1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. loturko

    loturko Membro Junior

    Altro Professionista
    Salve a tutti, ho appena firmato un compromesso di vendita per la mia casa nel quale viene specificato che il rogito dovrà essere eseguito ENTRO il 30 MArzo 2012. Questo perchè ero ancora in fase di ricerca di un nuovo immobile, ma era comunque mia intenzione riuscire a liberare l'attuale immobile entro il prossimo Ottobre. Il giorno seguente alla firma viene convocata una assemblea condominiale con OdG : Delibera lavori straordinari(ingenti: tubature e ascensori). Avendo nel frattempo trovato una nuova casa che mi consentirebbe di trasferirmi entro Ottobre prossimo, come posso tutelarmi nei confronti dell'acquirente che ad oggi avrebbe tutto l'interesse a posticipare piu' possibile la data del rogito? Grazie a tutti!!
     
  2. roberto.spalti

    roberto.spalti Membro Senior

    Agente Immobiliare
    Con i lavori deliberati è inutile anticipare la data del rogito, rimangono a tuo carico.
     
  3. loturko

    loturko Membro Junior

    Altro Professionista
    Roberto, di questo ne sono consapevole, ma il punto è un altro: i lavori ancora non sono stati deliberati, da un lato l'acquirente ha tutto l'interesse a RIMANDARE il rogito piu' possibile, mentre io (a parte i lavori) ho necessità personali di trasferirmi entro Ottobre (perchè ora ho trovato casa nuova). Questo non contrasta col compromesso che recita: "rogito ENTRO Aprile 2012" ma l'acquirente potrebbe non voler rogitare finchè l'assemblea non deliberi.....spero di aver chiarito il punto.....

    Aggiunto dopo 4 minuti :

    in sostanza non voglio sotrarmi dal pagare cio' che mi spetta, ma non voglio nemmeno che la controparte traccheggi con scuse del tipo: ho difficoltà a prendere il mutuo...... se la delibera dell'assemblea va per le lunghe, io ora ho necessità di trasferirmi entro ottobre.....d'altro canto se l'assemblea deliberasse nel giro di poco tempo tale problema potrebbe non presentarsi.....in sostanza la malafede mi sembra piu' della controparte.....
     
  4. Antonello

    Antonello Membro dello Staff Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    A prescindere dalla data del rogito le spese, comunque, le avresti subite tu.
    Parlane con l'acquirente e sottoscrivete un documento nel quale ti impegni al pagamento delle spese oppure che le decurti dal prezzo.
    Se si interviene sul prezzo, di solito un accomodamento si trova.
     
  5. loturko

    loturko Membro Junior

    Altro Professionista
    forse continua a non essere chiaro il problema: per le spese di manutenzione straordinaria cio' che conta è la delibera (prima o dopo il rogito) quindi non è vero quello che dice Antonello. Ad ogni modo non è questo il punto. Il punto è che ho necessità di tasferirmi entro ottobre ed il compromesso recita entro Marzo2012. E' chiaro che ENTRO indica il limite max e quindi nessuno vieterebbe di rogitare prima, ma in questo scenario mi aspetto una controparte un po prevenuta specie in caso di delibera condominiale ritardata......chissà.....
     
  6. gcaval

    gcaval Membro Attivo

    Altro Professionista
    Conta quello che è scritto, quindi, mi spiace per te, ma avresti dovuto mettere nero su bianco prima.
    Nessuno vieta di rogitare prima, ma nessuno è obbligato a farlo prima!
     
  7. Antonello

    Antonello Membro dello Staff Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    L'acquirente sta sicuramente attendendo la delibera delle spese in maniera tale che siano a tuo carico.
    Se ci parli, sicuramente troverai un accordo (economico).
    In caso contrario l'acquirente attenderà il tempo massimo descritto nel compromesso, il marzo 2012.
     
  8. Sim

    Sim Membro Senior

    Agente Immobiliare
    Già, non vedo scappatoie. L'unica è fare come dice Antonello e prendere accordi a favore dell'acquirente.
     
  9. loturko

    loturko Membro Junior

    Altro Professionista
    beh a favore dell'acquirente c'e' già il fatto che paghero' io i lavori straordinari che verrano sicuramente deliberati in breve tempo...... per il resto ENTRO significa ENTRO e stabilisce un limite massimo.... è vero che nessuno obbliga e nessuno vieta, ma a fronte di una richiesta del venditore di una data papabile per rogitare, ci si aspetta anche una valida motivazione per NON rogitare, altrimenti l'acquirente si starebbe sottraendo all'acquisto.....
     
  10. Sim

    Sim Membro Senior

    Agente Immobiliare
    No, l'acquirente si sottrae se supera la data ultima.
    Se ha già ben capito che pagherai tu le nuove spese non credo che tu abbia altre armi da usare.
     
  11. Antonello

    Antonello Membro dello Staff Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Con la dicitura "entro e non oltre" ti incammini in un circolo vizioso.
    Scrivi che il giorno X, ultimo per il rogito, è "essenziale e perentorio".
     
  12. Bagudi

    Bagudi Moderatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    In ogni caso, non è detto che se l'acquirente volesse arrivare al termine ultimo, lo farebbe per dispetto...

    Ognuno sa le sue cose, potrebbe avere motivazioni valide quanto le tue per anticipare...

    Silvana
     
  13. loturko

    loturko Membro Junior

    Altro Professionista
    è proprio questo il punto Silvana, in un contratto fino a prova contraria, si presuppone la buona fede di entrambe le parti, fissare un limite ultimo (ENTRO) è un po diverso dal dire il rogito si eseguirà il giorno x mese y anno z. Qualora una parte avesse buoni motivi per anticipare, l'altra dovrebbe avere altrettando validi motivi per rinviare.... poi possiamo discutere di cosa sia realmente un valido motivo (per entrambe) e di quanto questo sia dimostrabile...... a fronte di una proposta (da qualsiasi delle due parti) penso sia corretto motivare la propria scelta altrimenti la malafede diventa palese
     
  14. gcaval

    gcaval Membro Attivo

    Altro Professionista
    Scusa, ma se uno rogiterà entro la data ultima stabilita, dov è la malafede? Conta quello che è scritto, non le cose che si pensano o quelle dette verbalmente. Se la data del 12 marzo oggi ti sembra troppo lontana, perché non lo era anche prima quando hai firmato?
     
  15. Bagudi

    Bagudi Moderatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare

    E' esattamente così.

    Avete firmato un accordo: se tale accordo viene rispettato nessuno dei due può eccepire.

    Si può chiedere di anticipare, ma se l'altro non può o non vuole, non c'è discussione che tenga...

    Silvana
     
  16. loturko

    loturko Membro Junior

    Altro Professionista
    il dolo sta nel fatto che era stato chiesto di specificare che qualora la mia ricerca di un altro immobile avesse dato esito positivo prima di Marzo il rogito sarebbe stato anticipato, tutto OK a parole ma peccato che questo non è stato messo per iscritto dicendo che tanto quello era il limite ultimo...... un lapsus freudiano? Io penso che si si tratta tra persone corrette il buon senso dice che specificando ENTRO significa che se da una delle due parti ci saranno diverse necessità si potrà concordare una data entro quel lasso di tempo.... allo stesso modo anche il venditore viene chiamato a conservare l'immobile con la diligenza del buon padre di famiglia ma potremmo sindacare a lungo su cosa significa e su come dovrebbe essere consegnato l'immobile a scadenza.......
     
  17. gcaval

    gcaval Membro Attivo

    Altro Professionista
    hai ragione, si potrà. E non "si dovrà". That's it.

    Nello stato in cui il proponente lo ha visto. Come si dice, "visto e piaciuto".


    Hai fatto male a firmare. Dovevi pretendere che la condizione fosse messa per iscritto. Ora devi attenerti a quanto è scritto. Fermo restando che non c'è da drammatizzare, magari puoi trovare un compromesso con l'altra parte e convincerlo a rogitare prima.
     
  18. Bagudi

    Bagudi Moderatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Negli anni passati mi è capitato diverse volte che al momento del compromesso, a voce si prospettasse un anticipo del rogito se, come e quando.... e poi non si procedesse, perchè magari erano intervenute altre priorità...

    Certo, se lo chiedi con arroganza, è facile che all'acquirente salti la mosca al naso e ti faccia un dispetto, ma se ci si incontra, si parla e si chiede (senza ipotizzare la malafede...) magari la richiesta può anche passare... E' che tu chiedi un anticipo di 6 mesi, non è poco !

    Silvana
     
  19. loturko

    loturko Membro Junior

    Altro Professionista
    concordo penso che in questi casi discutendo tranquillamente si trova sempre una soluzione che accontenti entrambe le parti, vi faro' sapere
     
  20. Bagudi

    Bagudi Moderatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Siamo curiosi...

    Silvana
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina