1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. val76

    val76 Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Salve a tutti e complimenti per questo forum che trovo molto interessante :applauso:
    Vorrei porvi una domanda: ho terminato i lavori di ristrutturazione di un appartamento a roma e siccome ho apportato delle modifiche sulle tramezzature devo riaccatastare l'immobile (circa 75 mq).Volevo sapere da Voi esperti, un architetto quanto si prende per riaccatastare l'immobile compreso di tasse e parcella?influisce la zona di dove è posto l'immobile?Grazie per le Vostre future risposte.
    Valerio
     
  2. pieffemme

    pieffemme Membro Junior

    Altro Professionista
    Salve. Mi trovo nella tua stessa situazione per quanto concerne la variazione catastale. Al momento del preliminare per la vendita del mio appartamento, avvenuto un mese fa, il notaio mi ha chiesto di presentare al rogito che sarà a settembre: certificazione energetica e aggiornamento catastale per le piccole variazioni interne apportate. Per la prima ho risolto rivolgendomi ad un geometra con una spesa di circa duecento euro. Per la seconda ho chiesto allo stesso geometra un preventivo e mi ha comunicato un importo di duecentocinquanta euro più le spese da sostenere al catasto (credo intorno ai cento euro). Bada bene che nel mio caso lui stesso ha già fatto il sopralluogo in occasione della redazione della certificazione energetica e riceverebbe inoltre da me il file dwg della piantina, essendo io architetto ed avendola preparata a suo tempo per studiare le piccole modifiche da apportare all'appartamento.
    Ciao
     
  3. Umberto Granducato

    Umberto Granducato Fondatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Buon prezzo...:ok:
     
  4. val76

    val76 Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Ciao Umberto e grazie per aver spostato il messaggio alla discussine più indicata.
    Pieffemme, credo che il prezzo da pagare sia giusto e credo pure che l'architetto che mi ha chiesto 850 euro :shock: sia Renzo Piano :rabbia:.
    Secondo voi l'architetto ha un onorario più alto rispetto al geometra? C'è un onorario massimo secondo qualche tabella riprtata dall'ordine degli architetti che un professionista può chiedere?
    Grazie mille
    Valrio
     
  5. pieffemme

    pieffemme Membro Junior

    Altro Professionista
    Ciao Valerio. Come ti ho detto già io sono architetto ma non mi sarei mai sognata di chiedere una cifra del genere. L'importo che è stato chiesto a me dal geometra è ovviamente ridotto per via di un sopralluogo già eseguito in precedenza, di un rilievo dello stato attuale non necessario per l'esistenza di quello già fatto da me e riportato sempre da me su disegno cad. Se tali cose non fossero state già a disposizione probabilmente la richiesta sarebbe stata di un centinaio di euro in più rispetto ai duecentocinquanta che ti ho detto.
    Fiorella
     
  6. val76

    val76 Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    grazie pieffemme. purtroppo esistono dei ladri che si fanno chiamare architetti (ma non è il caso tuo) che fregano la gente (come me) giocando sull'ignoranza di chi non sa i prezzi di determinate prestazioni.:disappunto:

    Aggiunto dopo 13 minuti :

    Volevo chiedere un'altra cosa (se ti va di rispondere): A quanto si aggira approssimativamente l'onorario di un architetto per il compenso relativo alle presentazione professionali di progettazione, direzione lavori presentazione DIA, assistenza per la scelta materiali e spese varie (benzina)?
    Grazie ancora per la tua disponibilità.
    Valerio
     
  7. pieffemme

    pieffemme Membro Junior

    Altro Professionista
    Il nostro tariffario si basa sull'importo dell'opera. Per una prestazione completa come dici e per un importo approssimativo di ventimila euro di ristrutturazione la parcella si aggira intorno ai duemiladuecento euro più oneri di legge.
     
  8. val76

    val76 Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Mi sembra anche un prezzo accettabile considerando tutto il lavoro che c'è dietro.
    La progettazione, nel caso di una ristrutturazione di un appartamento, può essere fatta da un qualsiasi architetto o bisogna rivolgersi per forza ad un archittetto di interni?
    Grazie mille
     
  9. pieffemme

    pieffemme Membro Junior

    Altro Professionista
    Credo che ogni architetto sia in grado di lavorare per una ristrutturazione ma ovviamente l'esperienza nel campo specifico rende tutto più facile per te e per lui.
     
  10. akaihp

    akaihp Membro Attivo

    Altro Professionista
    se sei veramente architetto un appunto: non dovresti mai dare giudizi nè fare concorrenza sui prezzi relativamente al lavoro di colleghi.

    Aggiunto dopo 21 minuti :

    mi sembra un prezzo bassissimo e con sconti notevoli sui minimi tariffari. Dalla legge Bersani detti sconti sono ammessi ma sempre purchè non siano lesivi della dignità professionale.

    Se si utilizza rapidamente il motore di calcolo parcella dell'ordine di Roma

    per un importo di 20mila euro in classe 1C viene:


    Calcolo tariffa per Costruzioni edilizie ed Impianti
    Tariffa professionale per Costruzioni edilizie ed Impianti (Tabella A classi da I a IX) calcolata in base alla Legge n° 143 del 02.03.49 (aggiornata al D.M. n° 138 del 16.06.87)
    in euro
    a Importo delle opere € 20.000,00
    Classe e categoria dei lavori Ic
    b Percentuale di tariffa sull'importo delle opere (Tabella A) 14,6616%
    c Aliquota di applicazione prestazioni parziali (Tabella B):
    Progetto di massima, Preventivo sommario, Progetto Esecutivo, Preventivo particolareggiato, Particolari costruttivi e decorativi, Capitolati e contratti, Direzione Lavori, Assistenza al collaudo, Liquidazione, Prove di officina. = 100% 100%
    d Onorario base (a x b x c) € 2.932,32
    e Aumento del 25% per incarico limitato (art. 10 e 18) (d x 25%) € 0,00
    f Totale parziale (d + e) € 2.932,32
    g Spese (30%su f) € 879,70

    h Totale imponibile (f + g) € 3.812,02
    i CNPAIA (2% di h) € 76,24
    l IVA (20% di (h + i)) € 777,65

    m Totale (h + i + l) € 4.665,91

    Bisogna tenere conto che:
    1- per la ristrutturazione di un appartamento difficilmente si calcola in classe 1C, perchè normalmente la classe corretta è la 1D
    2- per incarico di ristrutturazione si può applicare una maggiornazione a seconda della difficoltà. Normalmente si aggiunge una percentuale alla progettazione e una alla direzione lavori.
    3- il rilievo è sempre escluso
    4- è escluso l'accatastamento finale (se è il caso farlo)
    5- sono escluse le parcelle aggiuntive per eventuale coordinatore della sicurezza, progetti specialistici, consulenzwe varie, ecc.

    Poi bisogna valutare da caso a caso e in mancanza di elementi specifici non si può in questa sede effettuare offerte di prezzo ma solo discorsi teorici sulle modalità di calcolo dei minimi tariffati come sono previsti dalla L.143/49.

    Ovviamente possono verificarsi situazioni nelle quali i lavori da effettuarsi non sono direttamente proporzionali al loro costo e quindi adeguamenti della parcella possono verificarsi in maggiorazione o riduzione.
    Per esempio: talvolta cercare la soluzione più economica in assoluto è più oneroso per il progettista che suggerire una soluzione più dispendiosa o invece la scelta di una determinata pavimentazione non sempre è direttamente proporzionale all'impegno.

    Aggiunto dopo 6 minuti :

    ti suggerisco di guardare un interessante lavoro collaborativo fatto in rete: Progettiamo la nostra CASA - VADEMECUM

    Spiega passo passo le operazioni da svolgere, le figure che concorrono alla realizzazione di un lavoro edilizio, ecc.
    E' fatto abbastanza bene e molto chiaro.
     
  11. val76

    val76 Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Ciao Akaihp,
    sei stato molto preciso nello scrivere i calcoli in modo dettagliato, ma secondo la mia opinione e chiedendo in giro ad altri architetti sul territorio di roma, fare solamente l'accatastamento dopo la fine dei lavori di ristrutturazione (io parlo solo di andare al catasto con la pianta nuova dell'immobile per riaccatastarla) e chiedere la bellezza di 850 euro (tra l'altro prezzo di favore) sapendo che accatastare una casa a roma costa 50/60 euro (prezzi presi dal sito del catasto), gli atri 800/790 euro cosa sono?gli oneri?:shock:
     
  12. akaihp

    akaihp Membro Attivo

    Altro Professionista
    so che ti potrà sembrare assurdo perchè i prezzi "su strada" sono normalmente più bassi ma la parcella professionale per un accatastamento è a parcella:

    Parcella del 5/7/2010


    Oggetto:
    Prestazione 1 - Consulta Lombarda Architetti
    Art. 5 Semplice visura catastale
    Variazioni di scheda catastale per ogni U.I. abitativa
    1 * 284,05 € = 284,05 €
    Denuncia di variazione edifici esistenti gia' censiti
    1 * 413,17 € = 413,17 €
    Visura catastale = 206,58 €
    Elaborazione proposta classamento con programma DOCFA per categorie A,B,C
    1 * 103,29 € = 103,29 €
    Totale: 1.007,09 €
    Aggiornamento ISTAT: 120.810
    1.007,09 € * 120,810 / 100
    Onorario € 1.216,67



    Totale Onorario € 1.216,67
    + Totale Spese imponibili € 0,00
    = Totale complessivo € 1.216,67
    al netto di contributi previdenziali e dell' IVA, senza tener conto dell'eventuale ritenuta d'acconto


    fonti: Consulta Regionale Lombarda degli Ordini degli Architetti - CONSULTA REGIONALE LOMBARDA DEGLI ORDINI DEGLI ARCHITETTI: TARIFFE PROFESSIONALI
    e http://ordinearchitetti.mi.it/files/2010-05-17-12-47-44-Indici.pdf
     
  13. val76

    val76 Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    cavolo!!! allora perchè altri architetti chiedono al massimo 450 euro per fare un riaccatastamento?
    devo pensare che sono andato da un professionista di quelli che crede che la gente ha i soldi che gli escono dalle orecchie?
    spiegami perchè sinceramente non capisco.....
     
  14. akaihp

    akaihp Membro Attivo

    Altro Professionista
    la spiegazione è Decreto-Legge 4.7.2006 n.223 cioè il cosidetto Decreto Bersani che permette di derogare dai minimi tariffari.
    In verità già da prima le tariffe minime erano rispettate da pochissimi, il decreto non ha fatto altro che "fotografare" la realtà e peggiorarla, ovviamente dal mio punto di vista.
    Il problema è che è molto difficile valutare una prestazione professionale.
    Il lavoro di un professionista bravo, vale quanto quello di uno meno bravo? Poi il lavoro è tutto uguale?
    Da cosa è fatto il lavoro di un architetto?

    Per rispondere a queste domande la Consulta Nazionale sta faticosamente stilando dei protocolli prestazionali che dovrebbero aiutare il cliente a capire il lavoro e a concordare insieme con il professionista la giusta mole di lavoro e quindi la giusta parcella.
    Un esempio di questi protocolli lo trovi qui: Consiglio Nazionale degli Architetti - Protocolli Prestazionali - Edilizia privata di nuova costruzione
    Ma per ora sono solo per le nuove costruzioni.

    Detto ciò le tariffe dei geometri sono inferiori in ogni caso a quelle degli architetti e per determinati lavori tipo gli accatastamenti sono a mio parere da preferire.
     
  15. pieffemme

    pieffemme Membro Junior

    Altro Professionista
    Premesso che non era mia intenzione fare concorrenza a nessuno e che non sono qui per promuovermi ma per imparare anche dalle esperienze altrui, ritengo anche di non dover provare a nessuno la mia iscrizione all'albo ma se così fosse non avrei problemi. La mia risposta in merito all'accatastamento a Valerio era in perfetta buona fede e più da persona nelle stesse condizioni che da professionista. Per quanto riguarda il tariffario la mia risposta, molto orientativa e a naso, è stata data in due minuti di domenica sera senza nessuna pretesa di scienza. Chiedo scusa comunque a chi si fosse sentito oltraggiato per questo.
     
  16. val76

    val76 Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Scusate ragazzi ma io non voglio far fare concorrenza a nessuno.Ringrazio Fiorella per avermi detto approssimativamente il costo per un riaccatastamento e ringrazio per tutte le informazioni dettagliate che mi ha fornito Akaihp. Ovviamente con il Decreto-Legge 4.7.2006 n.223 è difficile stabilire un importo preciso, ma credo anche che il prezzo di 450 euro sia un prezzo accettabile tra un tetto minimo e un tetto massimo applicabile, considerando che si sta parlando sempre di un appartamento in condominio e non di una villa.
     
  17. Marco Giovannelli

    Marco Giovannelli Membro Attivo

    Altro Professionista
    per val 76:

    non possiamo dare giudizi sul preventivo di un collega senza sapere tutto quello che è stato fatto dietro: magari la dia era più complessa del previsto ma il prezzo è rimasto lo stesso, cmq in linea di principio per un accatastamento partiamo dai 450/500€.

    saluti
     
  18. val76

    val76 Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Ciao Marco, cosa intendi per dia più complessa? ho tolto solo un tramezzo e creato una cabina armadio, non è che ho fatto chissà quali stravolgimenti...comunque il prezzo indicativo che mi hanno detto altri architetti è quello che mi hai detto te.
     
  19. akaihp

    akaihp Membro Attivo

    Altro Professionista
    non conosciamo tutte le variabili che possono riguardare la tua pratica. Magari è un eccesso di prudenza ma per fare un preventivo è meglio "avere in mano" tutte le carte e conoscere tutte le variabili.

    Se vuoi chiedi direttamente tre preventivi a tre professionisti di tua fiducia e poi dai l'incarico a quello che ti sembra abbia il miglior rapport oqualità/prezzo.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina