1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. klimt

    klimt Membro Ordinario

    Agente Immobiliare
    Se non sbaglio, la legge prevede che non possono essere stipulati contratti locativi ad extracomunitari per un periodo superiore alla data di scadenza del permesso di soggiorno.
    Mi ritrovo in questa situazione. scadenza permesso di soggiorno aprile 2012, quindi contratto fino alla stessa data. Il conduttore però chiede un contratto di almeno due anni in quanto al rinnovo del permesso occorre dimostrare di avere in atto un contratto locativo. ma come si può fare se non è previsto? Il cane che si morde la coda? aiuto!!!!!!!!!!!!:disappunto:

    Aggiunto dopo 6 minuti :

    nei contratti transitori con durata massima di 18 mesi occorre quindi ripetere l'iter di un nuovo contratto, registrazione,f23,
    comunicazione cessione fabbricato ecc ? E la mia prima esperienza
     
  2. klimt

    klimt Membro Ordinario

    Agente Immobiliare
    buona giornata a tutti!
    nessuno che possa aiutarmi?:triste:
    forse non sono stata chiara?
    klimt
     
  3. jef32

    jef32 Membro Attivo

    Privato Cittadino
    Non e' proprio cosi', al momento della stipula il permesso di soggiorno deve essere valido, puoi fare il 4+4 , sara' l'inquilino che di volta in volta rinnova il permesso alle scadenze previste.L'importante e' che per proroghe( dopo i 4 anni) e per il successivo nuovo contratto ( dopo 8 anni) abbia il permesso rinnovato.
     
  4. klimt

    klimt Membro Ordinario

    Agente Immobiliare
    Grazie
     
  5. carlor

    carlor Membro Attivo

    Altro Professionista
    Il contratto di due anni non esiste, tu non lo sai ma lui sì. Questo contratto non viene accettato dall'AdE.
     
  6. klimt

    klimt Membro Ordinario

    Agente Immobiliare
    Ho ringraziato jef32 ma la risposta non mi ha convinto
    Ripeto quanto espresso in precedenza, "con il decreto sicurezza di Luglio 2008, è stato introdotto l'obbligo di contratti di locazioni per extracomunitari con durata non superiore al termine del permesso di soggiorno. Siamo quindi nell'ambito dei contratti transitori con motivazione.
    Nel caso in questione. scadenza permesso aprile 2012, durata contratto 12 mesi. Alla scadenza o prima , non so quale sia l'iter, l'interessato rinnova il permesso, che se non sbaglio ha una durata di due anni.
    Ma non è possibile rinnovare lo stesso contratto, in quanto perderebbe la caratteristica della transitorietà.

    Quindi, come vi comportate?

    ho visitato altri post ma non ho trovato risposte esaurienti. domani devono firmare il contratto. :confuso:

    Io devo, come so, che il contratto biennale non esiste, forse non è obbligato a saperlo il cliente
     
  7. andrea boschini

    andrea boschini Moderatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    dagli amici di Propit ho trovato ( cercando con pazienza si trova di tutto ;) ) una possibile soluzione al tuto problema...

    P.S Ringrazio Mariangela per la dritta
     
  8. jef32

    jef32 Membro Attivo

    Privato Cittadino
    Non esistono contratti di 12 0 24 mesi, il contratto a canone libero e' solo 4+4. I contratto transitorio non e' legale , puo' essere impugnato e nei casi previsti e' legato a canone stabilito dagli accordi locali (sindacati inquilini e proprietari.L'unico contratto legale e' 4+4 , per il canone libero... l'importante e' che l'inquilino extracomunitario sia in possesso di un permesso di soggiorno al momento della stipula, o di una ricevuta che attesta che ha presentato richiesta o rinnovo di soggiorno.
     
    A Limpida piace questo elemento.
  9. carlor

    carlor Membro Attivo

    Altro Professionista
    Così presto? Senza notizie certe?

    Non è legale se scegli liberamente il canone, ma se determini il canone secondo le regole degli accordi territoriali è legale.
     
  10. Limpida

    Limpida Membro Senior

    Agente Immobiliare
    La legge 15 luglio 2009 n.94 sostituisce il precedente del 25 luglio 2008 in materia di sicurezza. Confermo quindi ciò che dice jef 32.

    legge 15 luglio 2009 n.94:
    14. All'articolo 12 del testo unico delle disposizioni
    concernenti Ia disciplina dell'immigrazione
    e norme sulla condizione dello
    straniero, di cui al decreto legislativo 25 luglio
    1998, n. 286, e successive modificazioni,
    il primo periodo del comma 5-bis è sostituito
    dal seguente: <Salvo che il fatto costituisca
    più grave reato, chiunque a titolo
    oneroso, al fine di trarre ingiusto profitto,
    dà alloggio ovvero cede, anche in locazione,
    un immobile ad uno straniero che sia privo
    di titolo di soggiomo al momento della stipula
    o del rinnovo del contratto di locazione,
    è punito con la reclusione da sei mesi a tre
    anni>.
     
  11. jef32

    jef32 Membro Attivo

    Privato Cittadino
    c'e' un altra ragione che avvalora la questione: tutti gli extracomunitari in Italia dovrebbero avere contratti transitori??? Non credo , il contratto transitorio e' previsto solo in particolari casi e non e' sicuramente questo il caso... il canone ove previsto e' stabilito dagli accordi territoriali ( cioe' non puoi affittare con canone liberamente contattato tra te e l'inquilino) non solo ma i valori sono generalmente molto bassi e in alcuni casi come Milano sono un decimo del valore di mercato.
    L'extracomunitario nelle more del rinnovo ha tutti i diritti previsti dalla legge, puo' stipulare contratti, puo' fare la residenza, puo' mandare i figli a scuola, puo' fare tutto cio' che puo' fare un Italiano, anche se ha solo la ricevuta della richiesta sia per il primo permesso che per gli eventuali altri rinnovi.
    L'intendimento della norma del decreto sicurezza riguarda i casi di affitti in nero ( contratti non registrati) a stranieri clandestini, in cui ci devessere l'ingiusto profitto, sfruttamento dell'immigrazione clandestina ed e' una norma difficilmente dimostrabile e solo in pochi casi e' stata applicata , cioe' una bella legge che rimane sulla carta , ma che nella realta' non viene recepita.
     
  12. Limpida

    Limpida Membro Senior

    Agente Immobiliare
    il decreto legislativo del 25.7.1998, non era molto chiaro su come si sarebbero dovuti comportare i proprietari nell'affittare gli immobili agli extracomunitari e Il contratto transitorio per gli stranieri, é stato un escamotage proposto dalla Confedilizia, per continuare ad affittare agli stranieri regolari,senza incorrere in sanzioni. Ora non ha più senso, a meno che lo straniero abbia effettive esigenze transitorie come per gli italiani.
     
  13. Graf

    Graf Nominato ad Honorem Membro dello Staff

    Privato Cittadino
    Non è vero che il contratto transitorio non è legale.
    E' legalissimo. Esso è previsto fino al limite di durata di 18 mesi.

    Il contratto di natura transitoria prevede una clausola contrattuale che individui l'esigenza transitoria del locatore e dell'inquilino, i quali dovranno confermare il verificarsi della stessa, tramite lettera raccomandata da inviare prima della scadenza del termine stabilito nel contratto. In caso di inadempienza a questa condizione, il contratto di natura transitoria dovrà essere annullato e riformulato in contratto di natura libera (ovvero di durata 4+4 anni).

    Convengo, però, che nel caso di specie, non sia affatto legale.

    Ma in generale è legittimamente stipulabile.
     
    A enrikon e Limpida piace questo messaggio.
  14. klimt

    klimt Membro Ordinario

    Agente Immobiliare
    grazie al moderatore Andrea , non ho piu' postato perchè ho trovato su propit la soluzione da te consigliata e mi era sembrata la piu' idonea. (non sono una che si scoraggia e cerco.... cerco..... cerco e trovo sempre.
    ma ho un difetto!!!!!!!!!! non faccio mai quello che non capisco .
    non so perchè ma ho avuto l'impressione che alcune risposte si siano allontanate dal quesito inziale e quindi dalla soluzione consigliata motivandola con riferimenti legislativi ben precisi.
    altra impressione è che sia stata presa per neofita. credo che un lettore al di fuori della nostra professione,
    abrebbe le idee (da noi si dice piu' confuse che persuase)
    pareri diversi su un argomento che esige una risposta precisa!
    E' il mio primo contratto ad extracomunitari e potete scommetterci................non sara' l'ultimo.
    Grazie e buona cena, mi aspetta un bel piatto di calamaretti e sgrombri del mediterraneo, si mi aspettano per essere cucinati.
     
  15. jef32

    jef32 Membro Attivo

    Privato Cittadino
    non faccio mai quello che non capisco ... Scusa ma ci vuole cosi' poco a capire che francamente le idee confuse c'e' l'hai tu..
    Hai parlato di contratto a extracomunitari e poi di contratto transitorio... due cose ben distinte : la prima ti ho risposto che il contratto a canone libero e' solo il 4+4 , per la seconda il transitorio e' un contratto particolare che deve dimostrare le esigenze transitorie e non era il tuo caso , in piu' il canone non e' libero. e' un contratto impugnabile e considerato dalla magistratura un modo per raggirare il 4+4...
    Il decreto sicurezza impone che alla stipula del contratto l'aspirante inquilino sia in possesso del permesso di soggiorno o dell'eventuale ricevuta,...punto.
     
    A enrikon e Limpida piace questo messaggio.
  16. klimt

    klimt Membro Ordinario

    Agente Immobiliare
    scusa ma tu sei qui per partecipare o per attaccare? se non avessi avuto le idee confuse, di certo non avrei avuto l'esigenza di chiedere umilmente aiuto ed il fatto di ammettere di voler far solo ciò di cui si ha perfetta padronanza non e' certo un demerito anzi!!!
    Ho parlato di due cose distinte pensando che l'uno potesse essere legato all'altro per il semplice fatto che la transitorietà dipendesse dal permesso di soggiorno con scadenza tra un anno, e quindi motivo valido per dimostrare l'esigenza transitoria . adesso ho compreso che fattore essenziale non è la durata del soggiorno ma la validita' dello stesso alla stipula con tutti gli eventuali rinnovi necessari, per tutto il tempo di durata del contratto.
    Avessi scritto cosi' chiaramente prima :stretta_di_mano::ok::ok::ok:grazie nonostante mi hai fatto un po' innervosire:rabbia:
    scherzo ovviamente.
    Aggiungo: sia la proprietaria che il potenziale inquilino non hanno nessun problema a sottoscrivere il contratto x 4 anni rinnovabile, pensavo non fosse ammesso
    Sapete cosa mi ha detto ieri sera il mio collega? non perdere tempo, chiedi direttamente all'agenzia elle entrate,
    Gia' fatto, risultato due risposte diverse. !!!!!!Mahhh!!!!!:disappunto:
     
  17. Bastimento

    Bastimento Membro Storico

    Privato Cittadino
    Klimt: il tema da te posto credo sarà fondamentale nel prossimo futuro per molti locatori.

    Io provo a scrivere cosa ho dedotto da questa discussione.

    1) Il locatore può stipulare il contratto ad un extracomunitario, a patto che al momento della stipula e delle eventuali successive proroghe questi disponga di regolare permesso di soggiorno

    2) Il contratto usuale può essere il solito 4+4

    Mi stupisce nessuno abbia sollevato un ulteriore requisito, che mi risulta esistere ad esempio quando si dà ospitalità ad una "badante" extracomunitaria nella propria abitazione.:
    3) Deve essere forse prodotto un attestato di idoneità alloggiativa?
    :domanda:
     
  18. klimt

    klimt Membro Ordinario

    Agente Immobiliare
    buonasera Bastimento, Le stesse conclusioni che faticosamente anch'io ho dedotto.:stretta_di_mano: grazie
    Nel mio paese purtroppo molti proprietari preferiscono non locare ad extracomunitari per ovvi motivi...........e per questo preferisco non prendere incarichi. e' l'unica strada percorribile ma soprattutto e' rispetto dei diritti civili siano essi italiani, comunitari o extra.
    Per quanto riguarda la questione badante, non saprei cosa dirti, ancora non mi sono trovata ad affrontare tale tematica
    ma verificherò.
    buona serata klimt
     
  19. Bastimento

    Bastimento Membro Storico

    Privato Cittadino
    Sulla questione idoneità abitativa forse non mi sono espresso bene.

    Sono certo che assumendo una badante extracomunitaria, bisogna produrre l'attestato di idoneità abitativa (che tra l'altro implica anche la possibilità di dover concedere il ricongiungimento familiare di minori)

    Mi chiedevo invece se a voi risultasse necessario qualcosa del genere anche per le locazioni: a me non risulta.
    E pur vero che esistono dei parametri di superficie per le camere da letto, soggiorno ecc, ma non mi risulta che il locatore sia tenuto a verificare il nr di conviventi e l'adeguatezza dell'u.i. in funzione del nucleo familiare. (sia per comunitari che per non comunitari)
     
  20. jef32

    jef32 Membro Attivo

    Privato Cittadino
    Non e' obbligo del locatore verificare l'adeguatezza dell'u.i , ne' va allegato al contratto l'idoneita' allogiativa, se la badante ne ha necessita' per il rinnovo del permesso o per il primo rilascio di permesso e' necessario che si rechi in Comune con la copia del contratto di affitto, ovvero dichiarazione di ospitalita', e con planimetria dell'immobile. Sara' il Comune a rilasciare la certificazione di idoneita' alloggiativa alla badante extracomunitaria.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina