1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. Pennylove

    Pennylove Membro Assiduo

    Privato Cittadino
    Si segnala: http://www.associazionenazionaleavvocatiitaliani.it/?p=9232
     
    A Silvio Luise piace questo elemento.
  2. topcasa

    topcasa Membro Storico

    Agente Immobiliare
    Alla fine hanno optato per battere cassa.
     
  3. Alessandro Tobia

    Alessandro Tobia Membro Ordinario

    Agente Immobiliare
    Come si chiama il disegno di legge ??? "Destinazione Italia"
    Forse non l'hanno ben capito .... a picco !!!
     
    A topcasa piace questo elemento.
  4. topcasa

    topcasa Membro Storico

    Agente Immobiliare
    speriamo di no, io credo ancora nell'Italia
     
  5. adimecasa

    adimecasa Membro Senior

    Agente Immobiliare
    potevi pubblicarlo più stampabile
     
  6. cafelab

    cafelab Membro Assiduo

    Altro Professionista
  7. Abakab

    Abakab Ospite

    Impongono l'APE pena nullità senza poi dare le linee guida, poi dicono ok non è nulla ma pagate le penali.
    Dai signori siamo ancora in attesa di conferme e precisazioni sulle nuove tassazoni sulla compravendita col 2014.
    Più che "Destinazione Italia" direi " Fermi al Caos" :disappunto:
     
    A Rosa1968, panetto, Avv Luigi Polidoro e 1 altro utente piace questo messaggio.
  8. Avv Luigi Polidoro

    Avv Luigi Polidoro Membro dello Staff Membro dello Staff

    Altro Professionista
    Non ci sono parole per descrivere il pressapochismo con cui pretendono di legiferare.
    In tutti i campi, purtroppo.
     
    A Rosa1968 e panetto piace questo messaggio.
  9. Pennylove

    Pennylove Membro Assiduo

    Privato Cittadino
    :stretta_di_mano: Il solito pastrocchio che sta già generando (anche in rete) cattive interpretazioni del passaggio normativo che novellerebbe nuovamente l’originario D.Lgs. n°192/2005. Con riferimento al perimetro di applicazione, vi sono due novità.

    In primo luogo scompare la nullità: tale abrogazione ha comportato, però, una sua sostituzione con una sanzione amministrativa pecuniaria. In secondo luogo scompare l’obbligo di allegazione dell’attestato energetico (ora prescritto) ai contratti di locazione di singole unità immobiliari.

    La falsa ratio che è stata subito dedotta dalla novella normativa (in corso di conversione) è che l’attestato energetico debba continuare ad essere allegato ai contratti. Ora, se il certificato energetico va sempre allegato ai contratti di compravendita immobiliare e negli atti di trasferimento di immobili a titolo oneroso, non pare, ad una attenta lettura (in base ad una interpretazione lessicale del testo in discorso), che tale obbligo si estenda anche ai contratti di locazione di singoli immobili (questa sarebbe la novità vera). Infatti, si legge: “copia dell’attestato di prestazione energetica deve essere altresì allegata al contratto, tranne che nei casi di locazione di singole unità immobiliari.

    Nella sostanza, l’unico onere che graverebbe sul locatore di singoli immobili rimarrebbe quello di mettere a disposizione dell’inquilino la predetta certificazione o consegnargliene copia: “[…] nei nuovi contratti di locazione di edifici o di singole unità immobiliari […] è inserita apposita clausola con la quale […] il conduttore dichiara di aver ricevuto le informazioni e la documentazione, comprensiva dell’attestato […]".

    A questo punto devesi ammettere che – con riguardo alle sole locazioni immobiliari - la sanzione (da euro 1.000 a euro 4.000) non sarebbe logicamente collegata alla mancata allegazione dell’APE, bensì al mancato inserimento redazionale della clausola succitata, e se ciò è vero, sarebbe allora tale mancato adempimento obbligatorio che verrebbe sanzionato e punito dall’Agenzia delle Entrate (o dalla Guardia di Finanza). Bell’Italia. Io già me li figuro i finanzieri, alle prime luci dell’alba, impegnati nell’”Operazione APE”...
     
    Ultima modifica: 18 Dicembre 2013
    A Rosa1968, panetto e Avv Luigi Polidoro piace questo elemento.
  10. topcasa

    topcasa Membro Storico

    Agente Immobiliare
    Sonosolo degli azzecca garbugli improvvisati...basterebbe copiare la migliore soluzione esistente in Europa senza possibilità di sbagliare o di essere in conflitto con l'UE e di avere le solite procedure d'infrazione[DOUBLEPOST=1387405480,1387405111][/DOUBLEPOST]
    Delegata ai controlli e' la GdF ma a me sembra che stavolta la tua interpretazione lessicale non sia condivisibile
     
  11. Pennylove

    Pennylove Membro Assiduo

    Privato Cittadino
    BREAKING NEWS

    Il Governo pare aver fatto di nuovo dietrofront. :disappunto: Per l’APE si torna all’antico: i contratti privi di APE sono nulli.

    L’art. 1. co. 139 della Legge di Stabilità ha nuovamente modificato l’art. 6, co. 3-bis del D.Lgs. n°63/2013, stabilendo che l’obbligo di allegare l’attestato di prestazione energetica ai contratti di vendita, agli atti di trasferimento di immobili a titolo gratuito o ai nuovi contratti di locazione, a pena la nullità degli stessi contratti, decorra dall’entrata in vigore del decreto di adeguamento delle linee guida per la certificazione energetica degli edifici, da emanare con decreto del Ministro dello sviluppo economico, di concerto con i Ministri dell’ambiente e della tutela del territorio e del mare, delle infrastrutture e dei trasporti e per la pubblica amministrazione e la semplificazione, d’intesa con la Conferenza unificata, sentito il CNCU (co. 12 dell’art. 6 del citato D.Lgs.).

    Scenario sempre più confuso. In questa fiera dell’incertezza, al contribuente è assegnato il ruolo di spettatore impotente, chiamato a capire l’incomprensibile e ad affrontare una vicenda paradossale che si trascina ormai da mesi:

    - 6 giugno: l’APE va prodotto e dichiarato in contratto;

    - 4 agosto: se l’APE non viene allegato, il contratto è nullo;

    - 4 agosto – 21 novembre: gli uffici territoriali dell’Agenzia delle Entrate, in ordine sparso, applicano l’imposta di bollo all’APE;

    - 22 novembre: risoluzione n°83/E dell’Agenzia delle Entrate: rimane la nullità, ma l’APE va senza bollo e registro;

    - 13 dicembre: D.Lgs. “Destinazione Italia”: niente nullità, ma sanzioni amministrative salatissime (ritorna la dichiarazione in contratto, ma niente allegazione dell’APE nelle locazioni di singole unità immobiliari);

    - 23 dicembre: Legge di Stabilità: ritorna la nullità, ma con decorrenza dall’entrata in vigore di un decreto del Ministero dello Sviluppo economico. Ennesima puntata di una telenovela di dubbio gusto messa in scena da un legislatore schizofrenico, in cui il copione è sempre rivedibile fino all’ultimo minuto.

    (continua?)
     
    Ultima modifica: 24 Dicembre 2013
    A topcasa piace questo elemento.
  12. Abakab

    Abakab Ospite

    gif_animate_comiche_01.gif

    ... per non piangere!!!
     
    A Antonello e ludovica83 piace questo messaggio.
  13. osammot

    osammot Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    Prevedibile.jpg 450px-LARGO_AI_GIOVANI.jpg
    é il nuovo governo dei giovani

    200577111917_8_366390.jpg

    intel.jpg
     
  14. topcasa

    topcasa Membro Storico

    Agente Immobiliare
    Tipico pacco....di Natale
     
  15. od1n0

    od1n0 Membro Senior

    Privato Cittadino
    Certo che continua con la conversione in legge del DL 145 (non Dlgs) Destinazione italia. Chissa come riusciranno a stupirci..... :)
    Da notare le date 24 dicembre entrata in vigore del DL 145 mentre 01 gennaio 2014 entrata in vigore della legge di stabilità.
    Il DL 145 va ad agire sulla 192 /2005 mentre la legge di stabilità sul DL 63/2013..........e questo e' l'effetto del ricambio generazionale..........

    Di fatto fino al 31/12/2013 il comma in vigore e' :
    comma 3 articolo 6:
    "Nei contratti di compravendita immobiliare, negli atti di trasferimento di immobili a titolo oneroso e nei nuovi contratti di locazione di edifici o di singole unità immobiliari soggetti a registrazione è inserita apposita clausola con la quale l’acquirente o il conduttore dichiarano di aver ricevuto le informazioni e la documentazione, comprensiva dell’attestato, in ordine alla attestazione della prestazione energetica degli edifici; copia dell’attestato di prestazione energetica deve essere altresì allegata al contratto, tranne che nei casi di locazione di singole unità immobiliari. In caso di omessa dichiarazione o allegazione, se dovuta, le parti sono soggette al pagamento, in solido e in parti uguali, della sanzione amministrativa pecuniaria da euro 3.000 a euro 18.000; la sanzione è da euro 1.000 a euro 4.000 per i contratti di locazione di singole unità immobiliari e, se la durata della locazione non eccede i tre anni, essa è ridotta alla metà. L’accertamento e la contestazione della violazione sono svolti dalla Guardia di Finanza o, all’atto della registrazione di uno dei contratti previsti dal presente comma, dall’Agenzia delle Entrate, ai fini dell’ulteriore corso del procedimento sanzionatorio ai sensi dell’articolo 17 della legge 24 novembre 1981, n. 689"

    poi il 01/01/2014 viene ripristinato il 3 bis nel dlgs 192/2005 per effetto dell'entrata in vigore della legge di stabilità che modifica il DL 63 2013 con il seguente testo

    "A decorrere dalla data di entrata in vigore del decreto di adeguamento di cui al comma 12 L'attestato di prestazione energetica deve essere allegato al contratto di vendita, agli atti di trasferimento di immobili a titolo gratuito o ai nuovi contratti di locazione, pena la nullita' degli stessi contratti"

    Congelando la pena della nullità questa volta per tutti i contratti all'entratata in vigore del dm di adeguamento.

    Quindi se il dl 145 viene convertito senza modifiche (IMPOSSIBILE) fino all'emanazione del/i dm di adeguamento dei criteri di calcolo della certificazione energetica
    1) non vi e' obbligo di allegare al contratto la certificazione in caso riguardi singola unità immobiliare.
    2) Non vi e' pena di nullità ma vi e' obbligo di allegazione in caso non riguardino singole unità immobiliari pena sanzioni.
    3) Per i contratti che riguardano singole unità immobiliari resta l'obbligo della dichiarazione nel contratto pena sanzioni.

    Con l'entrata in vigore dei dm di adeguamento rientra la sanzione della nullità per tutti i contratti.

    Per i contratti non ancora dichiarati nulli con sentenza passata in giudicato e sottoscritti dal 6 giugno 2013 al 23 dicembre 2013 si puo' sanare la nullità pagando le sanzioni previste al
    nuovo comma 3 del dlgs 192/2005.

    "8. Su richiesta di almeno una delle parti o di un suo avente causa,
    la stessa sanzione amministrativa di cui al comma 3 dell'articolo 6
    del decreto legislativo n. 192 del 2005 si applica altresi' ai
    richiedenti, in luogo di quella della nullita' del contratto
    anteriormente prevista, per le violazioni del previgente comma 3-bis
    dello stesso articolo 6 commesse anteriormente all'entrata in vigore
    del presente decreto, purche' la nullita' del contratto non sia gia'
    stata dichiarata con sentenza passata in giudicato."

    Macchiavellici......

    Spero di aver interpretato bene....
     
    Ultima modifica: 28 Dicembre 2013
  16. topcasa

    topcasa Membro Storico

    Agente Immobiliare
    Che casino!
     
  17. od1n0

    od1n0 Membro Senior

    Privato Cittadino
    Quello che rimane da capire fermo restando che comunque a partire dal 1 gennaio 2014 per effetto della legge di stabilità ( che il DL venga convertito o meno) non vi e' piu' la sanzione della nullità fino all'entrata in vigore dei dm e' se il comma 139 che modifica il 3 bis attraverso la modifica della legge di conversione 90/2013 effettivamente ripristina oppure no il comma 3 bis del dlgs 192/2005 in caso di conversione del DL 145.
     
  18. od1n0

    od1n0 Membro Senior

    Privato Cittadino
    errata corrige dei punti avevo dimenticato la parola locazione;

    1) non vi e' obbligo di allegare al contratto la certificazione in caso riguardi locazione di singola unità immobiliare.
    2) Non vi e' pena di nullità ma vi e' obbligo di allegazione in caso non riguardino locazioni di singole unità immobiliari pena sanzioni.
    3) Per i contratti che riguardano locazione di singole unità immobiliari resta l'obbligo della dichiarazione nel contratto pena sanzioni.
     
  19. topcasa

    topcasa Membro Storico

    Agente Immobiliare
    Scusa per te singola unità immobiliare cosa intendi...se per caso vi è anche garage e cantina sono 3 unità
     
  20. od1n0

    od1n0 Membro Senior

    Privato Cittadino
    La domanda corretta e' cosa intende il legislatore comunque visto il contesto direi che la definizione e' contenuta nel dm 26/6/2009 del ministero dello sviluppo economico che esplica le linee guida per la certificazione all'articolo 2:

    "3.Singole unità immobiliari, ai fini del presente decreto si intende l'insieme di uno o più locali preordinato come autonomo appartamento e destinato ad alloggio nell'ambito di un edificio, di qualsiasi tipologia edilizia, comprendente almeno due unità immobiliari. E'assimilata alla singola unità immobiliare l'unità commerciale o artigianale o direzionale appartenente ad un edificio con le predette caratteristiche."

    Quindi escluderei cantina e garage dal computo che oltretutto non necessita dell'attestato di prestazione energetica.
     
    Ultima modifica: 29 Dicembre 2013

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina