1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. elenita

    elenita Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    salve a tutti, faccio pratica presso uno studio legale ma sto impazzendo con una questione riguardante l'edilizia convenzionata. Ditemi se ho capito bene.
    Per vendere un immobile della vecchia "167" è necessario che nei primi 5 anni ci sia l'autorizzazione della regione oltre a una dichiarazione con gravi e comprovati motivi, mentre superati i 5 anni l'alienabilità richiede semplicem gli stessi requisiti soggettivi previsti dalla legge e lo stesso prezzo di vendita rivalutato secondo gli indici ISTAT (e qui il decreto Bersani ha creato dei problemini...)
    La mia domanda è: se un'agenzia immobiliare fa da tramite nella vendita e vende la casa ad un prezzo superiore a quello originario può incorrere in responsabilità??
    Grazie in anticipo per la risposta!
     
  2. Antonio Troise

    Antonio Troise Membro Storico

    Agente Immobiliare
    il prezzo commerciale è superiore al prezzo imposto dall'edilizia convezionata!

    L'agente immobiliare deve considerare il valore commerciale, che sarà più basso in riferimento ai valori di mercato della zona, ma , senza dubbi più alto del valore assegnato in base ai parametri dell'edilizia convezionata!

    Scusa non capisco proprio che responsabilità ho io AI, avendo informato in anticipo il cliente!
     
  3. Manzoni Maurizio

    Manzoni Maurizio Membro Assiduo

    Agente Immobiliare
    ciao a tutti,
    L'agenzia intermediaria Non può vendere a prezzo superiore, è chiaramente un pasticcio proporre in vendita appartamenti in edilizia economica popolare (convenzionati) ad un prezzo superiore di quanto stabilito dalla determina del prezzo.
    Penso proprio ci sia responsabilità da parte dell'agenzia che intermedia.
     
  4. london

    london Membro Ordinario

    Agente Immobiliare
    Ha ragione Maurizio.
     
  5. Diego Zucchini

    Diego Zucchini Nuovo Iscritto

    Agente Immobiliare
    Per l'AI ci sono responsabilità di tipo penale. Dovrebbe proporre al potenziale acquirente di pagare il prezzo imposto a mezzo assegni circolari o bonifico bancario e di corrispondere l'esubero in contanti :shock: , stando ben attenti a non far intuire nulla al Notaio...
    Il compito dell'AI, in questi casi, è quello di informare il venditore sui limiti di alienabilità, previsti dalla convenzione, del proprio immobile. A richieste "particolari" da parte del venditore (ad es. un prezzo maggiore rispetto a quello di convenzione) un professionista dovrebbe rifiutarsi di trattare l'immobile.
     
  6. Umberto Granducato

    Umberto Granducato Fondatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Quoto in pieno, aggiungo però, nel caso specifico, che non tutti gli immobili ' convenzionati' hanno gli stessi vincoli quindi bisognerebbe sapere qualcosa in piu sulla convenzione. Da noi quasi mai ci vuole il permesso da parte della regione ad esempio e non è detto che sia indispensabile attendere 5 anni. Dipende dalla convenzione.
     
  7. Diego Zucchini

    Diego Zucchini Nuovo Iscritto

    Agente Immobiliare
    Giusta precisazione. :ok: :stretta_di_mano:
     
  8. Bagudi

    Bagudi Moderatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Scusatemi, non nascondiamoci dietro un dito. ! :affermazione:

    Dopo che la Bersani ha reso molto più difficile la vendita dell'edilizia convenzionata - essendosi completamente dimenticata della sua esistenza - questa comunque continua ad essere effettuata e i notai sanno perfettamente come stanno le cose !

    La colpa è del governo che non prende in considerazione il problema: parlano tanto di piani di edilizia sociale e non sanno nemmeno delle migliaia di appartamenti che si trovano nella difficoltà di essere venduti :disappunto:

    Non si può impedire a migliaia di persone di vendere il proprio appartamento, essendo vincolati ad una convenzione che detta legge e che spessissimo produce degli aggiornamenti di valore ridicoli ! :?

    E non ha nemmeno senso vendere i suddetti appartamenti al valore convenzionato, soprattutto per quanto riguarda gli appartamenti datati :disappunto:

    Fatemelo dire: mi occupo da più di 20 anni di edilizia convenzionata e so di cosa parliamo.

    Silvana ex Bologna Programme
     
  9. Umberto Granducato

    Umberto Granducato Fondatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Non sono d'accordo...
    Almeno da noi, gli appartamenti in edilizia convenzionata dopo un numero ragionevole di anni, possono essere riscattati con cifre quasi ridicole. Se cosi non fosse si darebbe il via a una speculazione vera e propria.
     
  10. Diego Zucchini

    Diego Zucchini Nuovo Iscritto

    Agente Immobiliare
    Non sono d'accordo nemmeno io, sempre per i motivi enunciati da Granducato.
     
    A Umberto Granducato piace questo elemento.
  11. Bagudi

    Bagudi Moderatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Dipende dal tipo di convenzione e dal fatto che il Comune abbia incluso quell'area tra quelle deliberate per il riscatto.

    Che poi la cifra sia ridicola è da vedere.

    Terzo, e ben più importante, ci sono dei comuni che ti consentono di riscattare l'area stipulando una nuova convenzione, dove vengono eliminati tutti i vincoli, tranne quello del prezzo (vedi Zola Predosa), e questo mi sembra veramente vessatorio.!

    Silvana ex Bologna programme
     
  12. Umberto Granducato

    Umberto Granducato Fondatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Infatti, come ti ripeto, dipende dalla convenzione. Da noi quasi tutti i cosiddetti peep sono a riscatto a cifre che io ho definito ridicole (probabilmente non è il termine esatto) perchè 'liberare' complketamente (prezzo compreso) un immobile con 3 o 4000 euro dopo averlo pagato il 30% in meno al momento dell'acquisto mi sembra un regalo.
    Pern quanto riguarda convenzione che sostituisce convenzione sono d'accordo con te, ma qui non è mai capitato.
    :stretta_di_mano:
     
  13. Bagudi

    Bagudi Moderatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Infatti, se fossero solo 3.000 o 4.000 Euro, sarebbe buono, ma qui i prezzi difficilmente sono sotto i 9.000/10.000 euro.

    Se poi è vero che una volta, perlomeno in diritto di superficie, si pagava parecchio meno, adesso i prezzi/mq dell'edilizia convenzionata non sono quel 30% in meno che si dice. Sempre buoni rispetto all'edilizia libera, ma niente a che vedere con 30 o 20 anni fa... :occhi_al_cielo:
     
  14. Umberto Granducato

    Umberto Granducato Fondatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Cantiere in costruzione con consegna 2010: 5 palazzine vicine, uguali, prezzo libero 3200/mq - prezzo convenzionato 2300/mq. Differenza del 28%. Prezzi medi di riscatto dai 2500 per un bilocale ai 6000 per casette a schiera.
    Comunque fossero anche 9/10000euro sarebbero il minimo per togliere tutti i vincoli.
    Questi sono i parametri degli ultimi 4 anni dove ci sono stati migliaia di riscatti.
     
  15. fpsoft

    fpsoft Membro Attivo

    Privato Cittadino
    Non so se può essere d'aiuto, ma il riferimento al "valore normale" (se ti riferivi a quello) introdotto dal D.L. 223/2006 (Bersani) è stato abolito con la legge n. 88 del 7 luglio 2009 a recepimento delle Legge Comunitaria 2008.

    Qui ulteriori informazioni: http://www.microsoft.com/italy/pmi/Fisc ... 56162.mspx
     
  16. FERNY

    FERNY Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Caro Umberto,

    ti fai meraviglia per questo? Siamo in Italia dove è tutto permesso. Sono anni che sono in causa con la mia cooperativa per avermi truffato e non riesco ad avere soddisfazione. Tutti mi dicono che ho ragione ma poi......
    Con il trucco dell'edilizia convenzionata la mia cooperativa ha raggirato prima il Comune di Roma e poi ha messo nei guai noi soci acquirenti vendendoci case a prezzi "gonfiati" violando così la legge di finanziamento e successivamente anche la legge Bersani, in quanto intende dichiarare sui futuri atti di compravendita importi notevolmente più bassi di quelli effettivamente versati. Non ci vuole molto a capire che è già di per sè una frode alla legge, perchè si elude il vincolo del corrispettivo imposto dalla convenzione, che risponde a interessi pubblici e a scelte urbanistiche. Per l'edilizia convenzionata dovrebbe essere vietata la vendita da parte di soggetti diversi dal Comune....dovrebbe avere dei canali a sè stanti, invece, viene lasciata a libero mercato ed ovviamente perde lo scopo e le caratteristiche e diventa solo un'occasione per far soldi e chi ci rimette siamo solo noi cittadini.
     
  17. Fabyo

    Fabyo Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Ragazzi.. quanta confusione..!! a quanto pare gli immobili di "edilizia convenzionata" sono peggio di quelli "in donazione". Per ottenere tutte le informazioni è sufficiente andare nel comune che ha concesso la convenzione??
    Grazie
     
  18. Umberto Granducato

    Umberto Granducato Fondatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Non è sufficiente, ma indispensabile. Ogni comune ha i suoi tipi di convenzione e senza vedere la convenzione nello specifico non ci salti fuori.:stretta_di_mano:
     
  19. LucaPontellini

    LucaPontellini Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    Qui è esattamente la stessa situazione.
    Il comune ha ceduto già da alcuni anni la proprietà dei suoli,
    e quindi ormai gli appartamenti sono in piena proprietà,
    non solo, alcuni hanno pagato anche la rivalutazione dei valori originari di esproprio,
    ma la convenzione impone ancora il vincolo del prezzo di vendita di vendita.
     
  20. Bagudi

    Bagudi Moderatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Se volete stare allegri :risata:, pensate anche che la maggior parte dei tecnici degli appositi uffici dei Comuni non sanno dove sbattere la testa quando si tratta di edilizia convenzionata e spesso ne sanno meno dei venditori o acquirenti che vanno a chiedere notizie...:confuso:

    Es. a Bologna e in quasi tutti i comuni della provincia (tranne due o tre) gli stessi tecnici del comune (e quasi tutti i Notai) mandano da me i venditori per determinare l'aggiornamento ISTAT necessario per fissare il prezzo da dichiarare in rogito: sono 20 anni che li faccio e spesso mi tocca anche spiegare a loro come funziona....:shock:

    Silvana
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina