1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. Vend

    Vend Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Salve.
    Ho stipulato un contratto con una agenzia immobiliare per la vendita di un immobile.
    Dopo qualche tempo si è presentata una offerta piuttosto lontana dalle mie aspettative.
    Constatando che ne io ne l'acquirente eravamo intenzionati a muoverci dalle nostre offerte/richieste, l'agenzia mi ha proposto di rinunciare alla provvigione sulla vendita, in modo da portare a termine la vendita, ed incassando solo la provvigione dell'acquirente.
    Senza il pagamento della provvigione, la proposta mi risulterebbe interessante, ma non vorrei si trattasse di un trucchetto da parte dell'agenzia, che verrebbe poi comunque a reclamare la mia provvigione.
    Come posso tutelarmi in tal senso? Una scrittura privata in cui si mette nero su bianca la rinuncia alla commissione sarebbe valida? E "sovrascriverebbe" il contratto firmato in precedenza?

    Grazie mille
     
  2. Rosa1968

    Rosa1968 Membro Storico

    Agente Immobiliare
    chissà perché dopo un rapporto e un comportamento esemplare di rinuncia della mediazione pur di chiudere la vendita si pensa che l'agenzia possa agire in malafede e pretendere quanto di sua spettanza. oggi non sempre le aspettative riscontrano successo e quindi capita nonostante l'impegno economico sia lo stesso da parte del mediatore di non trovare riscontro nella proposta. sta a te valutare se sia più corretto non riconoscere nulla in base anche al tipo di impegno che hai visto nel periodo della vendita. detto questo se hai paure seppur non condividendole puoi inserire il punto nell'accettazione del prezzo.
     
    A mamicri, elisabettam e Tobia piace questo elemento.
  3. topcasa

    topcasa Membro Storico

    Agente Immobiliare
    Invece di ringraziare 'agenzia pensi alla malafede! Diceva un vecchio proverbio "il lupo di mala coscienza così opera e così pensa".
     
    A Francesco Talotta, mamicri, Tobia e ad altre 2 persone piace questo elemento.
  4. Vend

    Vend Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Purtroppo oggi se ne sentono e se ne leggono di tutti i colori: basta fare una piccola ricerca con google o seguire programmi tipo le Jene per restare esterrefatti; mi rendo conto che per colpa di una piccola percentuale di "disonesti" ne facciano le spese anche gli onesti, ma la paura di incappare in quella piccola percentuale comunque c'è, e credo anche sia motivata. La stessa agenzia, quando si è trattato di abbassare il prezzo originariamente concordato della vendita, ci ha fatto firmare un documento, e non è certo andata sulla fiducia.
    Per quanto riguarda se riconoscere o meno la percentuale, il prezzo di vendita "netto" è stato fissato in base ad una esigenza di vendita per riacquistare in altra zona: al prezzo offerto, includendo la commissione, non mi sarebbe possibile. La proposta di rinuncia alla commissione è stata fatta dall'agenzia: più che altro è all'agenzia stessa decidere se continuare a cercare un acquirente al prezzo concordato oppure "accontentarsi" della sola commissione dell'acquirente.

    Grazie per le risposte
     
    A Funnyleaf e Rosa1968 piace questo messaggio.
  5. Rosa1968

    Rosa1968 Membro Storico

    Agente Immobiliare
    bah diciamo che se l'agenzia non avesse proposto di rinunciare alla provvigione e accontentarsi solo della commissione dell'acquirente, avresti anche tu perso la vendita e aspettare un altro acquirente con la situazione che c'è in atto ..... i tempi si sono notevolmente allungati, e l'agenzia ti assicuro non ha fatto solo un ragionamento per sé.
    Si sta parlando di contratti ed è giusto annotare e sottoscrivere ogni accordo successivo.
    Quindi è giusto anche da parte tua sottoscrivere il nuovo accordo.[DOUBLEPOST=1394869982,1394869907][/DOUBLEPOST]
    bisognerebbe mandare alle iene il tuo caso come tanti altri. Solo che non fanno notizia, mi spiego?
     
  6. alessandro66

    alessandro66 Membro Senior

    Privato Cittadino
    Assolutamente si....fagli mettere per iscritto la rinuncia alla provvigione e concludi...di solito le agenzie hanno dei fogli provvigionali che vengono compilati a parte e sostituiscono o confermano quanto indicato sull'incarico...a seconda dei casi.
     
  7. Bagudi

    Bagudi Moderatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Mah... questo tipo di diffidenze mi fanno cadere le braccia...
     
    A mamicri piace questo elemento.
  8. Ponz

    Ponz Membro Storico

    Agente Immobiliare
    a me fan cadere le braccia le provvigioni 0 da proprietario.
     
    A Bagudi e Tobia piace questo messaggio.
  9. alessandro66

    alessandro66 Membro Senior

    Privato Cittadino
    Purtroppo è una diffidenza comprensibile perché non è la prima volta che un'agenzia faccia leva sulla provvigione 0 per prendere l'incarico o chiudere una proposta e poi presenti il conto...e se Vend ha questo dubbio, qualcuno gliel'avrá fatto venire...
     
  10. Rosa1968

    Rosa1968 Membro Storico

    Agente Immobiliare
    ci sarà sempre una scusa alessandro .....
     
  11. Tobia

    Tobia Membro Senior

    Agente Immobiliare
    Un foglio qualsiasi va bene, io preferisco metterlo nel compromesso ma anche a parte va bene..

    Magari ha contrattato anche 0 assistenza, solo la singola mediazione :occhi_al_cielo: ..
     
  12. alessandro66

    alessandro66 Membro Senior

    Privato Cittadino
    Ci sono scuse e giustificazioni...nello specifico mi sembra plausibile oltre che lecita...il problema è che nessuno si fida più di nessuno ed anche questo è, purtroppo, comprensibile nella società moderna...
     
  13. Rosa1968

    Rosa1968 Membro Storico

    Agente Immobiliare
    Ma guarda oggi con i tempi di vendita che si sono allungati, credo si faccia in tempo a capire con che soggetto stai collaborando.
    Comunque va bene, vada per la scrittura.
     
  14. Francesco Moro

    Francesco Moro Membro Junior

    Agente Immobiliare
    Purtroppo non tutti sono onesti.. e queste sono le conseguenze.
    Tu puoi benissimo fare un nuovo accordo con l'agenzia ma da quanto tempo collabori con essa? hai auto modo di parlare con il tuo agente?
    Ormai non si vende dall'oggi al domani e si ha il tempo di capire chi si ha dall'altra parte, anche per l'impegno e l'attenzione che ha avuto nell'operato!

    Comunque è tua la scelta, tu hai il diritto di fare un nuovo accordo.
     
  15. StLegaleDeValeriRoma

    StLegaleDeValeriRoma Membro Attivo

    Altro Professionista
    il mediatore ha diritto alla provvigione da ambedue le parti... ciò che può essere concordata è l'entità.
     
  16. Vend

    Vend Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Mi dispiace se questo post specifico vada un po' fuori discussione, ma francamente non capisco l'astio di alcune risposte. Come qualcuno ha fatto notare, se ho avuto questo timore, è perchè - come ho già detto - di truffe e raggiri se ne sentono di tutti i colori, e la categoria degli agenti immobiliari è una delle più "incriminate": mi dispiace che i lavoratori onesti si sentano tirati in causa, ma chi non ammette questa situazione probabilmente vive fuori dal mondo. Purtroppo per colpa di pochi si instaura un clima di diffidenza generalizzato, ma dal mio punto di vista più che comprensibile: l'Italia è il paese delle truffe e dei raggiri.
    E vorrei sottolineare che ogni volta che si è trattato di una qualunque modifica del contratto a favore dell'agenzia, l'agenzia stessa ha provveduto a farmi firmare carte su carte: dovrei forse dire che non si fidava? Sentirmi offeso? Semplicemente mi è sembrto ovvio e naturale che l'agenzia volesse a sua volta tutelarsi.
    Del resto, pur essendomi fidato dell'agenzia, non ho un rapporto approfondito con gli agenti, e, per dirla semplice, non stiamo facendo le cose in amicizia, proprio no: stiamo instaurando un rapporto professionale cliente-fornitore di servizio, e mi sembra ovvio che tale rapporto debba basarsi sul rispetto delle norme e delle leggi, e non sul "famose a fidà".
    Con questo spero di non aver urtato la sensibilità professionale di nessuno, e ringrazio tutti per l'interessante scambio di idee.
     
    A eldic, Incipit, Francesco Moro e ad altre 3 persone piace questo elemento.

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina