1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. entony

    entony Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    buona sera come dovrei fare per cambiare il disegno di una planimetria catastale? praticamente i metri quadri sono gli stessi ma all'interno dell'abiatzione vi è una camera in più praticamente un tremezzo
     
  2. ludovica83

    ludovica83 Membro Vintage

    Privato Cittadino
    @cafelab e @mata possono sicuramente esserti d'aiuto
     
  3. Bastimento

    Bastimento Membro Storico

    Privato Cittadino
    Per cambiare la planimetria catastale, occorre l'intervento di un professionista abilitato (solo loro possono trasmettere al catasto)

    Osservazione: se sei necessitato dal fatto che devi aggiornare la pratica per avere la conformita urbanistico catastale ecc (compravendita), allora no comment.

    Se è un tuo desiderio, ricorda che al momento la tassazione legata alla rendita catastale è commisurata al numero di vani, non ai metri quadri
     
  4. ingelman

    ingelman Membro Storico

    Agente Immobiliare
    ancora per poco .... comunque a prescindere dei vani se non cambia la consistenza la rendita dovrebbe rimanere invariata almeno per ora

    Ripresentare una planimetria catastale non è cosa complicata .. ovviamente serve un tecnico abilitato ...

    Il problema che si pone da non trascurare è il motivo della ripresentazione.
    mi spiego : se è un errore grafico serve solo la pratica catastale e ripresentare la planimetria per esatta rappresentazione grafica
    se il tramezzo in più è stato creato serviva una pratica comunale prima di effettuare modifiche e poi provvedere al nuovo accatastamento.

    Se sono state fatte modifiche interne oltre il nuovo accatastamento devi sistemare in Comune presentando una Dia in sanatoria pagando una sanzione ...

    Questo aspetto è importantissimo anche per un domani se ti dovessi trovare a vendere l'immobile
     
    A pippo63 piace questo elemento.
  5. mata

    mata Membro Assiduo

    Altro Professionista
    Per il catasto devi incaricare un tecnico iscritto al relativo albo (Ing., Arch., Geom. Dott. Agr., ecc.) che, previo rilievo, ti presenterà la nuova planimetria in variazione al catasto, unitamente alla pratica col classamento proposto. E' vero che, per adesso, le tariffe catastali della abitazioni sono espresse a vano, però quest'ultimo può avere dimensioni diverse (cioè un locale che superi le dimensioni stabilite per quella categoria e Comune diventa, ad esempio, 1 vano e 1/3, 1/2 ecc.). Per agli aspetti edilizi/urbanistici è un'altra storia, perchè, anche se è solo un tramezzo interno, non sempre è tutto "sanabile". Mi spiego meglio: se hai costruito una foratella magari dividendo una camera in due, potresti poi non raggiungere la superficie minima per essere tale, trovandoti così con due "ripostigli" e nessuna camera; oppure questa modifica potrebbe inficiarti i rapporti aeroilluminanti, ecc.. Però questa è un'altra pratica.
     
  6. adimecasa

    adimecasa Membro Senior

    Agente Immobiliare
    una planimetria a catasto come di fatto, in comune si presenta diversamente nelle divisioni interne, sono obbligato a fare una sanatoria, attendo delle risposte grazie
     
  7. Gus

    Gus Membro Attivo

    Privato Cittadino
    Prima di effettuare la presentazione della nuova situazione all'Ufficio Tecnico Erariale ( con conseguente variazione dei vani e relativa rendita ), occorre presentare una SCIA o DIA al Comune di appartenenza per il titolo autorizzativo. ( Sono un geometra ), saluti.
     
  8. ingelman

    ingelman Membro Storico

    Agente Immobiliare
    ovviamente Gus
    il problema è che nel caso di entony, autore del 3d, le modifiche sono state fatte senza alcun titolo urbanistico o autorizzazione comunale anche se trattasi di modifiche interne ...... (stiamo parlado di opere già eseguite)

    quindi per ripresentare la nuova planimetria con l'esatta rappresentazione grafica occorre necessariamente una "pratica comunale in sanatoria"

    trovo interessante il discorso di mata riferito all' eventualità che le modifiche interne siano in contrasto con le normative edilizie vigenti "rapporti aeroilluminanti e dimenzioni minime delle camere etc" sembra chiaro che una sanatoria non può andare in deroga alle normative urbanistiche vigenti o regolamenti edilizi.

    Però c'è anche da dire che una DIA in sanatoria prevede comunque una pratica edilizia con la presentazione di una relazione tecnica redatta da un professionista abilitato il quale non può asseverare la leggittimità di un'intervento in contrasto con i regolamenti edilizi stessi.

    ovviamente io parlo per esperienza mia personale senza presunzione di dire la cosa giusta, lascio ai tecnici dire la loro che sicuramente sarà più attinente.


    Quindi credo che l'unica strada percorribile sia presentare una Dia in sanatoria pagando la relativa sanzione e ripresentare il docfa per diversa disposizione degli spazi interni al fine di avere la planimetria aggiornata ...

    (tranne nei casi estremi come da mata evidenziato dove l'unica strada percorribile è il ripristino della situazione originaria)
     
  9. Bastimento

    Bastimento Membro Storico

    Privato Cittadino
    Vista questa premessa mi associo: non è che potrebbe influire la data di esecuzione delle opere interne? Recentemente un geom ha aggiornato planimetrie varie per modifiche interne eseguite molti anni fa dai precedenti proprietari. Perchè queste differenze di valutazione?
     
  10. ingelman

    ingelman Membro Storico

    Agente Immobiliare
    Il problema non è tanto l'aggiornamento planimetrico catastale che riesci a farlo comunque
    Qui a Roma se vuoi riaggiornare una planimetria per esatta rappresentazione grafica lo fai sempre con in tecnico che la ripresenta ovviamente.
    Tieni presente che quando fai una variazione catastale poi te la ritrovi in visura

    L'aspetto della dia in sanatoria o della pratica Comunale che sia serve a non aver problemi soprattutto quando andrai a vendere dove il Notaio trovando scritto in visura " Variazione del x/x/xxx per diversa distribuzione degli spazi interni " la prima cosa che fà è chiederti lo strumento urbanistico adottato per tale ripresentazione.

    Quindi la strada corretta è sistemare sia in Comune che al catasto.
     
  11. Bastimento

    Bastimento Membro Storico

    Privato Cittadino
    Non avrei dubbi: cosa non mi spiego è che il geom abbia risposto diversamente.
     
  12. ingelman

    ingelman Membro Storico

    Agente Immobiliare
    se ti riferisci a Gus credo che in sostanza abbia detto la stessa cosa parlando di Dia o Scia, solo che avendo già di fatto eseguito le modifiche, devi fare comunque la pratica in comune , ma in sanatoria.
    Sempre se ho capito bene il tuo dubbio
     
    Ultima modifica: 13 Luglio 2014
  13. Bastimento

    Bastimento Membro Storico

    Privato Cittadino
    Non mi riferivo a Gus...
     
  14. ingelman

    ingelman Membro Storico

    Agente Immobiliare
    allora dovresti mettermi in condizione di capire quello che vuoi dire ... ( volevo dire spiegati meglio ma non vorrei fosse mal interpretato :D)
    ho ancora il cervello anestetizzato
     
  15. Rosa1968

    Rosa1968 Membro Storico

    Agente Immobiliare
    @ludovica
     
    A ludovica83 e ingelman piace questo messaggio.
  16. ingelman

    ingelman Membro Storico

    Agente Immobiliare
    ho corretto spiona :p[DOUBLEPOST=1405240293,1405240084][/DOUBLEPOST]
    non sei capace nemmeno a taggare le persone @ludovica83 ari :p
     
  17. Rosa1968

    Rosa1968 Membro Storico

    Agente Immobiliare
    ho mandato comunque un piccione ....
     
    A Bagudi e ludovica83 piace questo messaggio.
  18. cafelab

    cafelab Membro Assiduo

    Altro Professionista
    Per esempio:
    1. ho una licenza edilizia protocollata in comune del 2005 ma non ho mai fatto la variazione catastale relativa:
      posso farla senza problemi nè sanzioni dal momento che sono passati 5 anni e la multa è decaduta
    2. ho una licenza edilizia protocollata in comune del 1960 ma non ho mai fatto la variazione catastale relativa, l'edificio è conforme alla normativa del '60 ma non agli standard moderni, posso fare cmque la variazione catastale perchè l'edifiico in ogni caso legittimato
    però si parte dal presupposto che i lavori sono stati fatti in maniera legittima e in data certa

    Beh, lui assevera sotto la sua responsabilità, che causale ha indicato?
     
  19. Gus

    Gus Membro Attivo

    Privato Cittadino
    Guardando la situazione con maggiore serenità e trattandosi di aumento di cubatura la procedura DIA o SCIA ( almeno nel mio Comune: Benevento ), è da accantonare in favore di un normale "Permesso a Costruire " anche se in sanatoria. Questo comporta il pagamento del doppio degli oneri di costruzione in sede di quantificazione degli oneri di urbanizzazione al momento del rilascio della concessione da parte del Comune.
    In merito alla tempistica per la presentazione del Docfa all' Agenzia del Territorio l' UTE questo è da effettuare entro trenta giorni dall'autorizzazione
    ( come nel caso in esame) o dalla fine dei lavori in caso di esecuzione di lavori, altrimenti si va in sanzione.
    Il tecnico che ha presentato un Docfa senza farlo precedere da un titolo autorizzativo ( come invocava il Signore ), ha commesso un abuso. Saluti.
     
  20. ingelman

    ingelman Membro Storico

    Agente Immobiliare
    scusa Gus non farci caso se cito i tuoi interventi, non è nulla di personale ma solo per chiarezza nei confronti di chi ha postato il problema ...

    da dove hai tirato fuori che c'è un aumento di cubatura? :occhi_al_cielo:
    scusa la faccina ma è per esternare il mio stato di confusione leggendo il tuo post
    se entony scrive:

    praticamnete è stato tirato sù un tramezzo dividendo un ambiente in due ....
    in cosa consisterebbe l'aumento di cubatura? ..... scusami nulla di personale
    ma noi AI abbiamo il vizio di approfondire le cose anche quando agli occhi dei tecnici sono elementari .... :confuso:
     
    A Bagudi e ludovica83 piace questo messaggio.

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina