• immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Marco88

Membro Attivo
Agente Immobiliare
Una mia cliente, alla quale gestisco i suoi appartamenti in affitto, mi ha detto che uno dei suoi inquilini vuole comprare l'appartamento in cui vive.
Premetto che quello è un appartamento che non ho affittato io, anche perché è stato affittato circa 15 anni fa.
Comunque, la mia cliente mi ha chiamato per avere un parere sul prezzo ecc..
Siamo rimasti d'accordo così, lei parlerà con il suo inquilino per capire se è possibile trovare un accordo sul prezzo, e se dovessero trovarlo poi mi farà gestire a me il tutto.
Ora, siccome è la prima volta che mi capita, voi cosa fareste? Cioè se dovessero andare d'accordo sul prezzo e quindi poi entro in gioco io, quanto potrei chiedere di provvigione? Quella standard o di meno?
 

Marco88

Membro Attivo
Agente Immobiliare
Bè sul fatto che mi richiamerà non ho dubbi, è una mia cliente da diversi anni. Le gestisco molti appartamenti ecc.. , per esempio l'anno scorso le ho affittato un suo appartamento ad una sua conoscente mettendomi direttamente in contatto con lei e pagandomi la provvigione piena, di sicuro mi richiama ed eventualmente manterrà la parola. Però abitando lei di fronte all'inquilino ed avendo un rapporto stretto ormai da anni parlerà prima lei direttamente con lui, poi se è tutto ok mando io avanti la pratica
 

Zagonara Emanuele

Membro Assiduo
Agente Immobiliare
Se trovano un accordo tra di loro e tu subentri solo a cose fatte per quale ragione dovrebbero pagarti ?
Forse la tua cliente potrebbe anche sentirsi "in dovere" di pagare qualche cosa per la consulenza e il disturbo ma non certo a titolo di provvigione dovuta, ma l'acquirente perchè mai dovrebbe anche solo offriti un caffè ?

Se invece subentri nella trattativa col consenso di tutte la parti (acquirente compreso) e ti adoperi per far loro raggiungere un accordo sulla comprabendita o sei determinante nella soluzione di eventuali problemi allora ti sarebbe dovuta una provvigione da entrambe le parti.
 

Zagonara Emanuele

Membro Assiduo
Agente Immobiliare
Praticamente dovrei fare il preliminare, registrazione, verifica documentazione ecc..
Visto che non mi pare tu abbia le idee molto chiare neppure sulle cose elementari, forse è meglio che il prelimianre tu lo faccia fare ad un notaio (mi spiego meglio perchè non vorrei sembrarti offensivo. Se stai a chiedere informazioni del tipo di quelle esposte nella tua domanda è evidente che tu manchi di esperienza).

Per il resto (verifica documenti, visure, registrazione) se sei in grado di farlo, puoi farti pagare per il "servizio" (ovvero chiedere qualche centinaia di euro) ma non certo per una mediazione (poichè se si mettono d'accordo da soli, non c'è alcua mediazione).
 

Marco88

Membro Attivo
Agente Immobiliare
Intanto ho ben idea di ciò che devo fare, forse non hai capito tu la domanda. Di preliminari ne ho fatto diversi quindi, se permetti, non ho bisogno di lezioni su questo. Senza polemica eh, però io non mi permetterei mai di giudicare la professionalità di una persona senza minimamente conoscerla.
La mia domanda era molto semplice e nel tuo post qui sopra, tolta la prima parte completamente inutile, hai risposto(qualche centinaio di euro per visure, registrazione ecc..).
Mi pare poi elementare che non si tratti di mediazione, questo e ovvio.
 

il_dalfo

Membro Attivo
Professionista
Ciao @Marco88 un suggerimento: visto che in sede di atto dovrebbe venir menzionata la mediazione che, nel caso specifico, forse non verrà eseguita (non metti in contatto le parti per la conclusione dell'affare, bensì ti "limiti" alla consulenza per la corretta stesura del preliminare) penso che potresti valutare di rilasciare una fattura per "consulenza". Non saprei dirti se detta fattura potrebbe ricadere addirittura nelle prestazioni occasionali, ma almeno eviteresti di dover giustificare (in caso di controlli) perché hai chiesto "poco" di provvigione.
 

bit100

Membro Attivo
Amm.re Condominio
Consulenza Immobiliare, non c'è stata mediazione chiederai un contributo da tutte e due le parti per l'aiuto nella buona riuscita dell'operazione. Comunque io per essere sicuro mi farei dare l'incarico in esclusiva o almeno un foglio scritto in cui la Signora dichiara la volontá di vendere e a quale prezzo.
 

francesca63

Membro Assiduo
Privato Cittadino
visto che in sede di atto dovrebbe venir menzionata la mediazione
Se non ci sarà mediazione, ma solo consulenza, in atto non dovrà essere menzionata nessuna mediazione.
, non c'è stata mediazione chiederai un contributo da tutte e due le parti per l'aiuto nella buona riuscita dell'operazione.
Perché a tutte e due le parti ?
L’inquilino non ha nessun dovere di pagare consulenze chieste dal venditore.
 

eldic

Membro Storico
Privato Cittadino
se fosse una cliente da "una botta e via", un 3/400 euro forse ci stavano, se davvero gli avessi seguito tutta la parte burocratica della pratica.
ma considerato che è tua cliente che ti dà parecchio lavoro (e mi pare che sia così), puoi anche fare la brillante. prima o poi la cosa ti "torna indietro".
 

bit100

Membro Attivo
Amm.re Condominio
Nel momento in cui tu acquirente entri nel mio ufficio e io devo per forza stilare una normale proposta d'acquisto che dovrá essere accettata per essere legale dalla parte venditrice, io agente immobiliare ti sto offrendo una consulenza ti metto nelle migliori condizioni e ti offro gli strumenti per poter chiudere la compravendita e non parliamo del fatto di dover negoziare il prezzo magari al ribasso in quel caso stai lavorando solo per inquilino/acquirente. :)
 

Marco88

Membro Attivo
Agente Immobiliare
Be la cliente sicuramente mi da parecchio lavoro, ha diversi appartamenti che ciclicamente si liberano e vanno quindi affittati di nuovo. Quindi vediamo, se trovano o meno l'accordo ecc..
 

francesca63

Membro Assiduo
Privato Cittadino
Nel momento in cui tu acquirente entri nel mio ufficio e io devo per forza stilare una normale proposta d'acquisto che dovrá essere accettata per essere legale dalla parte venditrice, io agente immobiliare ti sto offrendo una consulenza ti metto nelle migliori condizioni e ti offro gli strumenti per poter chiudere la compravendita e non parliamo del fatto di dover negoziare il prezzo magari al ribasso in quel caso stai lavorando solo per inquilino/acquirente. :)
Mi pareva che la richiesta fosse diversa: io venditore trovo l’accordo, tu agente mi aiuti a verificare che tutto proceda bene.
Non si parla di proposte d’acquisto (piuttosto di stilare direttamente un preliminare dopo che l’accordo è stato già trovato privatamente) , né di negoziare il prezzo, e l’inquilino potrebbe anche non incontrarlo.
È una consulenza alla parte venditrice.
Se poi anche l’inquilino , che ha il solo obbligo di pagare il prezzo pattuito nei tempi concordati, si sente più tranquillo , va bene chiedere anche a lui di pagare.
Ma magari preferisce avvalersi di altri professionisti.
 
Ultima modifica:

bit100

Membro Attivo
Amm.re Condominio
Si altri professionisti che devono avere a che fare col venditore perchè se il tecnico o il perito dovesse chiamarti per chiederti l'indirizzo o informazioni in quel momento stai anche lavorando per l'acquirente ovvio non deve uscire dal tuo ufficio neanche una scheda catastale ne un atto di provenienza
 

francesca63

Membro Assiduo
Privato Cittadino
Si altri professionisti che devono avere a che fare col venditore perchè se il tecnico o il perito dovesse chiamarti per chiederti l'indirizzo o informazioni in quel momento stai anche lavorando per l'acquirente ovvio non deve uscire dal tuo ufficio neanche una scheda catastale ne un atto di provenienza
Anche in questo caso, secondo me, si tratta di consulenza per il venditore, che dovrebbe fornire direttamente i documenti ai tecnici dell’acquirente e invece paga perché sia il “consulente” a occuparsi di tutto.
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Le Ultime Discussioni

Ultimi Messaggi sui Profili

Salve.Garage facente parte dell'edificio senza ingresso diretto all'interno,attiguo alla proprietà vicina(a specchio e separata ) Vorrei una porta basculante e lasciare aperto sopra(il soffitto scende e all'ingresso l'altezza è minore) opure un muro forato di mattoni. Tutto ciò nei miei sogni NON necessiterebbe/intaccherebbe l' abitabilità residua.Quali sono i permessi ed i costi della pratica necessaria?Grazie.
Alto