1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. marco79

    marco79 Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Buongiorno a tutti!
    Ho questo problema. Io e mia moglie avevamo deciso di vendere la casa dove abitatiamo (che rientra nella comunione dei beni) e così diamo incarico all'agenzia immobilare.
    L'agenzia trova un futuro acquirente il quale sottoscrive una proposta di acquisto.
    La conferma della proprosta di acquisto la sottoscrivo solo io e non anche mia moglie (che nel frattempo decide di non vendere più perchè ha problemi di salute).
    Ora l'acquirente vuole obbligarci a stipulare sostenendo che avevamo accettato la sua proposta. Mi domando: può fare una cosa del genere anche se mia moglie non ha firmato nulla per accettazione?? Non serve il consenso di entrambi i proprietari??
    In ultimo specifico che l'agente immobiliare ha incassato dall' acquirente una somma a titolo di deposito ma che ad oggi nulla è stato consegnato a noi!
    Grazie per le risposte!
     
  2. catia

    catia Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    La proposta era intestata ad ambedue ? Perchè l'hai accettata solo tu? Se fosse stata intestata solo a te era incompleta e poco efficace, sono errori che di frequente succedono, inoltre obbligare a stipulare sono paroloni, nessuno obbliga nessuno, piuttosto tentate di risolvere il tutto bonariamente. Quanto tempo è che l'hai accettata? e perchè l'agenzia non ti ha consegnato ancora l'assegno? C'è puzza di bruciato !!!
     
  3. Umberto Granducato

    Umberto Granducato Fondatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    L'accettazione deve essere di entrambi. Di uno solo non ha valore di conseguenza non c'è la necessità di accordarsi su niente. L'assegno non è stato consegnato opportunamente perchè l'accettazione è parziale e quindi non ci sono gli estremi per consegnare l'assegno.
    Ma com'è possibile che uno firmi e l'altro no?
     
    A Maria Antonia piace questo elemento.
  4. Sergio Caruso

    Sergio Caruso Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Mi sono consultato recentemente con il mio avvocato per un caso simile, la proposta viene fatta da uno dei 2 acquirenti e l'accettazione da uno dei 2 venditori, stiamo comunque parlando della sola proposta ed è tutto perfettamente regolare in quanto una acquista in nome e per conto di , l'altra accetta in nome e per conto di !
    Ovviamente bisognerà dare seguito ad una scrittura riproduttiva che dovrà essere firmata da tutti i contraenti.
    Nel caso di Marco79, molto probabilmente l'assegno non è stato consegnato perché nella proposta avranno specificato che la caparra diventerà acconto del prezzo e verrà versata a compromesso.
    Obbligato a vendere non credo proprio sia mai possibile, nello specifico dovrai versare all'acquirente il doppio della caparra confirmatoria e pagare le provvigioni all'agenzia che comunque sta ricevendo un danno dai vostri ripensamenti.
    Per non rimetterci troppi soldi vi conviene andare avanti con la vendita come avevate precedentemente deciso.
    Firmare un contratto è un po come viaggiare in autostrada, si può uscire solo pagando il pedaggio al casello e non è possibile tornare indietro perché hai cambiato idea!!!
     
  5. marco79

    marco79 Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    L'incarico al mediatore era sottoscritto sia da me che da mia moglie, invece la proposta di acquisto era indirizzata solo a me, che l'ho accettata il 23.4 u.s. con termine di stipulare il preliminare entro il 30.4.
    la caparra non mi è stata consegnata perchè avevo detto all'agente che mia moglie, per comprovati motivi di salute, non è in grado di sopportare un trasloco.
    grazie
     
  6. Umberto Granducato

    Umberto Granducato Fondatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Se siete comproprietari l'accettazione deve essere di entrambi: la proposta non puo essere indirizzata solo a te. L'AI non puo consegnarti un assegno con una firma sola.
    Il contratto non è perfezionato quindi non devi nè caparre doppie, nè provvigioni anche se l'AI ha lavorato per niente. :triste:
     
  7. MaxMatteo

    MaxMatteo Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    Problemi del coniuge a parte (parlo inquadrando il solo negozio di compravendita dell'immobile), perché la proposta di acquisto era destinata solo a te, visto che l'incarico era conferito da entrambi?

    A giusta regola la proposta di acquisto andava destinata ad entrambi e da entrami accettata ed, in tal caso, qualora anche uno solo dei venditori non decidesse poi di sottoscrivere il definitivo.
    ti rispondo e cito la collega:

    ATTENZIONE, la parte adempiente (il promissario acquirente) potrebbe richiedere l'esecuzione specifica del contratto (art.2932cod.civ.), ossia far emettere dal giudice una sentenza sostitutiva del definitivo che tenga conto dell'esecuzione del contratto.


    Nel tuo caso, credo, non si possa arrivare a tal punto ma, con ogni probabilità, ti troverai a dover pagare l'ai la tua inadempienza contrattuale (incarico di vendita non perfezionato per colpa di chi lo ha conferito) e non sottovalutare nemmeno un aspetto poco conosciuto che è la responsabilità precontrattuale (art-1337-8 cod.civ.). Se la parte che si apprestava a stipulare il preliminare con te dimostrasse di aver avuto un danno dalla mancata accettazione e che le trattative, per serietà e concludenza, abbiano determinato un affidamento alla sua conclusione, che gli elementi essenziali siano definiti e che su questi ci sia un sostanziale accordo, e che vi sia la violazione della buona fede allora potrebbe essere riconosciuto un risarcimento... ma questa è materia di avvocati ed io non lo sono ...
     
    A marco79 piace questo elemento.
  8. Umberto Granducato

    Umberto Granducato Fondatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    L'esecuzione del contratto non può essere richiesta perchè manca l'accettazione di entrambi. Come dici tu (e come ho già scritto prima anche io) la proposta andava indirizzata ed accettata da entrambi, quindi accettata parzialmente non ha effetti.
    La provvigione all'AI (che in questo caso sarebbe una penale che credo sarà indicata nell'incarico a vendere) sarà dovuta se la proposta è stata fatta allo stesso prezzo dell'incarico, altrimenti nemmeno quella è dovuta.
     
  9. allberto

    allberto Nuovo Iscritto

    Agente Immobiliare
    Scusate, ma se la proposta rispetta gli accordi dell'incarico ovvero il prezzo, la tempistica, ect., la moglie e il marito sono obbligati ad accettare.

    In caso contrario incomberanno nelle penali.
     
    A La Capanna piace questo elemento.
  10. Sergio Caruso

    Sergio Caruso Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Stiamo cadendo nella confusione delle solite informazioni incomplete!
    Intanto vorrei fare chiarezza su un punto, la proposta è stata indicata ad un solo contraente oppure è stato specificato che l'immobile è di proprietà di entrambe?
     
    A La Capanna piace questo elemento.
  11. Sergio Caruso

    Sergio Caruso Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    "sarà dovuta se la proposta è stata fatta allo stesso prezzo dell'incarico, altrimenti nemmeno quella è dovuta."

    Scusa ma cosa vorresti dire?
    Che il venditore dopo aver accettato una proposta può non dovere nulla all'agenzia se il prezzo accettato non è lo stesso di quello richiesto??? Mi sembra una affermazione da notte inoltrata!!!
     
  12. Umberto Granducato

    Umberto Granducato Fondatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Probabile.... anche perchè sono situazioni sempre un pò nebulose queste...
    Tuttavia in questo caso cambia poco: se l'immobile è intestato ad entrambi ci vogliono le due firme.
    Esperienza già fatta: la consegna dell'assegno senza la seconda firma sarebbe stato un errore grossolano.
     
  13. catia

    catia Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    Secondo c'è poco da aggiungere ... QUOTO in pienissimo :applauso::applauso:
     
  14. catia

    catia Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    Altrimenti si fa una proposta con la penale che ci tutela, in un altro post c'è l'allegato di Seroli e Oris che se la perfezionavano a vicenda :innamorato: e così ci pariamo.
     
  15. Sergio Caruso

    Sergio Caruso Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Per quel che riguarda la consegna dell'assegno sono d'accordo:stretta_di_mano:!
    Però ci terrei a sottolineare che la proposta è comunque valida anche se accettata da un solo proprietario!
    Resta da apire se la moglie era a conoscenza dell'accettazione!
     
  16. Antonello

    Antonello Membro dello Staff Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Marco 79, descrivici meglio i particolari.
    Ti potremo dare giuste risposte.
    L'argomento è interessante.
     
  17. Umberto Granducato

    Umberto Granducato Fondatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    :D Non è da notte inoltrata anche perchè di notte spesso ci lavoro... :sorrisone:
    Mi hai storpiato la risposta: quando parlo di dovuto, in questo caso, mi riferisco alla penale perchè l'accettazione parziale non fa maturare il diritto alla provvigione (parere di avvocato su esperienza personale).
     
    A danielcarolia piace questo elemento.
  18. danielcarolia

    danielcarolia Nuovo Iscritto

    Agente Immobiliare
    infatti se non abbiamo davanti la pratica è inutile parlare.:shock:
    Innanzitutto se sulla proposta c'è scritto..mi impegno anche a far accettare la proposta ad altri aventi diritto sul'immobile..cosa che dovrebbe essere scritta anche sull'incarico....
    Di fatto è vero che potrebbe essere impugnata la mancanza dell'altra firma come mancanza di accettazione,ma è anche vero che il proponente può rivalersi su di voi,poichè di fatto lei ha accettato esprimendo il consenso( si )alienare il bene per quanto riguarda la sua quota.Implicitamente
    Non ci sono gli estremi per esguire forzatamente un atto...ma ci sono perchè l'agente immobiliare se in possesso di un'adeguata modulistica e il proponente la chiamino in causa come parte inadempiente che li danneggiati.:disappunto:
    (sulla proposta era menzionata una data massima per atto preliminare,c'è scritto che l'agente immobiliare deve restituire le somme versate in caso di mancata accettazione?se si questa non è una mancata accettazione.poichè daparte sua l'accettazione è avvenuta...
    In ogni caso ci sono vari argomenti su cui lavorerebbero avvocati.:confuso::confuso:
    L'assegno non è stato probabilemte ancora consegnato poichè in genere c'è chi lo consegna a compromesso.ma sulla proposta spero che sia menzionato quell'assegno con numero e istituto bancario.
    In ogni caso non è possibile fare ciò che si chiama volgarmente "compromesso"senza la presenza di sua moglie.
    Resta il fatto che lei ha accettato.Lei cosa farebbe nei panni del proponente?
    Il danno ormai è fatto.Doveva consultarsi con sua moglie prima di firmare.L'agente immobiliare doveva aspettare di vedervi insieme..ma avolte la fretta..cli eventi e varie concatenazioni .
    Ci sono pochi elementi nella sua descrizione per darle una "diagnosi".
    Io penso che al di là di tutta la normativ ..i problemi derivino sempre da una mancanza di comunicazione.
    In ogni caso spero che lei-anche di fronte a una vicenda più o meno grave che vi ha costretti ad agire con 2 risposte diverse-si renda conto che l'agente immobiliare ha fatto il suo dovere pecccando solo di poca lungimiranza..e che il proponente probabilmente aveva già scelto i mobili e investito tempo e speranze in quella casa.Incontrarsi con queste persone e trovare un accordo amichevole in questi casi è la miglior cosa...il non dialogo porta astio cause lunghe e stress ulteriori:stretta_di_mano:
     
  19. Umberto Granducato

    Umberto Granducato Fondatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare

    L'assegno non è stato consegnato perchè non ci sono gli estremi per farlo. Per consegnare l'assegno ci vogliono entrambe le firme.
     
    A danielcarolia piace questo elemento.
  20. danielcarolia

    danielcarolia Nuovo Iscritto

    Agente Immobiliare
    Inoltre l'immobile mi conferma che è in comunione dei beni?la proposta rispecchia le condizioni dell'incarico?
    In ogni caso si rivolga subito ad un legale facendo visionare tutta la modulistica.:affermazione:
    tutte le opinioni che le abbiamo scritto sono supposizioni poichè nessuno di noi ha cvisionato la documentazione,basta un piccolo particolare a volte tralasciato per cambiare l'ordine delle cose!!!!:idea:
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina