1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. Rea87

    Rea87 Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Buona sera,
    sto provando ad acquistare la mia prima casa, ma forse mi sono affidata ad un'agenzia un pò troppo superficiale nel suo lavoro. Raccontando in breve, a Febbraio ho fatto una proposta d'acquisto a seguito della mediazione dell'agenzia siamo venuti a un compromesso (metà marzo). La casa è un appartamento che è stato diviso in due e il proprietario di casa al momento del compromesso, e anche adesso, non ha finito i lavori di divisione. Nella proposta è stato specificato che il tutto andrà a buon fine a seguito di fine dei lavori (conclusione della CILA), ma questo non è ancora avvenuto. Il problema sta nel fatto che da quando è stato firmato il compromesso non mi è stato più concesso di entrare in casa per far fare rilevamenti al mio architetto per la ristrutturazione o andare a vederla per assicurarmi che i lavori stiano procedendo. La banca mi ha dato la delibera per il mutuo (fine Maggio) ma il perito non è potuto andare a fare la perizia in quanto non è stato ancora fatto il frazionamento dell'immobile. A fine Giugno era previsto il rogito ma non è stato eseguito visti i problemi sopra. Ho ripetutamente chiesto all'agente immobiliare un documento di proroga, l'ho fatto contattare anche dal mio avvocato per avere questo documento ma niente.
    Tutte le volte che chiedo di accedere alla casa o anche solo di incontrarmi con l'agente immobiliare per discutere delle problematiche ho continui rinvii.
    Il documento di proroga nemmeno l'ombra ma per mail l'agente immobiliare mi ha scritto che per il 17/7 si effettuerà il rogito.
    Dopo questa mail non ho più avuto notizie.
    Mi chiedo:
    - a chi devo rivolgermi per controllare se la CILA che mi è stata consegnata tra i documenti della casa e che risale a più di un anno fa è ancora valida e non diffidata?
    - a chi devo rivolgermi per sapere se c'è un qualche problema che renda impossibile la conclusione della CILA e quindi la possibilità di accesso in casa nonché la possibilità di avviare io stessa dei lavori di ristrutturazione?
    - se per qualche motivo il tutto non dovesse andare a buon fine, ho diritto a riavere indietro i soldi versati?
    Ahimè ingenuamente ho pagato l'agenzia 12200€ e versato praticamente sempre all'agenzia tramite bonifico 36000€, il 20% dell'acquisto.
    - c'è qualcosa che posso fare o che posso chiedere all'agenzia immobiliare per tutelarmi?
    Grazie
     
  2. n3m3six78

    n3m3six78 Membro Assiduo

    Privato Cittadino
    Se il perito della banca non è entrato come fai a fare il rogito entro giorno 17?di quale mese o anno te lo ha detto?
     
    A Jan80 piace questo elemento.
  3. PyerSilvio

    PyerSilvio Membro Storico

    Agente Immobiliare
    Ciao Rea,

    Sei (ben) tutelata dalla Caparra.

    Il mediatore rinvia ed evita ulteriori scritti per non peggiorare la posizione.

    Probabilmente, il venditore e i suoi tecnici, saranno alle prese con qualche ricorso in sanatoria, che impedisce la chiusura delle nuove pratiche, impossibile da ottemperare, senza concludere correttamente quelle precedenti.

    Bisognerebbe comprendere, le provenienze dell’oggetto di vendita, per avere risposte piu’ compiute.

    Avresti dovuto inserire fin da subito, nelle pratiche, la nomina e la delega, di un tuo professionista incaricato.

    Cosi’, in qualsiasi momento, avresti potuto verificare ogni questione, utilizzando le porte d’ingresso principali.

    Stravagante pure che i tecnici di parte si ignorino.

    Verifica ogni cosa prima del rogito.

    Diversamente non fisserai l’atto per loro inadempienza.

    Con riserva di danno.
     
    A Jan80 piace questo elemento.
  4. Rea87

    Rea87 Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    l'agente immobiliare ha detto il 17 di questo mese ma io ho miei dubbi che ce la faremo.
     
  5. Rea87

    Rea87 Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Ciao PyerSilvio,

    grazie per la tua risposta, non ho nominato un professionista sia perché non conosco nessuno del mestiere e pensavo che affidandomi ad un agenzia non avrei avuto molti problemi sia perché non avrei mai immaginato di avere tutti i problemi che mi stanno creando.

    Io provo ad effettuare delle verifiche ma ogni volta l'agente immobiliare dice che è tutto apposto di non preoccuparmi che entro la settimana faremo tutto, e le settimane passano e non facciamo nulla.

    Perdonami ma non ho capito la fine del messaggio, cosa vuoi dire con:

    "Diversamente non fisserai l’atto per loro inadempienza.

    Con riserva di danno."

    ?

    Grazie
     
  6. Rosa1968

    Rosa1968 Membro Storico

    Agente Immobiliare
    Il tuo interlocutore è il proprietario, poi l'agente immobiliare.
    Quindi raccomandata alla proprietà con ricevuta di ritorno, dove chiedi:
    - accesso al perito per perizia
    - documentazione completa con chiusura Cila
    - Termine perentorio per rogito entro il ......
    Decorso questo termine, applicherai una penale pari a € 200 per ogni giorno di ritardo.
    Inoltre chiedi liberatoria spese condominiali alla data del rogito.
     
    A Bagudi, Jan80 e francesca63 piace questo elemento.
  7. Rosa1968

    Rosa1968 Membro Storico

    Agente Immobiliare
    Chi ha scelto il notaio?
    Vai a fare una chiacchierata con il notaio per verificare se hanno portato la documentazione al fine del rogito.
     
  8. Rea87

    Rea87 Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Ciao,

    grazie della risposta, mi sa che se per il 17 non si farà nulla (cosa molto probabile) seguirò il tuo consiglio facendo preparare una lettera dall'avvocato.
    Per il notaio, anche in questo caso poiché non conoscevo nessuno, mi sono affidata all'agenzia e per ora, sempre tramite agenzia, ho ricevuto solo un documento scritto e firmato dal notaio che l'appartamento non è soggetto a gravami e basta.
    Proverò a contattare direttamente il notaio nella speranza di avere qualche risposta in più.
    Grazie mille
     
  9. Rosa1968

    Rosa1968 Membro Storico

    Agente Immobiliare
    devi assolutamente, chiedi di vedere la pratica castale e se non conosci nessun tecnico, puoi dare incarico al notaio di fare tutte le verifiche sulla conformità. Comunque inizia a scrivere. Non avete condizionato la proposta al frazionamento ad una certa data, nessuno ti dice nulla dopo la scadenza per il preliminare. E' vero che se non è in regola sono loro inadempienti, ma i soldi te li devono dare, mi spiego? Devi fare una causa .... Prendi in mano la situazione e cerca di mettere nero su bianco i tempi e penale.
     
    A Bagudi, Jan80, francesca63 e 1 altro utente piace questo messaggio.
  10. PyerSilvio

    PyerSilvio Membro Storico

    Agente Immobiliare
    Butterai via solo i soldi Rea.

    Se hanno incassato la caparra i venditori sanno bene che non potranno andare troppo lontano.
    Con questo effetto anche i soldi che hai gia’ versato all’agenzia saranno da rendicontare.

    Per inserire l’avvocato c’e’ tempo.
    Con azioni piu’ efficaci di quelle delle raccomandatine che ti hanno consigliato.

    I ricorsi in sanatoria necessitano dei loro tempi.
    Senza ottenere le concessioni le pratiche restano sospese.

    Da qui la vaghezza del venditore e dell’internediario.
    Che pendono dalle labbra del Conune concessionario.

    Quando tutti i carteggi saranno pronti ti muoverai.
    Incaricando il tecnico tuo difucia per le questioni urbanistico catastale ed il notaio per quelle giuridiche legali.

    L’intervento dell’avvocato, specie se in lopportuno, e’ sempre la soluzione piu’ antieconomica che esista.
     
  11. Rosa1968

    Rosa1968 Membro Storico

    Agente Immobiliare
    Con un rogito al 31 maggio di antiecomico non c'è l'avvocato semmai tutto il resto.
    Tu stai parlando di sanatoria perché? Mi sono persa qualcosa?

    Loro pendono dal comune rea ha versato i soldi e sai gli interessa a lui? Prima di vendere avrebbero dovuto verificare i tempi. Io non li giustifico perché la caparra ce l'hanno in tasca i venditori.

    I carteggi a casa mia dovevano già esserci e andavano inseriti nel preliminare. L'utente non e' un compagno di merende o un socio ma un acquirente ed oggi non ha informazioni certe. L'unico che ha le idee chiare sei tu, a lui non devono interessare le problematiche. Non e' lui che ha deciso di vendere un appartamento da frazionare. Lui ha versato dindini buoni, dindini che stanno servendo a fare busness al venditore. Diversamente non si spiega perché vendere prima del frazionamento.
    Mi piacerebbe sapere cosa è stato scritto nel preliminare .....
    A volte non capisco perché bisogna giustificare .... Dall'avvocato ci vai dopo. Questa e' superficialità e leggerezza che ti contraddistingue. Mi da che dovresti fare anche tu le torte quantomeno imparerai sulla tua persona che si sforna con delle buone presine o meglio il guanto.
     
    Ultima modifica di un moderatore: 7 Luglio 2018
    A francesca63 piace questo elemento.
  12. francesca63

    francesca63 Membro Assiduo

    Privato Cittadino
    hai versato il 20 % del prezzo all'agenzia ?
    A che titolo ?

    A te interessa comprare comunque, anche se in ritardo ?
    Allora informati bene ( tramite tecnico se il venditore non ti da risposte) , per capire a che punto è la pratica, e poi concordate per iscritto una data certa entro cui rogitare.
    Ma io cambierei notaio, scegliendone uno che sia scelto da te e non dall'agenzia, che mi sembra latiti troppo.

    Comunque devi pretendere risposte certe, visto che la data prevista per il rogito è già passata. Se non ti attivi, sembra che vada bene così anche a te.
     
    A Jan80 piace questo elemento.
  13. Rea87

    Rea87 Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Nella proposta d'acquisto avevamo fissato il deposito del 20% entro aprile e questa scadenza l'agenzia non se l'è lasciata sfuggire.
    A me la situazione non va bene ed è per questo che ho stressato giornalmente l'agente immobiliare tramite telefonate e messaggi, per ottenere solo continui rinvii. Il lavoro mi impiega molto tempo e non posso stargli continuamente con il fiato sul collo. Sono interessata a concludere l'acquisto perché è un buon affare e per ora non sto facendo nulla perché il mio avvocato mi ha consigliato di dargli tempo fino al 17/7 di sistemare le cose così da evitare ulteriori rallentamenti, ovvio se per il 17 non si conclude nulla cercheremo un modo diverso per procedere.
    E' possibile cambiare il notaio anche se ne è già stato stabilito uno nella proposta?
     
  14. francesca63

    francesca63 Membro Assiduo

    Privato Cittadino
    Non capisco una cosa: se il contratto preliminare prevede un versamento, questo deve essere fatto su conto del venditore, non certo su quello dell’agenzia.
    Se invece è una somma che ,secondo gli accordi sottoscritti, deve tenere in deposito l’agenzia, il bonifico mi sembra una modalità poco ortodossa.
    Perfino il notaio, se a rogito il saldo prezzo viene trattenuto fino ad avvenuta trascrizione, tiene la somma su un conto apposito separato e non sul suo conto “normale” , per non mischiare i soldi.

    Generalmente all’agenzia si da un assegno, ma intestato al venditore.
    E una somma in deposito presso l’agenzia si usa soprattutto se il contratto contiene una condizione sospensiva (per l’ottenimento del mutuo, o, nel tuo caso, per il buon esito della pratica di divisione). Ma di condizione sospensiva tu non hai parlato.
    Quindi continuò a non capire perché hai fatto un bonifico all’agenzia: hai una ricevuta? Cosa c'è scritto ?

    Hai tutto il diritto di avere risposte certe, almeno sapere a che punto sono le pratiche: anche l’avvocato mi pare stranamente accondiscendente.
    Ma forse nel contratto ci sono clausole che non hai riportato, e invece lui conosce, spero per te.

    Se il perito non è ancora andato a vedere l’immobile,tenderei ad escludere che per il 17 possiate rogitare.
    Aspettare, senza firmare due righe tra te e il venditore , in cui si prende atto del ritardo e si stabiliscono le nuove tempistiche e eventuali penali per altri ritardi , mi pare un modo superficiale di procedere.
    È possibile; al massimo dovrai pagare il notaio “vecchio” se ha fatto qualcosa.
    Ma per ora pare aver fatto poco o niente.
     
    A Bagudi piace questo elemento.
  15. Rea87

    Rea87 Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Nel contratto preliminare c'erano entrambe le clausole che hai detto sopra. Cioè vincolo accettazione mutuo e vincolo conclusione lavori prima di eseguire il rogito.
    Si ho una ricevuta dell'avvenuto bonifico scritta a mano dal titolare dell'agenzia dove dichiara di prendere quei soldi in carico e a seguito del quale mi fornirà tutti i documenti richiesti (cosa che non ha mai fatto).
    Abbiamo fatto dei controlli con l'architetto per sapere se i lavori sono stati conclusi e quindi se l'appartamento è stato frazionato ma ancora dall'ufficio del catasto non risulta nulla e quindi sono sicura che per il 17 non si farà nulla.
    Dopo tale data farò come suggerito da Rosa1968 e manderò raccomandata al proprietario di casa chiedendo maggiori informazioni, che il perito e il mio architetto accedano all'appartamento per il sopralluogo e metterò in chiaro le panali se anche la prossima data non sarà rispettata. E spero così di ottenere qualcosa in più.
     
  16. francesca63

    francesca63 Membro Assiduo

    Privato Cittadino
    Vincolo conclusione lavori prima del rogito è ovvio, perché senza pratica conclusa non si può proprio rogitare.
    Ma non e chiaro se è formalmente una condizione sospensiva, dipende proprio da come è formulata la clausola, ma non sembra scritta bene, sembra troppo vaga.

    I contratti condizionati sono contratti validi, ma non ancora efficaci.
    L’agenzia non va pagata, se non all’avveramento delle due condizioni.
    Mi pare strano che l’avvocato ti abbia detto di aspettare.
    Dal giorno del rogito ormai passato, se per l’avveramento delle condizioni non erano previste date diverse, il contratto è definitivamente inefficace.
    Ipoteticamente il venditore potrebbe vendere ad altri, senza rischiare nulla.

    Certo bisognerebbe leggere tutto il contratto, ma non mi pare una situazione limpida.
    Io non aspetterei, soprattutto con i soldi sul conto dell’agenzia (cosa obiettivamente mai vista).
     
    A Bagudi piace questo elemento.
  17. Rosa1968

    Rosa1968 Membro Storico

    Agente Immobiliare
    Ma questo proprietario lo hai mai incontrato?
     
  18. Rea87

    Rea87 Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Solo una volta durante l'ultimo sopralluogo della casa, e mi ha pure detto che aveva fretta di vendere.
     
  19. francesca63

    francesca63 Membro Assiduo

    Privato Cittadino
    Bella domanda.
    Si spera di si, perché ha firmato un contratto preliminare (così ha scritto).
    Però è tutto molto strano, e il dubbio era venuto anche a me.
     
  20. francesca63

    francesca63 Membro Assiduo

    Privato Cittadino
    Ma non avete anche firmato un contratto insieme ?
     
    A Bagudi piace questo elemento.

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina