1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. azelio

    azelio Membro Attivo

    Privato Cittadino
    Desidero acquistare un piccolo appartamento con le agevolazioni prima casa in comune diverso da quello attuale di residenza. Mia moglie è proprietaria dell'abitazione di residenza ricevutala in eredità alla morte dei genitori. Nel caso io mi avvalessi dell'art.179 lett. f) del c.c., ancorché in regime di comunione legale dei beni, potrei usufruire della tassazione agevolata prima casa? Ovviamente prendedonvi la residenza nei 18 mesi previsti dalla legge.
    Grazie per i chiarimenti che potrete darmi.

    Azelio
     
  2. ccc1956

    ccc1956 Membro Senior

    Altro Professionista
    avete comunione o separazione dei beni???
    Ah, ho letto meglio avete comunione dei beni..........

    L'acquirente, o gli acquirenti, devono dichiarare nell'atto di compravendita:

    di non essere titolare esclusivo (proprietario al 100%) o in comunione con il coniuge (la comproprietà con un soggetto diverso dal coniuge non è ostativa) di diritti di proprietà, usufrutto, uso e abitazione di un'altra casa di abitazione nel territorio del Comune dove sorge l'immobile oggetto dell'acquisto agevolato;

    tu lo vuoi acquistare in un altro Comune.

    di non essere titolare, neppure per quote o in comunione legale con il coniuge, su tutto il territorio nazionale, di diritti di proprietà o nuda proprietà, usufrutto, uso e abitazione su altra casa di abitazione acquistata, anche dal coniuge, usufruendo delle agevolazioni fiscali prima casa.

    di impegnarsi a stabilire la residenza, entro 18 mesi dall'acquisto, nel territorio del Comune dove è situato l'immobile da acquistare, qualora già non vi risieda.
    Se il Comune ritarda il trasferimento della residenza, i termini di decorrenza per fruire dei benefici fiscali possono prorogarsi oltre i 18 mesi. Per la Cassazione, infatti, il termine di 18 mesi è considerato "meramente sollecitatorio" e non perentorio (ordinanza n. 3507 dell' 11 febbraio 2011).


    http://www.dossier.net/primacasa/bonus.htm
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina