1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. DEDA

    DEDA Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Sono in una situazione assurda..
    tempo fa ho fatto un preliminare con cui ho dato l'intera somma (a parte pochi spiccioli da saldare al rogito) come caparra controfirmatoria per un appartamento.
    ora, al momento del rogito il costruttore non ha i soldi per togliere l'ipoteca volontaria fatta col banca a garanzia del mutuo fondiario. il mutuo è stato frazionato tra le varie unità immobiliari.
    Non volendo accolarmi il mutuo dato che la casa l'ho gia' pagata tutta! posso rogitare indicando nell'atto che il costruttore si impegna ad estinguere l'ipoteca entro il...?
    attendo risposta urgente!!! :triste:((

    grazie...
     
  2. Rosa1968

    Rosa1968 Membro Storico

    Agente Immobiliare
    .no non è possibile.
     
  3. DEDA

    DEDA Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Veramante..? Perché il mio avvocato me l ha proposta come condizione. ..
    quindi l alternativa è farmela intestare dal giudice. ..
     
  4. Rosa1968

    Rosa1968 Membro Storico

    Agente Immobiliare
    bravo. si tratta di un immobile nuovo l'ipoteca deve essere cancellata il notaio non può rogitare senza la cancellazione. dovresti provare ad andare in banca e spiegare la situazione. non capisco perché avendo il tuo preliminare abbiano permesso di frazionare il mutuo anche sul tuo immobile. prova a vedere se la banca riesce a trovare la soluzione. diversamente ti rimane il giudice.
     
  5. Rosa1968

    Rosa1968 Membro Storico

    Agente Immobiliare
    ti sono state rilasciate le fideiussioni?
     
  6. CheCasa!

    CheCasa! Membro Senior

    Agente Immobiliare
    Ciao Deda,
    il divieto di rogitare l'immobile gravato dall'ipoteca del costruttore è inderogabile per gli immobili il cui compromesso sia stato sottoscritto durante la fase di realizzazione dell'immobile. Questo significa che se il compromesso riguardava un'abitazione già ultimata (col fine lavori presentato in comune) è possibile stipulare il rogito con la presenza dell'iscrizione ipotecaria.
    In merito all'opportunità di procedere in tal senso, io francamente avrei dei dubbi: chi ti garantisce che il costruttore riesca ad ottemperare a fronte del maggior esborso, se pur marginale, del saldo prezzo, dell'IVA e delle spese notarili?
    Demando al tuo legale il chiarimento di questi aspetti delicati.
     
  7. Rosa1968

    Rosa1968 Membro Storico

    Agente Immobiliare
    si ma con la ricevuta di pagamento del debito.
    Sai che non ho capito il senso di quello che hai scritto?
    Secondo me qui non si parla di cancellazione dell'ipoteca d'ufficio ma si sta parlando di un ipoteca con debito da estinguere. Non solo con la legge Bersani non mi pare che le ipoteche possano essere estinte "d'ufficio" su un mutuo attivato su un immobile dal costruttore, anche se con fine lavori e bla bla bla e frazionato. Ci vuole comunque l'assenso alla cancellazione notarile. Poi magari ho mal interpretato quello che hai scritto.
     
  8. CheCasa!

    CheCasa! Membro Senior

    Agente Immobiliare
    DEDA si è impegnato nell'acquisto di un immobile mediante preliminare ma al momento di rogitare il costruttore gli ha fatto presente che l'ipoteca gravante sull'immobile non poteva essere cancellata per la mancanza della liquidità necessaria all'estinzione del mutuo.

    Se non ho capito male, l'avvocato gli avrebbe consigliato di rogitare comunque, con l'indicazione dell'ipoteca sul rogito e l'impegno del costruttore alla cancellazione in una fase successiva entro una determinata scadenza.
    Ritengo che questo consiglio derivi dal fatto che Deda abbia già pagato l'intero valore dell' immobile e che in qualità di intestatario del bene possa ricevere maggiori garanzie e tutele di quelle che gli riserverebbe lo status di promissario acquirente, nel caso di crisi del costruttore.
     
    A DEDA piace questo elemento.
  9. Rosa1968

    Rosa1968 Membro Storico

    Agente Immobiliare
    premetto che la situazione mi é chiara.
    quello che ha proposto l'avvocato non é una strada percorribile in quanto il rogito non è altro che l'atto di attuazione del preliminare stipulato a norma della legge 122/2005. quindi fintantoche il procedimento del frazionamento e della cancellazione
    dell'ipoteca non si é concluso lui non può rogitare. l'avvocato se pensi bene ha previsto un aspetto molto delicato. una vendita ad effetti reali ma differiti. il lavoro del notaio finirebbe con la stipula del rogito che va contro lo spirito della legge mi spiego? il costruttore deve frazionare o cancellare. avrebbe potuto offrire l'accollo. ma ora é tardi. io andrei a parlare in banca e trovare con loro la soluzione.
     
  10. CheCasa!

    CheCasa! Membro Senior

    Agente Immobiliare
    Ok, ma questo non vale se l'immobile fosse stato ultimato prima della sottoscrizione del compromesso.
     
  11. Rosa1968

    Rosa1968 Membro Storico

    Agente Immobiliare
    il notaio non rogiterebbe te lo posso assicurare non può il soggetto costruttore non si esaurisce con l'accatastamento mi spiego? deve comunque aver frazionato il mutuo oppure deve aver perfezionato un titolo per la cancellazione.
     
  12. DEDA

    DEDA Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Il compromesso risale a prima della fine lavori..e nonostante io abbia pagato tutto l immobile subito..lo stesso notaio che ha seguito la scrittura privata..non mi ha consigliato di trasctivere e ha fatto lei stessa l ipoteca anche sui miei appartamenti qualche mese dopo... penso lei jon abbia proprio agito bene...Ora il mutuo è frazionato l immobile accatastato eccc..e il mio avvocato dice che si può fare il rogito con impegno del costruttore ad estinguere l ipoteca entro una certa scadenza per almeno avere il possesso del bene! Quindi secondo voi se il compromesso risale a prima della fine lavori non è possibile?
    Secondo lei alla banca cosa dovrei chiedere?

    Se il compromesso è stato fatto per un immobile in costruzione. .ma ora l immobile è finito e il mutuo è frazionato si può cmq rogitare? O vale sempre la legge Bersani? perché il mio avvocato insiste che si può. ..

    Quando dico "ol notaio non ha agito bene"...è per dire che secondo me è stata una delinquente. .. sebbene l atto del compromesso ha forma di scrittura privata...lei ha seguito tutto e sapeva benissimo che gli appartamenti erano totalmente pagati..e nonostante ciò ha onesso di indicarci di trascrivere l atto (che solo ora ho imparato cosa significa) e lei stessa dopo 6/7 mesi ha posto l ipoteca della banca su tutto l immobili. .mio appartamento compreso. ..ed ora il costruttore si trova in crisi. .non ha liquidità. .e non riesce a togliere l ipoteca.
    ha venduto tutti gli altri appartamenti che la banca ha liberato in quanto dsl rogito incasssva. Il mio dal quale non deve incassare niente non viene liberato...
     
    Ultima modifica di un moderatore: 21 Luglio 2014
  13. Rosa1968

    Rosa1968 Membro Storico

    Agente Immobiliare
    No deda non é possibile. Nessun notaio può rogitare con l'ipoteca.
     
  14. DEDA

    DEDA Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Quindi mi dovrei accollare il mutuo[DOUBLEPOST=1405879096,1405879072][/DOUBLEPOST]O fare tramite giudice..
     
  15. Rosa1968

    Rosa1968 Membro Storico

    Agente Immobiliare
    Bisogna vedere perché gli accolli vengono deliberati prima del frazionamento. Poi il costruttore qua.do ti restituisce i soldi che hai versato?[DOUBLEPOST=1405879621,1405879570][/DOUBLEPOST]La fideiussione é stata rilasciata?
     
  16. DEDA

    DEDA Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    La fideiussione c'era ma scaduta a dicemre 2012 e più rinnovata...
    grazie davvero x le risposte. ..
    però scusi ma non capisco..cosa significa che gli accolli vengono deliberati prima?
     
  17. Rosa1968

    Rosa1968 Membro Storico

    Agente Immobiliare
    La banca così si riserva di valutare il cliente facendo comunque il merito creditizio.
     
  18. DEDA

    DEDA Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Cmq in questo caso il decreto bersani mi sembra più una tutela alle banche che all acquirente. .
     
    A Gasperino piace questo elemento.
  19. Rosa1968

    Rosa1968 Membro Storico

    Agente Immobiliare
    Non c'entra bersani. Qui non si tratta di cancellare solo l'ipoteca ma di estinguere il debito. Non fare confusione. Bersani ha tolto il notaio per la cancellazione ma il debito si estingue entro il rogito e la banca rilascia quietanza. Nel tuo caso il titolo di cui devi essere in possesso si chiama assenso alla cancellazione. É per forza notarile.
     
  20. chiotas

    chiotas Membro Junior

    Privato Cittadino
    Inserisco la mia esperienza, l'unica maniera per trasferire una proprietà, su cui insiste un'ipoteca, è giudiziale (c.d. atto coatto). Ovviamente, per il pricipio base di tutto il credito bancario italiano, al nuovo proprietario viene trasferito oltre la proprietà anche il debito per il quale è stata iscritta ipoteca (sia volontaria che giudiziale). L'ipoteca segue il bene (e la trascrizione nel registro immobiliare serve ad identificare il bene) non chi (soggetto fisico o persona giuridica) l'ha sottoscritta (nel caso di volontaria). L'unica maniera per purgare un'immobile da tutte le sue ipoteche è la vendita all'asta.
     
    Ultima modifica di un moderatore: 21 Luglio 2014

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina