1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. guz

    guz Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    salve, ho un quesito da porre riguardo un contratto di locazione di cui io sono il conduttore.
    Allora : 5 anni fa presi in affitto un immobile in Firenze con contartto per studenti a 36 mesi (di cui peraltro io ho visto solo il contartto originario e poi negli anni successivi niente più..nonostante lui dica di registrarlo ogni anno e di pagarci le tasse, ma non mi ha mai chiesto adeguamenti istat, nè altro) che nel 2007 si è rinnovato per altri 36 mesi se non altro per tacito rinnovo, dato che nè io nè il locatore abbiamo dato disdette, e comunque a lui andava bene. Allora io quando ho preso il affitto ci eravamo accordati per pagare oltre l'affitto normale (900€) una cifra forfettaria e quindi ogni mese davo 80 € in più per spese condominiali e riscaldamento -perchè cemtralizzato-, e per i primi 4 anni non mi ha mai chiesto conguagli o quant'altro. Poi nel 2008 mi chiese di dargli in più 170€ perchè diceva che le spese del condominio erano salite e lui ci stava rimettendo ( si?! poverino lui..è solo perdiatra e ha solo altre 3 case in affitto oltre una villa al mare di 800(!!!) mq.. ).
    Alla fine ci accordammo per un'aumento di 120€ mensili (fuori contratto) : quindi in definitiva pagavo 200€ al mese di condominio; questo aumento l'ho pagato per 14 mesi ,fino ad agosto di quest'anno, causa di effettivi problemi economici; e comunque contiunuando a pagare la cifra presente nell'unico contratto registrato nel 2004 di 980€.
    Ora FINITA LA PREMESSA, la mia domanda è questa: dato che nel frattempo mi sono accorto che l'impianto ellettrico della casa non è a norma (dato che ci ho preso la scossa svariate volte..) , secondo voi ,senza adire alcuna via legale, se io propongo al padrone di casa di accordarmi una riduzione del canone mensile ad 800 (ed io continuando a pagare 980, quindi lui si pupperebbe 180€ per il condominio) , non vi pare che sarebbe una buona via d'uscita per entrambi?
    ALtrimenti mi consigliate di consultare un legale e vedere se il caso di chiedere la disdetta (sempre che siamo nelle legge poichè non sono sicuro che sia possibile il rinnovo automatico per i contarrti per studenti dato che il non lo sono più tra altro ) e/o il risarcimento dei danni?
    grazie e scusate la lungaggine.
    p.s. se ho sbagliato sezione del forum prego chi di competenza di spostarmi nella sezione giusta.
     
  2. Francesca Cecchini

    Francesca Cecchini Nuovo Iscritto

    Altro Professionista
    Un po' un pasticcio....
    Anzitutto dovresti chiedere la copia del contratto per essere sicuro dell'effettività delle registrazioni, poi puoi anche chiedere che ti vengano mostrate le spese condominiali, giusto per avere idea se siano effettive (ma, se tutto questo tempo senza l'aumento istat, ho un po' il dubbio sulla regolarità del contratto....magari se paghi anche in contanti mi viene ancora di più)
    Poi: l'unica cosa che mi verrebbe in mente è chiedere un abbassamento del canone per mutate condizioni dell'immobile, ma è molto "tentata" come ipotesi (anche perchè potresti rischiare che lui ti faccia tutti assieme gli adeguamenti istat, come compensazione).
    Inizia comunque col chiedere la copia del contratto registrato e i giustificativi delle spese.
     
  3. mariarosaria

    mariarosaria Nuovo Iscritto

    Agente Immobiliare
    buongiorno per prima cosa bisogna vedere se il contratto è stato registrato per l'intero importo ,poi cosa c'è scritto nel contratto e infine lei può pretendere l'impianto a norma della legge 46/90 anche perchè è obbligatiorio non si potrebbe locare e dopo queste cose allora si vede se si puo chiedere il canone inferiore e poi le dovrebbe mostrare le rate condominiali .

    distinti saluti :occhi_al_cielo:
     
  4. Elisa Vicariotto

    Elisa Vicariotto Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Il contratto ad uso transitorio per studenti può essere rinnovato una sola volta per il medesimo periodo originario.
    Anche se il contratto prevede che, oltre al canone, tu debba pagare 80,00 euro di spese condominiali, hai tutto il diritto di esigere un rendiconto delle spese annuali; peraltro, avresti pure il diritto a partecipare alle assemblee condominiali, atteso che alcune decisioni (per es. la gestione del riscaldamento) incidono direttamente sui tuoi interessi economici.
    Il problema della registrazione non è irrilevante: tu ed il proprietario siete obbligati in solido, ed in ipotesi di accertamento, l'Agenzia delle Entrate potrebbe richiedere tutto a te.
    Fossi in te, continuerei a pagare 980,00 euro ed invierei una richiesta scritta al proprietario in cui chiedi per il futuro un rendiconto delle spese e denunci i gravi problemi all'impianto elettrico.
    Non mi preoccuperei invece per l'adeguamento ISTAT che il proprietario può esigere solo per il futuro, non già per il pregresso.
     
  5. guz

    guz Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    OK

     
  6. Elisa Vicariotto

    Elisa Vicariotto Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Intanto, vorrei chiarire che l'omesso versamento dell'imposta di registro è problema di natura squisitamente fiscale che non inficia la validità del contratto; si tratta di una irregolarità di cui rispondono solidarmente proprietario e conduttore.
    Quanto all'impianto elettrico, qualora non fosse a norma, potresti chiedere giudizialmente la riduzione del canone o, nei casi più gravi, la sospensione dell'erogazione dello stesso; puoi ottenere il risarcimento dei danni solo se provi di averne effettivamente subito e in che misura.
    Mi pare che la cosa più interessante sia però il pagamento delle "spese condominiali".
    Premetto che occorrerebbe leggere cosa il contratto statuisca esattamente sul punto.
    Nel tuo caso, potrebbe però configurarsi un pagamento indebito (ossia di somme non dovute) che potresti chiedere in restituzione agendo entro 6 mesi dalla conclusione del contratto.
    Perdonami se sono approssimativa, ma senza documentazione davanti è sempre difficile dare pareri.
     
  7. guz

    guz Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Ma che approssimativa, lei è veramente gentilissima, e mi aiuta a districarmi in questa giungla difficile da districare che sono i rapporti tra locatore e conduttore ,o come si dice tra padrone di casa e inquilino.. :ok:

    e grazie a tutti gli altri
     
  8. guz

    guz Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    p.s. vorrei fare inoltre presente che io in 5 anni di rapporti non mi sono mai azzardato a fare richieste al prorpietario perchè la vecchia affittuaria mi aveva avvertito della " parsimoniosità" del tale dottore ,nonostante ne avrei avute le possibilità perchè le cose da sistemare nel corso degli anni sono state varie (lucchetto porta ingresso, serranda cucina, vaire prese da sistemare-cambiare nonchè prese antenna di casa , infissi di quasi tutte le finestre rovinate con spifferi da tutte le parti,cantina inutilizzabile causa presenza di cianfrusaglie varie provenienti da vecchi inquilini...vicini insopportabili( questa lo so che nn è concepibile come opposizione però è vero..dei veri rombiballe con festini alle 5 del mattino..se mi permettete il termine e questo suo atteggiamento di richiedermi pochi euro per lui con questo pressing è da vero pellaio, termine toscano per dire tirchio e non solo.. E di cui la mia voglia. eventualmente anche in sede legale, di far valere le mie ragioni!! :disappunto:
     
  9. noelferra

    noelferra Nuovo Iscritto

    Agente Immobiliare
    Io credo che il tuo pediatra, sia un po' controlegge. Pertanto dovresti partire da questo presupposto.
    Non ho riletto tutti gli interventi e controinterventi, comunque ricapitolando.
    Hai un contratto per studenti, che non vale piu' in quanto tu studente non lo sei piu', nonche' per il fatto che il contratto per studenti presupponeva una sola possiblita' di rinoovo. Magari successivamente, rifare nuovo contratto.
    Per cui cerca anche attraverso l'ufficio delle entrate dove e' stato registrato la prima volta di averne copia o situazione di registrazione.
    Secondo nel condominio puoi benissimo votare e' una tua facolta' data dalla legge, soprattutto per quanto concerne il riscaldamento dove devi essere invitato all'assemblea.
    Terzo sicuramente il tuo pediatra non paga le tasse, in maniera, esatta ICI ridotta per studenti, che non le spetta, riduzione IRPEF se dichiara che la casa e' data a studenti fuori sede con accordi territoriali, almeno in alcune citta'.
    Spese condominiali te le deve dimostrare , e se sono forfettarie non esistono in contratto , per cui puoi richiederne la restituzione.
    Per gli aumenti ISTAT non puo' piu' applicarli per il passato , ma solo per il futuro.
    Adesso cerca di metterti in mano delle carte, che poi se vuoi giokeremo insieme con il rpoprietario.
    ! copia contratto e se risulta registrato.
    Poi npasseremo al passo successivo, anche in maniera guidata.
    Se lo vorrai.( sei andato dall'Agenti Immobiliari che ti ha affittato casa? speriamo di si , perche' altrimenti potrei essere anchio)
    Cordialmente e sii sereno
    Noel
     
  10. guz

    guz Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    allora noel, innanzitutto grazie dell'interesse. Ci siamo già trovati nell'agenzia che "si occupa " degli immobili(! plurale..) del padrone e in tale sede lui ha esposto le sue recriminazioni ed io le mie. Chiaramente l'unico interesse dell'intermediario presente era che la casa si liberasse di modo che lui gliela poteva riaffitare "easy" come ha detto lui. Anche se sul fatto che mi chieda il padrone 200e al mese di spesa anche lui ha dovuto ammettere che sono tante/troppe. Per il resto sono stato io ad informarlo sulla questione del rinnovo per contratto sebbene fosse per studenti perchè lui nn lo sapeva..e comunque chiaramente tendeva ad avallare le richieste del proprietario. L'unico momento in cui l'ho visto in difficoltà è quando gli ho fatto menzione dell'irregolarità del sistema elettrico..lì è sbiancato un attimo :^^:

    per sapere se registrato come faccio a sapere ? dal sito dell'agenzia delle entrate dove sono già registrato si può fare una sorta di visura o devo andare fisicamente all'agenzia? e in quale però?

    Cmq io mi sento sereno come chi ha il coltello dalla parte del manico...non vorrei usarlo e al proprietario ho proposto un buon compromesso mi pare (continuare a pagare i miei buoni 980€ senza sorprese per un altro anno e poi lo affitti a chi e a quanto vuole..tanto all'ingordigia degli unomini nn c'e mai fine e chi + ha più vuole.., Ma non c'è peggior sordo di chi non vuol sentire (lui vuole i sui soldini 900€ puliti puliti) ,di conseguenza mi sto aggiornando/preparando nel caso ci sia la necessità... :)

    grazie :stretta_di_mano: .
     
  11. Elisa Vicariotto

    Elisa Vicariotto Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Non ho ancora capito se il contratto prevedesse espressamente il pagamento di euro 80,00 (salvo conguaglio). In tale ipotesi, continuerei serenamente a versare quella cifra e poi se ne riparla a fine anno con i documenti contabili alla mano e possibilmente la ripartizione delle spese tra proprietario e conduttore che spesso gli amministratori operano (non sono però tenuti).
    Nel frattempo, invierei una raccomandata AR al proprietario con la denuncia del malfunzionamento dell'impianto elettrico (possibilmente aggiungi: "come più volte segnalato telefonicamente") e la richiesta a provvedere nell'immediato, segnalando che, in mancanza, ti rivolgerai all'autorità giudiziaria competente e a quelle amministrative (ASL e Vigili del Fuoco: fidati gli possono creare grossi problemi!).
    Se non funziona, rivolgiti ad un avvocato (purtroppo, o per fortuna, la lettera di un legale è spesso un forte mezzo di persuasione).
    Evita se possibile di fare causa.
     
  12. guz

    guz Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    ok,anche se l'idea mi sfiora.. :soldi: :^^:
     
  13. Elisa Vicariotto

    Elisa Vicariotto Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    In realtà, le spese condominiali degli scorsi anni potrebbe comunque chiedertele, purchè riesca a dimostrarle.
    La richiesta di sistemazione dell'impianto elettrico dovrebbe essere utilizzata come merce di scambio: ossia, se proprio non vuoi sistemarlo lasciamo le cose come stanno ma non chiedermi ulteriori soldi. Ovviamente, se raggiungeste l'accordo, questo dovrebbe essere formalizzato in una scrittura privata in cui si dia atto che gli 80,00 euro mensili sono esaustivi delle spese.
    Per ottenere la riduzione del canone dovresti fare causa, ma tale domanda verrebbe meno se il proprietario si offrisse di sistemare l'impianto, poichè la riduzione è appunto connessa ad un deficit funzionale.
    Capisco il disagio che stai vivendo, ma devi sempre tener presente che hai firmato un contratto con cui ti sei impegnato a pagare una determinata cifra quale canone, oltre alle spese condominiali. Magari il proprietario ti ha fatto pagare un canone eccessivo, ma - scusa la franchezza - tu però hai accettato. Se poi ti ha fatto pagare meno spese di quelle effettive, mi pare anche una fortuna. Ripeto: perdona la franchezza, ma penso che essere oggettivi possa aiutarti più che dirti che hai ragione al 100%.
     
  14. guz

    guz Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Buonasera. Io sono in tutto e per tutto daccordo con lei. Anche sul non avere il 100% di ragione. Ma la giustizia infatti a volte giudica con "buon senso" ed io credo di averne nel caso specifico più del Doc..
    So di aver firmato "salvo conguaglio"..certo è che non mi aspettavo levitassero a tal punto (da 80 a 200..). Detto ciò siamo giunti alla stessa mia conclusione , che tra l'altro ho già esposto al proprietario nell'incontro che ci è stato. Nello stesso io ho proprio usato il discorso dell'impianto non a norma come "mercie di scambio" come la hai definita tu: nel senso "fammi rimanere un'altro anno così come stiamo (pagando io i miei 980, non di + e con l'impianto irregolare) e poi io me ne vado e tu fai quello che vuoi". A me pareva di aver proposto un buon compromesso, equo per entrambi. Il problema è che lui è fosssilizzato nelle sue convinzioni. La questione è aperta: ora sono in attesa che lui si faccia fare dall'amministratore i calcoli delle spettanze; poi vediamo. Speriamo che abbiaq anche lui il buon senso di non eccedere con le richieste..Nel qual caso mi premurerò di aggiornarti della evoluzione del caso..sempre che non ti rompa..Grazie avvocato!!
     
  15. Elisa Vicariotto

    Elisa Vicariotto Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Certo, tienimi aggiornata.
     
  16. guz

    guz Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Perfetto, grazie. :ok: :stretta_di_mano: :applauso:
     
  17. noelferra

    noelferra Nuovo Iscritto

    Agente Immobiliare
    Sei in buone mani GUz .
    Su immobilio c'e' il meglio in tuti i sensi.
    Ciao auguroni
    vedrai andra' tutto ok.
    Per l'agenzia entrate chiedi all'agente immobiliare se non ricordi dove sei andato a registrare, poi devi andare e fare richiesta ma di solito se vogliono e' immadiatoa la copia del contratto.
    Ciao
    Noel
     
  18. Roby

    Roby Fondatore

    Agente Immobiliare
    Rimane il fatto che io in un appartamento dove se attacco un spina e apro l'acqua sento corrente, non ci resto un giorno in più, se quello che dici corrisponde al vero scrivi subito una bella raccomandata per l'adeguamento dell'impianto elettrico, non si scherza oggi sugli impianti non a norma, vedrai che gli fai passare un brutto quarto d'ora quando gli arriva la raccomandata.

    Certa gente deve imparare a vivere.
     
  19. noelferra

    noelferra Nuovo Iscritto

    Agente Immobiliare
    Hanno imparato , hanno imparato caro Roby.
    Siamo noi che non riusciamo ad imparare.
    Loro se ne fregano di tutto e di tutti, cosi' facendo e con la Giustizia italiana esistente sono piu' che tranquilli.
    Noi abbiamo pauraa volte anche di farci pagare, o di non vendere se riscontriamo una piccola imperfezione nei documenti di provenienza, o siamo preoccupatissimi se ci arriva una lettera dal fisco o da una istituzione per la paura di aver commesso qualkosa
    Chi e' che non ha imparato a vivere?
    Loro si credimi.
    Cordialmente
    Noel
     
  20. guz

    guz Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    a distanza di diverso tempo e per corretteza riguardo alle gentili e precise risposte che mi avevate dato sul forum,sebben in ritardo ci tenevo ad informarvi che "the padron" alla fine acconsentì alle mie richieste e non gli ho più pagato il "surplus" da lui richiesto anche perchè poi "il bischero" ( :risata: ) ricontrollando le varie spese condominiali da lui sostenute in più, è convenuto che non fossero cos' ingenti da necessitare "un conguaglio" mensile in più e solo una volta l'anno se c'è da dargli quel qualcosina in più glielo darò così "brevi manu"...se glielo darò :^^: :applauso:
    denkiu a tutti..
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina