1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. pasquale99

    pasquale99 Membro Junior

    Privato Cittadino
    Salve. Vorrei sapere se per innaffiare il giardino di un condominio si può usare l'acqua potabile. Grazie.
     
  2. francesca63

    francesca63 Membro Assiduo

    Privato Cittadino
    Credo sia permesso, a meno che un'ordinanza comunale lo vieti.

    Ho esperienza di un comune sul Lago di Garda dove l'estate scorsa , per la prolungata siccità, vietarono di innaffiare i giardini e lavare le auto con l'acqua dell'acquedotto.
     
    A Jan80 piace questo elemento.
  3. pasquale99

    pasquale99 Membro Junior

    Privato Cittadino
    Grazie, quale Comune?
     
  4. francesca63

    francesca63 Membro Assiduo

    Privato Cittadino
    Manerba del Garda
     
  5. n3m3six78

    n3m3six78 Membro Assiduo

    Privato Cittadino
    è permesso tutto cio' che non sia vietato dalle leggi o dal regolamento condominiale
     
  6. marchesini

    marchesini Membro Attivo

    Privato Cittadino
    Se non è vietato dal regolamento condominiale, è permesso annaffiare orti e giardini con l'acqua dell'acquedotto tranne nei mesi estivi, in genere luglio ed agosto, per quei comuni che emettono l'ordinanza per il risparmio idrico.
    In genere l'ordinanza, se emessa, la trovi nel sito del comune oppure puoi chiedere alla polizia municipale.
     
    A CheCasa! e Jan80 piace questo messaggio.
  7. eldic

    eldic Membro Storico

    Privato Cittadino
    ho aperto l'utenza per l'acqua potabile pochi giorni fa.
    sul modulo era esplicitamente indicato se servisse per uso "normale" o irrigazione, anche di terreni destinati alla produzione agricola.
    ho detto all'impiegata che, in parte, serviva a tale scopo.
    mi è stato detto di non indicare nulla, che costava di più ed erano solo casini...
     
  8. pasquale99

    pasquale99 Membro Junior

    Privato Cittadino
    Lei vuol dire che sul modulo veniva richiesto di specificare quale era l'uso dell'acqua?
     
  9. eldic

    eldic Membro Storico

    Privato Cittadino
    esattamente.
    immaginavo che per uso irriguo venisse applicata una tariffa più bassa (un po' come per il carburante per uso agricolo), ma evidentemente sbagliavo.
     
  10. PyerSilvio

    PyerSilvio Membro Storico

    Agente Immobiliare
    Discussione surreale.

    Come se i comuni distribuissero acque inquinate o non potabili.
     
    A Jan80 piace questo elemento.
  11. pasquale99

    pasquale99 Membro Junior

    Privato Cittadino
    Il punto è proprio questo: l'acqua fornita è solo quella potabile, 'solo' nel senso che è insufficiente. Se desse, integrando, anche quella non potabile ci si potrebbe annaffiare i giardini condominiali.
     
  12. PyerSilvio

    PyerSilvio Membro Storico

    Agente Immobiliare

    Eccomeno.

    Magari assassinando intanto, qualche bambino di dieci anni, che involontariamente ne entra in contatto.
     
  13. Bastimento

    Bastimento Membro Storico

    Privato Cittadino
    Vero che molti comuni, nei mesi di carenza idrica , invitano (vietano) i cittadini a non usare l'acqua potabile per irrigare orti e parchi.

    Per la verità spesso si traducono in una della tante grida manzoniane: il divieto si traduce in una sorta di auspicio.
    Se poi parliamo di Roma, che non è stata in grado di dotare di rubinetti le varie fontanelle cittadine... diventano una specie di presa in giro.

    Certo c'è differenza tra Monza, Roma e Pantelleria.
     
  14. PyerSilvio

    PyerSilvio Membro Storico

    Agente Immobiliare
    Ovviamente il punto e’ tutto qui.

    A Pantelleria, l’acqua e la sua fornitura, e’ piu’ preziosa e difficoltosa da ottenere, rispetto a Monza o in Trentino.
    Dove dai rubinetti vi scorre acqua purissima ed incontaminata.

    Dipende dalle qualita’ che il territorio offre.

    Tuttavia non esistono Comuni, che possano o vogliano, somministrare acque dannose per la salute.

    Molto spesso mi capita di bere da fontanelle pubbliche al Parco di Monza.
    Anche dandole a bere ai miei figli.

    Mia moglie mi guarda con orrore.

    Come se il Sindaco di Monza consentisse la distribuzione di acqua avvelenata.
     
  15. pasquale99

    pasquale99 Membro Junior

    Privato Cittadino
    All'ACEA mi hanno detto che l'acqua potabile nella fascia più 'alta' costa 5 euro/mc. Vi risulta? Grazie.
     
  16. n3m3six78

    n3m3six78 Membro Assiduo

    Privato Cittadino
    Tutto scritto sul sito dell'acea basta cercare.
     
  17. Bastimento

    Bastimento Membro Storico

    Privato Cittadino
    Comunque da tempo si dibatte circa l'opportunità di distribuire acque anche per usi non potabili: presumo che prima o poi saremo dotati da una doppia rete distributiva.
     
  18. pasquale99

    pasquale99 Membro Junior

    Privato Cittadino
    Domanda collegata al quesito: quale è l'erba che ha bisogno di meno acqua di tutte per vivere? Grazie.
     
  19. n3m3six78

    n3m3six78 Membro Assiduo

    Privato Cittadino
    download (4).jpeg questa ma ha bisogno di tanto sole
     
    A PyerSilvio e francesca63 piace questo messaggio.
  20. pasquale99

    pasquale99 Membro Junior

    Privato Cittadino
    Caro Odisseo, se come penso l'erba che hai indicato è la marijuana fai dell'umorismo pietoso e corri il rischio di essere beccato.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina