1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. Emmegiti

    Emmegiti Membro Junior

    Privato Cittadino

    Buonasera a tutti.
    Ho sottoscritto un compromesso per l'acquisto di un appartamento.
    Mi sono accorta che nelle piantine del catasto risultavano un muro con una porta che in realtà non c'è più ed una finestra che è coperta da un armadio a muro e che il venditore mi ha detto essere murata.
    Prima di acquistare l'immobile vorrei sapere se è regolare questa mancanza di corrispondenza fra la piantina e lo stato del luogo.
    Molte grazie.
     
  2. Antonello

    Antonello Membro dello Staff Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Da come la descrivi la situazione catastale non rispecchia la realtà.
    Chiedi informazioni sulla mancanza del muro e sulla finestra murata.
    Ma questa finestra è murata totalmente o in facciata esiste ancora?
     
    A Emmegiti piace questo elemento.
  3. Emmegiti

    Emmegiti Membro Junior

    Privato Cittadino
    Allora, la mancanza del muro è un collegamento tra sala e cucina (hanno unito così gli ambienti) peraltro bruttina come soluzione, ma quando sono andata a vedere la casa non mi hanno detto di averlo fatto loro, nel senso che l'ho scoperto sulla piantina catastale.
    Quanto alla finestra, lo stesso, l'ho vista sulla piantina catastale e mi son resa conto che era dietro l'armadio a muro e alle mie domande mi è stato risposto che era murata, ma non mi sono accertata se verso l'esterno risulti esistere o no. Nella stanza è presente un'altra finestra.
    Posso pretendere che ripristinino come da piantina o, visto che ho sottoscritto il preliminare e già pagato l'anticipo, no?
    Peraltro in sede di preliminare avevo parlato del muro (purtroppo della finestra mi sono accorta dopo) ed il Notaio, scelto dietro indicazione dell'agenzia, ha detto che non era un vizio, visto che risulterebbe una piccola variazione interna.....mi stanno venendo forti dubbi, ma domattina andrò a fare un giretto e poi saprò dire come esternamente si presenta la finestra vista dalla strada.
    Molte grazie per ora e a domani.
     
  4. Antonello

    Antonello Membro dello Staff Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Il muro abbattuto è un muro portante o un tramezzo?
     
    A Emmegiti piace questo elemento.
  5. Emmegiti

    Emmegiti Membro Junior

    Privato Cittadino
    Sono appena tornata e, purtroppo, riscontro che al posto della finestra c'è il muro esterno.
    Per quello che riguarda il muro interno penso sia un canterto altrimenti il Notaio lo avrebbe notato.....speriamo!
    Hanno preteso una bella caparra al compromesso ese non me la restituiscono o fanno storie?
    Posso pretendere di averla indietro?
    Oppure, posso chiedere che a loro spese ri-sistemino la casa come da piantina allegata all'atto di preliminare?
    La ringrazio anticipatamente è veramente gentile da parte Sua consigliarmi.
     
  6. roberto.spalti

    roberto.spalti Membro Senior

    Agente Immobiliare
    In realtà la demolizoione di un tramezzo comporta una variazione nel numero dei vani catastali e quindi della rendita, pertanto deve essere sistemata prima del rogito.
    Per quanto riguarda la finestar chiedi ad un tecnico.
     
    A Emmegiti piace questo elemento.
  7. AntonioPa

    AntonioPa Membro Attivo

    Privato Cittadino
    Non necessariamente, per effetto degli arrotondamenti e se la variazione riguarda degli accessori diretti (bagni, ingressi).
     
  8. roberto.spalti

    roberto.spalti Membro Senior

    Agente Immobiliare
    Non può essere arrotondato, c'è un vano in meno.
     
    A Emmegiti piace questo elemento.
  9. Antonello

    Antonello Membro dello Staff Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Ed anche un prospetto della facciata modificato.
     
    A Emmegiti piace questo elemento.
  10. Emmegiti

    Emmegiti Membro Junior

    Privato Cittadino
    Ringrazio sempre dei consigli che mi son preziosi quale indicazione, ma
    come mi devo comportare?
    Ho già dato una caparra sostanziosa!!!! (purtroppo) che richieste devo fare? Il Notaio può fare il rogito secondo voi?
     
  11. Antonello

    Antonello Membro dello Staff Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Rivolgiti ad un tecnico del luogo che controlli le carte dell'immobile sia in comune che in catasto.
    Invia immediata raccomandata A/R all'agenzia ed al venditore preavvisandoli che la proposta sarà valida se risulterà tutto in regola.
     
    A Emmegiti piace questo elemento.
  12. LucaPontellini

    LucaPontellini Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    Lo stato di fatto deve corrispondere al progetto ed alla planimetria catastale.
    Devi chiedere che sia così.

    Se si tratta di piccoli interventi possono regolarizzare in comune e presentare la variazione in catasto.
    Penso che sia più probabile che vadano ad aggiornare le planimetrie, piuttosto che ripristinare la situazione originaria.
    E quindi andrai ad acquistare l'immobile così come lo hai visto.
     
    A Emmegiti piace questo elemento.
  13. Emmegiti

    Emmegiti Membro Junior

    Privato Cittadino
    Ho preso appuntamento domattina con un tecnico.
    Siete stati gentilissimi, vi farò sapere cosa mi dirà.
    Un' ultima domanda: secondo voi devo parlarne al Notaio? Le raccomandate le devo fare eventualmente inviare da lui?
    Grazie di cuore.
     
  14. Emmegiti

    Emmegiti Membro Junior

    Privato Cittadino
    Non mi sono dimenticata di voi, anzi, solo che il tecnico deve fare degli accertamenti in Comune e solo dopo saprò dare notizie certe.
    Grazie ancora a tutti e buona giornata.
    M.G.
     
  15. Emmegiti

    Emmegiti Membro Junior

    Privato Cittadino
    Buonasera a tutti,
    eccoci qui dopo qualche mese e diverse lacrime di rabbia.
    Dunque, i vizi sulla planimetria son stati corretti, con la "solerte" collaborazione dei tecnici dell'agenzia immobiliare, ma nel frattempo è nato un ben più grave problema.
    Quando lo abbiamo visitato con l'agenzia l'immobile non aveva che un balconcino in cucina, tanto che mio marito non lo voleva perchè lo trovava poco arioso.
    Allora la proprietaria ci ha fatto vedere la terrazza che era sopra l'ultimo piano con tanto di costruzione in legno (1,90hx3x4mt circa) che ne permetteva l'utilizzo in qualsiasi stagione stante il fatto che non era direttamente collegata alla casa.
    Quando ho seguito il vs. consiglio e messo tutto in mano ad un tecnico per valutare le planimetrie è venuta fuori la storia di questo manufatto che era un perfetto abuso edilizio,ma che ci era stato garantito dalla proprietaria come "a posto con i permessi" (a posteri ha detto che intendeva quelli condominiali).
    Il problema è che quando ho sottoscritto il preliminare di vendita di questo immobile non si parlava e seppure abbia manifestato al Notaio i miei dubbi perchè detto terrazzo risultava indiviso tra due condomini (quindi di nostra proprietà al 50%) e detto che non mi sembrava regolare e piaceva che fosse indiviso, lui ha detto che proveniva così dagli atti e non si poteva cambiare (aveva pure detto sulla mancanza di una parete che non era necessario cambiarla in planimetria, ma poi mi han detto che non era vero perchè variano i vani catastali se si collegano due stanze e se ne fa una).
    Insomma, l' abuso, in quanto tale, è stato smontato dalla venditrice che ha risolto così il problema e ce lo ha comunicato con tanto di raccomandata.
    Mi sono rivolta ad un avvocato e questo si è mosso per chiedere un indennizzo del mancato utilizzo di questo bene che mi era stato prospettato come regolare e mi è stato offerto unicamente il valore della costruzione (circa 2000€) a decurtazione, ma io non potrò più utilizzare il terrazzo perchè non è neppure collegato all'appartamento e quindi non potrò lasciare sedie o tavolo o altro che ne permettevano il reale godimento a rovinarsi alle intemperie.
    Ho capito, comunque, solo ora che tra venditrice e agenzia c'era una specie di tacito accordo, ma non posso dimostrarlo.
    Figuratevi che quando ne avevo parlato con quelli dell'agenzia la risposta è stata che l'80% di quelle costruzioni non è in regola e quando ho chiesto come mai non me lo avessero detto prima del preliminare mi è stato detto che la venditrice aveva detto che c'erano i permessi ed a loro bastava, ma, guarda caso, non è stato inserito nel preliminare e noi ce ne siamo accorti solo dopo.
    Quando ho poi chiesto come mai non fosse citato nel preliminare a quelli dell'agenzia (che mi aveva consigliato il loro Notaio di fiducia e della quale mi son fidata) mi è stato risposto che siccome era un regalo che la venditrice lasciava non avevano ritenuto giusto citarlo.
    Ora è in mano all'Avvocato, stiamo rischiando (la nostra casa l'abbiamo venduta già e se ci ripensiamo ci tocca dare il doppio della caparra) di dovercene andare di qui e dover acquistare una casa che non è più quella che ci era stata prospettata per non perdere l' ingentissima caparra voluta dalla venditrice (ben 60.000€).
    Secondo voi è seria una agenzia che si comporta così o siamo stati totalmente imbecilli io e mio marito?
    Scusate lo sfogo, ma sono distrutta da questa storia e da quanto mio marito l'abbia presa male.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina