1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. lindonboy

    lindonboy Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Cerco gentilmente un parere sulla seguente questione: ho recentemente avanzato tramite agenzia immobiliare una proposta d'acquisto per un immobile; tra le condizioni è specificato che il saldo sarebbe avvenuto tramite mutuo. Entro il termine fissato per l'accettazione da parte del venditore, quest'ultimo ha accolto la mia proposta, rimandando firmata via fax la proposta d'acquisto. Su questa copia della proposta, però, figura una correzione di mano del venditore (che l'ha controfirmata a lato) riguardante la conformità degli impianti, che io avevo firmato come 'conformi' e che il venditore ha invece specificato essere 'da adeguare'. La correzione naturalmente non è sulla copia in mio possesso. Che validità ha una simile correzione, non approvata per iscritto da entrambe le parti?
    Inoltre l'agenzia, consegnandomi tale copia firmata per accettazione, mi informato a voce di un problema: l'immobile risulterebbe ottenuto dal venditore tramite donazione. Questo fatto, se non erro, potrebbe ostacolare la concessione del mutuo da parte dell'istituto bancario.
    Mi chiedo: se il mutuo non venisse erogato per questo motivo, la proposta d'acquisto risulterebbe sciolta?
    In questo senso, la questione della donazione può essere definita un 'vincolo non dichiarato' o questa è una formula che si riferisce a altro tipo di impedimenti?
    Esiste in definitiva un diritto di recesso da parte mia in base agli aspetti che ho cercato di spiegare?
    Mi farebbe piacere avere un opinione in merito.
    Grazie fin d'ora.
     
  2. gennaro63

    gennaro63 Membro Attivo

    Mediatore Creditizio
    mi permeto di dirti che in caso di vendita o di affitto di un appartamento non si può fare se non c'è la certificazione degli impianti...a meno che la controparte non accetti espressamente e per scritto che gli impianti possono non essere a norma e' ovvio che ci sono delle incongruenze....certo il collega non fara' una bella figura....con la correzzione che ha fatto..io mi permetto di consigliarti di avere un incontro in ufficio con il proprietario e con l'agente.....non vorrei essere nei panni del collega.....nell'incontro potresti avanzare il problema scalando la somma che serve per adeguare l'impianto...se il proprietario accetta.....e poi per quanto concerne il discorso della donazione...le banche di solito tentennano. bisogna vedere nello specifico anche l'atto di donazione......io se fossi in te..chiederei un incontro specificando in una nuova proposta da riformulare perche' da come tu hai detto mi sembra abbastanza superficiale....( se la casa ti piace tanto )...e di riportare che se la banca non eroga il mutuo ti venga restituita la caparra
     
  3. Eusto

    Eusto Nuovo Iscritto

    Agente Immobiliare
    In questo caso la proposta d'acquisto è nulla.
    Lei Sig.LINDONBOY ha sottoscritto una proposta con determinati requisiti in questo caso gli impianti non a norma sono una strada per l'annullamento del contratto.
    Se l' AI fosse stato + corretto avrebbe scritto NON A NORMA e credo non ci sarebbero stati problemi.
     
  4. lindonboy

    lindonboy Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Grazie Gennaro 63 e Eusto, mi confermate nell'idea che mi ero fatto. Un incontro con il proprietario e con l'agente e già previsto.
     
  5. gcaval

    gcaval Membro Attivo

    Altro Professionista
    Quasi certamente la banca non ti erogherà il mutuo.
    Concordo, inoltre, con i pareri precedenti.
    Consiglio spassionato: evitate di acquistare immobili donati e non fatevi donare immobili. Sono solo problemi, non sempre risolvibili.
     
    A enrikon piace questo elemento.
  6. imported_bubù

    imported_bubù Membro Ordinario

    Privato Cittadino
  7. enrikon

    enrikon Membro Senior

    Agente Immobiliare
    La mancanza, nella proposta, dell'indicazione che l'appartamento è pervenuto tramite donazione è, a parer mio, un'omissione grave di cui l'agente immobiliare è responsabile.
    Secondo me basta questo a invalidare la proposta.
     
  8. imported_bubù

    imported_bubù Membro Ordinario

    Privato Cittadino
    Forse no . l'aquirente a il dovere di leggere l'atto di provenienza ,dove risulta la donazione.
    Diverso è il discorso correzione unilaterale


    Ciao bubù
     
  9. ccc1956

    ccc1956 Membro Senior

    Altro Professionista
    per questo molto meglio scrivere gia' nella proposta di acquisto che l'immobile non deve provenire da donazione per la validita' del contratto.
     
    A acquirente piace questo elemento.
  10. Eusto

    Eusto Nuovo Iscritto

    Agente Immobiliare
    Non sono daccordo nel scrivere sulla proposta PERVENUTO PER DONAZIONE.
    Sarebbe un bastone fra le ruote per noi A. I. ......e poi ci sono banche che erogano anche con la donazione!!
    Io mi soffermerei di + sull'omissine e poi la correzione dell'impianto a norma .
     
  11. lindonboy

    lindonboy Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    La correzione riguardante gli impianti è stata fatta dalla persona che vende l'immobile, e che ha rimandato la sua copia via fax; l'agenzia in precedenza mi aveva assicurato che gli impianti fossero a norma e non credo fosse contenta di questa incauta correzione a mano! che peraltro, come detto, ovviamente non risulta sulla mia copia dello stampato.
    Della donazione l'agenzia non mi aveva avvisato, sorvolando sulla 'provenienza'. Ingenuità mia non aver approfondito la questione.
    Grazie per tutti i pareri, utilissimi
     
  12. gcaval

    gcaval Membro Attivo

    Altro Professionista
    Qui proprio non ci siamo... Non puoi pensare solo a chiudere il contratto. Questo è uno dei motivi poi perché la gente non si fida di voi...
    Banche che erogano il mutuo con una donazione, con il donante ancora vivo? Non scherziamo...
     
    A enrikon, ccc1956 e acquirente piace questo elemento.
  13. enrikon

    enrikon Membro Senior

    Agente Immobiliare
    :ok: Mi hai tolto le parole di bocca.
    Ma noi dobbiamo o non dobbiamo tutelare entrambe le parti?

    Eusto quello che tu dici si chiama "tirare a far ciccia..." ;)
     
    A gcaval e ccc1956 piace questo messaggio.
  14. imported_bubù

    imported_bubù Membro Ordinario

    Privato Cittadino
    Se il nostro amico vuole risolvere il contratto è nelle codizioni di poterlo fare .
    Lui ha fatto una proposta gli è tornata indietro una contro proposta ,di questo alla fine si tratta , non l' accetta si fa ridare l'ass.chiuso.
    In questo caso non deve neanche le provviggioni.

    Ciao bubù
     
    A enrikon piace questo elemento.
  15. Eusto

    Eusto Nuovo Iscritto

    Agente Immobiliare
    Allora noi non venderemmo + immobili!!!
    Se parliamo di correttezza è un conto,per me dichiarare il falso sugli impianti è Truffa!!Su questo son daccordo con voi.
    Ma Noi agenti facciamo leggere al cliente il titolo di proveninza dell'immobile,una volta letto il cliente non pone nessuna domanda in merito,io procedo con la proposta d'acquisto.
    Scusa ma non so che significa:domanda:
     
  16. enrikon

    enrikon Membro Senior

    Agente Immobiliare
    Disapprovo nella maniera più assoluta. Questa è una scorciatoia per mettersi a posto la coscienza.
    Non puoi dare per scontato che un cliente sappia cosa significhi (con tutte le sue implicazioni negative) acquistare un immobile proveniente da donazione. E tu lo devi edurre.
    Dici che allora non venderemmo più immobili? Infatti (e basta leggere nel forum) le case in vendita pervenute per donazione sono evitate come la peste dalla gran parte dei colleghi.
     
    A gcaval e ccc1956 piace questo messaggio.
  17. Eusto

    Eusto Nuovo Iscritto

    Agente Immobiliare
    So che risulterò impopolare ma grazie al cielo non ho mai avuto problemi di questo tipo eppure ho venduto immobili con donazione.
    Il nostro dovere è quello di dare l'integrità e la trasparenza all'operazione .......non si può fare il processo alle intenzioni.
    Per me è + disonorevole tacere su un problema dell'immobile che dire l'appartamento proviene da una donazione.
     
  18. Umberto Granducato

    Umberto Granducato Fondatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    piu o meno è la stessa cosa... ;)
     
    A gcaval e vixent piace questo messaggio.
  19. Eusto

    Eusto Nuovo Iscritto

    Agente Immobiliare
    Un filo non molto settile c'è...secondo me!!:ok:
     
  20. Umberto Granducato

    Umberto Granducato Fondatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    secondo me è peggio come effetto. Se taci sapendolo è grave per entrambe le cose.
    Se l'immobile ha un problema 'tecnico' molto spesso è risolvibile con sanatorie ect.
    se c'è una donazione di mezzo è il contrario: molto spesso non ci salti fuori specialmente se i donanti nn sono + in vita...
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina