'attività e non ho chiesto nulla a nessuno e quindi certo che ho fatto degli errori perchè non si nasce imparati ma li ho ripagati con i miei soldi e non con quelli degli altri. La stessa cosa è per un collaboratore, se io devo dargli il 65% o addirittura l'80% assumendomi però tutti i rischi per suoi errori perchè comunque l'azienda resta mia preferisco non assumerlo perchè sarà di certo una rimessa, altro è un collaboratore esperto ce riuscirà a fare le mie veci in toto, ma questo è ovvio che non potrà accadere in 6 mesi ma in anni. In oltre questo è normale che valga per tutte le attività, le quali infatti stipendiano e non danno percentuali o se le danno non così elevate, non conosco rappresentanti che ricevono l'80%di quello che fanno incassare all'azienda!! ma di solito ricevono un fisso ed una percentuale moderata altrimenti tutte le aziende chiuderebbero e mi pare anche ovvio!!
 

Bruno2301

Membro Assiduo
Agente Immobiliare
Tante idee, ma poca pratica:

Dipende da cosa vuoi fare: se vuoi crearti un nuovo concorrente, in 2/3 anni te lo trovi pronto. Se invece vuoi del personale che esegua una serie di compiti ben precisi son sufficienti 1/2 mesi, con una provvigione iniziale del 40% che va a salire, in base alle capacità (ripeto: c'è chi, completamente autonomo, prende l'80%)


Grosso del ritorno non è in denaro ma in produzione, come già ho accennato sono gli utili "impalpabili". Se vuoi avere un utile sulle persone, che sia fine a se stesso, smetti di far l'AI a tempo diventa broker ReMax (o apri una cooperativa). Poi "tutto sto tempo" è un'affermazione priva di basi ma giusta se non fai:
- volantinaggio
- ricerca in zona (con relativi biglietti da visita etc etc, pubblicità gratis insomma)
- chiamata richieste a seguito di invio mail nuovi prodotti
- cartelli in vetrina (per quanto poco, se è un altro a farli al posto tuo, è comunque tempo che risparmi)
- risposte alle mail di richiesta
- inserimento richieste
- appuntamenti per locazioni
- copertura ufficio
Mediamente son 2 o 3 ore da dedicare tutti i giorni a queste attività



Il 65% (o superiore) serve proprio a fare in modo che non possano andare via (o meglio, che non ne abbiano convenienza).


Appunto: gli si da l'80% e non aprono o ancora meglio, chiudono per venir a lavorare con voi.

Tenete conto che i collaboratori poi parlano coi collaboratori di altre agenzie (o coi titolari). Nel momento in cui si rendono conto che in giro si prende la metà o meno di quel che gli vien dato, si rendon conto che gli convien tenersi il posto.
Sento poi spesso di chi non si occupa degli affitti: è una scelta imprenditoriale condivisibile, perché portan via tempo e le entrate son limitate... :riflessione: che quelli di "Soloaffitti" e simili sono forse scemi? o è più probabile che tante piccole gocce riempiano comunque il vaso? Ecco che i collaboratori che ricercano questi immobili, portano in visita e poi vi portano al tavolo gli aspiranti conduttori, diventano più utili del previsto. Per farla completa si gira l'immobile direttamente al collaboratore e gli si da il 50% sul monte. (son soldi che comunque non avreste percepito).
Ti chiedo scusa ma mi trovo in disaccordo, perchè se solo per alcuni compiti devo dare ad una persona il 40% di quello che ricevo, preferisco assumerlo per la manzione per cui sono scoperto, altrimenti faccio di meno ma non ci rimetto.
Inoltre, io sarei ben contento se aprissero altre agenzie il punto è che non le aprono perchè non conviene aprire in una situazione di mercato come questa già satura di agenzie, con tutti i relativi costi. ma reputo veramente difficile che un'azienda possa devolvere il 65 o l'80% di ciò che incassa ad una sola persona, perchè quella persona se è riuscita a fare un'affare è perchè si è trovata già bella e pronta un'organizzazione per farlo riuscire a fare l'affare e cioè a pagto già tutta una serie di costie rischi perchè è certo che se fa un errore il collaboratore i danni se li assume comunque l'azienda. Per esempio, ammettiamo che si faccia una compravendita di 100.000 Euro conto paro con una provvigione di 6000 Euro e cioè il 3% da entrambe le parti, vorrebbe dire che il collaboratore si dovrebbe prendere 4800 Euro (80%) e l'azienda 1200 Euro dovredovrà togliere i costi, le imposte e le tasse, cosa rimane all'azienda? a conti fatti 0,000 Euro anzi probabilmente ci rimette pure.
 

il_dalfo

Membro Attivo
Professionista
Da noi gli affitti vanno alla grande, tanto è vero che in questo periodo ci sono pochissimi appartamenti e una montagna di richieste...

Fatte le dovute scremature.... rimane una collinetta di richieste :^^:
Immagino che quindi il grosso siano persone che vengono da fuori città.
 

Bagudi

Moderatore
Membro dello Staff
Agente Immobiliare
Si, c'è una grossa richiesta di affitti brevi e transitori, ma qua i proprietari fanno gli orecchi da mercante...
 

il_dalfo

Membro Attivo
Professionista
Ti chiedo scusa ma mi trovo in disaccordo,
Posso capirlo se non si ha provato.
Ho precisato che l'ingresso di uno nuovo è al 40% e va a salire sino al 65%. Ho riportato una realtà, quella dell'80%, parlando di persona completamente autonoma (mette la propria firma e risponde di danni in toto).
Allo stesso tempo ho sottolineato che non si tratta di una cooperativa ma di collaboratori, quindi le varie fasi di lavorazione vanno seguite (riunione settimanale con tutti ed eventuali incontri col singolo se reputati necessari) inoltre non è che vi chiama il notaio e non sapete di che immobile parla: la proposta alla fin della fiera dovete comunque firmarla voi ergo tutte le condizioni le dovete conoscere (anche a tal fine è utile l'incontro singolo).
All'accettazione siete presenti (si presume) perchè anche il foglio provvigioni ve lo dovete far firmare e dovete firmarlo (non per mancanza di fiducia nel collaboratore ma perchè è giusto così).
Al preliminare ci siete ancora voi oltre al collaboratore, così come al rogito.
Quindi tutti ste preoccupazioni su eventuali danni bisogna averle se non si è capaci di fare il proprio mestiere (e non mi pare che sia il vostro caso).
 

il_dalfo

Membro Attivo
Professionista
Resta il fatto che io ho gente che è durata 1 giorno solo in ufficio o una settimana... assunta a tempo indeterminato.

Ora capisco... il perché
Questo che ho descritto è un metodo che funziona, come ce ne possono essere tanti altri validi. Di sicuro con questo, se la persona non è più gradita: "ciao grazie e non arrivederci".

relativamente alla lista di costi "impalpabili": sono difficilmente computabili se non in modo un po' astratto, ma esistono! bisogna rendersene conto.
Io magari esageravo ma calcolavo anche i costi della singola richiesta (se hai speso 20mila € in un anno ed hai raccolto 200 richieste, ti son costate 100 € l'una. e' preferibile abbassare notevolmente questo valore, aumentando le richieste.) Ma magri son matto io.
 

il_dalfo

Membro Attivo
Professionista
solo i danni?
risponde di quel che deve rispondere: è un AI fatto e formato, con una sua p.IVA ed un suo marchio. Persona d'intelletto, reputata molto capace (sia dai colleghi che dai concorrenti) lavora per i fatti suoi su tutto il fronte (ricerca, acquisizione, vendita, rogito) e percepisce l'80% di quel che fa, di contro non ha una spada di Damocle puntata che lo preoccupi di dover pagare affitto, bollette, pubblicità etc etc.

Probabilmente (non ho i conti in mano) se avesse un ufficio indipendente, gli costerebbe lo stesso o qualcosa di meno. Ha scelto di non aver questa preoccupazione.
 

Bruno2301

Membro Assiduo
Agente Immobiliare
Posso capirlo se non si ha provato.
Ho precisato che l'ingresso di uno nuovo è al 40% e va a salire sino al 65%. Ho riportato una realtà, quella dell'80%, parlando di persona completamente autonoma (mette la propria firma e risponde di danni in toto).
Allo stesso tempo ho sottolineato che non si tratta di una cooperativa ma di collaboratori, quindi le varie fasi di lavorazione vanno seguite (riunione settimanale con tutti ed eventuali incontri col singolo se reputati necessari) inoltre non è che vi chiama il notaio e non sapete di che immobile parla: la proposta alla fin della fiera dovete comunque firmarla voi ergo tutte le condizioni le dovete conoscere (anche a tal fine è utile l'incontro singolo).
All'accettazione siete presenti (si presume) perchè anche il foglio provvigioni ve lo dovete far firmare e dovete firmarlo (non per mancanza di fiducia nel collaboratore ma perchè è giusto così).
Al preliminare ci siete ancora voi oltre al collaboratore, così come al rogito.
Quindi tutti ste preoccupazioni su eventuali danni bisogna averle se non si è capaci di fare il proprio mestiere (e non mi pare che sia il vostro caso).
io capisco tutto, ma se devo seguirlo ed essere presente in tutte le fasi dell'affare, firmare tutto, ed assisterlo sempre per evitare errori, e dargli anche l'80% mi conviene fare di meno e non rimetterci, è questo che voglio dirti. Il fatto che uno non abbia già provato è forse perchè a conti fatti non conviene e non sono di quelle agenzie che cerca i famosi "galoppini" e cioè ragazzi che per 2/3 mesi ti vanno a cercare appartamenti senza vedere un soldo, non insegnargli nulla per poi dirgli grazie ma non fai al caso mio. Un'agente serio se prende un ragazzo è per formarlo, insegnargli il mestiere nella speranza che una volta concluso il ciclo si possa collaborare in maniera seria ed assidua, ma ti assicuro che un mestiere non si impara in 6 mesi, magari fosse così perchè tutti assumerebbbero collaboratori il problema stà proprio nel fatto che un mestiere si impara in anni di pratica e non solo studiando (fase molto importante a mio avviso).
 

il_dalfo

Membro Attivo
Professionista
aspetta che stai facendo confusione: uno alle prime armi gli si da il 40%. Quello all'80% è uno che "ti mangia gli gnocchi in testa" (in pratica è lui/lei che potrebbe insegnare a te).
 

Bruno2301

Membro Assiduo
Agente Immobiliare
aspetta che stai facendo confusione: uno alle prime armi gli si da il 40%. Quello all'80% è uno che "ti mangia gli gnocchi in testa" (in pratica è lui/lei che potrebbe insegnare a te).
Addirittura!!! e che ci stà a fare ancora a lavorare con me? potrebbe tranquillamente farmi fuori dal mercato visto che ne sà più di me, aprire un'agenzia proprio accanto alla mia ed il gioco è fatto! perchè prendere l'80% se puoi ottenere il 100%? per me non ha senso!!
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Ultimi Messaggi sui Profili

Ciao a tutti. Io ho un problema legato alla provvigione dell'agenzia immobiliare, spero di potermi spiegare con chiarezza.
La provvigione dell'agenzia dichiarata il giorno del rogito sul contratto notarile, é stata di euro 2000 ma, da scrittura privata tra acquirente e agente era di euro 4000. Adesso l'agente immobiliare vuole gli altri soldi tramite avvocato. É giusto tutto ciò?
Merypic ha scritto sul profilo di PyerSilvio.
Salve, piacere. Io mi muovo porta a porta ma la maggior parte delle volte mi imbatto su immobili già presenti sul mercato o fuori prezzo o entrambe le cose. C'è secondo lei un sistema per trovare case non ancora presenti sul mercato? Grazie in anticipo. Se poi si potesse parlare in privato mi farebbe piacere, mi sembra una persona che potrebbe darmi molti suggerimenti interessanti.
Alto