1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. Swingo

    Swingo Membro Attivo

    Privato Cittadino
    Buongiorno,
    purtroppo per un clamoroso errore da parte del professionista che ha seguito la pratica di successione di mia zia, io e altri due eredi (disabile e minore), ci troviamo nell'impossibilità di poter trascrivere l'eredità per una serie di circostanze che non sto ad elencare, di fatto però l'eredità è stata accettata, ma manca la trascrizione nei pubblici registri.
    Sul bene oggetto di successione (abitazione della decuius) è stata costruita un operazione ipotecaria, attraverso la quale gli acquirenti dovranno finanziare l'acquisto, che noi eredi dobbiamo vendere.
    Il Notaio nella relazione Notarile indicherà gli aspetti che hanno portato a questa situazione, specificando che la continuità delle trascrizioni non puo' essere ricostruita , mentre sussiste già e puo' essere documentato la continuità dei passaggi di proprietà per causa morte.
    La mia domanda è la seguente, ossia, la Banca potrebbe rifiutare il mutuo già deliberato per questa problematica?
    Grazie.
     
  2. Umberto Granducato

    Umberto Granducato Fondatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    temo di si
     
    A Avv Luigi Polidoro piace questo elemento.
  3. Roby

    Roby Fondatore

    Agente Immobiliare
    Il Notaio se è sicuro che sono diciamo "errori formali" e assicura e tranquillizza la banca che il bene è commerciabile, allora la banca potrebbe accettare.
    LA banca dietro delucidazioni del notaio potrebbe con suoi legali interni sviscerare la questione e dare un parere definitivo.

    Chiedi al notaio di mettersi in contatto con la banca, a mio parere se aspetti l'ultimo momento ti salta tutto, perchè le banche si muovono con tempi biblici.
     
    A Avv Luigi Polidoro e Bagudi piace questo messaggio.
  4. marcanto

    marcanto Membro Attivo

    Altro Professionista
    Un argomento in cui
    @Avv Luigi Polidoro
    ci "sguazzerebbe" molto volentieri.
    Sulle continuità delle trascrizioni ne parlavamo in questa discussione
    Voltura catastale e accettazione eredità
    giusto qualche giorno fa
     
    A Avv Luigi Polidoro piace questo elemento.
  5. Roby

    Roby Fondatore

    Agente Immobiliare
    @marcanto sono ho letto tutto, sono basito.
     
  6. Avv Luigi Polidoro

    Avv Luigi Polidoro Membro dello Staff Membro dello Staff

    Altro Professionista
    Da cosa deriva l'impossibilità di ricostruire la continuità delle trascrizioni?
     
  7. marcanto

    marcanto Membro Attivo

    Altro Professionista
    Da come sto interpretando io:
    viene espletata una dichiarazione di successione senza la preventiva trascrizione dell'accettazione di fatto dell'eredita.
    Accettazione di fatto in essere......presumo in virtù della Voltura conseguente alla detta dich di successione

    poi
    "Sul bene oggetto di successione (abitazione della decuius) è stata costruita un operazione ipotecaria, attraverso la quale gli acquirenti dovranno finanziare l'acquisto, che noi eredi dobbiamo vendere."
    Quindi credo che in sostanza il problema sia che è stata posta in essere un ipoteca sull'immobile sprovvisto della detta continuità di trascrizione per accettazione di fatto dell'eredità.
    In sostanza mantenere valida l'ipoteca e completare la continuità della trascrizione
     
  8. Swingo

    Swingo Membro Attivo

    Privato Cittadino
    Quando mio zio è venuta a mancare, mia zia unica erede, ha accettato la somma derivante dal netto ricavo dell'estinzione del conto cointestato con il marito.
    Da un posto di vista legale questa operazione si configura come accettazione di eredità.
    Mia zia viene a mancare, gli eredi siamo, io mio fratello disabile e mio nipote minore.
    Il profesionista/ti che hanno seguito la successione hanno svolto tutto quanto necessario per l'accettazione con beneficio d'inventario della zia, ma non dello zio (un clamoroso errore, apparentemente non considerata)
    Ora per accettare l'eredità dello zio (siamo tenuti a farlo noi come eredi, in quanto la zia è mancata), bisognerebbe rifare tutto da capo, ricorsi accettazione con beneficio d'inventario etcc etcc.
    In condizioni normali se fossimo tutti capaci d'intendere e volere problemi non ce ne sarebbero, ma essendo coinvolti un minore ed un disabile, dobbiamo rifare tutto, e in conseguenza di cio effettuare la trascrizione.
    Ora la casa è stata venduta (firmato compromesso), il venditore non è disposto ad aspettare tanto tempo per divenirne proprietario, tra l'altro potrebbe pretendere a titolo d'indennizzo penale pari alla caparra versata.
     
  9. Roby

    Roby Fondatore

    Agente Immobiliare
    Una Stima dei tempi per riallineare tutto?
     
  10. Avv Luigi Polidoro

    Avv Luigi Polidoro Membro dello Staff Membro dello Staff

    Altro Professionista
    Perdonami, ma se la zia era unica erede dello zio ed ha compiuto atti di accettazione, perché gli eredi della zia dovrebbero accettare l'eredità dello zio premorto. Non mi è chiaro.

    A rigore si dovrebbe accettare l'intervenuta accettazione della eredità di zio dal parte della zia con sentenza e poi trascriverla.
    Così si riallinerebbe tutto.
    certamente i tempi non sono compatibili con l'adempimento di un preliminare.
     
    Ultima modifica di un moderatore: 14 Novembre 2018
    A Roby piace questo elemento.
  11. marcanto

    marcanto Membro Attivo

    Altro Professionista
    la zia ha si compiuto atto di accettazione dell'eredità del marito (zio) ......ma la stessa accettazione NON è stata trascritta, 2650 CC.
    Come giustamente tu ci hai insegnato :^^:
     
  12. Avv Luigi Polidoro

    Avv Luigi Polidoro Membro dello Staff Membro dello Staff

    Altro Professionista
    Il fatto che non abbia trascritto è del tutto irrilevante. Si accerta l'avvenuta accettazione e si fa trascrivere la sentenza che lo accerta.
    Naturalmente con tempi non brevissimi.
     
    A Jan80 piace questo elemento.
  13. marcanto

    marcanto Membro Attivo

    Altro Professionista
    Caspita, si deve passare per una sentenza ......ergo rivolgersi al giudice di merito.
    Detto in parole povere, non è di certo uno scherzo.
     
    A Avv Luigi Polidoro piace questo elemento.
  14. Avv Luigi Polidoro

    Avv Luigi Polidoro Membro dello Staff Membro dello Staff

    Altro Professionista
    Sì, anche se potrebbe essere una causa documentale trattabile col rito sommario ex art. 702 bis, pertanto tempi non lunghissimi (in un anno credo si possa termini).
     
  15. Rudyaventador

    Rudyaventador Membro Attivo

    Altro Professionista
    immagino siano trascorsi meno di dieci anni dalla apertura della successione incriminata , altrimenti la circostanza della mancata continuita di trascrizione con regolarita dei passaggi di proprieta mortis causa , e priva di effetti pregiudizievoli non essendo piu esperibile alcuna azione. non ho capito l assenza di accettazione con beneficio di inventario indicata come mancanza e o errore dal primo dante causa .., perchè ci sono creditori i in giro?
     
    Ultima modifica: 14 Novembre 2018

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina