1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. ROSFRUM

    ROSFRUM Membro Attivo

    Privato Cittadino
    Al termine di una ultradecennale controversia, mai risolta (avvocati, visure catastatali, interventi di geometri, tentativi di arbitrato, litigi e minacce, segnalazioni all'amministrazione comunale e alle forze dell'ordine, ma nessuna querela o causa intentata...), tra vicini per la posizione di una linea di confine tra due terreni “A” e “B”.... senza che sia stato raggiunto un accordo definitivo, ma solo qualche cenno di distensione verbale, un bel giorno una delle due parti “B”, in assenza ed insaputa dell'altra, procede alla messa in opera di una recinzione lungo quella che ritiene essere la linea di confine, prevedendo un cancello “A” ed un passaggio….


    La situazione è sommariamente descritta nello schizzo. La proprietà “A” (unità catastale singola) è circondata su tre lati dalla proprietà “B”(su unità catastali distinte ma di fatto comunicanti). Il contenzioso riguarda il confine tratteggiato in verde, la proprietà “A” sostiene che vecchi termini “pietre” siano stati arbitrariamente rimossi e la posizione del confine sia circa mezzo metro spostata verso dx, cioè dalla parte della proprietà “B”. Non vi sono mai stati problemi di sorta lungo i restanti confini, anche dopo una recente installazione di recinzioni, con le quali è stato previsto il cancello “B”.

    Non è mai stata chiara l’utilità del passaggio, confermata da “B” e negata dapprima poi bonariamente acconsentita come ipotesi, ma solo verbalmente, da “A”, anche perché la confermazione delle proprietà consente alla parte “B” di accedere comodamente ad ogni porzione dei propri terreno (per operazioni di sfalcio, ecc…).


    Che cosa potrebbe fare la parte “A”, che per ora ha solo verbalmente richiesto alla parte “B” di rimuovere il manufatto, ricevendo per risposta una minaccia di querela……??




    Immagine XXX.jpg
     
  2. SALVES

    SALVES Membro Senior

    Altro Professionista
    Occorre sapere a che serve un passaggio così come dallo schizzo? a cosa serve un passaggio circondato dalla proprieta B per tre lati e dalla proprieta A da un lato senza che questo passaggio fuoriesce in altra strada pubblica e/o privata?
     
    Ultima modifica: 8 Maggio 2015
    A ROSFRUM piace questo elemento.
  3. ROSFRUM

    ROSFRUM Membro Attivo

    Privato Cittadino
    Non c'è uscita su strada ne su sentiero vicinale
     
  4. SALVES

    SALVES Membro Senior

    Altro Professionista
    Quindi il motivo della sua esistenza qual'è?
     
  5. ROSFRUM

    ROSFRUM Membro Attivo

    Privato Cittadino
    La parte A non se ne spiega la ragione e a sua memoria non se ne ricorda esistenza. È una pretesa unilaterale della parte B
     
  6. Bastimento

    Bastimento Membro Storico

    Privato Cittadino
    La descrizione data non è nemmeno molto chiara:

    1) la parte A lamenta lo spostamento dei confini, però dicendo che sono spostati a DX, cioè verso il lotto B. In questo modo è A che viene a guadagnarci....: chi lamenta cosa?
    2) Come si accede al lotto A?
    3) Quale accesso ha il lotto B?
    4) Cosa avviene sul quarto lato?
     
  7. ROSFRUM

    ROSFRUM Membro Attivo

    Privato Cittadino
    La parte A ritiene che il confine fosse in origine (vecchio confine delimitato con filari vigna abbattuti con il tempo e segnato con pietra di termine ad un certo punto rimossa da "ignoti") circa mazzo metro più verso dx della posizione della recinzione installata arbitrariamente da B. Al lotto A si accede da strada posta dalla parte del quarto lato estrema sx dello schizzo. Al lotto B (su cui insiste anche abitazione del proprietario) si accede da strada pubblica posta a estrema dx schizzo. Avrei mappa catastale che non posso pubblicare x questioni privacy e non posso inviare in privato in quanto non abilitato perché ancora new entry.
     
  8. Tobia

    Tobia Membro Senior

    Agente Immobiliare
    OPZIONE 1 : A dovrebbe lasciare la recinzione realizzata da B , ed in più dovrebbe realizzare un'altra recinzione sul proprio terreno ad un metro di distanza (minimo per un passaggio pedonale) dalla recinzione già realizzata, creando un passaggio pedonale per impedire a B di "passeggiare indisturbato" per resto del terreno di A.
    Così A perde 1 metro di terreno in fondo ma conserva il resto libero da gravami di passaggio e con la rete può lasciare liberi sul proprio terreno anche 3 pitbull senza conseguenze per B

    OPZIONE 2 : A chiama un avvocato, spende e litiga per i prossimi 10 anni


    PS
    io preferisco un pessimo accordo ad una buona causa.
     
  9. ugo56

    ugo56 Membro Attivo

    Privato Cittadino
    Nel caso in cui, invece, le aree (a seguito di divisione ereditaria giudiziale) ed i confini siano stati stabiliti da un ctu, non essendoci ancora alcun rapporto tra coeredi è possibile autonomamente segnarsi i confini, magari recintandosi la propria area trattenendosi almeno 1 cm. all'interno ? Quali conseguenze ci potrebbero essere se non si possono obbligare gli altri confinanti a dividere ? Ma è possibile complicarsi la vita, quando questa è già complicata di per sè !!!!?
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina