1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. galaverna

    galaverna Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    In caso di proposta di acquisto dove è stato aggiunto che "la presente proposta è condizionata all'ottenimento del mutuo" senza specificare tempi e modi su tale ottenimento, può la parte venditrice agire in via legale nei confronti dell'acquirente se questi non ottiene il mutuo da una banca e rinuncia a chiedere ad altre banche chiedendo la resituzione della caparra versata alla proposta?:occhi_al_cielo: Quale documentazione della banca deve avere in mano? (perizia,delibera o altro?).
    Grazie mille :)
     
  2. acquirente

    acquirente Nuovo Iscritto

    Altro Professionista
    la liberatoria della banca che nega il mutuo.
    in questo caso il venditore non puo' pretendere nulla e nemmeno l'agente.
    ciao
     
    A Umberto Granducato e galaverna piace questo messaggio.
  3. galaverna

    galaverna Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Grazie, siccome mi hanno detto che,in genere,per avere in mano la liberatoria della banca possono volerci anche due mesi,può essere sufficiente a questo punto la dichiarazione verbale che il mutuo non è stato concesso per sciogliersi da ogni vincolo nei confronti di venditore e agenzia? (ovviamente facendo avere la liberatoria non appena disponibile...) Il problema è che il venditore insiste perchè il compratore chieda ad un'altra banca prima di rendersi disponibile a restituire la caparra..
     
  4. Abakab

    Abakab Ospite

    Proprio per evitare questi problemi, l'agenzia avrebbe dovuto trattenere l'assegno, se pur intestato al venditore, in attesa dell'esito definitivo della banca. Ciao!
     
    A galaverna piace questo elemento.
  5. Manzoni Maurizio

    Manzoni Maurizio Membro Assiduo

    Agente Immobiliare
    ciao, una proposta condizionata all'ottenimento del mutuo DEVE anche avere: di quanto e entro quando cioè l'importo del mutuo richiesto e entro quale data si aspetta la risposta, comunque è sempre una proposta annullabile da parte del proponente che ha mille sistemi per farsi negare il mutuo.
     
  6. galaverna

    galaverna Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Grazie,quindi nel caso di indicazione generica "proposta subordinata all'ottenimento del mutuo" (messa solo dopo insistenze visto che l'agenzia non la riteneva necessaria...:occhi_al_cielo:) è possibile svincolarsi se tale mutuo non è stato concesso o si è "costretti" a rivolgersi ad altra banca o addirittura ad impegnarsi a comprare l'immobile?
    Sottolineo che il mancato ottenimento non è stato per problemi di sostenibilità economica da parte dell'acquirente ma per perizia negativa sulla regolarità urbanistica dell'immobile...
     
  7. Manzoni Maurizio

    Manzoni Maurizio Membro Assiduo

    Agente Immobiliare
    ciao, sento cose che mi fanno rabbrividire, l'agenzia voleva farti fare la proposta senza subordinazione all'ottenimento del mutuo pur sapendo che tu avresti acquistato solo se ti concedevano il mutuo ?
    E dopo la perizia negativa per irregolarità urbanistica il venditore deve starsene buono.
     
  8. Bagudi

    Bagudi Moderatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare


    Secondo me, se gli fai una raccomandata dicendo che il mutuo è stato negato per irregolarità urbanistica e che nessuna banca può concedere un mutuo con queste caratteristiche, dovresti spuntarla...

    Silvana
     
    A leonard e Livingston69 piace questo messaggio.
  9. Eusto

    Eusto Nuovo Iscritto

    Agente Immobiliare
    Ma stiamo scherzando..... l'immobile ha un problema per il quale non si riesce ad ottenere il mutuo e ti stai preoccupando??
    Ti stanno solo spaventando sia l'agenzia che il venditore...NON PREOCCUPARTI!!
    Di quali irregolarità sull'immobile parli??
     
  10. galaverna

    galaverna Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    La questione è abbastanza complessa,riassumendo per sommi capi si parla di mancata abitabilità a seguito di un cambio d'uso anche se l'abitabilità in realtà c'era già (sull'intero stabile di cui l'appartamento fa parte)ma il perito afferma che,a seguito di cambio d'uso da A10 ad A2,va fatta una nuova abitabilità:occhi_al_cielo:
     
  11. Eusto

    Eusto Nuovo Iscritto

    Agente Immobiliare
    la situazione attuale conta!!
    scusa ma sulla proposta d'acquisto era mensionato il mancato documento??
     
  12. maria antonietta

    maria antonietta Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    Non è assolutamente vero..... se hanno fatto una cambio di destinazione d'uso, con una DIA o SCIA, non vengono rilasciate altre agibilità, e non ci sono nemmeno oneri da versare per differenza, perchè l'ufficio (A10) paga di più ed è già stato versato all'epoca (non di certo viene restituita la differenza)..... certo a meno che non siano avvenute modifiche sostanziali e forometriche.......
     
  13. Bagudi

    Bagudi Moderatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    E' che adesso i periti si inventano di tutto e per mostrarsi zelanti nei confronti delle Banche chiedono anche cose che non esistono...
    Se però vi mettete d'accordo col proprietario e incaricate un bravo tecnico che dimostri alla banca che quel documento NON è necessario, magari tutto si aggiusta...e non hai bisogno di ritirarti.

    Silvana
     
  14. galaverna

    galaverna Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Sulla proposta era indicato il cambio d'uso da fare a carico del proprietario,questo cambio d'uso non è stato ritenuto valido dal perito della banca (mancanza di bagno finestrato anche se anche sulle case nuove di bagni non finestrati ma con areazione forzata ce ne sono parecchie...). Ho sempre più l'impressione che,ai tassi d'interesse di allora, per la banca non fosse conveniente concedere il mutuo e questo "escamotage" sia servito a prendere tempo sapendo che i tassi d'interesse erano in rapida risalita (si tratta di un mutuo a tasso fisso che ora sarebbe molto meno conveniente). Inoltre hanno operato in maniera estremamente maldestra,facendo una perizia come ufficio nonostante sapessero che il compratore acquistava come prima casa,salvo bloccare tutto il giorno stesso del rogito. A dir poco allucinante:occhi_al_cielo:
     
  15. Bagudi

    Bagudi Moderatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Beh, si può poi anche agire contro le banche, eh ???!!!!

    Una bella lettera aperta sul giornale locale con nome e situazione e vedrai che gli passa la voglia.... è ora di fargli un pò di pubblicità come si deve.....:triste:

    Silvana
     
  16. maria antonietta

    maria antonietta Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    Non è il perito della banca a ritenere valido il cambio di destinazione d'uso ma il comune!
    Come dice bagudi, è ora di finirla di subire e basta!
    Fare i nomi di chi sbaglia! Le banche sono troppo sicure di se, giocando sul fatto che il cliente ha bisogno!
    Non lo fanno di certo gratis, almeno lavorino come si deve!
     
  17. pampa98

    pampa98 Nuovo Iscritto

    Agente Immobiliare
    Ciao.
    Direi che se le cose stanno come pare comprendersi dalla lettura dei post occorrerebbe un buon legale preso di comune accordo tra tutte le parti della vicenda, agenzia compresa.
    Se tutte e 3 collaborassero potrebbero inchiodare la banca alle sue responsabilità o almeno l'assicurazione del perito che a mio avviso se il comune non ha trovato nulla da dire non può sostituirsi allo stesso nella valutazione di un iter amministrativo già perfezionatosi.
    Di fatto poi se l'utente che ha scritto non volesse arrivare al rogito in presenza di vizi eventuali da attribuirsi alla responsabilità della parte venditrice non dovrebbe temere di non riprendere la caparra confirmatoria versata ma potrebbe pretenderla doppia e chiedere eventuali danni ulteriori.
    Ma tutto questo va visto alla luce delle carte e con l'ausilio di un buon civilista esperto.
     
  18. galaverna

    galaverna Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Grazie delle risposte,rimango sempre più dell'idea che tutto sia stato fatto per prendere tempo da parte della banca evitando di stipulare il mutuo a tasso fisso con le ottime condizioni a suo tempo concordate:rabbia:
    Sono passati quasi due mesi dalla perizia negativa e non abbiamo ancora in mano la liberatoria,sembra di essere in un circolo vizioso in cui tutti ci perdono tranne la banca...:occhi_al_cielo:
     
  19. Bagudi

    Bagudi Moderatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Perchè non ti rivolgi al Garante della Concorrenza e del Mercato e segnali i comportamenti scorretti della Banca ???

    In queste situazioni, siccome il cittadino è come Davide contro Golia, se ci si può appellare a qualcuno che riconosca i nostri diritti, credo che sia necessario farlo, anche se costerà fatica, pazienza e molte inc.........re.

    Silvana
     
  20. wilmina

    wilmina Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    ma cosa si può fare invece se è stata firmata una proposta d'acquisto senza vincolarla al mutuo e la banca ha dato esito negativo??
    devo chiedere qualcosa per risolvere il contratto??
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina