1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. samus

    samus Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    buongiorno
    domanda: un'agenzia mi ha fatto vedere una casa che alla fine abbiamo deciso di acquistare. Abbiamo firmato il contratto preliminare con la condizione sospensiva della "concessione mutuo". Il mutuo in effetti non ce l'hanno concesso non per noi ma per la fallibilità del venditore che ci aveva nascosto (cioè all'insaputa anche dell'agenzia) di aver aperto nel frattempo una società. Immaginate la rabbia e la delusione....
    Comunque dopo qualche mese la casa è andata all'asta. Noi abbiamo partecipato e ce la siamo aggiudicata.
    Sapendo ciò, l'agenzia mi ha telefonato chiedendomi una percentuale visto che, secondo loro, la casa ce l'hanno fatta vedere loro per primi e che altrimenti non ne saremmo mai venuti a conoscenza..(anche se abitiamo in un piccolo paese, non certo una città...)
    Vi sembra giusto? Grazie per le risposte
     
  2. Umberto Granducato

    Umberto Granducato Fondatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    si
     
    A Irene1 piace questo elemento.
  3. Bagudi

    Bagudi Moderatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Si chiama "nesso causale".
     
    A Irene1 piace questo elemento.
  4. miciogatto

    miciogatto Membro Supporter

    Privato Cittadino
    Giusto mi sembra giusto. Direi che correttamente riconoscerei un compenso.

    Dovuto non ne sono tanto sicuro.
     
    A Bastimento piace questo elemento.
  5. Rosa1968

    Rosa1968 Membro Storico

    Agente Immobiliare
    E sicuramente non stava bene questa società. Sicura che non ci fosse già qualche procedura? Mi sembra strano che in due mesi un immobile vada all'asta.
     
    A Bastimento, Bagudi e Tobia piace questo elemento.
  6. angy2015

    angy2015 Membro Junior

    Altro Professionista
    l'agente si è comportato malissimo, prima ti voleva appioppare un immobile pignorato e poi ti chiede la provvigione per un acquisto che hai fatto dal tribunale senza il suo aiuto. Per il fatto che te l'ha fatto visionare lui, andrebbe segnalato all'albo dei mediatori per la sua incompetenza nel procurarsi i mandati senza controllare la regolarità della proprietà perché dalla tempistica che hai riportato parrebbe che l'immobile fosse già pignorato da tempo.
     
    A Incipit e Bastimento piace questo messaggio.
  7. CheCasa!

    CheCasa! Membro Senior

    Agente Immobiliare
    Se usi il condizionale per definire come potrebbero essersi svolti i fatti, usa il condizionale anche nell'esprimere il tuo giudizio che da questa ricostruzione scaturirebbe. Lo stesso Samus non si è scagliato contro l'agenzia definendola ("allo scuro") ed è stato, correttamente, salvaguardato da una clausola sospensiva che ha evitato di porre all'incasso la caparra.

    Detto ciò e rivolgendomi a @samus .
    Legalmente, se l'acquisto si è concluso con la vendita all'asta, l'agenzia non avrebbe diritto alla provvigione.
    Moralmente direi che un riconoscimento lo avreste potuto dare o almeno una telefonata di ringraziamento... proprio perché abitate in un piccolo paese!
     
    A Bastimento, ugo de santis, Rosa1968 e 1 altro utente piace questo messaggio.
  8. samus

    samus Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Ringrazio tutti per le risposte e aggiungo qualche dettaglio per definire meglio la situazione : la prima volta che ci è stata fatta vedere la casa l'agente mi ha solamente detto che i proprietari avevano fretta di venderla perché non riuscivano più a pagare il mutuo. Sono stata io qualche giorno dopo a dire espressamente all'agenzia di averla vista all'asta. E loro hanno confermato dicendomi che secondo loro si poteva comunque procedere all'acquisto pre-asta tramite saldo e stralcio.
    Così ho aspettato mesi e abbiamo definito la cosa.Fino ad arrivare alla situazione sopra descritta (contratto preliminare con clausola e rifiuto mutuo perché all'insaputa di tutti il proprietario ha creato una sas ...)
    Nel frattempo il tribunale ha fatto il suo corso e tempo dopo l'asta è iniziata ed io ho partecipato senza aiuto dell'agenzia.
    Moralmente anch'io sono stata "segnata" anche perché mi sono trovata alla fine che dovevo pagare : istruttoria della banca e lavoro del notaio fino al punto in cui eravamo arrivati...inoltre, aggiungo, che non sono stata io a tirarmi indietro all'improvviso o per un futile motivo o perché avevo capito che se partecipavo all'asta avrei speso meno (cosa consigliatomi da altri), anzi sono andata avanti per quella strada proprio perché mi sembrava giusto ed invece è andata male.....
    Con questi nuovi dettagli cosa ne pensate?
     
  9. PROGETTO_CASA

    PROGETTO_CASA Ospite

    Personalmente tratterei sulla provvigione anche perché non sono certo in questo caso basti il nesso causale visto che la vendita è conseguenza di Asta (altra trattativa) col tribunale.
    Vedi se pagando l'1% risolvi la questione senza patemi e strascichi legali.
     
    A Bagudi piace questo elemento.
  10. CheCasa!

    CheCasa! Membro Senior

    Agente Immobiliare
    Samus,
    intanto mi complimento per l'equilibrio che utilizzi nel descrivere i fatti.
    Spesso ci si lascia condizionare da come vorremmo che le cose andassero e non da come effettivamente vanno.

    Pur ribadendo che l'acquisto all'asta non prevede secondo me l'obbligo di pagare l'agenzia, il mio consiglio è comunque quello di andare a parlare con il mediatore di persona (vivete in un piccolo paese ed è bello risolvere le cose a tu per tu).

    Spiegagli il tuo punto di vista. Spiegagli che tecnicamente la mediazione non sarebbe dovuta e, se lo ritieni opportuno, concorda una piccola remunerazione per l'apporto che comunque ritieni abbia determinato il suo intervento nell'indirizzarvi su questo acquisto.
     
    A Bastimento e Irene1 piace questo messaggio.
  11. Bagudi

    Bagudi Moderatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Penso che si tratti di una di quelle situazioni ibride in cui ci rimettono tutti...ma insisto anche io per cercare di trovare un accomodamento, visto che il lavoro lui l'ha fatto ed è rimasto fregato come te dal comportamento del venditore...
     
    A PROGETTO_CASA piace questo elemento.
  12. PROGETTO_CASA

    PROGETTO_CASA Ospite

    Sono d'accordo nella sostanza anche se non scrivere che l'AI è rimasto fregato dal venditore che sapeva in odore di asta.
     
    A Bastimento piace questo elemento.
  13. Bagudi

    Bagudi Moderatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Mi riferisco al fatto che è stato rifiutato il mutuo perchè il venditore aveva aperto una società nel frattempo.
     
    A PROGETTO_CASA piace questo elemento.
  14. angy2015

    angy2015 Membro Junior

    Altro Professionista
    come risulta dalle precisazioni del forumer che ha avviato la discussione devo dedurre che l'agente ha agito in malafede e quindi ancor peggio di come avevo ipotizzato io pensando fosse stato superficiale e incompetente nel prendere il mandato a vendere.
    Essendo a conoscenza del fatto che la casa era all'asta doveva dirlo subito e non aspettare che fosse il cliente a scoprirlo da solo, in tal caso avrebbe con ragione avuto diritto alla provvigione se la vendita andava in porto in tribunale o anche a stralcio.
    Ritengo invece che avendo sottaciuto, al potenziale cliente, fatti a lui noti è responsabile dei danni causati e dovrebbe rifondere le spese sostenute per la domanda di mutuo e il notaio.
     
    A Incipit e Bastimento piace questo messaggio.
  15. angy2015

    angy2015 Membro Junior

    Altro Professionista
    avevo usato il condizionale perché non c'era la piena conoscenza dei fatti, e sottintendevo il giudizio espresso all'eventualità che ci fosse stata la scarsa professionalità citata.
    Ora che ci sono stati degli aggiornamenti ritengo che la posizione dell'agente sia indifendibile e li/la cliente sia stata danneggiata dall'agente consapevolmente facendogli avviare la pratica del mutuo.
    Il mutuo non è stato respinto perché la proprietà era di una società, anche se un funzionario della banca potrebbe aver detto questo lo ha fatto per dare una giustificazione che non è dovuta. Le cause di respingimento dei mutui non vengono rese note ufficialmente, ma se l'immobile è pignorato non ci vuole il tenente Colombo per scoprire la causa.
    I mutui si fanno anche se l'immobile è intestato a una società e sono la maggioranza dei casi di quando si acquista da un costruttore, normalmente la banca valuta anche il venditore oltre che l'acquirente e chiede solo al notaio di confermare l'avvenuta trascrizione prima di liberare la cifra del mutuo.
     
    A PROGETTO_CASA piace questo elemento.
  16. PROGETTO_CASA

    PROGETTO_CASA Ospite

    Mentre personalmente mi riferivo ad un AI che propone immobili di soggetti pignorati....altro che rifiuto per apertura di una società.
     
    A miciogatto piace questo elemento.
  17. miciogatto

    miciogatto Membro Supporter

    Privato Cittadino
    Non c'è nulla di male a proporre immobili sotto pignoramento ... se dici la verità al cliente!
     
    A CheCasa! e Bagudi piace questo messaggio.
  18. PROGETTO_CASA

    PROGETTO_CASA Ospite

    Bravo...........se dici la verità al cliente, cosa che non sembra sia accaduta nel caso specifico.
     
    A Bastimento piace questo elemento.
  19. miciogatto

    miciogatto Membro Supporter

    Privato Cittadino
    Appunto, ero perfettamente d'accordo con te per il caso in questione. :)

    Anzi aggiungo, dire la verità al cliente è importante ma non è sufficiente.
    Devi:

    1) saperla dire senza farlo scappare a gambe levate
    2) sapere bene cosa fare per vendere un immobile pignorato
     
    A Bastimento, Bagudi, ab.qualcosa e ad altre 2 persone piace questo elemento.
  20. CheCasa!

    CheCasa! Membro Senior

    Agente Immobiliare
    Certo lo doveva dire durante la visita e magari di fronte al proprietario. Così, giusto per imbarazzarlo un po'.

    Non sono elementi che si esternano in fase di visita all'immobile. Per una questione di delicatezza. Certamente prima di un'eventuale trattativa. Certamente se l'immobile interessa (non so se hai mai letto le perizie dell'asta ma anche al loro interno il nome del debitore, per privacy, non viene mai citato)

    Altrimenti dovremmo sbandierare la situazione economica di tutti i nostri clienti non appena faccia capolino dalla vetrina dell'ufficio un qualsiasi sconosciuto. Evidentemente non si sa di cosa si sta parlando.

    Ma che te lo dico a fare. Stupido io.
     
    A Rosa1968 e Bagudi piace questo messaggio.

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina