• immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

marcozanini89

Membro Junior
Privato Cittadino
#1
E' la prima volta che mi trovo ad affittare un appartamento.
Non c'e agenzia.

Alla firma del contratto abbiamo lasciato una mensilità come cauzione, adesso mi viene richiesta dal proprietario la stipula di una polizza cosi ripartita 80% da pagare noi, il 20% la paga il proprietario.
E' una pratica comune o c'e qualcosa che non torna?
 

francesca63

Membro Assiduo
Privato Cittadino
#2
Se avete già firmato il contratto, vale quanto pattuito li.
Credo che avrebbe dovuto chiarire prima che voleva accollarvi parte di una
polizza ( che non è obbligatoria, ovviamente).
Dovete decidere se rifiutarvi, se aderire totalmente alla richiesta, oppure accettare (per non rovinare i rapporti), ma proponendo percentuali diverse.
 

marcozanini89

Membro Junior
Privato Cittadino
#3
il problema èè che non avendoci detto nulla prima io mi sono gia dotato di una mia assicurazione come inquilino che mi tutela in caso di problemi.
Adesso secondo la proprietaria sono obbligato a sottoscrivere anche questa assicurazione a suo nome, cosi da trovarmi a pagare contemporaneamente due assicurazione che in pratica coprono le medesime cose.
 

Rudyaventador

Membro Attivo
Professionista
#4
..ci doveva pensare prima....ora non puo pretenderla , fai presente se la richiesta continua per iscritto replicando che tu sei gia coperto assicurativamente, e che la pattuizione contrattuale non prevedeva l onere di una polizza assicurativa, con cordialita ....
 

marcozanini89

Membro Junior
Privato Cittadino
#5
Il problema è che se non la paghiamo sta minacciando di non registrare il contratto di affitto e quindi annullare tutto.
Può farlo?
Considerato che già ho pagato cauzione e primo affitto, senza contare le spese per arredamento.
 

davideboschi

Membro Attivo
Privato Cittadino
#7
sta minacciando di non registrare il contratto di affitto e quindi annullare tutto
Forse @francesca63 potrà essere più precisa, ma non credo che non registrare il contratto equivalga ad annullare tutto.
Il contratto impegna le parti comunque, la registrazione ha solo fini fiscali.
Direi proprio di no. Una volta che il contratto è firmato, la registrazione è obbligatoria.

Comunque il contratto puoi registrarlo tu, come già suggerito da @Bagudi . Tra l'altro, se è in cedolare secca non si paga niente.
 

francesca63

Membro Assiduo
Privato Cittadino
#9
Il contratto impegna le parti comunque, la registrazione ha solo fini fiscali.
Questo vale per le vendite.
i contratti di affitto non registrati sono nulli.
Ma , come detto da @Bagudi , può registrarlo l'inquilino, anche in ritardo, se ha in mano il contratto( come precisato da @Bastimento).
vedi anche:
"Ultimamente, la Cassazione è tornata a pronunciarsi sull’argomento con un’ordinanza del 06 settembre 2017 n. 20858 in cui afferma che la nullità del contratto di locazione per mancata registrazione risulta sanata con effetti “ex tunc dalla tardiva registrazione dell’atto stesso, cioè gli effetti del contratto registrato tardivamente retroagiscono alla data di stipulazione dell’atto stesso. Pertanto, ne consegue l’infondatezza dell’istanza del ricorrente volta ad ottenere la restituzione delle somme versate a titolo di canoni per il periodo anteriore alla registrazione del contratto, sulla base della pretesa nullità del rapporto per tale periodo. La possibilità di sanatoria con efficacia “ex tunc” in esito alla tardiva registrazione consente di mantenere stabili gli effetti del contratto voluti dalle parti sia nell’interesse del locatore, che potrà trattenere quanto ricevuto in pagamento, che nell’interesse del conduttore, che non rischierà azioni di rilascio e godrà della durata della locazione come prevista nel contratto."
Tratto da:
Contratto di locazione non registrato: effetti tra normativa civilistica e tributaria
 

Bastimento

Membro Storico
Privato Cittadino
#10
nell’interesse del locatore, che potrà trattenere quanto ricevuto in pagamento, che nell’interesse del conduttore, che non rischierà azioni di rilascio e godrà della durata della locazione come prevista nel contratto.
Mi sarebbe piaciuto che la cassazione avesse precisato che anche il conduttore potrà trattenere dai canoni dovuti, il 50% dell'importo della tassa di registro, più le sanzioni per ritardata registrazione da parte del locatore.
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Ultimi Messaggi sui Profili

costarelli ha scritto sul profilo di cristian casabella.
Ho un immobile artigianale-commerciale in un piccolo centro commerciale a bastia umbra (tra assisi e perugia) questo composto da 9 studi medici, una palestra,2 bagni e 2 spogliatoi oltre le zone comuni per un totale di 240 mq più 160 mq di terrazzo. E' affittato ad euro 1850+IVA mensili ad una società che svolge poliambulatorio medico con un contratto di 6 anni coperto da fideiussione. Prezzo 340000 rendita 6,5% anno
Alto