1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. danyroma80

    danyroma80 Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Ciao a tutti,
    sono qui per porvi alcuni quesiti e mi rivolgo in particolare agli agenti immobiliari che seguono questo forum.

    Vi spiego brevemente i dubbi che mi sono fatto riguardo l'operato di un vostro collega, di cui non do' assolutamente informazioni che permettano la sua individuazione, anche per via indiretta (non citerò città, nè agenzia, nulla di nulla).

    Ricostruisco la vicenda per tappe:

    A) Circa un mese fa ho firmato la proposta d'acquisto su un immobile. Tra le caratteristiche dell'immobile era indicato che non vi era il certificato di agibilità, ma che esisteva la concessione in sanatoria numero tal dei tali. L'agente immobiliare mi aveva detto che i certificati in pratica erano la stessa cosa, o meglio, mi aveva fatto credere che la sanatoria fosse qualcosa di equivalente all'agibilità. Confortato dalla professionalità mostrata e con piena fiducia nell'agente, ho firmato la proposta su un prezzo leggermente più basso di quello proposto dal venditore.

    Nei giorni seguenti, più per curiosità che per altro, mi sono messo a studiare alcune leggi citate sul modulo stesso....alla fine della fiera sono arrivato a comprendere che quello che mi era stato detto dalla Agenti Immobiliari era in sostanza una inesattezza e che il certificato di agibilità ha un valore e significato del tutto differente da quello di concessione in sanatoria.

    B) Qualche giorno dopo, ricevuta comunicazione telefonica dell'avvenuta firma da parte del venditore, mi sono recato in agenzia per firmare per ricevuta la proprosta. Sfruttando l'occasione ho posto il problema all' Agenti Immobiliari che mi ha risposto che per la vendita non è necessario il certificato di agibilità invitandomi a non farmi problemi.

    Tale modulo è uno di quelli richiesti nelle compraventoire immobiliari ( decreto del Presidente della Repubblica 380/2001) ed è dovere del venditore fornirlo al momento dell'atto conclusivo della trattativa (rogito). Sempre studiando le leggi e sentenze della Cassazione, ho compreso che come diceva l'Agenti Immobiliari è vero che non è strettamente necessario per la vendita immobiliare, a patto che l'acquirente scriva chiaramente che intende rinunciarvi.
    Ora firmando una proposta d'acquisto mi sono assunto una lunga serie di doveri che garantiscono l'irrevocabilità della proposta (e quindi impediscono perdite di tempo per i venditori) e sono daccordissimo su questo (è la legge!), ma pretendo che anche la parte venditrice (ed intermediario) adempia a tutti i suoi obblighi.

    Detto così potrei sembrare un tipo troppo pignolo, ma mi metto nei panni di un ipotetico acquirente che un domani vorrà acquistare la mia futura casa e che, giustamente, mi chiederà tale certificato: cosa dovrei dirgli? che non è necessario per la vendita? che nella zona nessuna casa ce l'ha? non mi sembra affatto corretto, nè quelle sopra mi sembrano giustificazioni.

    C) Alla mia richiesta all'Agenti Immobiliari di comunicare al proprietario la volontà di ricevere tale certificato e quindi di avviare tutte le pratiche necessarie per ottenerlo ed arrivare al giorno del rogito con quantomeno la domanda inviata all'ufficio competente, l'A.I mi ha risposto che si puo' fare, ma che le spese per la perizia tecnica necessaria ad ottenere l'agibilità saranno a mio carico, perchè nella proposta d'acquisto era specificata l'assenza del certificato e che poi il proprietario era già sceso di prezzo rispetto a quanto aveva deciso inizialmente di vendere l'appartamento. Per quanto riguarda il prezzo del certificato posso anche dividere le spese con il proprietario (anche se non sarei comunque tenuto), ma che un Agenti Immobiliari mi venga a dire (e si è anche arrabbiato) che se sulla proposta c'è scritto che attualmente tale certificato manca, io non abbia diritto a pretenderlo mi sembra davvero troppo!

    Cosa ne pensate? sto sbagliando ragionamento?


    D) Ho chiesto all'A.I di poter parlare direttamente con il proprietario per appunto accordarmi sulle modalità/costi del rilascio del certificato di agibilità, ma l'Agenti Immobiliari mi ha detto che questo non è possibile in quanto chi si affida ad un'agenzia, di norma, non vuole avere rapporti con gli acquirenti.

    E' davvero così, oppure si potrebbe richiedere il consenso al proprietario?

    E) Ho chiesto all'Agenti Immobiliari il nome e numero telefonico dell'amministratore di condominio, vorrei parlare con lui riguardo tutte le certificazioni dell'immobile, ma l'Agenti Immobiliari ha rifiutato di darmelo perchè :"siccome non ci sono ancora state caparre confirmatorie versate al proprietario, il contratto di fatto ancora non esiste" e quindi tale numero me lo darà al compromesso. Se non sbaglio, un contratto di compravendita si dichiara concluso quando vi è la firma di entrambe le parti, anche senza alcuna caparra o acconto versato.

    Cosa ne pensate anche di questo ultimo punto?

    E' il mio primo acquisto immobiliare, sono giovane, tutti i pochi soldi che ho a disposizione finiranno in questo acquisto e quindi credo che tutte le mia preoccupazioni siano giustificate, anche quelle verso l'Agenti Immobiliari che magari agisce in completa buona fede.

    Datemi gentilmente un vostro parere spassionato sui punti sopra elencati, se tranquillizzarmi o scappare via all'estero facendo perdere tutte le mie cordinate, anche fiscali :risata:

    Ringrazio tutti!
     
  2. Antonello

    Antonello Membro dello Staff Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Hai sottoscritto una proposta senza versare alcuna somma.
    La dovresti versare in occasione del preliminare.
    In quella occasione sarà presente anche il proprietario e chiederai a lui tutto quello che necessita per un regolare e sicuro acquisto.
    Senti un pò cosa dice e regolati di conseguenza.
     
  3. Marina Langella

    Marina Langella Nuovo Iscritto

    Agente Immobiliare
    Infatti hai una buona occasione per parlare direttamente con il proprietario.... Poi sulla proposta hai scritto che sei a conoscenza che manca l'agibilità non che ci rinunci. Quindi se non hai fatto espressa rinuncia la parte venditrice deve darti al momento dell'atto l'immobile completo di documenti che certificano la vendibilità dell'immobile,inoltre molti notai non stipulano senza.
     
  4. smoker

    smoker Membro Senior

    Privato Cittadino
     
  5. Greta Phlix

    Greta Phlix Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    L'utente è di Roma, l'agente per quanto mi riguarda può stare ovunque.
     
  6. Antonello

    Antonello Membro dello Staff Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Poco importa, il quesito è un'altro.
    Fai sapere dopo che parlerai con il proprietario.
    Grazie
     
  7. proge2001

    proge2001 Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    Perchè non c'è il certificato di agibilità? E' un immobile abusivo? La sanatoria per cosa è stata fatta? Se non ricordo male quando viene rilasciata la " concessione in sanatoria" sul retro del documento c'è scritto che la sanatoria stessa vale anche come certificato di abitabilità e agibilità.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina