• immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

tecnocasa segrate

Membro Attivo
Agente Immobiliare
Buongiorno, in periodi di crisi succede anche questo, l'Agenzia delle Entrate, ufficio territoriale di Milano 3, ha valutato che l'inserimento all'interno dei contratti di locazione della clausola di corresponsione degli interessi moratori, fissato pari agli interessi legali (0,3% dal 1/1/18) sia da considerare una clausola penale e di conseguenza da tassare in caso di registrazione con cedolare secca in tassa fissa €.200.
L'Agenzia sta leggendo i contratti dal 2015 e inviando lettere per la liquidazione dell'imposta di registro per loro non pagata, infatti con l'adesione al regime della cedolare secca l'ufficio tassa come se l'atto contenesse la sola disposizione degli interessi di mora in caso di ritardato pagamento.
La procedura prevede che se si registra in telematico e non si allega il contratto, l'Agenzia chiede copia al cliente del contratto e dopo pochi giorni arriva l'avviso di liquidazione delle imposte pari a circa €.300,00 comprensive di €. 60,00 per sanzioni, oltre interessi e spese di notifica.
Se conoscete altri uffici dell'A.d.E. che praticano questa prassi fatemelo sapere.
 

Bruno2301

Membro Assiduo
Agente Immobiliare
Non ho notizia di questo ma è interessante come le studiano tutte pur di racimolare soldi!!!
 

dormiente

Membro Senior
Agente Immobiliare
Per me i tassi legali non sono una clausola penale. Dipende cosa scrivi. Il modello dei canoni concordati ha uno scritto ben preciso.
 
Ultima modifica:

tecnocasa segrate

Membro Attivo
Agente Immobiliare
si certo il punto incriminato del contratto cita:
Salvo quanto previsto dall’art.55 L.392/78, il mancato pagamento anche di una sola rata del canone decorsi venti giorni dalla scadenza prevista, ovvero il mancato pagamento nel termine previsto degli oneri accessori quando l’importo non pagato superi quello di due mensilità del canone, costituisce motivo di risoluzione del contratto ai sensi dell’art.1456 del c.c.. In caso di ritardato pagamento del canone e di quant’altro dovuto in adempimento del presente contratto, il Conduttore dovrà corrispondere, anche senza l’intimazione di cui all’art.1219 del c.c., gli interessi moratori da calcolarsi ad un tasso che viene fissato in misura pari a quello legale art.1224 c.c., decorrenti dalle scadenze di cui all’art.3 del presente contratto. Il pagamento non potrà venire ritardato o sospeso dal Conduttore per alcuna ragione o motivo, salvo restando il separato esercizio delle proprie eventuali ragioni.
 

Bruno2301

Membro Assiduo
Agente Immobiliare
Ma questa dicitura è intutti i contratti ed è prevista per legge anche se non menzionata nel contratto. Quindi a dire che tutti i contratti di locazione devono pagare 200Euro?
 

dormiente

Membro Senior
Agente Immobiliare
Tu hai aggiunto altro. Questa é la dicitura dei canoni concordati:

Il pagamento del canone o di quant'altro dovuto anche per oneri accessori non può venire sospeso o ritardato da pretese o eccezioni del conduttore, quale ne sia il titolo. Il mancato puntuale pagamento, per qualsiasi causa, anche di una sola rata del canone, nonché di quant'altro dovuto, ove di importo pari almeno ad una mensilità del canone, costituisce in mora il conduttore, fatto salvo quanto previsto dall'articolo 55 della legge 27 luglio 1978, n. 392.

L'art. 55 della legge 27 luglio 1978 n.392 dà la possibilità al conduttore di eliminare l'inadempimento da morosità e di estinguere il diritto alla risoluzione del contratto già sorto a favore del locatore pagando quanto dovuto per canoni scaduti, oneri accessori, interessi e spese, questo dice.
Se tu invece imponi al conduttore sin da ora, prima che sorgano gli effetti della morosità e non gli dai la possibilità di eliminare l'inadempimento mi sembra proprio una clausola penale.
Si stanno raffinando :riflessione:
 

dormiente

Membro Senior
Agente Immobiliare
Anche se loro dicono che la clausola penale apposta volontariamente dalle parti..... direi che é vessatoria, al concreto poi non vale niente essendo un canone concordato. Mah.
 

Bruno2301

Membro Assiduo
Agente Immobiliare
Nò ma io dico è un articolo del codice civile proprio dei contratti di locazione in generale, non è una clausola penale stabilita frà le parti ed è sempre esistita e all'agenzia delle entrate mai nessuno a detto di pagare questa cifra e quindi come fanno ora a chiedere gli arretrati se non me li hai chiesti prima e cioè al momento della registrazione? Secondo me se veramente viene adottata questa misura a livello nazionale ci saranno contensiosi a non finire!
 

dormiente

Membro Senior
Agente Immobiliare
Negli accordi territoriali non é previsto quello che hai aggiunto. Lo puoi scrivere nei contratti liberi, non nei contratti a canone concordato. L'agenzia delle entrate gli arretrati te li può chiedere anche 5 anni dopo. Ma voi della tecno ce l'avete uno studio legale, sottoponi la questione e dicci dicci.
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Ultimi Messaggi sui Profili

Salve a tutti, mi sono appena iscritto, non ho mai usato un forum in vita mia, quindi vi chiedo di perdonare qualche mio errore iniziale e di supportarmi nell'utilizzo.
Mi chiamo Simone Troisi, ho un agenzia immobiliare a Cava dè Tirreni in provincia di Salerno
L'immobiliare è la mia passione principale in tutte le sue forme... dai citofoni per il porta a porta, agli aspetti più tecnici come l'asset management.
Carminecucci ha scritto sul profilo di Marco Giovannelli.
Salve Marco
Volevo chiederle un consiglio su un immobile seminterrato, è situato in porta romana Milano all’interno del condomino accatastato come c2.L’agenzia ha detto che è possibile passarlo ad abitazione già nell’ annuncio, è chiamandoli mi hanno detto che bisogna fare i lavori e poi i vari documenti al comune. Mi posso fidare o l’agenzia per di vendere Dire sempre di tutto?
Alto