1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. e_l_e

    e_l_e Membro Ordinario

    Privato Cittadino
    Ciao a tutti. La tabella indicata nell'allegato G del D.M.30.12.2002 è applicabile anche a locali dati in locazione ad uso non abitativo? per intenderci: negozi e/o uffici. Inoltre vorrei sapere se il proprietario dei muri può chiedere all'amministratore condominiale di inviare i MAV di pagamento delle spese condominiali già suddivisi nelle quote di spettanza del locatore e del conduttore.
     
  2. Pennylove

    Pennylove Membro Assiduo

    Privato Cittadino
    Per i contratti a canone “libero” (4+4, turistico, commerciale ecc.) non esiste una tabella decisa per legge (come per i contratti agevolati). La legge n°392/1978 non prevede alcun particolare tipo di ripartizione delle spese tra locatore e conduttore, che è rimessa alla libera determinazione delle parti. Salvo diversa pattuizione contrattuale, le spese di manutenzione ordinaria, di cui agli art. 1576 e 1609 cod. civ. sono a carico del conduttore, quelle straordinarie rimangono a carico del locatore.


    Non spetta all’amministratore provvedere a ripartire le spese tra condomino e inquilino, salvo che simile incarico gli stato affidato dal proprietario del bene. E’ però pacifico che, qualora l’inquilino non provveda al versamento delle quote di spese previste a suo carico dalla legge (o dal contratto), è il condomino-locatore che deve intervenire per evitare di risultare moroso nei confronti del condominio.
     
    A Ponz piace questo elemento.
  3. e_l_e

    e_l_e Membro Ordinario

    Privato Cittadino
    Mille grazie!
     
  4. adimecasa

    adimecasa Membro Senior

    Agente Immobiliare
    se il locale è commerciale il 4+4 non va bene ci vuole un 6+6, l'amministratore può dividere le spese tra locatore e locatario naturalmente saranno onerose per il locatore. poi se non vengono onorate da locatario, ricadono sempre sul locatore ciao
     
  5. e_l_e

    e_l_e Membro Ordinario

    Privato Cittadino
    Considerato che per i contratti commerciali 6+6 valgono gli accordi contrattuali, se questi sono relativi solo ad una cifra di riferimento, per esempio euro50,00 mensili di spese condominiali salvo conguaglio annuale, come faccio a calcolare il conguaglio? posso avvalermi della tabella dell'allegato G per sapere quali voci di ripartizione sono da imputare senz'altro al conduttore e quali invece sono solo di competenza del locatore?
     
  6. adimecasa

    adimecasa Membro Senior

    Agente Immobiliare
    devi vedere il riparto annuale del condominio e da li rilevi quanto a tuo carico come locatario
     
  7. Pennylove

    Pennylove Membro Assiduo

    Privato Cittadino
    Ai sensi del DM 30 dicembre 2002, la tabella analitica (contenuta nell’allegato G degli oneri accessori e dei soggetti che li devono sostenere) si applica espressamente ai contratti di tipo agevolato, transitorio e per studenti universitari. Nulla vieta, tuttavia, alle parti che pongono in essere altri tipi di contratti di locazione di dotarsi della stessa lista di oneri accessori (che nelle locazioni non sempre coincidono con gli oneri condominiali, pur essendo in questi ricompresi). Ove le parti non volessero applicare tale tabella, è possibile, comunque, identificare altri criteri guida.
     
  8. e_l_e

    e_l_e Membro Ordinario

    Privato Cittadino

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina