1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. panda127

    panda127 Membro Junior

    Privato Cittadino
    Ciao a tutti,

    avrei bisogno di un Vs. consiglio, visto che siete tutti del ramo.

    Da molto tempo ho messo in vendita la casa che era dei miei genitori, ora deceduti, che è totalmente da ristrutturare.

    L'agente immobiliare che mi segue mi ha informalmente comunicato la proposta di uno studio di geometri che farebbe comprare la casa ad un'impresa edile per poi ristrutturare tutto e trasformarla in un condominio.

    Ora i miei dubbi riguardano i tempi. L'impresa chiede una clausola sospensiva di 90 giorni per la concessione della linea di credito per l'intera operazione (acquisto+ristrutturazione), sui quali sono d'accordo (so anch'io che i tempi delle banche sono biblici). Una volta ottenuta la linea di credito mi chiedono 120 giorni per andare al rogito dicendo che sono tempi tecnici per avere effettivamente il denaro.

    Ora, chiedo a voi, 120 giorni sono veramente tempi tecnici, oppure l'impresa ci sta marciando per poter sborsare solo quando magari inizierà veramente ad occuparsi dell'immobile? (ho pensato che magari ha altri lavori in corso e quindi non vuole pagare interessi passivi a vuoto)

    Grazie a tutti per la disponibilità.
     
  2. topcasa

    topcasa Membro Storico

    Agente Immobiliare
    i 120 giorni mi sembrano veramente troppi bastano a mio avviso 60
     
  3. Rosa1968

    Rosa1968 Membro Storico

    Agente Immobiliare
    Quando farete il compromesso? Dopo la sospensiva?
    Toglimi un'altra curiosità perché dici l'agente mi ha informalmente comunicato? Non hanno fatto una proposta? Io non mi sbilancerei se non vedessi la buona volontà con un assegno a garanzia e quattro righe di impegno.
     
  4. enrikon

    enrikon Membro Senior

    Agente Immobiliare
    Quando la vogliono l'immissione in possesso? Se è al rogito stai tranquillo; se invece la volessero al compromesso insieme all'autorizzazione di cominciare i lavori di restauro ci andrei più cauto.
     
    A Bagudi e Sim piace questo messaggio.
  5. panda127

    panda127 Membro Junior

    Privato Cittadino
    Si, il compromesso dopo i 90 giorni, ed entro 10 giorni dal compromesso caparra di 50.000 Euro (prezzo vendita immobile 245.000). Poi proponevano saldo entro 120 giorni dal compromesso.

    Cmq no, l'agente immobiliare, trattandosi di vari passaggi (il suo referente è lo studio di geometri, che inizialmente mi aveva proposto verbalmente una permuta, ossia io do a loro l'immobile e loro mi danno un appartamento nel mio "ex" immobile, poichè a me non interessa hanno interpellato un'impresa edile che compri e poi ristrutturi su loro progettazione) mi manda solo email per chiedermi se vanno bene le condizioni, poi ad accordo raggiunto redigono la proposta "ufficiale".

    Scusa l'ignoranza, ma che intendi per "assegno a garanzia"? L'assegno, sebbene non incassabile prima che si avveri la clausola sospensiva, dovrebbero emetterlo alla proposta?
     
  6. enrikon

    enrikon Membro Senior

    Agente Immobiliare
    Che vuol dire questo? Quanto ti darebbero al compromesso in totale?

    Poi non mi hai detto (forse non lo sai) se ti hanno chiesto l'immissione in possesso prima del rogito.
     
  7. panda127

    panda127 Membro Junior

    Privato Cittadino
    Al momento non ho proprio sentito parlare di immissione al possesso. Abbiamo parlato solo di tempi e di prezzo.

    Entro 10 giorni dal compromesso mi darebbero 50.000 Euro, il saldo al rogito.
     
  8. enrikon

    enrikon Membro Senior

    Agente Immobiliare
    Quindi faresti un compromesso senza incassare nulla? :shock:
     
  9. Sim

    Sim Membro Senior

    Agente Immobiliare
    i 50.000 euro dovrebbero darteli al compromesso
     
    A Francesco Talotta, ccc1956 e enrikon piace questo elemento.
  10. enrikon

    enrikon Membro Senior

    Agente Immobiliare
    Esatto!!! Stai attento.
     
  11. panda127

    panda127 Membro Junior

    Privato Cittadino
    Cioè contestualmente alla firma, a prescindere dal fatto che magari devono attendere qualche giorno per avere la disponibilità dalla banca?

    Aehm... l'agente immobiliare al quale ho affidato la vendita (in esclusiva) è un po' superficiale?
     
  12. enrikon

    enrikon Membro Senior

    Agente Immobiliare
    Non lo so. So solo che non ho mai visto un compromesso senza passaggio di denaro.
     
    A Francesco Talotta, Rosa1968 e Sim piace questo elemento.
  13. Sim

    Sim Membro Senior

    Agente Immobiliare
    Infatti! Al massimo viene consegnato prima del compromesso, non dopo.
     
  14. ccc1956

    ccc1956 Membro Senior

    Altro Professionista
    io ho appena venduto.....ieri preliminare.
    preliminare in 3 copie firmato dalle parti, assegno di euro xxxxx descritto in preliminare, n°, banca, etc.... bene in vista sul tavolo...di solito l'acquirente lo compila e lo firma e lo consegna all'agente che ne fa delle copie sulla quale
    il venditore per estrema precauzione firma una delle copie per consegna assegno.
    l'assegno resta sempre li....davanti che tutti lo vedono.
    tutti firmano il preliminare e tutti hanno una copia del preliminare.
    il venditore intasca l'assegno.
    attenzione la firma del preliminare e' una conferma dell'accettazione dell'assegno.
    io prima guardo l'assegno e poi firmo il preliminare.
    peggio al rogito.....prima controllo l'assegno circolare e poi firmo il rogito.:p
     
  15. topcasa

    topcasa Membro Storico

    Agente Immobiliare
    Si ma i tempi tecnici?[DOUBLEPOST=1367320808,1367320704][/DOUBLEPOST]
    Finalmente hai concluso ma registri?
     
  16. ccc1956

    ccc1956 Membro Senior

    Altro Professionista

    io ho venduto ieri una casa di famiglia....casa mia l'ho venduta a fine marzo.
    tutto bene.
    per comprare ho la visita con geometra alla casa che spero compreremo, giovedi' pomeriggio.
    poi proposta.
    nel frattempo mi sta ospitando quella benedetta donna di mia suocera.
     
  17. topcasa

    topcasa Membro Storico

    Agente Immobiliare
    ho chiesto se l'AI ha registrato il preliminare
     
  18. ccc1956

    ccc1956 Membro Senior

    Altro Professionista
    ho visto che ha fatto firmato l' F23 alla signora acquirente.
    si, abbiamo anche ironizzato sulle tasse.
     
  19. Rosa1968

    Rosa1968 Membro Storico

    Agente Immobiliare
    Ci sta, sicuramente vorranno fare una bozza di progetto in modo da poter essere pronti subito dopo il rogito a presentare il tutto in comune.

    No qui non ci siamo. Il patto con il quale le parti prevedono la caparra confirmatoria ha naturale reale perché presuppone, per la sua efficacia, che la somma di denaro che hanno stabilito sia effettivamente consegnata, questo può avvenire prima, contestualmente, non dopo.
    Ok. Qui ci può anche stare. Mettiamo il caso che dopo la sospensiva e quindi il benestare della banca questi signori per qualsiasi motivo si ritirassero? L'assegno nella prima fase è un deposito a garanzia, dopo diventa caparra e se loro si ritirassero la perderebbero, senza assegno .......

    Vorrei che una cosa ti fosse chiara, a te non deve interessare quello che loro vorranno fare, tu la casa venderai così com'è, a te deve interessare che vengano rispettate le procedure e che si arrivi concretamente al compromesso e poi al rogito. Parla con l'agente immobiliare prima di procedere e chiedi se ritiene giusto prendere questa trattativa per buona o se è il caso di trovare un altro acquirente. Le condizioni mi sembrano molto scarne ......[DOUBLEPOST=1367329097,1367328838][/DOUBLEPOST]
    :ok:
     
  20. panda127

    panda127 Membro Junior

    Privato Cittadino
    Secondo l'agente immobiliare va tutto bene, anzi, sono io ad essere un po' rompiscatole. Le trattative sono così, bisogna adeguarsi (parole sue).

    Siccome il suo incarico è in scadenza a breve, penso che a lui interessi più concludere l'affare che tutelare il suo cliente (attualmente io).

    Per questo mi è sorto il dubbio dei 120 giorni che secondo lui sono tempi "tecnici".
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina