1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. daimon1971

    daimon1971 Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Buongiorno a tutti, sono nuovo del forum.
    Volevo sottoporvi un quesito:
    Circa un anno fà ho comprato un appartamento tramite cooperativa (ancora in fase di costruzione) in condominio (16 totali) al piano rialzato con un terreno privato di circa 280 mq.
    Ho fatto fare delle variazioni, dove mi sono staccato dal condominio preparando quindi l'ingresso indipendente in modo da essere "staccato dal condominio" il più possibile.Ho fatto fare un box esterno con relativa terrazza (vi allego la foto).Quando ho comprato ho chiesto espessamente che nel mio privato non dovevano passare utenze varie del resto dei condomini.
    Adesso che siamo arrivati verso la fine, ho notato che sul confine esterno hanno preparato le 2 cassette del gas per 16 condomini e da lì hanno scavato dentro al mio terreno una traccia profonda circa 1,5 metri e lunga 10/15 metri che passa proprio in mezzo al mio giardino. Ho chiesto spiegazioni (ero incavolato nero) e loro si sono giustificati dicendo che " ENI" ha ritenuto quello il posto + adatto dopo un sopraluogo.Io invece penso che sia la soluzione meno dispendiosa. Io penso che mi dovevano chiedere il permesso visto che il tutto è stato fatto dopo il mio acquisto, secondo posso farmi risarcire visto che secondo mè c'è un deprezzamento della casa visto le servitù? di quanto in percentuale? oppure posso pretendere la rimozione? visto che non si sono fermati quando li ho avvisati? secondo voi posso piantarci alberi ect . grazie a tutti per le risposte, resto a disposizione
    ciao a presto
     

    Files Allegati:

  2. Procicchiani

    Procicchiani Membro Attivo

    Amministratore di Condominio
    ti confermo che la posizione dei contatori viene scelta dalle aziende del gas, se ne fregato delle esigenze del cliente.
    per il resto, devi sentire un legale e fargli vedere gli accordi scritti

    NB: lo sai che anche se hai l'entrata indipendente, sei comunque in condominio?
    Pretendi un regolamento contrattuale da fare accettare a tutti, fin dal primo atto di vendita, in cui sia chiaro cosa paghi e non paghi, altrimenti paghi tutto
     
  3. daimon1971

    daimon1971 Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Ti ringrazio intanto per la risposta,per quanto riguarda le spese condominiali mi hanno detto che in millesimi devo pagare l'antenna centralizzata,quota fognature e tetto e facciate varie. Acqua luce e gas sono staccato dal condominio.
     
  4. Bagudi

    Bagudi Moderatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Ma sei sicuro ???
    Come è possibile se i tubi del gas di tutto il condominio passano nel tuo giardino ? Dipenderai anche tu da quello, no ?

    E l'ENEL cosa fa ? un impianto solo per te ? Idem per l'acqua...
     
  5. daimon1971

    daimon1971 Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    E si, l'enel fa un impianto solo per mè in quanto il resto dei contatori li hanno collocati sotto dove ci sono i box.....dove chiaramente io non voglio andare..... anche perchè se il contatore scatta dovrei fare il giro di tutto il condominio per riattivarlo; quindi io ho dovuto fare una richiesta singola (circa 1200 €) che arriva dalla parte alta della strada.
    Per l'acqua invece passa da sotto ma sono esterni, quindi sulla strada e va fino all'autoclave mia dietro al box ..
    il Gas rimane sulla nicchia esterna(vedi foto) per tutti(quindi anche il mio) ma l'attacco del mio gas si ferma dietro al box per poi entrare nel mio appartamento, mentre per il resto passa dietro.
     
  6. Procicchiani

    Procicchiani Membro Attivo

    Amministratore di Condominio
    dammi retta, fai fare un regolamento contrattuale

    amministratore ?
    assicurazione ?
    ci sono terrazzi a livello nel tuo palazzo ?
    le scale servono per andare al tetto e all'antenna centralizzata, quindi se vogliono fare gli ******i paghi ... il denaro và e viene, ma la pace quando và via perchè si litiga, non torna ... la vita è breve ...

    se molte sentenze ritengono che i negozi debbano pagare le scale e gli ascensori, perchè non dovresti farlo tu?


    L'ascensore deve considerarsi di proprietà comune anche dei condomini proprietari di negozi siti al piano terreno
    Tribunale Rovigo Civile, Sentenza del 31 maggio 2007, n. 61
    In tema di condominio, l'ascensore deve considerarsi di proprietà comune anche dei condomini proprietari di negozi siti al piano terreno, poiché occorre fare riferimento non all'utilizzo in concreto ma alla potenzialità del medesimo. La sostituzione dell'argano e del motore di un ascensore condominiale, non può avere altra finalità che la conservazione dell'ascensore stesso ed è atto di amministrazione ordinaria della cosa comune, non comportando innovazione


    Scale condominiali e negozi su strada

    "Le scale, essendo elementi strutturali necessari alla edificazione di uno stabile condominiale e mezzo indispensabile per accedere al tetto e al terrazzo di copertura, conservano la qualità di parti comuni, così come indicato nell'art. 1117 cod.civ., anche relativamente ai condòmini proprietari di negozi con accesso alla strada, in assenza di titolo contrario, poiché anche tali condòmini ne fruiscono quanto meno in ordine alla conservazione e manutenzione della copertura dell'edificio". Lo ha stabilito la Cassazione, con una sentenza (n. 15444/'07) che nella fattispecie ha confermato la sentenza d'appello che aveva ritenuto nullo l'accordo avente ad oggetto la cessione del diritto reale d'uso del pianerottolo del quarto piano di un edificio e della sovrastante scala a chiocciola, in quanto privo del necessario consenso di tutti i condòmini ed in particolare di quello dei proprietari dei negozi siti al piano terreno e con accesso alla strada.
     
  7. pinacio

    pinacio Membro Attivo

    Altro Professionista
    Per i tubi nel giardino è vero chel'azienda del gas stabilisce dove vuole mettere i contatori ma è anche vero che siccome fa un preventivo che deve essere accettato dal costruttore, se guesto glii dice di posizionarlo un pò più in la l'azienda alza conseguentemente il preventivo e se accettato esegue come da richiesta. Questo se non ci sono ostacoli fisici a ciò. Il costruttore però sceglie sempre la soluzione più economica.
     
  8. adimecasa

    adimecasa Membro Senior

    Agente Immobiliare
    l'azienda del gas mette i contatori sul muro di confine del condominio e non dove vogliono loro, e il condominio/costruttore deve utilizzare per i servizi le parti comuni e non creare dei servizi, sempre se negli accordi non erano presenti e previsti dei vincoli inerenti a tali.
     
  9. daimon1971

    daimon1971 Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Secondo voi, ho diritto ad un indennizzo? visto che sicuramente avrò un deprezzamento della casa per il passaggio dei tubi del gas in"mezzo" al giardino dove io avevo previsto anche di piantare 3 alberi piccoli da frutto(vedi foto sopra).
    grazie
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina