1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. klaus123

    klaus123 Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    vorrei vendere delle quote ma i coproprietari non le comprano a chi le posso vendere
     
  2. od1n0

    od1n0 Membro Senior

    Privato Cittadino
    Sara' molto difficile che tu possa trovare qualcuno disposto a comprare una quota di comproprietà,Forse a un prezzo molto ridotto. Hai valutato la strada della separazione giudiziale della comunione?
     
  3. klaus123

    klaus123 Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    le quote sono gia divise ora le vorrei solo vendere sono certificate con successione e accettazione di eredità sono a nome mio
     
  4. od1n0

    od1n0 Membro Senior

    Privato Cittadino
    La divisione della comunione non significa dividere le quote ma sciogliere la comunione in maniera che non ci sia piu' comproprietà.
     
  5. klaus123

    klaus123 Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    sono state divise anche le quote dandole anche un valore[DOUBLEPOST=1384345389,1384345357][/DOUBLEPOST]ora cerco solo chi le compra
     
  6. od1n0

    od1n0 Membro Senior

    Privato Cittadino
    Sei ancora in comunione la divisione giudiziale permette di sciogliere la comunione e non centra con la divisione delle quote che avete fatto.
     
  7. smoker

    smoker Membro Senior

    Privato Cittadino
    salvo prelazione a chiunque...... come extrema ratio, come suggerito da od1n0, divisione giudiziale.

    Smoker
     
  8. Bastimento

    Bastimento Membro Storico

    Privato Cittadino
    Divisione giudiziale: si chiede al giudice quando si vuole sciogliere una comunione/comproprietà su un immobile. Se l'immobile non è divisibile, e nessuno dei comproprietari è interessato all'acquisto, il giudice dopo un certo tempo (5 anni ?) mette all'asta l'immobile, e divide il ricavato tra i possessori, ciascuno in proporzione delle proprie quote.
     
  9. debboa

    debboa Membro Attivo

    Privato Cittadino
    Scusate se intervengo con un problema simile: magari rispondendo a me risponderete anche a klaus...

    Nel mio caso due comproprietari del bene (indivisibile) vogliono vendere, gli altri due no. Le quote non sono uguali, ma nessuno ha più del 50%. Uno dei comproprietari sarebbe anche disposto a comprare le quote dei due che vogliono vendere, ma il problema è che loro (per una serie di motivi) valutano il bene molto di più del valore reale, e quindi difficilmente potremmo trovare un accordo sula vendita. Smoker ha citato la parola "prelazione", ma leggendo il codice non mi pare che il nostro caso sia normato. Se chiediamo loro una proposta di vendita, a cui noi potremmo rispondere con una proposta di acquisto per un prezzo minore che riteniamo equo, che non verrebbe accettata, nel caso poi si decidesse di vendere a terzi (senza ricorrere alla divisione giudiziale) c'è qualche legge che obbliga a non vendere a un prezzo inferiore a quello offerto da noi? Temiamo qualche "trucchetto" dei venditori per vendere a terzi "sottocosto" e poi lucrarci in qualche modo "laterale"!

    Grazie
     
  10. smoker

    smoker Membro Senior

    Privato Cittadino
    nel titolo c'è scritto: "........quote ereditarie.........."

    Smoker
     
  11. Bastimento

    Bastimento Membro Storico

    Privato Cittadino
    Per rispondere a @debboa non ho travato sul c.c. una specifica prelazione in capo ad un comproprietario, ma riterrei sufficiente quanto previsto dall'art. 1108 c.c.: per la vendita è necessario il consenso di tutti i partecipanti alla comunione.
    Ora se un terzo acquirente offre una cifra inferiore a quella del comproprietario interessato all'acquisto, questi rinnova la sua proposta o non concede il consenso.
     
  12. debboa

    debboa Membro Attivo

    Privato Cittadino
    E infatti, non essendo la nostra una comunione ereditaria, avevo detto che il nostro caso non sembra normato, almeno dal puro Codice Civile! E per questo chiedevo aiuto a voi, per sapere se almeno per prassi c'è un modo per aver una sorta di "diritto di prelazione". Anche con la prelazione "vera" penso ci siano regole sul prezzo con cui viene offerto il bene a chi ha il diritto di prelazione e, se questi rifiuta, il prezzo a cui viene venduto a terzi!
     
  13. debboa

    debboa Membro Attivo

    Privato Cittadino
    In effetti hai ragione... L'unico problema è che solo il fatto di mettere l'immobile in vendita rappresenta dei costi, e l'acquisto fatto "sul mercato" implica comunque che pagheremmo dei costi di mediazione...

    Comunque la minaccia di non acconsentire alla vendita se il prezzo delle loro quote non è equo dovrebbe bastare a farli ragionare: immagino che far vendere l'immobile all'asta dal giudice sia una Caporetto, sia come spese di giudizio sia come sconto che subirebbe il prezzo dell'immobile!
     
  14. Bastimento

    Bastimento Membro Storico

    Privato Cittadino
    Non vorrei turbare i sonni degli amici AI, ma se la tua offerta prevalesse sul prezzo spuntato sul mercato, tu non devi costi di mediazione: tu non hai avuto bisogno degli AI per fare la tua offerta direttamente ai comproprietari. Se il prezzo spuntato fosse invece nettamente superiore, dopo aver sottratto la provvigione, in quel caso ne avresti comunque un tornaconto economico.
     
  15. od1n0

    od1n0 Membro Senior

    Privato Cittadino
    Lo scioglimento della comunione e' l'extrema ratio visti i tempi e i costi da usare in caso non vi sia possibile nessu altro tipo di accordo.
     
  16. debboa

    debboa Membro Attivo

    Privato Cittadino
    Grazie a tutti e ....Bastimento, non ti preoccupare: non scrivo in che zona si trova l'immobile, altrimenti gli AI locali ti vengono a cercare! :D
     
  17. klaus123

    klaus123 Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    siamo in tribunale in causa dal 2007 5 anni sono passati e il giudice porta avanti la causa tranquillamente
     
  18. Bastimento

    Bastimento Membro Storico

    Privato Cittadino
    ... però ricordati che in questo forum sei stato gentilmente ospitato dagli AI, come me del resto ...;)
     
  19. od1n0

    od1n0 Membro Senior

    Privato Cittadino
    In causa per cosa?
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina