1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. Adricharlie

    Adricharlie Ospite

    Salve a tutti , :)
    intanto grazie a chi vorrà leggere questa mia domanda e potrà altresì darmi alcune delucidazioni al riguardo; questa è la prima volta che scrivo a questo forum, dopo averne letto di tutti i colori preferisco scrivere il mio quesito, soprattutto per orientarmi su cosa fare per risolverlo.:stretta_di_mano:

    Il problema è questo, nel 2004 acquisto da una cooperativa un alloggio costruito in edilizia agevolata con contributo della regione lazio. Questo immobile a luglio 2004 mi viene assegnato in "affitto per 8 anni" e mi è stato rogitato a mio nome il luglio 2012 dove tra le altre coseviene indicato che il terreno dove sorge l'abitazione è di proprietà della cooperativa, il valore massimo dell'immobile da convenzione con il comune era di 137.000€.
    Ora per problemi economici dovuti al divorzio, (avvenuto lo scorso agosto 2012 con la moglie e la figlia che sono andati in altro appartamento e c'è separazione dei beni e casa rimasta quindi a me),devo venderlo prima dei fatidici 5 anni dall'acquisto (ma non contano gli 8 anni precedenti?) e qui iniziano i problemi e le mie domande.
    Nella richiesta alla regione Lazio "autorizzazione alla vendita o alla locazione di alloggi di edilizia residenziale agevolata (L 179/92 art. 20 e ss. mm. e ii.)", c'è scritto come già voi professionisti sapete
    "Gli alloggi di edilizia residenziale, finanziati comunque con contributo pubblico, non
    possono essere venduti o locati prima di cinque anni decorrenti dalla data di acquisto o
    assegnazione.
    Tuttavia, la vendita o la locazione può essere autorizzata dalla Regione qualora
    sussistano gravi, sopravvenuti e documentati motivi. Per “gravi” motivi sono da
    considerarsi quelli costituenti un grave disagio per la famiglia, per “sopravvenuti” quelli non
    sussistenti al momento dell’acquisto o dell’assegnazione e per “documentati” quelli
    comprovati con la certificazione richiesta dalla Regione".

    Ma il punto che mi fa impazzire è questo!
    Per quanto concerne la definizione di quinquennio si fa riferimento:
    -per gli alloggi di cooperative edilizie e loro consorzi alla data del verbale di consegna-assegnazione di cui all'art.98 del T.U. di cui al R.D.1165/38. E in via subordinata, qualora manche il suddetto atto, alla data dell'atto pubblico di assegnazione dell'alloggio.

    Ora questi due atti, che ho entrambi, differiscono tra loro di 8 ANNI!:shock: Il primo mi è stato consegnato all'entrata nell'alloggio nel giugno 2004 il secondo è il rogito del luglio 2012!
    Secondo questo documento, in teoria non dovrei chiedere nessun autorizzazione perchè i 5 anni sono belli che scaduti... giusto?


    Il notaio quando ha visto questo è rimasto basito, ma mi ha consigliato di fare comunuqe la domanda alla regione Lazio per l'autorizzazione alla vendita secondo una delle condizioni previste:
    "Stato di divorzio tra i coniugi e/o ricongiungimento di quota di diritto reale dell’alloggio
    a favore del coniuge a cui è attribuito, per sentenza, il pieno godimento dell’alloggio a
    seguito di sentenza definitiva di divorzio. Da documentare con provvedimenti
    giurisdizionali"


    Questo sarà poi solo il primo problema da affrontare, il prossimo sarà quello della convenzione del comune e del prezzo imposto...cosa che al momento dell'acquisto non mi avevo fatto sapere, no comment...solo al momento del rogito ne sono venuto a conoscenza

    Grazie e scusate per la lunghezza del post
     
  2. Bagudi

    Bagudi Moderatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    La cosa giusta è rivolgersi alla Regione: in effetti, potrebbe essere benissimo che, in questo caso, faccia fede la data della consegna e non quella del rogito.
     
  3. Manzoni Maurizio

    Manzoni Maurizio Membro Assiduo

    Agente Immobiliare
    Sicuramente la data di consegna è da intendersi per l'acquisto quindi 2012, la precedente era per l'affitto.
     
  4. Bagudi

    Bagudi Moderatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Non è detto... A volte, l'edilizia convenzionata ha clausole particolari per casi particolari...
     
  5. topcasa

    topcasa Membro Storico

    Agente Immobiliare
    Puoi richiedere la verifica alla regione Lazio ed eventualmente una Deroga, io ricoprdo un caso in sicilia che ha avuto prima la deroga all'affitto e poi alla vendita, motivandola con un semplice trasferimento per lavoro.
     
  6. topcasa

    topcasa Membro Storico

    Agente Immobiliare
    Ciao hai visto l'email
     
  7. Adricharlie

    Adricharlie Ospite

    Sono andat alla regione ed ho fatto normale richiesta per gravi motivi, non hanno detto nulla riguardo la discrepanza tra i due certificati.
    Si spera venga accettata.
     
  8. topcasa

    topcasa Membro Storico

    Agente Immobiliare
    Ti ripeto a me l'hanno accettata era la regione sicilia del 1992
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina