1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. Serena Riccardi

    Serena Riccardi Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Buongiorno,
    un mio cliente deve rogitare un appartamento per il quale è stato presentato un Permesso a Costruire in Sanatoria per opere interne (tavolati interni difformi da scheda catastale), purtroppo ci vorrà del tempo per avere la risposta ufficiale da parte dell'Ufficio Tecnico del Comune. Chi acquista non può aspettare la tempistica del Comune in quanto si deve trasferire dalla Germania entro un determinato giorno. Il notaio dice che DEVE ASSOLUTAMENTE avere la risposta positiva del Comune altrimenti l'atto sarebbe nullo. Ma se le parti (venditore ed acquirente) sono d'accordo, se il venditore è disposto a lasciare un tot di € depositati dal notaio a garanzia dell'ottenimento del permesso a costruire (cosa che ci è stata data, verbalmente, per certa!), è possibile che non ci sia una via di uscita?
     
  2. roberto.spalti

    roberto.spalti Membro Senior

    Agente Immobiliare
    L'unica via di uscita è fare un preliminare trascritto con immissione in possesso e rogitare a parere favorevole
     
    A Serena Riccardi e Umberto Granducato piace questo messaggio.
  3. Serena Riccardi

    Serena Riccardi Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Buongiorno Roberto,
    grazie delle rapidissima risposta. Il mio dubbio però ora è questo: fare come lei mi dice significa dare le chievi al cliente che compra, ma chi vende non può incassare l'importo fino al momento del rogito, giusto?
     
  4. roberto.spalti

    roberto.spalti Membro Senior

    Agente Immobiliare
    Non è esatto, la procedura è:
    preliminare con cifra di caparra molto alta in % al valore della casa con immissione in possesso; la caparra la incassi trannquillamente.
    rogito al rilascio del parere favorevole (entro un termine predefinito che andrà messo nel preliminare, io metto 30 giorni) e relativo accatastamento.

    Il pericolo in questi casi deriva dalla eventuale bocciatura della sanatoria che comporta la restituzione delle somme ricevute.
    Personalmente dovessi impostare un preliminare in queste condizini metterei che la caparra è penitenziale e concorderei che in caso di mancata approvazione del condono parte promissaria acquirente accetta di rientrare in possesso delle sole somme ricevute e atitolo di caparra, oltre al rimborso di eventuali spese sostenute, senza null'altro da pretendere a titolo di risrcimento danni.

    Aggiunto dopo 43 minuti :

    Sul forum ci si da del TU, anche perché altrimenti mi sento vecchio ;)
     
    A Ada Gay piace questo elemento.
  5. Serena Riccardi

    Serena Riccardi Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Grazie, sei stato veramente chiaro ed esaustivo!
    P.S. L'età è nella nostra mente, non nel corpo o nella forma lessicale!:)
     
  6. Graf

    Graf Nominato ad Honorem Membro dello Staff

    Privato Cittadino
    :ok:
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina