1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. Sara11111

    Sara11111 Ospite

    Buongiorno
    sono una studentessa universitaria che ha stipulato un contratto di locazione per studenti universitari di durata annuale. Il contratto è cointestato a me e a altri due studenti. Nel contratto siamo tutti e tre indicati come conduttori. Due dei coinquilini hanno deciso di andarsene (adducendo gravi motivi) e lo hanno comunicato tramite raccomandata al proprietario ma non a me, tanto che io non so nemmeno quando una dei due andrà via. Il contratto contiene solo la cifra totale da pagare ma non la ripartizione.
    Il contratto che abbiamo firmato conteneva anche la seguente clausola:
    Articolo 9 I conduttori hanno facoltà di recedere dal contratto per gravi motivi, previo avviso da recapitarsi mediante lettera raccomandata almeno tre mesi prima della scadenza. Tale facoltà è consentita anche ad uno o più dei conduttori firmatari ed in tal caso, dal mese dell'intervenuto recesso, la locazione prosegue nei confronti degli altri, ferma restando la solidarietà dei conduttori recedenti per i pregressi periodi di conduzione.

    Ora il proprietario, comunicandomelo solo a voce, pretenderebbe che dal prossimo mese io pagassi l'intero affitto da sola e mi farebbe la "cortesia" di farmi uno sconto ma comunque la quota sarebbe superiore a quello che pagavo finora.
    Io, se avessi saputo le intenzioni dei miei coinquilini, avrei anche io chiesto il recesso per gravi motivi in quanto impossibilitata a far fronte ad un canone che improvvisamente si triplica.
    La mia domanda è quindi: qualcuno avrebbe dovuto darmi comunicazione scritta anticipatamente?
    E visto che questo non è avvenuto, gli altri due coinquilini sono comunque sciolti dall'obbligo di versare la loro quota? E io posso chiedere il recesso senza il necessario anticipo (visto che improvvisamente mi ritrovo a pagare da sola l'affitto)? Oppure se non posso fare quello, posso continuare a pagare la quota che pagavo finora fino alla fine del contratto?
    Aggiungo che il contratto scade fra 3 mesi.
    Grazie in anticipo a chi vorrà aiutarmi (magari fornendomi anche gli opportuni riferimenti di legge).
     
  2. dormiente

    dormiente Membro Assiduo

    Agente Immobiliare
    Ciao, dovresti guardare cosa dicono gli accordi territoriali della tua città a proposito dei contratti transitori per studenti (vai sul sito del tuo Comune).
    So che per un contratto transitorio per studenti inferiore all'anno, per esempio, la disdetta si può mandare anche un mese prima, indipendentemente dai motivi gravi, e comunque, nel tuo caso, ci sono anche i motivi gravi se ti ritrovi a pagare un canone intero da sola.
     
  3. Sara11111

    Sara11111 Ospite

    Grazie mille per la risposta. L' appartamento in questione si trova a Torino.Ho guardato sul sito del comune, e se ho capito bene, la possibilità di recesso con preavviso di un mese è solo per il contratto di "locazione abitativa PARZIALE di appartamento a studenti universitari(link:http://www.comune.torino.it/affitti/pdf/accordo_territoriale_comune_torino_25_09_13.pdf)
    Mentre il modello del contratto che ho firmato è quello che ho messo in allegato(locazione abitativa di appartamento a studenti universitari). Posso ugualmente recedere senza il preavviso di tre mesi, per gravi motivi(ovvero ritrovarmi ad un tratto a dover pagare l' intero affitto da sola)? Grazie ancora a chi mi vorrà dare una mano.
     

    Files Allegati:

  4. Bagudi

    Bagudi Moderatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    E' una situazione particolare e ritengo che, visto che a voce ti è stato comunicato il recesso anticipato, altrettanto a voce puoi dire al proprietario che - essendo impossibilitata a pagare un affitto triplicato - ti cercherai immediatamente un' altra situazione, pagando la tua parte attuale per il breve periodo che rimarrai...

    Non siamo all'interno della legge, ma penso che il proprietario apprezzerà il fatto di trovarsi libero l'immobile da poter riaffittare.

    Certo che i tuoi rapporti con i coinquilini devono essere stati pessimi, se non ti hanno nemmeno avvisato del loro recesso anticipato...
     
  5. dormiente

    dormiente Membro Assiduo

    Agente Immobiliare
    Hai messo il modello del contratto ma non hai messo le scelte che avete fatto con il proprietario. Mi pare di capire che non viene affittata una stanza ma tutto l'appartamento e che il contratto sia intestato a tutti e tre . La disdetta la devono mandare tutti e tre oppure i due che se ne vanno si cercano 2 sublocatori. Visto che se ne sono fregati, pagheranno anche gli altri due mesi e siccome ciò é alquanto improbabile, data l'accondiscendenza del proprietario, segui il consiglio di Bagudi.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina