1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. krisred

    krisred Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Il 20 febbraio ho firmato una proposta d'acquisto lasciando un assegno a garanzia non datato intestato all'agenzia di 5 mila euro. Il 14 marzo mi hanno fatto firmato l'accettazione del venditore. Ora, siamo al 26 aprile e ancora stanno facendo accertamenti e non hanno ancora fatto la perizia e l'istruttoria. Sulla proposta d'acquisto hanno scritto che il 30 giugno sarà fatto il rogito.
    La validità della proposta è il 30 giugno dunque?

    La proposta è vincolata al mutuo. Se la banca, una volta terminato l'iter, mi concedesse un mutuo inferiore alle mie esigenze e quindi fossi io a rinunciare, perderò l'assegno dato a garanzia vero?

    Grazie
     
  2. makako87

    makako87 Membro Junior

    Agente Immobiliare
    Le agenzie nn possono prendere assegni a loro intestati e lasciare dichiarazione di tenerli a deposito infruttifero fiduciario. In questo modo si sono appena presi un acconto provvigionee la ricevuta che possono fare è solo tale....acconto fattura provvigione!!! per far la perizia c vuole tempo, in genere, quindi cerca d capire cosa devo espletare nei confronti del mutuo stesso!! La proposta in genere se accettata, diviene preliminare, se specifato ed approvato, e i 5.000 dovrebbero diventare caparra confirmatoria, nel tuo caso dovrei leggere i documenti!!!ciao...l'assegno l' hai gia perso poichè hai pagato p,arte della provvigione all'agenzia ma nn hai dato nulla al proprietario, almeno da come l'hai spiegato!!! il mutuo lo farai tu oti segue l'agenzia?? Ciao
     
  3. Roby

    Roby Fondatore

    Agente Immobiliare
    Se la proposta è suboridinata al mutuo dovevi indicare quanto chiedevi di mutuo, cosi da vincolarla anche alla somma che chiedi e non solo al rilascio di mutuo a tuo favore.
     
  4. krisred

    krisred Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Makako 87: Le agenzie nn possono prendere assegni a loro intestati e lasciare dichiarazione di tenerli a deposito infruttifero fiduciario. Davvero? E dove sta scritto????
    Nella proposta che ho firmato c'è scritto che l'assegno è trattenuto a garanzia e verrà riconsegnato quando si arriva al preliminare o alla compravendita; verrà trattenuto invece se io invece rinuncio alla proposta. Da nessuna parte c'è scritto che diventa automaticamente caparra. A voce mi dicono di stare tranquillo ma come si fa?

    Roby: hai perfettamente ragione e mi mangio le mani!E' proprio questo il problema!
     
  5. krisred

    krisred Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Il mutuo lo sta seguendo il broker incaricato dall'agenzia... ma ora mi hanno fatto dichiarare alla banca un prezzo d'acquisto di molto più elevato per arrivare a ottenere la cifra che mi serve. Mi hanno fatto mentire. Mi sento uno schifo. Ma come si fa? Se loro non si fanno scrupoli a mentire così, chissà a me quante balle hanno detto!
     
  6. krisred

    krisred Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    La proposta d'acquisto non può considerarsi preliminare, perché c'è scritto che il preliminare verrà sottoscritto presso la sede dell'agenzia inderogabilmente entro il 20 marzo.... ora... siamo al 26 aprile.....e avrei dovuto versare 10mila euro previo prefinanziamento che non c'è stato perché è ancora tutto in corso... la banca ha ricevuto la mia pratica il 1° aprile e io sono stato convocato in banca il 24 aprile... vi prego aiutatemi!!!
     
  7. Bagudi

    Bagudi Moderatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Non avresti dovuto intestare l'assegno all'agenzia, in ogni caso. L'assegno tenuto a garanzia va intestato sempre al venditore e trattenuto comunque dall'agenzia che lo verserà al venditore quando la condizione si avvererà.
    Io chiederei di cambiare l'assegno rilasciato con quello corretto, salvo minaccia di bloccarlo.

    Se la proposta è subordinata al mutuo, i tempi dovrebbero seguire per forza quelli della Banca.
    Non credo che ci vorranno altri due mesi....
    Se andaste oltre il 30 giugno, si aprirebbe una situazione contraddittoria, perchè la condizione è che la Banca approvi il mutuo, mentre la data scade....
    Il rogito si può spostare, ferma restando la volontà di tutti.
     
  8. faustoturatto

    faustoturatto Membro Ordinario

    Privato Cittadino
    Ma una proposta che rimandava ad un preliminare, anche se accettata, non era da considerarsi "nulla"?
    Non si può emettere un assegno privo di data che tantomeno non può essere bloccato.
     
  9. ccc1956

    ccc1956 Membro Senior

    Altro Professionista

    adesso si sollevera' un polverone con questa mia risposta ma non e' mica colpa mia se devo leggere queste cose di continuo.
    se sulla proposta c'e' scritto che il preliminare verra' sottoscritto presso ..........entro il 20 marzo,......... caro mio utente krisred, trattasi di preliminare del preliminare:
    NULLO, NULLO, NULLO.
    se ti complicano la vita vai da un buon avvocato e fagli leggere la proposta che hai in mano con su scritto questa frase e vedrai che bella notizia per te.
     
    A La Capanna piace questo elemento.
  10. ccc1956

    ccc1956 Membro Senior

    Altro Professionista
    certo, ma nessun se ne accorge leggendo il testo?????
     
  11. ccc1956

    ccc1956 Membro Senior

    Altro Professionista
    Cassazione Sentenza n. 8038 del 2 aprile 2009
    La Cassazione. in una recentissima sentenza, Sentenza n. 8038 del 2 aprile 2009 ha dichiarato nullo per difetto di causa il contratto che obbliga i due contraenti a stipulare un successivo contratto, cioe' che rimanda ad un altro preliminare poiché l'interesse giuridico sotteso di obbligarsi …ad obbligarsi, non ha alcun utile risvolto pratico, ma al contrario è fonte solo di inutili complicazioni.
    Ma c'è di più; il mediatore immobiliare non ha diritto ad alcuna provvigione in quanto l'obbligo di pagamento nei confronti di quest'ultimo nasce nel momento stesso della conclusione del contratto a norma dell'art. 1755 momento che si perfezione dunque nel momento finale delle trattative e di conclusione dell'affare e non a seguito della proposta irrevocabile d'acquisto.
    quindi..................:p

    [/quote]
     
  12. La Capanna

    La Capanna Membro Assiduo

    Agente Immobiliare
    Ieri dei signori son venuti nel mi ufficio per farsi aiutare in quanto firmarono un preliminare nel 2009 in cui è scritto che l'atto sarebbe stato stipulato "non appena la parte promittente l'acqusto avrebbe ottenuto il mutuo da una banca di fiducia".
    La parte acquirente rilasciò tre assegni per un totale di 30.000€ incassabili subito a titolo di caparra confirmatoria.
    Fermo restante che il preliminare fu redatto da un avvocato, lo stesso che ha cercato dal 2009 di mediare la situazione, il rogito non fu mai stipulato perché la parte promittente acquirente si è sempre resa irreperibile per ogni ed eventuale accordo o rinuncia.
    Che via d'uscita vedete?
     
  13. Umberto Granducato

    Umberto Granducato Fondatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    La convocazione a rogito con diffida ad adempiere,
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina