1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. Onix80

    Onix80 Membro Junior

    Privato Cittadino
    Gent.mi frequentatori del forum,
    sono qui a chiedervi consigli e fonti normative circa la mia questione di seguito meglio descritta:
    nel 2011 ho effettuato un preliminare di compravendita di un appartamento e, nell'occasione, ho versato la somma di euro 20.000,00 a titolo di caparra confirmatoria.
    Il rogito, fissato per il 31.12.2011, non è stato più effettuato per sopraggiunti problemi relativi alla vendita della mia abitazione, pertanto è stato redatto, tra me ed il venditore, un'integrazione al preliminare che procrastina la data del rogito al 31.12.2016 e nel frattempo, abitando nell'abitazione suddetta, sto procedendo al pagamento dell'affitto (a fondo perduto) congelando così la mia caparra.
    A causa delle abbondanti piogge cadute nello scorso inverno, nell'appartamento sono apparse, in questi giorni, delle vistose macchie di umidità e di infiltrazione d'acqua proveniente da un terrazzino tipo solarium, che interessano gran parte dell'abitazione.
    Del fatto ho informato subito l'agenzia immobiliare che segue la compravendita e l'amministratore di condominio, ma il venditore non si è ancora visto (preciso che l'impresa che ha costruito, diversa dall'impresa venditrice, è in fallimento).
    Oggi sono giunti presso la mia abitazione degli operai che ipotizzavano un non perfetto isolamento della pavimentazione del solarium e dei muri che lo circondano; piuttosto che riparare i muri e impermeabilizzare il pavimento sostituendo anche le piastrelle, avrebbero valutato la chiusura del "cielo" della terrazza con un plexiglass trasparente in modo da non far entrare più acqua, lavori che a me non convincono, che sicuramente saranno a medio-lungo termine e che sicuramente cambiano in qualche modo l'aspetto dell'appartamento rispetto a come l'ho scelto (oltre a rischiare la non risoluzione definitiva del problema).
    Considerato quanto sopra, a causa dei gravi vizi suddetti e nel timore che possano riapparire a rogito avvenuto, scongiurando anche un futuro fallimento dell'impresa venditrice, posso recedere dal contratto preliminare e riottenere la caparra (se non il doppio)?
    Quale sarebbe la procedura corretta?
    Posso sospendere il pagamento dell'affitto?
    Grazie per l'attenzione.

    Onix
     
  2. topcasa

    topcasa Membro Storico

    Agente Immobiliare
    Caso difficile, si devono scindere le due cose la locazione, e la compravendita, pui vantare diritti come inquilino, mentre il prorietario può a sua volta vantare diritti sul condominio, a mio avviso, questo non inficia il preliminare, sono cose distinte.
     
  3. Rosa1968

    Rosa1968 Membro Storico

    Agente Immobiliare
    Ti consiglio di rivolgerti ad un legale, bisogna leggere bene i due contratti.

    Se non si risolvono certo che continueranno. Mi chiedo come avete impostato i due contratti?
    Avete pensato di trascrivere il compromesso?
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina