1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. Sim

    Sim Membro Senior

    Agente Immobiliare
    Si, finalmente un cliente scontento.
    E' la solita storia di chi fa il passo più lungo della gamba e poi scarica le colpe sugli altri.
    A Luglio una famiglia decide di fare offerta per acquistare un immobile visitato con me. Pochi giorni prima un'altra famiglia aveva provato un'offerta condizionata all'ottenimento del mutuo prontamente rifiutata dal venditore in quanto non aveva la minima intenzione di rischiare di perdere tempo. Fatto sta che pochi giorni dopo si presentano questi clienti ai quali, prima di procedere alla sottoscrizione dell'offerta, ho fatto ben presente che la proposta condizionata al mutuo era da escludersi per chiare direttive da parte del proprietario, quindi gli proponevo tre strade:
    1) rinunciare a sottoscrivere offerta;
    2) in caso di incertezza sul mutuo, ottenere una delibera reddituale e poi procedere alla proposta di acquisto;
    3) in caso di certezza sul mutuo sottoscrivere una semplice proposta incondizionata.
    I clienti subito rispondono che il mutuo non è un problema, già sanno che gli verrà concesso, hanno già parlato con la banca. Si impegnano addirittura a stipulare una seguente scrittura con integrazione di caparra a settembre appena rientrati dalle ferie. Proposta accettata con prima caparra di 5 mila euro.
    A settembre non s'è fatta alcuna scrittura: i proponenti dicono che a causa di motivi familiari e impossibilità di accordi con il notaio per sottoscrizione e trascrizione di preliminare chiedono lo spostamento dei termini per la successiva scrittura a metà ottobre.
    Arriva ottobre e nessuno mi chiede documenti, dati e altro, la storia inizia a puzzare! Convoco i proponenti per avere spiegazioni e riferiscono che prima di procedere devono sapere quanto mutuo otterranno, quindi si presenta una variabile che al momento della proposta non era fonte di problemi. Ok, le cose capitano, poverini.
    Ora, a pochi giorni dalla scadenza per la sottoscrizione della scrittura con ulteriore versamento di denaro, mi scrivono candidamente una email in cui dichiarano di non voler procedere all'acquisto in quanto il tutto risulterebbe troppo oneroso, al di là della risposta della banca. Sono sicuri di riavere indietro l'assegno di 5 mila versato alla proposta e ovviamente di stringermi la mano con tanto affetto, perchè "è ovvio che se non compro la casa l'affare non si è concluso, non l'ho comprata!!". Spiegare che l'affare in termini di mediazione si sia concluso all'avvenuta conoscenza dell'accettazione della proposta e che trattandosi di caparra il venditore non restituirà loro (già lo so) i 5 mila euro versati mi ha solo procurato 30 minuti di telefonata con suoni tipo "Alien" che uscivano dalla cornetta. Soprattutto la versione definitiva per loro è che li ho fregati, rimangiandosi tutto quello che ci eravamo detti prima della proposta.
    Ora darò la bella notizia al venditore.
    Mi sono stufato di capire la gente, alla fine noi agenti siamo sempre quello che truffano, quelli che sono scorretti, quelli incompetenti. Stavolta mi tengo il cliente insoddisfatto e se deve essere guerra, guerra sarà.
     
    A ingelman, La Capanna, cristian casabella e ad altre 5 persone piace questo elemento.
  2. ab.qualcosa

    ab.qualcosa Membro Senior

    Agente Immobiliare
    Oltre a tanta solidarietà per la vendita persa una curiosità.
    Come ti regolerai con le provvigioni? Le chiederai almeno a parte acquirente?
     
    A PaolCercaCasa e Sim piace questo messaggio.
  3. Sim

    Sim Membro Senior

    Agente Immobiliare
    Solitamente ho sempre chiuso un occhio se non due, però mi sono stufato, ho perso tre mesi con loro e avrei potuto vendere a qualcun altro. Non avevo di certo necessità di prenderli per la gola, come sostengono, e stavolta credo proprio che vanterò il diritto maturato. Passo la palla all'amministratore della società e aspetto il bonifico.
     
    A ingelman, La Capanna, sarda81 e ad altre 2 persone piace questo elemento.
  4. Rosa1968

    Rosa1968 Membro Storico

    Agente Immobiliare
    che nervi Sim. Non sono insoddisfatti, stanno solo cercando di dare la colpa a qualcuno. Loro lo sapevano bene a cosa andavano incontro.
     
    A La Capanna, dormiente, sarda81 e ad altre 3 persone piace questo elemento.
  5. Sim

    Sim Membro Senior

    Agente Immobiliare
    Si, Rosa, sono convinto che l'abbiano presa alla leggera con convinzioni tutte loro, ma al tempo stesso ci hanno preso in giro, a me e al venditore. E se parleranno male non mi importa, arriva un momento in cui il rispetto è dovuto.
     
    A Seya, Bagudi, ab.qualcosa e 1 altro utente piace questo messaggio.
  6. Rosa1968

    Rosa1968 Membro Storico

    Agente Immobiliare
    prima del rispetto c'è la serietà delle proprie azioni.
     
    A Seya piace questo elemento.
  7. Bagudi

    Bagudi Moderatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Quanta improvvisazione in giro e quanta malafede che l'accompagna...!:rabbia:
     
    A La Capanna e Sim piace questo messaggio.
  8. Seya

    Seya Membro Attivo

    Altro Professionista
    assurdo!!! solo se ci fossero state delle clausole alla proposta e se queste non si fossero verificate, avrebbe potuto richiedere indietro l0assegno.
    Visto che ci sono i furbastri di turno, ti conviene chiedere la fotocopia della veridicità dell ok della banca, almeno non ti trovi con altre sorprese in futuro
     
  9. andrea b

    andrea b Membro Assiduo

    Privato Cittadino
    Questo dimostra che c'è in giro a piede libero una marea di persone che prendono decisioni importanti per sé e per altri senza la minima cognizione di causa. Pensa che questi magari per lavoro devono decidere cose che impattano in qualche modo sul destino di altri. O magari hanno pure il diritto di dire la loro o di andare a votare. Continuiamo così, che abbiamo davanti un futuro radioso...
     
    A La Capanna, Sim, Bagudi e ad altre 2 persone piace questo elemento.
  10. PaolCercaCasa

    PaolCercaCasa Membro Attivo

    Privato Cittadino
    Che dire dell'acqiirente. Chi è causa del suo mal..
    Dovrà dunque la provvigione.
    il venditore incassa 5k ma ne deve quanti in provvigione?

    Fossi in lui mi balenerebbe il pensiero "ma chi mi hai proposto! Non è che miravi solo alla provvigione? " eppure la selezione del cliente viene spesso citata quale capacità in più che ha un agente rispetto al privato che vende da solo.
     
  11. Rosa1968

    Rosa1968 Membro Storico

    Agente Immobiliare
    L'unica garanzia della selezione é far sottoscrivere un contratto che impegna. Poi puoi fare quello che vuoi, puoi essere pure inadempiente. Certo paghi e perdi.
    Il privato? So di alcuni che stanno ancora aspettando la telefonata per la consegna dell'assegno..... E la moglie guarda dalla finestra ... Forse lo porta senza avvisare.
     
    A cristian casabella piace questo elemento.
  12. PaolCercaCasa

    PaolCercaCasa Membro Attivo

    Privato Cittadino
    Ma non devono provvigioni !
    Qui il venditore si trova 5k - 3% cioè forse pure in rosso!!
    Un pasticcio così ero capace di farlo da solo, senza patentino :)
     
  13. Rosa1968

    Rosa1968 Membro Storico

    Agente Immobiliare
    Da solo potresti fare anche peggio se per questo.
     
  14. ab.qualcosa

    ab.qualcosa Membro Senior

    Agente Immobiliare
    Non so se Sim chiederà le provvigioni al venditore
     
    A Sim, CheCasa! e ludovica83 piace questo elemento.
  15. eldic

    eldic Membro Senior

    Privato Cittadino
    sarò stron...cante (non è che mi costi fatica).
    hai fatto lo stesso errore di chi fa proposte di acquisto senza avere certezza dal mutuo.
    una proposta assistita da un assegno di 5000 euro non dovevi manco prenderla.
     
  16. Bagudi

    Bagudi Moderatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Prova tu a prenderne di più...
     
    A La Capanna, Rosa1968, Sim e 1 altro utente piace questo messaggio.
  17. eldic

    eldic Membro Senior

    Privato Cittadino
    ah, mica ho detto che sia facile.
    però già dovrebbe dirla lunga circa l'esito della trattativa.

    lasciamo perdere che poi c'è qualche fenomeno che, a trattativa saltata, ha pure la faccia di bronzo di andare a chiedere al venditore una provvigione che supera l'importo della caparra....
     
  18. Bagudi

    Bagudi Moderatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Guarda che il mondo è proprio cambiato.

    Fino a 5/6/7 anni fa, alla proposta chiedevi almeno il 20% e lo prendevi...

    Oggi, se ti va bene, ne prendi 5.000.
     
    A Mil, Rosa1968 e Sim piace questo elemento.
  19. Sim

    Sim Membro Senior

    Agente Immobiliare
    Non chiederò provvigioni al venditore, per il quale continuerò a lavorare la casa per tentare di venderla ad altri. Ha piena fiducia, mi conosce da anni e nel sentirsi fregato ha sempre parlato al plurale, insomma, un cliente che ragiona ogni tanto capita.

    Per l'entità delle caparre ha ragione @Bagudi : i tempi sono cambiati, e se prima riuscivo a prendere una proposta con almeno 10k di caparra oggi per prenderne 5k devo rifiutarmi di accettare assegni da 2k o addirittura mille euro!
    Per quanto riguarda le offerte condizionate al mutuo che di mio non accetto a meno di direttive specifiche da parte del proprietario non obbligo nessuno ad impegnarsi per l'acquisto importante di una casa. Se hai i soldi o sai di poterli avere la compri, altrimenti fai in modo di saperlo e poi ci rivediamo per l'offerta. Recentemente ho scritto in un'altra discussione che per evitare che un cliente proponente si trovasse nei guai per gli stessi motivi legati all'ottenimento del mutuo non ho preso l'offerta e gli ho caldamente consigliato di ottenere una predelibera reddituale prima di impegnarsi con me o chiunque altro. Potevo incastrarlo con semplicità assoluta, ma giochetti del genere non fanno per me.
    Prima di sottoscrivere una proposta spiego per bene tutta la procedura e cosa può o non può capitare, poi il resto passa al cliente. Purtroppo è vero che oggi generalmente le persone non prendono con la giusta serietà passi importanti come acquistare un immobile.
     
    A sarda81, Rosa1968 e ab.qualcosa piace questo elemento.
  20. CheCasa!

    CheCasa! Membro Senior

    Agente Immobiliare
    Sono del parere che ogni trattativa faccia storia a sé.
    La caparra da 5.000,00 unitamente all'accordo di integrare questo importo entro poche settimane (magari in presenza di un notaio e previa sottoscrizione di un più corposo preliminare) è una situazione ricorrente per alcuni motivi:
    1) non tutti gli acquirenti tengono sul conto corrente grosse cifre liquide in attesa di trovare casa ma, spesso, i soldini devono essere svincolati.
    2) molti articoli di giornale, manuali sull'acquisto perfetto ed altre pubblicazioni sconsigliano di versare grossi importo all'agente immobiliare per mancanza di fiducia nei confronti dell'operato di quest'ultimo.

    Va specificato che @Sim non ha mai detto né di voler chiedere la provvigione al venditore né a quanto questa provvigione corrisponda.

    Va ulteriormente specificato che l'istituto della caparra confirmatoria prevede la possibilità di richiedere il danno aggiunto se opportunamente dimostrabile. Quindi "tecnicamente" non è corretto dire: a fronte di "x" euro incassati il venditore ne deve sborsare "y", questione che sarebbe teoricamente corretta se parlassimo di caparra penitenziale...

    Nel caso in esame:
    a) l'agenzia non è stata ancora pagata nè dal venditore nè dall'acquirente. Se l'agenzia mirasse a riscuotere il pagamento della mediazione avrebbe già provveduto ad incassare, magari anche un acconto...
    b) il venditore non ha specificato quale sarà il suo intendimento (spesso vedo restituire la caparra al di là del fatto che ne sussista o meno l'obbligo)
    c) l'agenzia ha paventato esclusivamente il desiderio di procedere per farsi pagare dall'acquirente... il quale in questo caso non avrebbe avuto neppure il buon gusto e l'educazione di trasferire la maturata intenzione di non procedere più con l'acquisto oralmente rifuggendo, codardamente, in una mail...

    PS ho scritto quasi in contemporanea con SIM che ha già chiarito alcuni aspetti della questione
     
    A Bagudi, Rosa1968 e Sim piace questo elemento.

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina