1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. baloo

    baloo Nuovo Iscritto

    Altro Professionista
    buongiorno a tutti io avrei bisogno di un vostro parere spiego tutto: il 30/01/2011 ho subito un incendio dovuto all'impianto elettrico della casa dove stavo in affitto; un impianto che, a detta di elettricisti che hanno fatto vari sopraluoghi, non era a norma in quanto non era presente ne il salvavita ne la messa a terra ( esisteva solo un differenziale).La casa era stata ristrutturata nel 1980 e nel tempo non erano state fatte le varie certificazioni che, come mi hanno detto, avrebbero dovuto essere fatte da parte della proprietaria.Nei mesi successivi abbiamo trovato un altro appartamento e ricominciato tutto da capo visto che di cio' che avevamo dentro casa non è rimasto nulla... la proprietaria era assicurata con una compagnia che le ha risarcito 12.062 euro. noi non abbiamo chiesto alla proprietaria nessun tipo di risarcimento anche se ci fu chi mi disse che avremmo potuto. E vengo al dunque: ad oggi ho ricevuto 3 e-mail dalla compagnia assicurativa che aveva liquidato il danno alla proprietaria, con la quale mi viene chiesto di risarcire all'assicurazione stessa i 12.062 euro che avevano a suo tempo liquidato alla proprietaria... tutto cio' mi pare..impossibile ed ora non so come comportarmi...vi chiedo un parere. cosa devo fare? grazie del vostro ascolto. distinti saluti
     
  2. Limpida

    Limpida Membro Senior

    Agente Immobiliare
    Puoi documentare che l'impianto non fosse a norma prima dell'incendio?
    Con quale motivazione la compagnia assicurativa vi chiede il risarcimento?
    Ti consiglio di rivolgerti a un legale.
     
    A H&F piace questo elemento.
  3. Procicchiani

    Procicchiani Membro Attivo

    Amministratore di Condominio
    devi sicuramente rivolgerti ad un legale
    l'assicurazione ti chiede di rimoborsali, perchè evidentemente nelle cause indicate dai vigili del fuoco c'è che siete voi i colpevoli dell'incendio

    non hai una polizza capo-famiglia ?
     
    A H&F piace questo elemento.
  4. Procicchiani

    Procicchiani Membro Attivo

    Amministratore di Condominio
    io ho avuto un incendio lo scorso anno, alla condomina da dove è partito l'incendiio non è stato chiesto nulla perchè io assicuro i miei fabbricati anche per la Resp civile conduttori
     
    A Limpida piace questo elemento.
  5. baloo

    baloo Nuovo Iscritto

    Altro Professionista
    io vivevo nella casa da 15 anni e non è mai venuto nessun elettricista a valutare o apportare modifiche all'impianto ma, come ripeto, non c'era ne salvavita ne messa a terra. L'assicurazione mi chiede di rimborsarle la somma liquidata alla proprietaria quale rivalsa in quanto ritengono mia responsabilita' l'accaduto. sulla relazione dei vigili del fuoco pero io non trovo nessuna descrizione che imputi a me la responsabilita'... Grazie ancora barbara
     
  6. baloo

    baloo Nuovo Iscritto

    Altro Professionista
    no non avevo una polizza capo-famiglia...ahime'... dalla relazione dei vigili del fuoco pero' non c'e' nessuna descrizione che imputi a me una responsabilita' parla di corto circuito accidentale...
     
  7. StLegaleDeValeriRoma

    StLegaleDeValeriRoma Membro Attivo

    Altro Professionista
    Ecco il solito "cosa devo fare ?" a distanza di un anno dal fatto.:disappunto:
    La risposta è stata già data in precedenza.... quindi non perdere altro tempo ad incaricare un professionista ... o l'hai già fatto senza aver ottenuto nulla bonariamente ? Allora dovrai agire dinanzi il Giudice sempre che ve ne siano i presupposti.
    Luigi De Valeri;)
     
  8. Giacomo Passariello

    Giacomo Passariello Nuovo Iscritto

    Agente Immobiliare
    x Baloo.......Rispondi all'assicurazione che niente è loro dovuto da parte tua,che non sei la proprietaria.

    Semmai dovresti chiederlo te alla proprietaria il risarcimento danni visto che lei è stata

    liquidata fra l'altro .

    Una cosa non mi torna nella tua memoria:dici che non esisteva salvavita ma l'interruttore

    differenziale sì.In termini tecnici sono la stessa cosa il salvavita e l'interruttore differenz.

    La chiave è soprattutto lì:per essere a norma i vecchi edifici che non hanno fatto ristruttu-

    razioni negli anni,devono avere almeno l'interruttore differenziale .Se non lo aveva ,e la

    causa di incendio è stata elettrica hai ragione assolutamente te e puoi chiedere tu il

    risarcimento:stai sicura che vinci la causa.

    Se invece esisteva l'interruttore differenziale le cose vanno diversamente:tu non puoi

    chiedere niente ma nemmeno loro possono chiedere qualcosa a te se la natura

    dell'incendio è stata accidentale(esempio:elettrodomestico,spina,prolunga etc.):

    l'assicurazione paga quando c'è un fatto accidentale:e questo mi sembra il caso tuo.

    L'assicurazione ci sta provando :sa che è stato accidentale ma vuole trovare il dolo.

    Se hai problemi mandami tutti gli incartamenti che gli rispondo io all'assicurazione.

    Saluti.

    giapass@hotmail.com
     
    A H&F piace questo elemento.
  9. Giacomo Passariello

    Giacomo Passariello Nuovo Iscritto

    Agente Immobiliare
    x Baloo.......Rispondi all'assicurazione che niente è loro dovuto da parte tua,che non sei la proprietaria.

    Semmai dovresti chiederlo te alla proprietaria il risarcimento danni visto che lei è stata

    liquidata fra l'altro .

    Una cosa non mi torna nella tua memoria:dici che non esisteva salvavita ma l'interruttore

    differenziale sì.In termini tecnici sono la stessa cosa il salvavita e l'interruttore differenz.

    La chiave è soprattutto lì:per essere a norma i vecchi edifici che non hanno fatto ristruttu-

    razioni negli anni,devono avere almeno l'interruttore differenziale .Se non lo aveva ,e la

    causa di incendio è stata elettrica hai ragione assolutamente te e puoi chiedere tu il

    risarcimento:stai sicura che vinci la causa.

    Se invece esisteva l'interruttore differenziale le cose vanno diversamente:tu non puoi

    chiedere niente ma nemmeno loro possono chiedere qualcosa a te se la natura

    dell'incendio è stata accidentale(esempio:elettrodomestico,spina,prolunga etc.):

    l'assicurazione paga quando c'è un fatto accidentale:e questo mi sembra il caso tuo.

    L'assicurazione ci sta provando :sa che è stato accidentale ma vuole trovare il dolo.

    Se hai problemi mandami tutti gli incartamenti che gli rispondo io all'assicurazione.

    Saluti.

    giapass@hotmail.com
     
    A H&F piace questo elemento.
  10. Procicchiani

    Procicchiani Membro Attivo

    Amministratore di Condominio
    la proprietaria è stata rimborsata per i danni al fabbricato, non al contenuto, i condomini non si assicurano mai per il contenuto, ogni u.i. ha contenuti diversi per valore
    l'assicurazione ha diritto alla rivalsa nei confronti di quello che è forse il vero responsabile
    l'impianto di terra non era obbligatorio
    e il salvavita che poteva essere posizionato nelle parti comuni, non è necessariamente in casa, anzi ... andrebbe periodicamente verificato nel funzionamento dal conduttore
    la cosa migliore è andare da un legale esperto nel ramo assicurativo .... evitare il fai da te
     
  11. Giacomo Passariello

    Giacomo Passariello Nuovo Iscritto

    Agente Immobiliare
    Se la causa di un incendio è dovuto a causa elettrica qualcuno deve dimostrare da dove e come è partito

    l'incendio:questo lo puo' fare soltanto un perito.C'è stata questa perizia a suo tempo?

    Se c'è stata questa deve dire chiaro e tondo se è stato doloso o no:se no nessuno puo' chiedere

    danni all'inquilino se l'incendio parte da sè.Esempi? La ventola di un termoventilatore che si ferma,

    una prolunga difettosa,un frigo che surriscalda,una lampadina al tungsteno che scoppia,un carica

    cellulare che si liquefa etc etc..Ci vogliono le prove.
     
    A H&F piace questo elemento.
  12. Procicchiani

    Procicchiani Membro Attivo

    Amministratore di Condominio
    nel mio unico e spero ultimo incendio, la causa è stata una pentola sul fuoco, che a dato fuoco ad un rotolo di scottex prima, a cartoni di pizza e poi a continuato ... quel che non ha distrutto l'incendio lo ha distrutto il fumo ....
     
  13. eraora

    eraora Membro Attivo

    Altro Professionista
    Il fatto che a casa sia presente il diffrenziale non significa che l'impianto sia a norma.
    La responsabilità dell'impianto compete al propitario o no?
     
  14. eraora

    eraora Membro Attivo

    Altro Professionista
    Mi cita la legge o la norma che dice che l'impianto di terra non è obbligatorio?
    Di solito gl'incendi succedono per corto circuito o per sovraccarico delle linee non certo per i 30 ma di corrente dispersa.La mancanza dell'impianto di terra è pericolosa per i contatti indiretti e indiretti.Se i conduttori si sono bruciati ed hanno propagato l'incendio le ipotesi potrebbero essere:linea non protetta,sezione non adeguata,cavo e\o parti dell'impianto fatti con matariale che proga l'incendio.
    Io penso che non sia colpa del conduttore se l'impianto non risponde alle normativa viggente.
     
  15. Giacomo Passariello

    Giacomo Passariello Nuovo Iscritto

    Agente Immobiliare
    Se leggi bene quello che avevo scritto io intendevo che SE l'impianto non aveva l'interruttore differenziale (e quindi sicuramente non era a norma:negli edifici vecchi senza ristrutturazione è l'unico obbligo della legge 46/60 vedi >>> Impianti elettrici )
    allora l'inquilina poteva chiedere un risarcimento.
     
    A H&F piace questo elemento.
  16. eraora

    eraora Membro Attivo

    Altro Professionista
    La 46\90 credo sia stata sostitituita dal dm37\08.Il problema è che i propietari credono che gl'immobili siano galline dalle uova d'oro e che le responsabilità siano sempre degli altri.
    Come si può affittare una casa con impianti vecchi di 30 anni? Non è una casa è un arma impropia...
    Vabbe,è una mia opjnione.
     
    A H&F e Limpida piace questo messaggio.
  17. Evakant

    Evakant Membro Junior

    Altro Professionista
    Salve, scusate se riapro la discussione, ma ho un caso analogo. Mia madre era in affitto, e la casa è quasi totalmente bruciata, la legge dice che l'affittuario deve dimostrare che non è colpa sua, l'impianto elettrico è bruciato, ma sospettiamo che sia stato un corto circuito perché è successo in notte fonda. Avete consigli per dimostrare quanto asseriamo noi? Grazie
     
  18. Bagudi

    Bagudi Moderatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    L'impianto elettrico era a norma ?
     
  19. Evakant

    Evakant Membro Junior

    Altro Professionista
    io non credo, ma devo dimostrare che non lo fosse, e siccome è tutto bruciato... è molto difficile a parte alcuni segni evidenti... Cmq non credo il proprietario abbia il certificato di conformità
     
  20. Bagudi

    Bagudi Moderatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Dovete far fare una perizia.

    L'immobile quanti anni ha ? E tua madre da quanti anni era in affitto ?
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina