1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. sentiero76

    sentiero76 Membro Attivo

    Privato Cittadino
    Chiedo Scusa, vorrei fare una proposta di acquisto a 266k, suddivisi così:
    1) 10K alla proposta
    2) 30k al compromesso
    3) il resto al rogito

    L'AI ha detto di essere disposto a essere pagato solo ad avvenuta firma del compromesso. E diciamo che una volta fatto il compromesso, penso che 40K sono sufficienti a rifarmi della spesa all'AI, qualora il proprietario non venda.
    Ma se il venditore accetta e poi non viene al compromesso, l'agente può comunque chiedere la sua parcella? anche se sulla proposta c'è scritto che il pagamento dell'AI avverrà solo dopo la firma del compromesso e che all'AI nulla sarà dovuto qualora i proprietari non firmino il compromesso?
    La domanda sembrerà stupida, ma non mi fido molto dell'AI, e ho paura di eventuali richieste dopo eventuali rifiuti a venire al compromesso.

    Magari allora in quel caso do di più alla proposta. Che dite?

    Grazie mille a tutti coloro che vorranno rispondermi...
     
    Ultima modifica: 2 Ottobre 2015
  2. miciogatto

    miciogatto Membro Supporter

    Privato Cittadino
    A che titolo sono i primi due importi?

    Caparra + integrazione caparra?

    Caparra + acconto prezzo?

    La proposta, una volta accettata, diventa preliminare di vendita?

    Sono tutti elementi che ricavi leggendo il testo della proposta.
     
  3. sentiero76

    sentiero76 Membro Attivo

    Privato Cittadino
    Tutti gli importi sono a titolo di ACCONTO PREZZO E CAPARRA CONFIRMATORIA.
    Quindi se loro non vendono io prendo il doppio.
    Ora se però accettano e non vengono al compromesso, i 10K mi bastano per spese legali e rimborso agenzia, oppure mi devo tutelare dando di più alla proposta?
    A questo punto, la proposta deve essere registrata? Per registrarla come si fa? Bisogna che andiamo entrambi? E va scritto che la proposta va registrata?
    Tieni conto che la proposta è preparata da un notaio...
     
  4. Rosa1968

    Rosa1968 Membro Storico

    Agente Immobiliare
    Ma è un acquisto tra privati?
     
  5. PyerSilvio

    PyerSilvio Membro Senior

    Agente Immobiliare
    Ma secondo te..?

    Uno è così fesso da non voler vendere più e renderti il doppio della caparra..??
     
    A eldic, Rosa1968 e PaolCercaCasa piace questo elemento.
  6. PyerSilvio

    PyerSilvio Membro Senior

    Agente Immobiliare


    Ha detto che non si fida dell' A I..

    Il soggetto è uno di quelli che vuole fare la proposta evitando moduli dell'agenzia.

    Convinto che abbia piu tutele facendo formulare dall'avvocato o dal notaio.

    Mi capita pure a me il tipo di cliente.

    Lo faccio fare, in fondo è tutto lavoro risparmiato.

    L'ultimo come questo, mi ha presentato uno strumento di 8 pagine
    Formulato dal suo avvocato.

    La prima cosa che mi chiedo di solito e quale sia il costo di tutta sta pappardella.

    Dal punto uno al punto sette per un totale di circa 5 pagine, c'era scritto in maniera ripetitiva, quanto poteva essere scritto sulle due facciate di un qualunque modulo prestampato, di quelli che tutti noi usiamo.

    Poi a seguire una hit parade di sospensive e clausole risolutive da brividi.

    Bene.

    Sgraniamo a priori tutto quanto poteva essere verificato prima, in modo da diminuire i vincoli posti in essere e presentare al venditore, uno strumento più semplice possibile.

    Alla fine del teatro e del "ping pong" tra l'agenzia e l'avvocato, ormai non si contavano piu le varie versioni aggiornate della proposta, che tuttavia alla fine si riduce ad una doppia sospensiva della durata di 60 giorni.
    Una per il mutuo e l'altra relativa ad un parere preventivo da farsi rilasciare dal comune di riferimento.

    Ovunque in maniera ripetitiva e petulante vi è scritto che il deposito lasciato all'agenzia non dovrà essere incassato se non alla stipula del contratto e dell'avverarsi delle condizioni e bla bla bla che quasi vien la nausea.

    Arriviamo (finalmente) alla sottoscrizione e alla (agognata) consegna dell'assegno.

    Come da copione, quando si arriva al capitolo provvigioni, cominciano i pianti greco antichi, per la richiesta dello sconto.

    Prima di discutere di provvigioni, chiedo al cliente se effettivamente secondo lui lo strumento presentato sia efficace nella sua tutela.

    Mi risponde pieno di sè, che ormai lo strumento lo conosceva a memoria e che erano settimane che assieme all'avvocato ci lavoravano.

    Peccato che fra tutte quelle clausolette non si sono avveduti che sin dall'inizio, il deposito (25.000 euro) era previsto in assegno circolare.

    Come preoccuparsi di qualche goccia d'acqua mentre una cascata può travolgerti.

    "Mettiamo bancario..?"

    Questa sì che è tutela mica quella del tuo avvocato!
     
    Ultima modifica di un moderatore: 3 Ottobre 2015
    A PaolCercaCasa piace questo elemento.
  7. sentiero76

    sentiero76 Membro Attivo

    Privato Cittadino
    Non commento i toni, e le velate parolacce, chiedo a proposito l'intervento dei moderatori.
    Chiederei a coloro che vogliono partecipare alla discussione di rispondere sul tema, o altrimenti ignorare il post.
    L'agente in questione non usa moduli prestampati, ma una proposta scritta in word.
    Chiederei consiglio solo su come distribuire le cifre per evitare (in caso di rifiuto a fare il preliminare) di andarci sotto con le spese.
    Grazie.
     
  8. miciogatto

    miciogatto Membro Supporter

    Privato Cittadino
    Il doppio della sola caparra confirmatoria.

    Se la proposta e' scritta in modo tale da diventare preliminare alla sua accettazione, l'agente matura in quel momento il diritto alla provvigione.

    Poi gli accordi possono anche essere diversi.

    Per il resto io non mi fascerei la testa adesso con spese legali ecc.
    Se non hai fiducia non fare proposte.

    La legge prevede che tutte le proposte devono essere registrate.
    Il tuo agente dovrebbe occuparsene o almeno darti indicazioni.


    A meno che tu non volessi dire trascrizione che e' tutto un altro argomento.
     
    A Bagudi e Rosa1968 piace questo messaggio.
  9. sentiero76

    sentiero76 Membro Attivo

    Privato Cittadino
    Grazie mille miciogatto. Sì non ho fiducia, ma la casa mi piace.
    Sostanzialmente non ho fiducia perché l'AI voleva nascondere a me e ai proprietari il fatto che i proprietari dovessero estinguere il diritto di prelazione che devono pagare loro stessi prima di vendere all'ATER (inizialmente l'AI nemmeno sapeva che ci fosse).
    Vorrei fare con l'AI il seguente accordo:
    se i venditori non vengono al compromesso, nulla è dovuto all'agenzia; l'AI matura la commissione da parte mia solo dopo la firma del compromesso.
    E' possibile? Oppure, anche se scriviamo un tale accordo sulla proposta, l'AI può rivalersi su di me qualora i venditori non vengano al compromesso dopo aver firmato la proposta?

    Grazie mille.
     
  10. Umberto Granducato

    Umberto Granducato Fondatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Io direi che ci vuole un po piu di calma. Ciò che scrivi è successo a molti di noi, credo, ed è una cosa fastidiosa, tuttavia sentiero76 potrebbe essere una persona in difficoltà, assalito dai dubbi legati ad un acquisto importante quindi gli diamo il beneficio del dubbio limitandoci a fornirgli una soluzione alle sue richieste? ;)
     
    A Bagudi e ab.qualcosa piace questo messaggio.
  11. Umberto Granducato

    Umberto Granducato Fondatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Permettimi: piuttosto curioso che tu abbia questo dubbio atroce sul fatto che i venditori non vengano a 'compromesso' e la tua preoccupazione sia quella di pagare un AI? Perchè questo dubbio? Qualche sentore specifico?
    Per tagliare la testa al toro la soluzione mi pare semplice: preliminare direttamente dal notaio con 40000euro di caparra. Ti toglierai tutti i dubbi
     
    A Bagudi, gmp e Rosa1968 piace questo elemento.
  12. Rosa1968

    Rosa1968 Membro Storico

    Agente Immobiliare
    direi di no se i proprietari hanno accettato una proposta.
    Per non maturare il diritto alla provvigione, la proposta deve avere una sospensiva, che sospende gli effetti, e che solo con il verificarsi di quell'evento si da efficacia o meno alla proposta, oppure che il contratto è nullo. L'effetto non può essere il rimando al preliminare, perché la proposta accettata è già preliminare mi spiego? La proposta può contenere il rimando alla scrittura integrativa per meglio specificare, infatti si chiama "scrittura integrativa" ma che di fatto con cambia l'accordo in primis. La circostanza dove una delle parti non si presenta alla scrittura integrativa si chiama inadempienza, e vedo che tu l'hai intesa bene, infatti stai ragionando sulla caparra.
    a te andrebbe bene se in proposta stabilite che se una delle parti non si presenta al preliminare nessuno avrà pretese di caparra? Direi di no mi sbaglio? L'affare è concluso con l'accettazione della proposta, tutto quello che accade dopo è inadempienza che si paga.
     
    A PyerSilvio piace questo elemento.
  13. sentiero76

    sentiero76 Membro Attivo

    Privato Cittadino
    Ti ringrazio ROsa. Quindi:

    anche se l'AI a parole dice di voler essere pagato solo SE si firma il compromesso,
    e anche SE tale accordo risulta scritto in proposta
    poi l'AI potrebbe pretendere la commissione, anche Se a voce e sulla proposta c'è scritto il contrario?

    VOglio dire, eventuali accordi diversi scritti sulla proposta sono più forti o meno forti, rispetto alla legge? (che dice che l'AI va pagato all'accettazione della proposta?)
    L'agente è mellifluo e poco chiaro.

    Grazie mille.
     
  14. PyerSilvio

    PyerSilvio Membro Senior

    Agente Immobiliare
    A me invece pare che sentiero76 sia da qualche anno in procinto di fare una proposta di acquisto.

    Tra i tanti tentativi mi pare che non ne abbia formulata neppure una.

    Così mi pare di ricordare.
     
  15. Rosa1968

    Rosa1968 Membro Storico

    Agente Immobiliare
    ma senza il nulla osta non posso vendere. A volte si vede la malafede ovunque, agenti immobiliari, poi proprietari, può essere che era una cosa che nessuno sapeva. Vedo che parli di proprietari, sono eredi? Può succedere che non si siano approfonditi certi aspetti. Ma ora che lo sai, a questo punto potresti mettere la sospensiva alla proposta al rilascio del nulla osta da parte dell'ente.
     
  16. sentiero76

    sentiero76 Membro Attivo

    Privato Cittadino
    Ti ringrazio, infatti era questa la mia idea, però ho paura di fare "figuracce" con il notaio, del tipo veniamo veniamo, e poi non vengono, o vogliono cambiare le carte in tavola, e non si arriva al dunque.
    Pensavo di fare una proposta con l'assistente del notaio, tutti presenti; e il compromesso a stretto giro. Mi preoccupa il lasso di tempo tra proposta e compromesso, appunto, per la quale:
    Opzione 1) O metto la sospensiva sulla commissione dell'AI se possibile.
    Opzione 2) O aumento la cifra in modo tale da essere sicuro di rientrarci con i costi, pagata l'agenzia.
     
  17. Rosa1968

    Rosa1968 Membro Storico

    Agente Immobiliare
    nel caso i proprietari non si presentassero, tu agirai per vie legali? Giusto? Se così fosse ritieni l'affare concluso con l'accettazione. Perché l'agente invece non dovrebbe?
     
    A alexbgd e PyerSilvio piace questo messaggio.
  18. Umberto Granducato

    Umberto Granducato Fondatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Questa tua paura non è molto comprensibile a meno che tu non abbia avuto segnali particolari in tal senso, comunque le 'figuracce' le puoi evitare semplicemente facendo prendere l appuntamento all'AI. Così verificherai anche se è in buona fede
     
    A Bagudi, ab.qualcosa e PyerSilvio piace questo elemento.
  19. Rosa1968

    Rosa1968 Membro Storico

    Agente Immobiliare
    ma questa proposta gira sulle provvigioni? Io vedo altri problemi invece.
     
    A Bagudi e PyerSilvio piace questo messaggio.
  20. sentiero76

    sentiero76 Membro Attivo

    Privato Cittadino
    Grazie mille Rosa;
    Non è stato chiaro nel dire "non lo so", cercava di sostenere che passato un certo lasso di tempo i proprietari potessero vendere anche senza il nulla osta.
    La condizione ovviamente è stata messa, ma non come sospensiva (almeno penso), ma piuttosto: se loro entro il rogito non presentano quietanza dell'ente sono inadempienti, la compravendita salta e loro mi danno il doppio della caparra.
    Però ora che mi ci fai pensare potrebbe essere un'idea quella di metterla come sospensiva... Però ci vuole tempo.
    L'ente si prende 120 giorni dalla richiesta di vendita prima di emettere la quietanza del pagamento richiesto per vendere a libero mercato...
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina