1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. Jonilaser

    Jonilaser Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Buongiorno a tutti, cercherò di esporre il più brevemente possibile il mio problema. Circa tre anni fa ho acquistato l'immobile nel quale attualmente vivo. Si tratta di un appartamento costruito negli anni 70 su un immobile di due unità su due piani. Io ho acquistato quello al piano superiore mentre in quello inferiore vive l'ex proprietario del mio appartamento nonchè costruttore dello stabile. Succede che recentemente ho deciso di ristrutturare il mio immobile , ho chiamato un tecnico ,perchè la mia intenzione è quella di abbattere dei muri interni , fare il cappotto ,modificare la scala esterna ecc...Da subito però il tecnico si accorge che ci sono notevoli discrepanze tra le planimetrie relative all'ultima sanatoria e lo stato di fatto. Soprattutto sulle misure dei muri esterni della mia e della sua unità ci sono misure sbagliate e fuori tolleranza. Addirittura il mio portico esterno alla cucina sul disegno risulta essere 50cm più largo e dunque la cucina 50cm più stretta. A questo punto si presenta un ulteriore problema , essendo infatti l'immobile costruito in zona sottoposta a vincolo ambientale la presentazione della sanatoria risulta essere molto più complessa ed onerosa dovendo fare domando ai beni ambientali.Insomma un casino. Ora il tecnico mi dice che sarebbe meglio sistemare facendo a metà con il mio coinquilino ,che chiaramente cade dalle nuvole e non ne vuole sapere (75 anni di età...). Mi ha inoltre fatto notare che a questo punto potrei impugnare l'atto e addirittura fare causa al geometra che ci ha seguito durante la transizione e l'agenzia immobiliare. N.B. il geometra ha ridisegnato l'appartamento (senza misure) e lo ha fatto inserire sull'atto(il disegno sull'atto non corrisponde a quello presente al catasto). Le mie domande sono : posso effettivamente impugnare l'atto anche dopo tre anni ? posso fare causa per danni? C'è una soluzione alternativa?
    Grazie a tutti per l'attenzione.
     
  2. Antonello

    Antonello Membro dello Staff Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Stai dicendo che avete presentato al notaio due planimetrie dell'appartamento diverse fra loro e tutte e due non corrispondenti alla realtà?
    E tu eri presente all'atto?
    Se si, che hai dichiarato quando il notaio, sotto la tua responsabilità civile e penale, ti ha chiesto se le planimetrie corrispondevano alla stato dei luoghi?
     
    A Bastimento piace questo elemento.
  3. Jonilaser

    Jonilaser Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Ero presente ma durante l'atto non si è discusso delle planimetrie. Sull atto è vi è solo un piccolo disegno ed è scritto che fa fede l'ultima sanatoria . Non mi è stato detto che c'erano differenze.
     
  4. Antonello

    Antonello Membro dello Staff Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Ma il "disegno" è una planimetria depositata in Catasto che rispecchia la reale situazione dei luoghi e che, presumo, tu hai visto in almeno una visita all'appartamento prima dell'acquisto?
     
    A Rosa1968 piace questo elemento.
  5. Jonilaser

    Jonilaser Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Si l'ho vista ma non ho effettuato misure.Dovrebbe averle fatte il geometra
     
  6. Jonilaser

    Jonilaser Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Poi all'interno dell'atto vi è un disegno molto piccolo che è differente da quello del catasto ma che rispecchia la realtà
     
  7. Rosa1968

    Rosa1968 Membro Storico

    Agente Immobiliare
    In atto non ci sono disegni piccoli ma piantina catastale.
     
    A Antonello piace questo elemento.
  8. Antonello

    Antonello Membro dello Staff Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Ed il notaio che ha detto in presenza di una planimetria non corrispondente alla realtà ed un disegno rispondente?
     
    A Rosa1968 piace questo elemento.
  9. SALVES

    SALVES Membro Senior

    Altro Professionista
    La differenza di 50 cm come l'hai rilevata?, considera che solitamente 1 millimetro in planimetria catastale corrispone a 20 cm reali, se al fianco destro di tale planimetria c'è un segmento con scritto 10 metri e con il righelo misuri 5 cm, altrimenti devi fare le opportune proporzioni.
     
  10. MyRiver

    MyRiver Membro Junior

    Altro Professionista
    Acquirente e venditore dovreste aver dichiarato in atto che la situazione reale dei luoghi "rispecchia quella raffigurata nella planimetria allegata", di solito quella catastale. Nel vostro caso sembrerebbe che abbiate dichiarato la conformità alla planimetria rappresentante la situazione dopo "l'ultima sanatoria" differente da quella catastale. E' così? In tal caso per regolarizzare la situazione dovrete solo variare la planimetria catastale. Se non è così, l'unica strada è citare in giudizio il venditore/costruttore cercando di dimostrare di essere inesperto e quindi incapace di valutare le planimetrie allegate. In caso di successo (con i tempi biblici della giustizia italiana) puoi ottenere o l'annullamento dell'atto o una riduzione di prezzo.
     
  11. Jonilaser

    Jonilaser Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Grazie mille dei consigli. Chiaramente cercherò come prima cosa di capire con il geometra cosa sia successo. La mia impressione è che non se ne sia accorto nessuno
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina