1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. parvati

    parvati Membro Ordinario

    Privato Cittadino
    Salve a tutti mi sorge un dubbio e` sempre obbligatoria la registrazione del priliminare (scrittura privata non autenticata dal notaio) oppure ci sono delle eccezioni?
    Ed eventualmente quale sarebbe la differenza sostanziale fra registrare oppure omettere la tale registrazione del preliminare?
    ed entro quando andrebbe registrato?
    A chi spetta eventualmente la registrazione con i relativi costi all`acquirente o al venditore?
    Grazie ancora a tutti
     
  2. Abakab

    Abakab Ospite

    Si la registrazione del preliminare è sempre obbligatoria.
    Non registrandolo la validità dell'accordo rimane, vi è di fatto un'evasione fiscale.
    Il preliminare và registrato entro 20 gg dalla stipula.
    Acquirente
     
  3. marcellogall

    marcellogall Membro Assiduo

    Agente Immobiliare
    I costi sono normalmente divisi tra venditore ed acquirente ad eccezione dello 0,5% sulla caparra confirmatoria che è a totale carico dell'acquirente. Verrà poi conteggiata in detrazione dal notaio. Tutte le parti, compreso l'AI, sono solidamente responsabili.
     
    A ccc1956 piace questo elemento.
  4. gcaval

    gcaval Membro Attivo

    Altro Professionista

    No, i costi vanno divisi equamente per i contratti d'affitto, mentre per quelli di compravendita, a meno di pattuizioni scritte diverse, è sempre il compratore a sobbarcarsi tutti le spese relative al contratto. Non lo dico io, lo dice l'art. 1475 del codice civile.
     
  5. marcellogall

    marcellogall Membro Assiduo

    Agente Immobiliare
    L'art.1475 dice che "normalmente" le spese relative ad un contratto di compravendita sono a carico dell'acquirente. Questo è vero per le spese relative al rogito ma per quanto concerne la registrazione, dato che il venditore ha diritto ad una copia del preliminare registrato,la consuetudine prevede che le spese vengano sempre divise equamente. Nessuno dei miei cliente ha mai protestato.
     
  6. Umberto Granducato

    Umberto Granducato Fondatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Nn dappertutto. Da noi paga tutto il compratore
     
  7. Abakab

    Abakab Ospite

    ... anche da noi!
     
  8. Bagudi

    Bagudi Moderatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Anche da noi.
     
  9. gcaval

    gcaval Membro Attivo

    Altro Professionista
    L'art.1475 parla in generale di contratti di vendita, e non di rogito. Da te si fa così, il che non è contrario alla legge, se le parti accettano. E' una vostra (non so se di città o solo di agenzia) convenzione. Io, da venditore, non accetterei mai. Cmq, almeno in sei regioni d'Italia dove ho lavorato, non ho mai fatto "la mezza". L'acquirente si paga tutte le spese di registro ed il notaio (specifico anche questo, perché su alcuni siti internet c'è scritto che anche per il notaio "si divide"). Per la trascrizione è diverso, perché non essendo obbligatoria, è da pattuire a seconda delle situazioni.
     
  10. Umberto Granducato

    Umberto Granducato Fondatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    si parla anche di beni mobili in quell'art? o sbaglio?
     
  11. gcaval

    gcaval Membro Attivo

    Altro Professionista
    contratto di vendita in generale
     
    A Umberto Granducato piace questo elemento.
  12. Tobia

    Tobia Membro Senior

    Agente Immobiliare
    Se contiene clausole sospensive o risolutive e la caparra è trattenuta dall'agente immobiliare, allora il conteggio dei 20gg parte dall'avverarsi di tali clausole.

    In questi casi sarebbe buona norma far firmare in calce del compromesso una nota contenente la buona riuscita dello stesso con conseguente consegna dell'assegno.

    Tale nota serve come quietanza per il venditore e serve all'ufficio delle entrate per determinare l'inizio del conteggio.
     
  13. gcaval

    gcaval Membro Attivo

    Altro Professionista
    Potresti citare la norma che specifica questo che dici? A me non risulta affatto.
    Proprio un mese fa, con un contratto condizionato, ho pagato all'AdE di Padova 168 € di imposta fissa più 168€ perché c'era una clausola sospensiva, oltre ai bolli.
     
  14. Tobia

    Tobia Membro Senior

    Agente Immobiliare
    adesso mi informo,
    All'ade di Bologna 1 mi hanno fatto sempre registrare i contratti in questa maniera.
    Partono a contare dal momento della consegna dei soldi al venditore.

    Mentre mi informo vorrei sapere da Limpida e Bagudi se anche a loro risulta la stessa cosa..

    PS
    Come mai a te hanno fatto pagare altri 168 per la sospensiva?
     
  15. Tobia

    Tobia Membro Senior

    Agente Immobiliare
    Aggiorno:
    leggendo tra i testi di legge parrebbe che l'iter corretto sia quello di registrare il contratto pagando solo 168€ e successivamente, all'avverarsi delle condizioni, bisogna versare, sempre tramite f23, il resto, ovvero quanto dovuto per le imposte principali.

    quindi quello che mi hanno sempre fatto fare non sembrerebbe corretto, ma neanche versare due volte 168€.

    http://www.gaetanopetrelli.it/catal...dizione sospensiva, e imposta di registro.pdf
     
    A Umberto Granducato piace questo elemento.
  16. gcaval

    gcaval Membro Attivo

    Altro Professionista
    Ti confermo che ho pagato 168 + 168 euro + i bolli. Ho anche chiesto come mai, visto che io sapevo che erano da pagare solo i 168 euro. Tra parentesi, la caparra non era determinata (ma determinabile) e non era stata pagata ancora nessuna cifra (come caparra, appunto). La risposta è stata che, ogni volta che c'è una clausola sospensiva si devono versare ulteriori 168 euro, e non serve alcuna integrazione successiva.

    Io non mi sbilancio a dire che questa è la procedura corretta, perché abbiamo già visto che l'AdE, da città a città (e spesso anche da funzionario a funzionario), fa un po' quello che gli pare.

    Se avete altre info, fateci sapere.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina