1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. saretta82

    saretta82 Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Buon pomeriggio volevo un parere in merito alla mia situazione. Abbiamo venduto un appartamento e abbiamo fatto la proposta di acquisto per un altro in un altro paese. Siamo marito e moglie con 2 pargoli in famiglia volevo intestarmi solo io l immobile però sarebbe pagante anche il marito. Si può fare? Il broker che segue la pratica dice di no. Voi che dite? Poi un altra cosa sarà possibile ottenere un mutuo al 100% per 92000 io ctr tempo ind da 8 anni 1300 netti al mese lui interinale circa. 1200. Grazie
     
  2. Architetto

    Architetto Membro dello Staff

    Altro Professionista
    Ciao,
    Per la prima domanda la risposta è si ... che siate anche in comunione dei beni, potete intestarlo ad uno di voi ma poi ricorda che ai fini fiscali conta sempre il nucleo familiare che lo vive e non l'intestatario ...
    Per la seconda, invece penso debba chiederlo direttamente alla banca (meglio sentirne diverse), per avere il miglior credito ... in ogni caso il muto sarà pari all' 80% del valore dell'immobile e non (quasi mai) il 100% (quasi nessuno lo concede)...
    Spero esserti stato d'aiuto.
     
  3. Bagudi

    Bagudi Moderatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Se sei in comunione dei beni, puoi intestare solo tu l'immobile invocando nel rogito l'art. 179 del Codice Civile, ma deve essere presente e firmatario anche tuo marito.

    Nessuna banca, per quanto mi risulta, ti da il 100% del mutuo.
     
    A Architetto piace questo elemento.
  4. Pisanacho86

    Pisanacho86 Membro Junior

    Privato Cittadino
    Scusa ma Mi inserisco nella discussione...io ho due case e ne compro una terza con mia moglie che non possiede immobili, data la comunione dei beni posso intestarla a lei e solo a lei e risparmiare sull'atto?? Mi fa strano questa cosa...
     
  5. Bagudi

    Bagudi Moderatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Certo. Vai a leggerti l'art. 179 del codice civile.

    Sai quante case ci sono comprate così ???
     
    A Architetto piace questo elemento.
  6. Agenzia Castello

    Agenzia Castello Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    La cassa di risparmio ha il mutuo 95%, un altra banca arriva all'80% della perizia e spesso danno alla fine il 100% effettivo.
     
  7. Pisanacho86

    Pisanacho86 Membro Junior

    Privato Cittadino
    Scusate volete dire che io ho comprato casa con mia moglie spendendo il triplo di quanto potevo?? Considerando che avevo chiesto al notaio come fare a risparmiare mi fa veramente strano...
     
  8. Bagudi

    Bagudi Moderatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Cioè ? La prima o la seconda casa ?
     
  9. Pisanacho86

    Pisanacho86 Membro Junior

    Privato Cittadino
    La mia seconda, la sua prima
     
  10. Bagudi

    Bagudi Moderatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Se era la sua prima casa, avrà invocato i benefici fiscali per la sua quota, no ?

    Quindi avrai pagato le tasse come seconda casa solo sul 50%.
     
  11. Pisanacho86

    Pisanacho86 Membro Junior

    Privato Cittadino
    Si questo era ovvio, ma si ritorna al punto precedente...non è possibile intestare la casa solo ad un coniuge.
     
  12. Agenzia Castello

    Agenzia Castello Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    Certo che si può intestare la casa anche solo a uno dei due anche se si è in comunione dei beni, basta specificarlo nell'atto di acquisto.
     
  13. Bagudi

    Bagudi Moderatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Assolutamente si.
    Ne ho fatti diversi di rogiti di questo genere.
     
  14. Pisanacho86

    Pisanacho86 Membro Junior

    Privato Cittadino
    E quindi le tasse si pagano come se fosse solo prima casa? Se è cosi vado a prendere il notaio per le orecchie....
     
  15. Bagudi

    Bagudi Moderatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Ma la casa che avete è cointestata ?
     
  16. Agenzia Castello

    Agenzia Castello Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    Potevi intestare l'intero immobile come prima casa alla moglie dichiarando che lo comprava con soldi suoi in atto, per le agevolazioni doveva avere o portare la residenza nel comune dell'immobile entro 18 mesi (nel caso fosse la prima volta che usufruiva delle agevolazioni, se invece aveva venduto già una casa in cui aveva usufruito delle agevolazioni prima dei 5 anni il tempo era 12 mesi).
    La residenza non necessariamente andava portata nell'immobile comprato come prima casa ma nel comune dell'immobile, mia moglie tempo fa aveva preso un mini nel vano scala affianco al nostro per investimento (anche se alla fine ci ha rimesso visto la crisi), l'ha preso come prima casa con le agevolazioni, non ha spostato la residenza perchè la aveva già nel comune dell'immobile.
    Diverso è se il comune è un altro da quello in cui si risiede allora in tal caso va portata la residenza, basta anche portarla e poi toglierla, da tener presente che nel comune dove ha acquistato come prima casa non deve avere nessuna casa di proprietà al 100% e non deve avere nessun immobile su tutto il territorio dove ha già utilizzato le agevolazioni (sempre che non avesse venduto e ricomprato).
    Ai fini IMU e detrazione interessi mutuo fa fede la residenza, se la ha nell'immobile detrae e non paga IMU altrimenti non detrae e paga IMU se la residenza è da un'altra parte, se affitta l'immobile direi che è il caso la residenza sia col marito anche perchè non è molto credibile che due son sposati con residenze diverse e il proprietario dell'immobile viva con l'inquilino.
     
  17. Pisanacho86

    Pisanacho86 Membro Junior

    Privato Cittadino
    Si ma per acquistare io ho chiesto mutuo, la banca lo ha concesso perchè io ho uno stipendio e mia moglie non ha reddito...forse doveva essere mia moglie a chiedere il finanziamento e io comparire come garante etc etc...certo che saperlo prima...
     
  18. Agenzia Castello

    Agenzia Castello Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    Si esatto, dovevi vedere se passava con te come garante, però in questi casi molte banche chiedono la cointestazione del bene, alle volte anche con quote inferiori poi dipende dalla banca.
     
  19. Pisanacho86

    Pisanacho86 Membro Junior

    Privato Cittadino
    bene, il notaio si è salvato...la tirata d'orecchie me la devo fare da solo
     
  20. Luna_

    Luna_ Moderatore Membro dello Staff

    Altro Professionista
    L'acquisto di beni immobili, o di beni mobili elencati nell'articolo 2683, effettuato dopo il matrimonio, è escluso dalla comunione, ai sensi delle lettere c), d) ed f) del precedente comma, quando tale esclusione risulti dall'atto di acquisto se di esso sia stato parte anche l'altro coniuge. 179 comma 2.
    Questo comma nel nostro caso non puó assolutamente essere invocato. Bene ha fatto il notaio. Non c'é nulla di errato. La moglie non ha reddito. Il marito é quello che paga. Quindi questo immobile se fosse stato intestato alla sola moglie sarebbe stata una bella donazione indiretta. Non azzardo contratto a favore di terzo perché ciò deve essere specificato. Che poi dopo entra a far parte della comunione legale in sede di scioglimento é altro discorso. Quello che é stato ipotizzato poteva verificarsi nel caso in cui la moglie era intestataria del mutuo e il marito faceva da garante. Lei acquista lei paga. Ma qui lei diventa proprietaria e il marito paga. Non c'era altra soluzione.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina