1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. Elisabart

    Elisabart Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Salve,
    ringrazio chi saprà rispondere con precisione alla mia domanda: ho venduto un appartamento accettando una proposta d'acquisto con condizione sospensiva alla erogazione del fmutuo, dopo circa un mese è giunta la delibera reddituale da parte dell'ente finanziatore, nella delibera si parla di 1^ fase ed è stato fissato un appuntamento con il perito per visionare l'appartamento, il giorno stesso della delibera l'agente immobiliare ha chiesto il pagamento della provvigione con l'invito a voler ritirare l'assegno depositato dal proponente acquirente. Adesso mi chiedo: la condizione si è pienamente verificata oppure bisogna ancora attendere la delibera definitiva della banca? In sintesi, è giusto versare la provvigione all'agenzia immobiliare in questa fase e ritirare l'assegno del proponente compratore?
     
  2. mktscanner

    mktscanner Nuovo Iscritto

    Agente Immobiliare
    no, tecnicamente la condizione sospensiva non é ancora soddisfatta, occorre attendere la delibera dell'Istituto; comunque se l'immobile non ha problematiche (iscrizioni di gravami non dichiarati, provenienze ereditarie o da donazioni non perfezionate, vizi sostanziali oppure non-conformità urbanistiche e catastali) ed é stato chiesto un mutuo al di sotto del 70% dell'importo di compravendita (in caso di stima peritale inferiore al prezzo di compravendita che sarà dichiarato al rogito), non dovrebbero saltar fuori problemi dalla perizia tali da interdire la concessione del mutuo visto che le condizioni soggettive dei richiedenti sono state per il momento ritenute sufficienti dall'Istituto erogante...
     
  3. jrogin

    jrogin Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    Concordo.

    A proposito di proposte di acquisto sottoposte a condizione sospensiva per il rilascio del mutuo, ho avuto personalmente sempre delle forti perplessità, nel senso che, per ipotesi, per il proponente l'acquisto, dopo l'accettazione da parte del proprietario, ci ripensi sull'acquisto, basta che vada alla sua banca a dire di non delibereare il mutuo e si può svincolare dalla proposta (per non farsi accettare un mutuo, basta non fornire tutta la documentazione richiesta, dire che i propri redditi sono bassi, ecc.)
    Voi come fate per vedere se realmente è la banca che non vuole concedere il mutuo o il cliente che ci ha ripensato??

    In parole povere, come diceva mio padre, anche lui agente immobiliare negli anni '70, "il pallino in mano ce l'ha chi acquista"

    Approfitto della Pasqua per fare gli Auguri a tutti i frequentatori di Immobilio.:fiore:
     
  4. mktscanner

    mktscanner Nuovo Iscritto

    Agente Immobiliare
    E' così purtroppo..... Infatti ultimamente chi non ha difficoltà a vendere l'immobile non accetta proposte con condizioni sospensive, specie riguardo alla concessione del mutuo vista la stretta creditizia operata dalle banche in questa fase. Succede che venga accettata solo nei casi in cui é difficile vendere, non si sono ricevute proposte ed allora si cerca da raccogliere quel che il mercato offre sia per la Parte venditrice che per l'intermediario... infatti rifacendoci al caso precedente l'Agenti Immobiliari ha riscosso la provvigione poiché da un punto di vista formale l'affare é concluso proprio perché le condizioni soggettive per ottenere il mutuo la Parte acquirente ce le ha e almeno un Istituto di credito le ha riconosciute ed accettate.... adesso se il mutuo non dovesse essere concesso dipenderà da cause relative alle condizioni dell'immobile, cioé di responsabilità di Parte venditrice... formalmente se non si procederà al rogito non sarà né per responsabilità di Parte acquirente nè per responsabilità dell'Agenti Immobiliari e quindi la commissione é d'obbligo. Stiamo comunque camminando sulla lama del rasoio, la Parte venditrice potrebbe comunque impugnare una decisione unilaterale dell'Agente di incassare tutta la commissione e allora la cosa andrebbe per le lunghe e si farebbe complicata...... in questo caso converrebbe un atteggiamento conciliatorio negoziando con Parte venditrice una commissione decurtata tramite un atto transattivo.
     
  5. proge2001

    proge2001 Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    La delibera della banca a concedere il mutuo è definitiva solo ed escluvimente dopo che il perito ha redatto la sua perizia e non prima, quindi l'agenzia non può pretendere alcun pagamento. Infatti anche se in pre-delibera (reddituale, crif ecc.) la banca ha dato il suo benestare, potrebbe essere proprio la perizia ad osteggiare la concessione del finanziamento ( ad esempio il perito valuta l'immobile ad un prezzo più basso da quello effettivamente compravenduto e la percentuale max di mutuo concessa dalla banca su tale valore non soddisfa la richiesta del cliente).
    La condizione sospensiva ha senso se tra domanda di richiesta del finanziamento e delibera finale non decorrono più di 20/30 giorni al max.
     
  6. robertobosco

    robertobosco Membro Ordinario

    Privato Cittadino
    La delibera della Banca non è giunta nella sua fase finale. Attualmente c'è stata solo una parziale ipotesi di fattibilità che in concreto non ha alcun valore. Questo l'Agenti Immobiliari dovrebbe, presumo!, saperlo. Pertanto la sua richiesta tempestiva di incasso provvigioni, poteva, correttamente, essere ragionevolmente differita.
     
  7. Elisabart

    Elisabart Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Il mutuo richiesto da parte del compratore è del 100% del valore dell'immobile, la delibera reddituale dell'istituto di credito copre l'intero valore, l'istituto ha già preso in considerazione anche le visure catastali dell'immobile che comunque si presenta libero da gravami, vincoli o vizi.
     
  8. robertobosco

    robertobosco Membro Ordinario

    Privato Cittadino
    Nella mia precedente considerazione, non avevo ancora letto quella di proge 2001, con la quale, doverosamente, concordo.
     
  9. mktscanner

    mktscanner Nuovo Iscritto

    Agente Immobiliare
    Ahia.... il 100% in questo momento é "critico"... il rischio che non venga approvata la concessione del mutuo é concreta... Il prezzo com'é? sovrastimato o sottostimato?
     
  10. proge2001

    proge2001 Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    A maggior ragione visto che la richiesta di mutuo è del 100% occorre assolutamente aspettare la perizia del tecnico incaricato. In questi momenti di mercato capita spesso che i periti valutino gli immobili un prezzo inferiore a quello effettivamente compravenduto.
     
  11. Elisabart

    Elisabart Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Ho venduto diversi appartamenti, tra i miei e quelli dei miei genitori e soltanto in un caso il compratore non ha avuto necessità di accedere al mutuo, in tutti gli altri casi, invece, è stato necessario attendere la delibera definitiva dell'istituto di credito per poter fissare la data del rogito, anche se la compravendita avveniva senza alcun intermediario. Per l'appartamento in questione ho ricevuto diverse proposte d'acquisto che non sono state da me accettate e una proposta per la quale la banca non ha concesso il mutuo sulla parte reddituale, oltre al proponente compratore della proposta in questione, ci sono altri potenziali compratori...purtroppo non è possibile accettare più di una proposta per volta e quindi aspettiamo di buon grado la risposta definitiva di questa, a me pareva che tutto fosse nella norma, considerando anche che ultimi mesi del 2009 sono stati piuttosto tranquilli...
     
  12. Elisabart

    Elisabart Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    L'immobile è' stimato secondo il prezzo di mercato di immobili analoghi nella stessa zona, visto che fa parte di un complesso immobiliare.
     
  13. alexxx78

    alexxx78 Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    mi chiedo.... in un caso come questo l AI puo' chiedere la commissione anche alla parte acquirente, anche se non per colpa di questa non si è concluso l'affare?
     
  14. Elisabart

    Elisabart Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Alla parte acquirente ha concesso di pagare un acconto...mentre da me esige l'intera somma!
     
  15. proge2001

    proge2001 Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    E' chiaro che l'immobile è il tuo e puoi fare come meglio credi, ma se io fossi il tuo AI non riterrei MAI concluso un affare senza avere la delibera finale della banca ( perizia compreso) e quindi non chiederei MAI alcuna provvigione.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina