• immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

$i£v€®

Membro Attivo
Professionista
Salve,

sono interessato all'acquisto di un immobile in provincia di Roma.
Dopo averlo visionato ho chiesto che mi venissero forniti tutti i documenti e in parte sono stato accontentato.
L'immobile presenta delle "criticità" dal punto di vista urbanistico: una camera è abusiva e non sanabile, e l'intero fabbricato non è completamente sanato, mancano delle oblazioni da versare.
Alle mie richieste di ulteriori documenti sulla regolarità urbanistica l'agente ha tergiversato dicendo che poteva sistema il tutto al Comune; di fatto nessun documento mi è stato fornito.

Come devo comportarmi ?
Come posso verificare la conformità urbanistica ?

Ringrazio anticipatamente.
 

PyerSilvio

Membro Storico
Agente Immobiliare
Come devo comportarmi ?
Vai a fare la proposta di acquisto.
Puoi formularla vincolata e sospesa ai più svariati effetti.

Falla bassa così avrai tutti i documenti che ti servono e anche più.

Meglio faresti a farti dare una delega per la verifica di ogni carteggio necessario.

Resta inteso, che senza aver trovato un accordo economico coi venditori, non te ne farai nulla di una verifica per sanare e riconformare oggetti, che poi nemmeno dovrai comperare, non avendo raggiunto l'accordo economico.

Non esistono immobili impossibili da trasferire.
 

Giuseppe Di Massa

Membro Assiduo
Agente Immobiliare
Salve,

sono interessato all'acquisto di un immobile in provincia di Roma.
Dopo averlo visionato ho chiesto che mi venissero forniti tutti i documenti e in parte sono stato accontentato.
L'immobile presenta delle "criticità" dal punto di vista urbanistico: una camera è abusiva e non sanabile, e l'intero fabbricato non è completamente sanato, mancano delle oblazioni da versare.
Alle mie richieste di ulteriori documenti sulla regolarità urbanistica l'agente ha tergiversato dicendo che poteva sistema il tutto al Comune; di fatto nessun documento mi è stato fornito.

Come devo comportarmi ?
Come posso verificare la conformità urbanistica ?

Ringrazio anticipatamente.
Se sei interessata all'immobile ma non hai ancora fatto una proposta d'acquisto lasciando un deposito cauzionale, allora l'agente immobiliare non può fornirti troppi documenti, sopratutto con situaizoni da sanare, va tutelata la privacy del proprietario. Puoi fare una proposta con tutte le cautele possibili (quelle scritte bene ed approvate dalle varie associazioni le hanno) e a quel punto avresti tutti i diritti di venire in possesso dei documenti, in via diretta o tramite un tuo professionista. Con le dovute tutele, se emergessero situazioni non sanabili, automaticamente e facilmente riavresti in dietro il deposito (di solito un assegno che non viene versato)
 

PyerSilvio

Membro Storico
Agente Immobiliare
Solo se per “dovute tutele” intendi una condizione sospensiva, quindi qualche cosa di diverso e aggiuntivo rispetto alla proposta standard.
Sinceramente.

Trovo sempre stucchevoli quelle richieste degli acquirenti, molte volte avvallate, se non suggerite dagli intermediari, di sospendere i contratti alle conformita’ urbanistiche.

Il venditore garantisce per quello che intende vendere.
Mentre l’acquirente si obbliga per quello che intende comperare.
Ammesso che il prezzo offerto sia congruo.

Aldila’ del vantaggio, nell’ aggiudicarsi un prezzo vantaggioso, di acquirenti che intendono comperare immobili insanabili, non ne ho mai conosciuti in vita mia.

Incaricare tecnici prima del dovuto, ponendo in essere azioni inopportune.
La preoccupazione di perdere la caparra.
Il timore che il venditore si precipiti ad incassare e ad accettare una proposta, magari pure scarna, non appena questa viene formulata.
Sono tra gli errori piu’ comuni che commettono gli acquirenti.
Molto spesso mal condotti dai loro stessi tecnici incaricati.

Meglio concentrarsi sul prezzo.

Sanatorie e riconformazioni sono a carico del venditore.
 

$i£v€®

Membro Attivo
Professionista
Aggiungo che il venditore sta aspettando una proposta per completare la sanatoria e abbattere il locale abusivo.
E' un comportamento normale ?
Come mi devo comportare ?
 

cafelab

Moderatore
Membro dello Staff
Professionista
Dipende dal prezzo.
Più che altro dipende da cos'è
Se stai comprando Villa Malaparte, il gioco vale la candela
Se è un edificio autocostruito a Labaro vista Gra...
beh, potrebbe anche darsi che a quella cifra, al netto dei fastidi e dei tempi burocratici puoi trovare di meglio
ma queste sono considerazioni che devi fare tu

L’agente immobiliare, quando gli capita di fare il suo mestiere, si occupa di compravendita.
Non sana, non risana e non conforma gli immobili.
Non essendo il suo mestiere.
Giustissimo

Però, l'AI, anche se non è il suo mestiere, quando acquisisce un immobile mezzo abusivo, dovrebbe sapere come andranno le cose:
o si adatta a collaborare con il tecnico di turno piuttosto che considerarlo un rompib@lle
oppure decide di vendere solo case perfettamente in regola
 

PyerSilvio

Membro Storico
Agente Immobiliare
Però, l'AI, anche se non è il suo mestiere, quando acquisisce un immobile mezzo abusivo, dovrebbe sapere come andranno le cose:
o si adatta a collaborare con il tecnico di turno piuttosto che considerarlo un rompib@lle
oppure decide di vendere solo case perfettamente in regola
..Se mancano delle oblazioni significa che siamo in presenza di un condono.

Resta impossibile, quantificare gli oneri e le procedure, se non avviando la pratica e cominciando ad ottemperare agli oneri.

Solo dopo, occorre il tecnico per riconformare e identificare i carteggi necessari, per procedere al trasferimento.

Va da sè, che se poteva farlo il venditore, questi avrebbe già incaricato il proprio tecnico, risanato e riconformato e posto in vendita ad un prezzo più elevato.

Atteso che la casa condonata e risanata vale di più.
 

Giuseppe Di Massa

Membro Assiduo
Agente Immobiliare
Solo se per “dovute tutele” intendi una condizione sospensiva, quindi qualche cosa di diverso e aggiuntivo rispetto alla proposta standard.
Quelle della Fimaa hanno una sezione dedicata alla descrizione della situaizone urbanistica/edilizia ecc, in quella sezione si possono citare le pratiche in corso. Concordo, va inserita una clausola sospensiva, un deposito cauzionale, un termine ecc, ma una volta firmata (e poi accettata) ua proposta così i documenti sicuramente non verranno negati
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità
Alto